Corona, due amici nei guai: indagati per riciclaggio sull’acquisto della casa del fotografo dei Vip

Due amici ed ex collaboratori di Fabrizio Corona, l’avvocato Tommaso Delfino e Marco Bonato, sono indagati, assieme ad altre persone, dalla Procura di Locri (Reggio Calabria) per riciclaggio in relazione ad una parte del denaro che venne usato quasi dieci anni fa per acquistare la casa del valore di circa 2,5 milioni di euro dove viveva l’ex agente fotografico in via De Cristoforis, a Milano, e che è stata sequestrata un anno fa.

3366516_1457_corona1È emerso oggi nell’udienza davanti alla Sezione misure di prevenzione del Tribunale milanese che dovrà decidere appunto se confiscare o meno l’appartamento, assieme agli ormai noti 2,6 milioni in contanti trovati in parte in un controsoffitto e in parte in Austria. Il pm Alessandra Dolci, infatti, ha spiegato ai giudici di aver depositato agli atti nei giorni scorsi l’avviso di conclusione indagini dei pm di Locri a carico di Delfino, Bonato ed altri per fatti del marzo 2008. L’ipotesi è che parte della somma servita ad acquistare la casa fosse stata distratta dalla fallita Coronàs, società dell’ex ‘re dei paparazzì.

“Ecco cosa succede quando una donna curvy vuole comprare un bikini”, il post diventa virale

Voleva semplicemente comprare un costume ma un semplice acquisto è diventata una vera impresa. Sonny Turner, 19 anni, modella plus-size inglese non è infatti riuscita a trovare nulla che facesse al caso suo perché le taglie erano tutte troppo piccola, così la ragazza ha deciso di denunciare la cosa sui social.

2544945_1646_bikini3Sulla sua pagina Instagram ha mostrato i costumi decisamente troppo piccoli per il suo corpo formoso cercando di dare anche dei consigli ai futuri desiner. «I camerini possono essere dei posti spaventosi. Io sto indossando la taglia più grande in uno dei più popolari negozi, ed è una 44-46. Questo negozio non ha pensato a taglie per donne come me. Neanche la maggior parte dei negozi online. Nessuno, quindi ecco una serie di consigli per aspiranti designer», scrive la 19enne nel post ed elenca i suoi consigli.
«Il seno grande ha bisogno del ferretto come supporto per apparire giovanile. Abbiamo bisogno di coppe del reggiseno che coprano qualcosa in più del solo capezzolo. Abbiamo bisogno di coppe che spingano i nostri seni vicini in modo che non si crei un enorme buco in mezzo. Abbiamo bisogno di laccetti che non siano così stretti da spezzarci il collo, abbiamo bisogno di mutandine del bikini che non finiscano in mezzo quando camminiamo», precisa e poi conclude: «Abbiamo bisogno di più scelte che si adattino al nostro fisico e che non ricadano sempre sul generico costume nero col kimono. Sì, che ci crediate o meno, alcune di noi vogliono davvero un costume a tanga, e l’intera collezione non deve essere per forza a vita alta. Abbiamo bisogno che smettiate di utilizzare modelle con seno finto che non rendono l’idea di come potrebbe stare quel reggiseno su un corpo reale ‘penzolante’. Non è giusto che non possiamo indossare abbigliamento da spiaggia carino solo perché siamo fatte in modo diverso. Ci meritiamo di poter entrare in un negozio, di pagare dieci sterline per un bikini accettabile senza distruggere la sicurezza in noi stesse. Il senso di #everyBODYisbeautiful è proprio questo: fate vestiti per ogni taglia e per ogni corpo».

Vegana spende 230 dollari per un astice di 19 kg, poi lo libera: “Gli ho salvato la vita”

Questa ragazza si può tranquillamente definire una “attivista vegana”. Spende 230 dollari canadesi per comprare un astice e poi lo libera nell’Atlantico.

www.adnkronos.comrPubAdnKronosAssetsImmaginiastice-d1bab934de6c06121e48b7738db8114e65426bef-417x420

Lo riporta il Telegraph.
Katie Conklin, vegana convinta, non ha esitato ad effettuare l’acquisto online per ridare la libertà a King Louie, un esemplare di circa 10 kg messo in vendita dall’Alma Lobster Shop di New Brunswick.
Il crostaceo in questione avrebbe circa 100 anni di vita e sarebbe un esemplare abbastanza raro soprattutto per le sue dimensioni. “Molti volevano comprarlo per poi mangiarlo – sostiene il proprietario dell’Alma Lobster Shop – altri volevano utilizzarlo per i loro scopi promozionali”. Ma la voglia di Katie di salvarlo si è rivelata invalicabile.

La donna Yamamay seduce in nero

Yamamay diversifica e punta sulla casa, aprendo un nuovo store nella centralissima Corso Buenos Aires, a Milano, dove biancheria per la casa e flower design convivono con la lingerie, in una nuova esperienza d’acquisto. Tantissimi gli ospiti vip intervenuti all’evento di mercoledi sera.

Mariana-Rodriguez-Dayane-Mello-Caterina-Balivo-Raffaella-Modugno-Yamamay

Protagonista della serata il total black: il colore della seduzione per eccellenza, declinato in una miriade di sfaccettature. Pizzo, dettagli ed aperture strategiche hanno reso più intrigante il cocktail.
Tutte le ospiti hanno mostrato i capi di lingerie Yamamay, personalizzandoli a seconda del proprio stile.
Da Caterina Balivo, con un top ricamato e jeans scuri, a Mariana Rodriguez, che ha puntato su camicia trasparente a pois e gonna di paillettes. Leggings e décolleté per Ariadna Romero, pigiama per Raffaella Modugno, minidress elasticizzato per Diletta Puecher, scollatura profondissima per Wilma Facchinetti. La meno appariscente è stata Diletta Leotta, con maglioncino a collo alto sotto la giacca, mentre la più disinibita era sicuramente Dayane Mello, che ha optato per un body a rete con minigonna, stivaloni e calze a rete. Guarda nella gallery il look delle partecipanti: chi stava meglio?

Costanza Caracciolo e Primo Reggiani continua l’amore: una cucina per il nido d’amore

Continua l’amore fra Costanza Caracciolo e Primo Reggiani. L’ex velina (e partecipante a Pechino Express) e l’attore si sono fidanzati nel 2014 e dopo un breve periodo di crisi hanno ritrovato l’amore.

primo-reggiani_980x571

Ancora non si parla di matrimonio, ma la coppia è stata fotografata da “Novella2000″ all’interno del negozio della catena Ikea a Roma mentre sono impegnati nell’acquisto di una cucina, magari proprio per il loro nido d’amore…