Jeremy Meeks, dopo il tradimento la moglie avvia le pratiche per il divorzio

Quando il marito era stato arrestato nel 2014 ed era diventato famoso grazie alla foto segnaletica, Melissa Meeks gli aveva giurato amore eterno e aveva detto che l’avrebbe aspettato incondizionatamente. La ragazza non poteva certo immaginare cosa sarebbe accaduto in seguito.

jeremy-meeks-divorzio-moglie_12142716Quella foto scattata dalla polizia ha fatto la fortuna del criminale californiano, che fu definito il ‘detenuto più sexy del mondo’ e, dopo aver scontato la sua pena, ha ottenuto un ricco contratto da modello. La fama, però, deve aver cambiato Jeremy, che qualche giorno fa era stato paparazzato in compagnia di Chloe Green, figlia del milardario Philip, un imprenditore impegnato nel lusso di alta gamma. I due, infatti, stavano passando una vacanza in Turchia su un super yacht di proprietà della giovane Chloe.
La notizia ha fatto il giro del mondo e non poteva non arrivare a Melissa, che è sposata con Meeks dal 2009: la donna, non disposta a perdonare il tradimento, ha deciso di avviare le pratiche legali per il divorzio. A questo punto, però, l’ennesima, amara sorpresa: Jeremy l’aveva anticipata, ricorrendo per primo all’iter burocratico previsto dalla separazione. Metro riporta anche le dichiarazioni della moglie che ha raccontato come ha scoperto il tradimento: «Non ho mai sentito parlare di questa Chloe Green e pensavo che Jeremy fosse in Europa per lavoro. Un amico poi mi ha passato un link con le foto di loro due sullo yacht e per me è stato un vero choc».

Blue Whale, arrestato l’ideatore Philipp Budeikin: “Pentirmi? Ho purificato la società”

«Non sono pentito di ciò che ho fatto, anzi. Un giorno capirete tutti e mi ringrazierete». Il ventiduenne russo Philipp Budeikin, reo confesso studente di psicologia e ideatore del Blue Whale, attualmente detenuto in carcere, non mostra alcun segno di pentimento.
Il giovane è accusato di aver istigato al suicidio almeno una quindicina di adolescenti negli ultimi mesi dopo aver attratto con l’inganno su Vk, il social network più in voga in Russia, centinaia di giovani e giovanissimi e averli spinti ad accettare l’estrema e tremenda sfida social.

Philip-Budeikin1_15204540

Per uno studente di psicologia di oggi, d’altronde, non dev’essere stato difficile sobillare e farsi accettare come leader da una moltitudine di giovani e giovanissimi, in molti casi con problemi psicologici e familiari e persi nelle insidie del web. Le modalità, la freddezza e la fierezza con cui ha agito Budeikin, però, colpiscono come un pugno nello stomaco. A riportarle è Metro.co.uk.
«Ci sono le persone e gli scarti biologici. Io selezionavo gli scarti biologici, quelli più facilmente manipolabili, che avrebbero fatto solo danni a loro stessi e alla società. Li ho spinti al suicidio per purificare la nostra società» – ha spiegato il giovane durante un interrogatorio – «Ho fatto morire quelle adolescenti, ma erano felici di farlo. Per la prima volta avevo dato loro tutto quello che non avevano avuto nelle loro vite: calore, comprensione, importanza».
Philipp Budeikin si trova attualmente in carcere a San Pietroburgo, dove ogni giorno riceve lettere d’amore delle adolescenti che aveva adescato sui social e che avrebbe potuto spingere al suicidio. Tuttavia, non si può parlare di pericolo scongiurato, dal momento che i casi di emulazione si sono moltiplicati in ogni parte del mondo. Uno sguardo attento alle modalità della folle sfida ideata da Budeikin potrebbe aiutare i genitori a comprendere in tempo eventuali comportamenti anomali dei figli, specie se pre-adolescenti. Con l’aumento esponenziale dei suicidi tra i ragazzini anche in altri continenti, sono nate delle piattaforme che puntano a contrastare e prevenire questo sempre più diffuso ‘Olocausto 2.0’.

Lapo Elkann triste e solo, ecco il ritorno del rampollo

Col doppiopetto e il cerotto, così riappare il rampollo di casa Agnelli. Dopo lo scandalo che lo ha visto coinvolto a Manhattan a fine novembre, di Lapo Elkann si erano perse le tracce. Le prime foto esclusive le pubblica il settimanale Diva e Donna che lo ha pizzicato a Portofino. Sguardo cupo, cerotto vistoso sulla fronte e mani in tasca, Lapo è tornato in Italia.

c_2_articolo_3049409_upiimagepp

Dopo essere stato arrestato per aver simulato un sequestro per ottenere denaro dalla sua famiglia, di Lapo non si era saputo più nulla. Tanto che qualcuno ipotizzava che fosse in un centro di riabilitazione. Ma eccolo riapparire in Italia. Per il funerale dell’amica Franca Sozzani. Elkann in doppiopetto elegantissimo, camicia bianca, capelli ingellati e cerotto sulla fronte ha partecipato alla messa nella chiesa di San Giorgio. Ha distribuito i foglietti delle letture tenendo lo sguardo cupo, sempre solo e pensieroso. Il 25 gennaio ci sarà l’udienza in cui dovrà rispondere di falsa denuncia.

Ragazza scaraventata giù dalle scale della metro: arrestato l’uomo del calcio alle spalle

berlin_ubahn_angriff_640_ori_crop_master__0x0_640x360Il video di un uomo che colpiva violentemente una donna di 26 anni, gettandola a calci giù dalle scale della metropolitana di Berlino ha fatto il giro del mondo, ma per consentire la cattura del delinquente la condivisione non è stata sufficiente: l’uomo è stato invididuato solo dopo che la guardia del corpo di Lady Gaga ha offerto una ricompensa di 1.677 sterline (poco più di 2.000 euro) a chi aiutasse a catturarlo insieme ai suoi tre complici.
Kuehr, che è anche la guardia del corpo di Charlize Theron, ha detto di “aver avuto lo stimolo di vomitare la colazione” dopo aver visto il video.
Ad aiutare le indagini la stessa vittima, che dopo l’aggressione è stata ricoverata, e anche un uomo d’affari che ha voluto rimanere anonimo, e che ha donato diecimila euro per aiutare a risolvere il caso. Metà della donazione è destinata alla donna aggredita, l’altra metà a chi fornirà altre informazioni.

Filmava donne nude nei camerini dei negozi, poi postava i video su Facebook

Un britannico, in Australia con un visto di lavoro, è stato accusato di 54 capi di imputazione per violazione della privacy, dopo aver fotografato decine di donne che si cambiavano nei camerini di alcuni negozi.

camerini-sexi-vivavoce

Il 28enne è stato arrestato in un negozio di costumi da bagno sulla Sunshine Coast del Queensland nel pomeriggio di sabato, ha riferito la polizia, aggiungendo che video e più di 100 fotografie di donne svestite sono stati trovati sul suo telefono. Molte delle immagini sono state pubblicate su un account privato di Facebook.
L’allarme è stato quando un altro acquirente ha scoperto l’uomo mentre con il suo telefono provava a fotografare delle clienti. Quarantanove donne sono state identificate nelle immagini, ha riferito una portavoce della polizia del Queensland.

Giornalista Rai perseguita la modella, lei lo denuncia per stalking e lui finisce nei guai

Il giornalista Rai della Tgr Abruzzo Gabriele Mastellarini, 38 anni, di Giulianova (Teramo)  è stato arrestato e messo ai domiciliari con l’accusa di stalking. Secondo l’accusa, avrebbe perseguitato una modella di origine abruzzese che vive e lavora a Milano e che aveva denunciato il giornalista alla Procura del capoluogo lombardo.

mastellarini-650x381

Sulla vicenda è intervenuto il Comitato di Redazione della Rai Abruzzo: «Apprendiamo sgomenti la notizia dell’arresto in via cautelare del nostro collega Gabriele Mastellarini. Fiduciosi nell’operato della giustizia, auspichiamo una soluzione quanto più rapida possibile di questa dolorosa vicenda, nell’interesse di tutti i soggetti coinvolti».

Ministro russo arrestato in flagrante mentre intascava una mazzetta

Il ministro dell’Economia russo Alexiei Uliukaiev «è stato arrestato quando è stato colto in flagrante mentre accettava una bustarella»: lo sostiene la portavoce del Comitato investigativo russo Svetlana Petrenko precisando che «il denaro era stato dato a Uliukaiev in una operazione investigativa sotto la supervisione dei rappresentanti delle forze dell’ordine».

Alexey Ulyukaev, ministro dell'Economia russo Uliukaiev è inoltre accusato di estorcere denaro ai dirigenti di Rosneft attraverso minacce. Secondo una fonte nelle forze dell’ordine sentita dall’agenzia Interfax, gli investigatori intercettavano le telefonate di Uliukaiev sin dalla scorsa estate e in alcune conversazioni telefoniche il ministro aveva minacciato i rappresentanti di Rosneft sulla questione della privatizzazione della Bashneft.
Uliukaiev si trova in questo momento nella sede centrale del Comitato investigativo per un interrogatorio: lo fa sapere una fonte all’agenzia Ria Novosti. Secondo Gazeta.ru, Uliukaiev aveva presentato le sue dimissioni ad ottobre per un conflitto sull’attendibilità delle previsioni macroeconomiche con il ministero delle Finanze in cui il premier Dmitri Medvedev aveva appoggiato il titolare delle Finanze Anton Siluanov. Stando a fonti citate da Interfax, il ministro non si era presentato a lavoro negli ultimi giorni per motivi di salute.   Ulyukayev è stato tenuto d’occhio dagli agenti dell’FSB – i servizi di sicurezza russi – «per più di un anno», dice a Ria Novosti una fonte delle forze dell’ordine. Non si sa al momento se gli 007 russi sospettassero già «dei reati» di cui oggi viene accusato. È sicuro però che l’attività investigativa è stata svolta dal dipartimento di sicurezza interna dell’FSB e non, dunque, dal Comitato Investigativo.

Corona, il giudice: “Deve restare in carcere”

Fabrizio Corona, arrestato 8 giorni fa con l’accusa di intestazione fittizia di beni, deve restare in carcere. Lo ha deciso il gip di Milano Paolo Guidi che ha respinto l’istanza di scarcerazione presentata dai suoi difensori, i legali Ivano Chiesa e Antonella Calcaterra. Il giudice, inoltre, ha respinto anche la richiesta di scarcerazione, presentata dal legale Cristina Morrone, per Francesca Persi, collaboratrice di Corona e ritenuta «prestanome» dell’ex fotografo dei vip.

Fabrizio-Corona-rinascita-687x445

“DEVE RESTARE IN CARCERE” Corona, tornato in carcere il 10 ottobre scorso mentre era in affidamento in prova ai servizi sociali da quasi un anno e mezzo, il 14 ottobre, attraverso i suoi legali, aveva chiesto la scarcerazione al gip Guidi, lo stesso giudice che ha emesso l’ordinanza di custodia cautelare per intestazione fittizia di beni in relazione agli oltre 1,7 milioni di euro in contanti trovati nel controsoffitto della casa di Persi, e poi sequestrati, e agli altri soldi ‘cash’ portati in Austria dalla stessa collaboratrice sempre per conto, stando alle indagini, dell’ex ‘re dei paparazzi’. Secondo la difesa, però, nell’interrogatorio di garanzia davanti al gip l’ex ‘fotografo dei vip’ aveva ammesso che quel denaro in contanti erano «compensi in nero» per le serate nei locali e aveva parlato di due conti in Austria e, dunque, non sussistevano più le esigenze cautelari. Per il giudice, però, le esigenze cautelari permangono ancora. «I contanti trovati nel controsoffitto e quelli in Austria (900mila euro secondo Corona, ndr) sono frutto del mio lavoro e di quello della società Atena e avevo intenzione di pagare le tasse», ha spiegato, in sostanza, l’ex agente fotografico al gip. Per la difesa, tra l’altro, sarebbe ancora in tempo per versare le imposte e non rischiare l’accusa di evasione.  Per l’accusa, tuttavia, tutto quel denaro (quasi tre milioni di euro, tra i contanti nascosti nel controsoffitto e quelli in Austria) Corona non poteva averlo, perché era in regime di affidamento e risultava formalmente solo un semplice collaboratore di Atena pagato con un fisso mensile. E proprio per eludere le «disposizioni in materia di misure di prevenzione patrimoniale», secondo l’accusa, avrebbe usato Persi come ‘testa di legnò. Da qui l’accusa di intestazione fittizia di beni. Gli inquirenti stanno ancora indagando anche sulla provenienza di quel denaro, perché lo stesso gip, tra l’altro, nell’ordinanza aveva fatto notare come «sembra incredibile che Corona abbia racimolato circa 3 milioni di euro in neanche un anno di tempo (solo dall’ottobre 2015 aveva modo di muoversi liberamente per svolgere le citate serate)».

Agente immobiliare 49enne fa sesso per strada con la barista di 20 anni: arrestato

Sesso orale con la barista 20enne davanti a tutti: Ben Bartanyi, agente immobiliare americano di 49 anni, è stato arrestato con l’accusa di atti osceni in pubblico in un bar della città turistica di Pattaya, in Thailandia, come riporta Il Daily Mail.

sex-act

I passanti hanno filmato la scena, poco prima dell’intervento della polizia. Il video è stato subito postato sui social network, facendo il giro del mondo.  L’uomo ai poliziotti ha confessato tutto il suo imbarazzo per il suo comportamento, e ha chiesto scusa per le sue azioni.

Sposata da 3 mesi, modella 25enne si uccide in casa

Una vita spezzata a 25 anni. La modella Priyanka Kapoor Chawla si è uccisa per aver perso la sua libertà di donna dopo soli tre mesi di matrimonio. Un suicidio scoperto dalla polizia dopo le preoccupazioni manifestate dalla famiglia che non riusciva più a contattarla.
É stata trovata morta nella sua casa a South Delhi.

priyanka-chopra

Accanto al corpo una lettera con chiare accuse nei confronti del marito, Nitin Chawla, imprenditore di 35 anni.
“Sposarmi è stata la cosa peggiore della mia vita – ha scritto la giovane modella – non potevo più uscire da sola o con le mie amiche e sono stanca di prendere botte”.
Una privazione di libertà che sarebbe stata unita a violenze domestiche da un uomo che non fu mai ben visto dalla famiglia di lei. L’uomo è stato arrestato dalla polizia che sta indagando prendendo spunto dalle parole di Priyanka.