Chiara Giordano, dopo Bova è Manuele a farle battere il cuore

Dopo 13 anni con Raoul Bova, Chiara Giordano ritrova la passione al fianco di un ingegnere romano quarantenne. Il settimanale Diva e Donna l’ha pizzicata a Roma mentre bacia con trasporto Manuele, che sarebbe al suo fianco già da diversi mesi. Complice un pranzo a Fregene i due finiscono nell’obiettivo dei paparazzi che li sorprendono tra tenerezze e baci.

C_2_articolo_3107036_upiImageppA pranzo al sole i due si tengono stretti, lui le sfiora le mani, le bacia il collo, non toglie lo sguardo dalla sua Chiara. Sorridono e chiacchierano amabilmente incuranti dei flash. Poi quando lei risale in auto scatta il bacio appassionato.
Chiara Giordano è stata sposata dal 2000 al 2013 con l’attore Raoul Bova da cui ha avuto due figli, Alessandro Leon, 17 anni, e Francesco, 16.

La figlia di Bobby Solo: “Ho una compagna e vorrei presentarla a mio padre, ma lui non mi parla”

«Non voglio rivelare la sua identità, perché voglio proteggerla, ma da qualche tempo sto con una ragazza e vorrei presentarla a mio padre. Era già successo con la mia ex: io avevo conosciuto i suoi genitori, lei non ha potuto incontrare mio padre». A confessarsi, a cuore aperto in diretta a ‘Domenica Live’, è Veronica Satti, la quarta figlia di Bobby Solo, che il cantante romano ha avuto dall’ex compagna Mimma Foti.

3376895_1907_veronica_satti_figlia_bobby_soloLa ragazza, che ha dichiarato la propria omosessualità, non nasconde tutta l’amarezza provata per il rapporto difficile con il padre: «Ormai ci parliamo solo tramite gli avvocati. Non so cosa gli abbia fatto, ma mi ha abbandonata quando avevo 13 anni». Quello tra Bobby Solo e la figlia Veronica è un rapporto decisamente travagliato e difficile da tempo; l’anno scorso la ragazza aveva espresso il desiderio di «far sapere a mio padre che esisto, se fossi al posto suo penserei ‘C***o però, ho una figlia che mi cerca e fa tutto per vedermi’».

Prof bombarda gli studenti di foto hot e li minaccia: “Se non fate sesso con me vi boccerò”

Si ritrova davanti all’incubo di dover passare i prossimi 40 anni in carcere la professoressa 40enne che per mesi ha bombardato via Whatsapp diversi suoi studenti minorenni con centinaia di proprie foto sexy corredate da una promessa che aveva tutti i contorni del ricatto: se farete sesso con me non vi boccerò.

3374961_Schermata_2017-11-18_alle_14_43_13Yokasta M., docente in un liceo di Medellin, la seconda città più grande della Colombia, era così ossessionata dall’idea di andare a letto con quei ragazzi che vedeva tutti i giorni in classe da perdere imprudentemente ogni ritegno: prima si è scattata un’infinità di selfie in cui appariva seminuda, in pose al limite del porno, poi li ha inviati sui telefonini dei suoi alunni, infischiandosene del fatto che quelle foto, se divulgate, avrebbero potuto rovinarla. In un primo momento la sua strategia è sembrata “vincente”: sono tanti, infatti, i ragazzi che, tra gennaio e aprile 2016, si sono fatti convincere e hanno accettato la proposta della professoressa che, incurante anche del fatto di essere sposata e di poter essere scoperta dal marito, li ha portati ripetutamente in casa propria dove li ha coinvolti in torride performance di sesso.
Il delirio sessuale di Yokasta è stato spezzato dopo alcuni mesi, quando, come era prevedibile che potesse accadere, il padre di uno dei ragazzi coinvolti ha controllato il cellulare del figlio, ha scoperto le foto e ha denunciato la vicenda alla polizia. Immediatamente licenziata dalla scuola e arrestata dalle forze dell’ordine per estorsione e abusi sessuali su minori, la docente è stata ora condannata a 40 anni. Senza contare che il marito, scioccato dall’aver scoperto la doppia vita della moglie, ha chiesto il divorzio. Dopo l’arresto le immagini e un video YouTube sono stati diffusi sui social da uno studente che li ha postati con il commento: «Questa è la professoressa Yokasta, che aveva detto che ci avrebbe bocciati se non avessimo fatto sesso con lei». La vicenda, inutile dirlo, è diventata virale sul web, soprattutto nel Sud America: tra i tanti commenti ce ne sono molti di persone che, pur biasimando il comportamento di Yokasta, pensano che la condanna a 40 anni sia eccessiva.

Elisabetta e Filippo, 70 anni fa il matrimonio che fece sognare il mondo

Settant’anni di matrimonio. Sentirli? Quel che basta. Il 20 novembre del 1947 nell’abbazia di Westminster si celebravano le nozze tra Elisabetta di Windsor e Filippo Mountbatten. Per la prima volta la cerimonia veniva trasmessa dalla BBC, finendo in mondovisione: lei principessa ventunenne sarebbe diventata la regina più longeva della storia, lui un lontano cugino che per dirle di “sì” rinunciò al cognome e alla successione al trono di Grecia e Danimarca.

3376566_1224_filippoelisabettaokUn matrimonio d’amore, fortemente voluto da Elisabetta. I due si incrociano per la prima volta nel 1934, quando lei era ancora una bambina. Cinque anni dopo, nel 1939, la scintilla: Lilibeth (così la chiamavano in famiglia) aveva 13 anni, Filippo, maggiorenne, stava per partire per la guerra. Il colpo di fulmine era servito: «Mi è sembrato un dio vichingo», confesserà lei anni dopo. Tanto che si impuntò per sposarlo malgrado Re Giorgio, suo padre, non fosse poi così convinto. Nel 1946 Filippo avrebbe chiesto la mano della sua bella con un anello di fidanzamento con tre diamanti: oggi, quattro figli e 70 anni di convivenza dopo, sono (ancora) la coppia reale più longeva e affiatata della storia.
Vissero felici e contenti? Abbastanza, ma come tutti i matrimoni anche il loro non è sempre stato rose e fiori: Filippo più di una volta ha dovuto fare un passo indietro rispetto alla consorte che era, pur sempre, la Regina. Per lui, come racconta la serie The Crown, fu difficile in particolare rinunciare alla carriera in marina e accettare che i figli non portassero il suo cognome. Ma nemmeno per Sua Maestà il rapporto è stato sempre una passeggiata di piacere: negli anni ’90 fecero scalpore alcune rivelazioni su possibili relazioni extraconiugali del marito mentre lei, si diceva, fingeva di non vedere.
Niente di tutto ciò è però bastato a separarli, anche perchè, ci fa sapere il biografo ufficiale Gyles Brandreth, se la Regina indossa la corona, in casa «è suo marito che porta i pantaloni. Filippo è la vera forza dietro il trono: fermo e sempre di supporto nelle scelte di Elisabetta». Il reale consorte è da poco andato in “pensione”, facendo sapere che avrebbe rinunciato alla vita pubblica. Probabilmente però lo vedremo ancora sorridere nelle foto insieme alla sua Regina, d’altra parte, scrive il biografo, sembra che il loro segreto sia proprio quello: lui, il principe gaffeur, «l’ha fatta ridere per oltre 70 anni».

Juliana Moreira ed Edoardo Stoppa, matrimonio da favola a Milano

Un matrimonio da favola, come era nelle premesse, e nonostante i tempi ridottissimi. Le nozze tra Edoardo Stoppa e Juliana Moreira sono state celebrate venerdì con rito civile dal sindaco di Milano Giuseppe Sala nella suggestiva cornice di Palazzo Reale.

3376456_0936_21.8635327 (1)L’inviato di Striscia e la showgirl di Paperissima Sprint hanno preparato tutto in sole due settimane e il matrimonio si è svolto alla presenza dei parenti, compresi quelli brasiliani di Juliana.
La Moreira, in abito rigorosamente bianco, si è definita su Instagram una “sposa rock”, mettendo in mostra anche i numerosi tatuaggi, mentre l’inviato milanese di Striscia la notizia, sorpreso per essersi trovato a suo agio in abito da cerimonia ha lasciato questo pensiero su Instagram: “Stamattina sveglia presto per andare in giro a lavorare, come sempre, per l’Italia…con il mio pensiero che ancora va a venerdì scorso, giorno del mio matrimonio. Grazie a tutti coloro che hanno contribuito a rendere speciale questo giorno!!!!!

Diventa famosa per lo scatto con 20 mila api sul suo pancione, il bimbo nasce morto

Diventata famosa per essersi fatta immortalare con 20 mila api sul pancione, in questi giorni Emily Mueller, ha dato un tristissimo annuncio.

foto-donna-incinta-api-pancione-emily-mueller-fbLa donna dell’Ohio ha un marito apicoltore, motivo per cui aveva deciso di farsi ritrarre in alcune foto coperta di api, scatenando anche diverse polemiche. Madre di tre bambini, era in attesa del quarto, ma purtroppo il piccolo è nato morto: «Ieri sera il mio prezioso bimbo è nato, ma abbiamo subito dovuto dirgli addio», la donna ha scritto un commovente messaggio su Facebook in cui ha salutato il suo piccolo: «Il nostro bambino è morto, il nostro bambino non tornerà mai a casa con noi. Questo meraviglioso angioletto con cui siamo stati benedetti ora è diventato una tempesta nelle nostre vite».
Emily ha raccontato di essersi accorta che qualcosa non andava circa una settimana prima del parto, quando ha sentito il suo piccolo muoversi sempre meno. Preoccupata non ha però voluto farsi prendere dall’ansia ed è andata la settimana successiva in ospedale per partorire: «Ho davvero pensato che saremmo stati mandati a casa con un sorriso, pensavo che i medici ci dicessero di aspettare i giorni che mancavano per abbracciare la nostre dolce Emersyn». Purtroppo le cose sono andate diversamente e dopo le visite il medico le ha detto che il suo piccolo era morto.

Miss Mondo, la reginetta del 2017 è l’indiana Manushi Chhillar

È la studentessa indiana Manushi Chhillar la nuova Miss Mondo. Nata il 14 maggio 1997 nello stato di Haryana, Chhillar succede alla portoricana Stephania Del Valle, dalla quale è stata incoronata. La finale del concorso si è svolta in Cina, a Sanya City.

CBH2ZN7MJFIndiaManushi è la sesta indiana ad aggiudicarsi il concorso di bellezza: l’ultima era stata Priyanka Chopra nel 2000. Studentessa di medicina, la reginetta si era aggiudicata il Femina Miss India, titolo che le ha permesso di rappresentare il suo paese nella competizione mondiale.
Alta 1 metro e 75, capelli e occhi castani, Manushi Chhillar come da tradizione si è commossa, e poi ha ringraziato i suoi genitori, che le hanno permesso di coronare il suo sogno di partecipare al concorso di bellezza.

Il video in lingerie è troppo hot, cantante viene arrestata: “Istiga alla depravazione”

Il video è troppo hot e la cantante finisce nei guai. Guai con la giustizia per la cantante pop egiziana Shyma, arrestata dalla polizia per un video musicale ritenuto troppo osé. Nella clip della canzone ‘Ho dei problemi’, la giovane ragazza appare in lingerie e fa diverse allusioni sessuali, mangiando una banana di fronte a una lavagna scarabocchiata con la scritta “Class #69” e le lettere “vag”.

egitto_shyma_yt_fi.jpg_997313609Il video ha scatenato un’ondata di proteste in tutto il Paese. Il giornale Youm 7 ha scritto un duro articolo contro la cantante definendola un esempio di “dissolutezza” per i giovani. La polizia ha fatto sapere che Shyma è accusata di “istigazione alla depravazione”.
Giovedì la ragazza, vedendosi sommersa dalle critiche, ha scritto un post su Facebook in cui ha sostenuto che non si aspettava una reazione negativa al video. “Mi scuso con tutte le persone che hanno visto la clip e che sono rimaste sconvolte interpretandola nel mondo sbagliato – ha affermato Shyma -. Non immaginavo che sarebbe accaduto ciò”.

Francesco Monte dopo la rottura con Cecilia confessa: “Belen mi è stata vicino”

Dopo la rottura con Cecilia Rodriguez Francesco Monte ammette di essere rimasto in buoni rapporti con Belen, che pare si sia schierata dalla sua parte. La showgirl argentina sarebbe molto dispiaciuta per la loro separazione, ancor di più per il fatto che sia accaduto di fronte alle telecamere e senza l’intimità che forse avrebbero voluto entrambe.

belen-cecilia-monte- (1)«Purtroppo io e Belén abbiamo dovuto vivere insieme questa situazione che si è creata al GF. Lei mi è stata molto vicina. Ma ci tengo a dire che conservo un buon rapporto con tutta la famiglia di Cecilia, anche con i genitori», così ha confessato Monte.
Sui social poi Francesco è tornato sulla questione del tradimento chiarendo: «Le “corna” si definiscono tali quando una delle persone della coppia bacia o ha rapporti con una terza persona. Tutto ciò è accaduto dopo che la nostra storia è terminata, quindi rivalutate la vostra concezione di “corna”». Francesco si è sempre mostrato addolorato, ha ammesso che la crisi tra lui è Cecilia era iniziata prima del Gf, ma non ha usato mai parole di rabbia nei confronti dell’ex.

“Fausto Brizzi non mi ha fatto nulla”, parla Clarissa Marchese, l’ex Miss Italia che ha accusato il regista di molestie

ROMA – Il “caso” di Fausto Brizzi, accusato di molestie da alcune attrici, torna sotto i riflettori a Domenica Live. Ad accendere gli animi, però, questa volta, più delle accuse, sembrano essere le accusatrici, a partire da Clarissa Marchese, Miss Italia 2014, che, proprio nella trasmissione di Barbara D’Urso aveva raccontato l’”incontro” con il regista, nel 2015.

IMG_4346«Il regista voleva incontrarmi. Così è stato organizzato l’incontro – aveva raccontato la Marchese – Era il mio primo provino, pensavo fosse un teatro, invece era una casa-ufficio. Ci è stato detto che sarebbe durato diverse ore. Il mio accompagnatore se ne è andato. Le prime ore passano come vere e proprie lezioni. Verso la fine, si parla di possibili parti che avrei potuto interpretare, lui mi dice che di solito una ragazza con la mia fisicità viene scelta per fare ruoli di bella e deve essere disposta a fare anche scene un po’ più spinte. Mi ha chiesto: se io ti chiedessi di spogliarti completamente nuda davanti a me lo faresti? Io avevo vent’anni, lui circa quarantacinque. Con la stessa naturalezza con cui me lo ha chiesto, ha detto: Come mai?».

E ora ad essere “condannata” da alcuni degli ospiti in studio è proprio la Marchese, accusata di aver rovinato vita e carriera del regista per atteggiamenti che non sono reati.
«Io all’epoca non ho denunciato perché non mi ha fatto nulla che potesse essere oggetto di denuncia, ma mi sono sentita infastidita, molestata».

Cosa ha fatto Brizzi quando lei ha detto che non si sarebbe spogliata?
«Non ha detto o fatto nulla, è stato molto tranquillo».

Perché è tornata il giorno dopo?
«Perché pensavo di essere stata chiara».

Alcuni insinuano che l’exMiss si sia fatta avanti solo per ottenere l’attenzione dei riflettori.
«Io volevo raccontare quello che è successo – si difende la Marchese – per aiutare altre donne in tutti gli ambienti e le professioni».

Sul punto delle presunte molestie però è chiara: «Non ho la formazione per capire come debba essere definito il suo comportamento. Non era violenza, non mi ha fatto nulla, però mi sono sentita infastidita».