Basic e sexy: il ritorno della canottiera bianca

Seduce, ammicca, ma allo stesso tempo si adatta a ogni outfit, valizzandolo: la canottiera bianca è il capo che tutte le donne dovrebbero avere nel proprio armadio. Poi c’è la discriminante del reggiseno che cambia l’effetto finale.

C_2_box_38938_upiFoto1FLe star sembrano aver capito il messaggio: quest’estate gli avvistamenti di canottiere bianche non si contano. Ciascuna la utilizza secondo il proprio mood e non è vero che si tratta di una maglietta “difficile”.
L’abbinamento perfetto è con i jeans: Jennifer Aniston personalizza il tutto con un cappelo di paglia ma “dimentica” il reggiseno, Alessia Marcuzzi aggiunge un kimono fantasia. Le sorelle Gigi e Bella Hadid la utilizzano per evidenziare il fisico esile ma statuario, sempre coprendo le gambe. Chiara Ferragni sensuale e sbarazzina in black&white.
Melissa Satta la abbina con una salopette e accessori rossi, mentre le sorelle Rodriguez scelgono versioni più sensuali e sofisticate. Che dire poi delle Kardashian? Sono l’esempio vivente che anche donne formose possono permettersi di indossare la canottiera bianca.

Invitati milionari (e spilorci) alle nozze di Messi: solo 11mila dollari di donazione in beneficenza

Le donazioni raccolte dalla Ong Techo Argentina dei 250 ospiti al matrimonio del calciatore argentino Lionel Messi è stata pari a circa 200.000 pesos argentini (circa $ 11.000), sufficienti per costruire 11 rifugi di emergenza, ha riferito oggi l’organizzazione sociale. La somma produce una donazione media di 45 dollari per ciascuno degli ospiti alle sontuose nozze di Messi e Antonela Roccuzzo il 30 giugno scorso nella città di Rosario.

181d914a-e285-4012-aa21-8029c6991500La coppia ha chiesto di non ricevere regali ed ha raccomandato agli ospiti di donare un contributo a Techo Argentina. Tra i partecipanti alla festa anche i compagni di Messi del Barcellona come Neymar e Luis Suárez, e molti dei migliori giocatori del calcio argentino che ricevono stipendi multimilionari. L’Ong ha evitato di parlare di cifre nella sua dichiarazione: «fedeli ai nostri principi di trasparenza, vogliamo far sapere che finora 10 rifugi di emergenza sono stati costruiti».
I media argentini hanno stimato che ognuna di queste costruzioni sia costato circa 20.000 pesos, quindi la somma sarebbe pari a circa 200.000 pesos. «I canali di donazione restano aperti visto che ad oggi abbiamo registrato alcuni trasferimenti dall’estero che non si sono potuti completare con successo», ha spiegato l’organizzazione che lavora in molte parti del mondo.
In Argentina, Techo lavora in 111 insediamenti. Al di là dei risultati della raccolta delle donazioni durante il matrimonio, l’Ong ha ringraziato la famiglia Messi-Roccuzzo «per il suo gesto di impegno per le comunità più vulnerabili in Argentina». «Ci auguriamo che molti di più saranno incoraggiati a sostenere tali iniziative, e con la visibilità collaborare a mettere la questione all’ordine del giorno», ha spiegato l’organizzazione.

I look del mese: cos’hanno indossato le star?

E’ difficile restare costantemente aggiornati su tutte le proposte fashion delle star. Dai red carpet allo street style, ogni giorno veniamo invasi da immagini di vestiti e accessori da celeb.

C_2_box_38914_upiFoto1FSorridenti sul tappeto rosso, ammiccanti nei selfie e inconsapevoli (forse) negli scatti rubati, le stelle spaziano dagli outfit più eleganti alle proposte più improbabili.
Non solo costumi in questo Luglio 2017: l’estate è il periodo dei vestiti. Cosa c’è di più estivo e femminile di un bell’abito che accarezza il corpo e lo valorizza? Col caldo le star si riscoprono estrose e romantiche.
Scelgono il pizzo Pippa Middleton ed Elisabetta Gregoraci. Fantasie esagerate per Melania Trump e Rocio Munoz Morales. Colore del mare e del sole per Aida Yespica e Heidi Klum. Kate Middleton invece punta sui pois.
Stupendo anche il tailleur a righe di Tina Kunakey, da portare con o senza il top nero. E Agnese Renzi: sobria ma con i top brand. Ci piace anche l’ironia sorniona di Simona Ventura e la genuinità di Elena Santarelli. Ma perché Rihanna si è fatta convincere a indossare quell’abito rosso?

Chiara Ferragni apre a Milano il suo primo negozio… sbattendo contro la porta

E’ tanta la curiosità per il nuovo traguardo raggiunto da Chiara Ferragni che, a Milano, in zona corso Como, aprirà mercoledì il suo primo negozio. La preview su Instagram dello store della fashion blogger ha raccolto più di 700mila visualizzazioni in poche ore.

C_2_articolo_3085644_upiFoto1F (1)Un video in cui la si vede entrare emozionata (con tanto di “facciata” contro il maniglione) nello store mentre altre immagini sono state postate tra le “stories”.
Top rosso e hot pants bianchi, la fidanzata di Fedez mostra con le dita alzate al cielo la vetrina del suo primo store, dove saranno in vendita borse e accessori della Chiara Ferragni Collection. E questo – promette la trentenne cremonese promessa sposa al rapper più mediatico d’Italia – “è solo l’inizio…”. E l’emozione la fa cadere anche in un piccolo incidente imprevisto: mentre apre la porta infatti Chiara per poco non sbatte contro il maniglione…

Miranda Kerr, regalo in gioielli da 8 milioni di dollari. Ma li restituisce: ecco perché

Miranda Kerr ha riconsegnato alla giustizia americana un “bottino” di gioielli del valore di 8,1 milioni di dollari: le erano stati regalati da un uomo d’affari malesiano, Jho Low, vicino alla famiglia del Primo ministro Najib Razak. Ma non è tutto oro quello che luccica. O meglio: quello che luccica non è tutto puro.

2531453_Schermata_06-2457933_alle_18_47_55Gli accessori di grande valore, infatti, erano legati ad una vicenda di corruzione che ha investito 1Malaysia Development Berhad (1MDB), un fondo pubblico creato nel 2009 per modernizzare il Paese di cui il Primo ministro malese è presidente. Pare che il complotto internazionale sia stato architettato per riciclare miliardi di dollari sottratti da 1MDB. «Dall’inizio delle indagini, Miranda Kerr ha collaborato pienamente e si è impegnata a restituire al governo i gioielli offerti. Continuerà a seguire l’inchiesta finché le sarà possibile», ha detto un portavoce della polizia di Los Angeles all’agenzia di stampa Afp. La modella australiana è una delle celebrities coinvolta nello scandalo 1MDB. A metà giugno, anche Leonardo DiCaprio aveva restituito molti regali ricevuti proprio da Low tra cui un Oscar assegnato a Marlon Brando, una tela di Picasso e un collage di Basquiat. Né la modella né l’attore sono coinvolti in procedimenti avviati dal Dipartimento di Giustizia.

Bikini belfie: l’imbarazzo della scelta

Il sole, il mare… e lei in posizione prona. La foto tormentone dell’estate è il “bikini belfie“: l’autoscatto sdraiate a pancia sotto dove si mostra la location ma soprattutto il lato B.
Le vip si sbizzarriscono con inquadrature diagonali, per farci stare tutto: il mare, il sedere, il costume, l’occhiale da sole e chi può ci mette anche lo scorcio del décolleté.

Galanti-Salvalaggio-Nara-Vignali-Bikini-belfie

Se la posizione è scomoda, ci si può far aiutare dall’amica o dal fidanzato… e il panorama è assicurato! Ad ogni post la pioggia di “like” è garantita, perché questo scatto accontenta tutti. C’è chi commenta la location, chi si complimenta per le curve, chi (ma siamo in pochi) cerca la marca di costume e accessori.
Melissa Satta e Debora Salvalaggio non possono farne a meno. Belen Rodriguez, Claudia Galanti, Valentina Vignali, Wanda Nara… scopri tutte le altre esperte di “bikini belfie”!

I look del mese: cos’hanno indossato le star?

E’ difficile restare costantemente aggiornati su tutte le proposte fashion delle star. Dai red carpet allo street style, ogni giorno veniamo invasi da immagini di vestiti e accessori da celeb.

LUGLIO-Pedrotti-Kardashian-Stewart-Pausini-Rodriguez (1)

C’è la carta stampata, ci sono i social e i siti, gli eventi sono tanti e le occasioni per mostrarsi sono sempre sfruttate al meglio dai vip. Sorridenti sul tappeto rosso, ammiccanti nei selfie e inconsapevoli (forse) negli scatti rubati, le stelle spaziano dagli outfit più eleganti alle proposte più improbabili.
Se luglio è infuocato le famose lo sono di più e danno libero sfogo al loro esibizionismo coi costumi più sexy. Se Kim e Kourtney Kardashian passano svestite la maggior parte dell’anno, l’ex gieffina Karia Pedrotti è una ventata di colore nel suo bikini all’uncinetto.
Più che promosse Laura Pausini e Miriam Leone con due outfit bonton dalle ampie gonne floreali al ginocchio.
Tra pelle e rouche la bella Kristen Stewart viene sormontata dal suo abito in seta mentre Blake Lively decide, per una volta, di non fasciare all’inverosimile il pancione che cresce.
La più sensuale di luglio è la top model Doutzen Kroes che mostra le gambe in un impalpabile vestito color bronzo.
Dolce e bellissimo il principe George, marinaretto nel suo outfit a righe scelto da mamma Kate.

Dayane Mello si copre di pietre

Al via la tredicesima edizione di Convivio, la più grande Mostra Mercato di beneficenza organizzata in Italia a favore di ANLAIDS.
Sono oltre 230 i brand che donano a Convivio capi di abbigliamento, accessori e oggetti di design, venduti a metà prezzo per sostenere la lotta all’AIDS.

Dayane-Mello-Convivio-2016-abito-Uel-Camilo-sandali-Cerasella-Milano-5

Come di consueto alla serata inaugurale è andata in scena una sfilata sul tappeto rosso: tutto il mondo della moda e dello spettacolo è sceso in campo per questa buona causa.
Moltissime le star presenti, da una Simona Ventura rosso fuoco a una Beatrice Borromeo scollata – e incinta? – al braccio del marito Pierre Casiraghi fino a una Natasha Poly tutta piume.
Ma c’è un’altra bellissima che ha incantato i presenti e scatenato i flash dei fotografi: Dayane Mello.
La modella brasiliana era un tripudio di applicazioni e trasparenze in un lungo abito color rubino di Uel Camilo. Le pietre cucite strategicamente sul sottilissimo tessuto del vestito servivano giusto a coprire il necessario.
Il mutandone color carne in prima vista però non va proprio bene. Bastava qualche perlina in più sull’inguine e il nude look di Dayane Mello era completo.

Topless e pelli di struzzo, la protesta choc dell’ex gieffina Daniela Martani

La Protesta choc di Peta questa mattina a Milano, di fronte alla sede di Prada di via Fogazzaro. Mentre all’interno si svolgeva un meeting, Daniela Martani, la pasionaria dell’Alitalia, ex concorrente del Grande Fratello e candidata alla lista dei Verdi per Roma, si è mostrata vestita con un abito che ricordava il cadavere di uno struzzo, in segno diprotesta contro Prada “per gli accessori in pelle di animali esotici prodotti con crudeltà”.

Epa: la protesta contro Prada per dire no al maltrattamento degli animali

I rappresentanti di Peta, che dicono di essersi visti negare l’accesso alla sala riunioni del consiglio di amministrazione, hanno chiesto a Prada di cessare la vendita di prodotti fatti con pelli di animali esotici. In aprile, Peta Usa ha comprato azioni Prada con l’obiettivo – spiegano dall’associazione – di spingere al cambiamento dall’interno del consiglio di amministrazione. Questo dopo un’inchiesta sull’industria del macello di struzzi, che mostra come “giovani animali subiscano scariche elettriche prima di essere sgozzati”. “Ogni borsa Prada coi bozzi significa che un giovane e intelligente struzzo è stato messo a testa in giù, ucciso e spennato in un orribile mattatoio” dice la direttrice della Peta Mimi Bekhechi, che chiede a Prada “di abbandonare definitivamente le pelli di animali esotici”. Secondo l’indagine realizzata da Peta “questi giovani struzzi sono tenuti in recinti aridi e sporchi fino a quando non vengono trasportati al macello ad un solo anno di età, mentre la naturale aspettativa di vita di uno struzzo è di ben 40 anni. All’interno dei macelli, questi uccelli sono messi a testa in giù dentro uno storditore, sgozzati e le loro piume vengono strappate – creando la superficie ‘a bozzi’ usata nelle borse Prada”.

La modella entra in una sola gamba degli shorts curvy: ecco la risposta di una blogger

Vede su internet la pubblicità di un pubblicità  per vestiti adatti alle donne curvy ma resta indignata. Christina Ashman, una designer di Bristol, ha deciso così di rispondere a modo suo alle immagini pubblicate in rete.

1615129_modellaxxl

La pubblicità di Wish, noto sito per i capi d’abbigliamento e gli accessori di ogni tipo venduti a prezzi stracciati, ha mostrato un paio di pantaloncini per donne curvy in cui una modella entrava in una sola gamba del capo. Christina ha visto la pubblicità come offensiva per chi in quello spazio mette una sola gamba e non tutto il bacino, così ha voluto replicare. La blogger ha indossato una gonna di una taglia non sua infilandola in una sola gamba: «Ho pensato che fosse il peggior esempio di marketing che abbia mai visto. Se ci si rivolge ad un pubblico specifico, si dovrebbe mostrare anche che effetto fa il prodotto sul loro corpo», ha dichiarato a Metro. La foto è stata condivisa su Facebook con l’intento di mostrare quanto fosse ridicola l’originale. Christina ha duramente attacato il sito Wish considerando la sua pubblicità una vera e propria forma di discriminazione.