Noemi e la «quarta di seno»: battuta di cattivo gusto durante la puntata di Domenica In da Sanremo

Durante la puntata speciale di Domenica In, tutta dedicata a Sanremo, Cristina Parodi ha domandato ai giornalisti e critici musicali presenti sul palco cosa fosse mancato a Noemi per raggiungere il podio del Festival. La risposta di Luca Dondoni ha spiazzato il pubblico.
Dopo la 68esima edizione del Festival di Sanremo, il teatro dell’Ariston ha ospitato la tradizionale puntata post-festival di Domenica In.

noemi-seno-sanremo-2016-look-hotDai vincitori all’ultimo classificato, gli artisti hanno avuto l’opportunità di esibirsi ancora una volta e proporre ognuno la propria canzone, alcune già entrate nel cuore del pubblico.

Una puntata, quella condotta da Cristina Parodi, che ha riservato anche qualche polemica. In particolare quando sul palco è arrivata Noemi.
La performance della rossa cantautrice non ha conquistato i telespettatori durante la kermesse sanremese e la sua “Non smettere di cercarmi” non è arrivata neanche nella top ten fermandosi al 14esimo posto.

Ma perché questo pessimo risultato per una grande artista come Noemi? La Parodi ha girato la domanda a critici e giornalisti presenti e secondo Luca Dondoni, all’ex vocal coach di The Voice è mancata “una quarta di seno”.

“Lo dico – ha aggiunto – a giudicare da quello che si è visto l’altra sera con quell’abito scollato”.

La battuta del critico musicale de La Stampa ha suscitato un sorriso nella diretta interessata ma non è passata inosservata al severo popolo del web.

Soprattutto su Twitter, tanti utenti sono insorti – “È uno schifo”, il coro quasi unanime – e qualcuno ha anche bollato l’infelice frase di Dondoni su Noemi come “misogina e sessista”.

Forse, quella di Dondoni voleva semplicemente essere una battuta ironica ma a chiusura di un festival con i fiori all’occhiello contro la violenza sulle donne, le parole del giornalista su Noemi saranno state fuori luogo?

Gina Lollobrigida a Porta a Porta: «Ho subito due violenze sessuali»

Molestie? «Anche io le ho subite, anzi di più, e non ho denunciato». Ospite di Porta a Porta Gina Lollobrigida trova il coraggio di unirsi al coro di denunce, anche se non fa i nomi di chi le ha usato violenza. «La prima volta avevo 19 anni, andavo ancora a scuola – racconta a Bruno Vespa – della seconda meglio non parlare…».

3354518_2110_gl (1)La rivelazione choc per l’attrice oggi novantenne arriva con la richiesta di commentare il profluvio di denunce seguite in tutto il mondo allo scoppiare dello scandalo Weinstein: «Un commento su quello che sta accadendo? Credo che avrebbero dovuto denunciare per tempo ma non hanno avuto il coraggio», risponde in prima battuta la Lollo. Che poi a sorpresa aggiunge: «Ma neanch’io l’ho avuto…».
Vespa le chiede allora quante persone avrebbe potuto denunciare. «Due – risponde lei – e avrebbero perso entrambe il lavoro. Uno straniero e uno italiano». Sono stati dei molestatori pesanti? «Quando la molestia non è molestia ma è di più..non la puoi eliminare, rimane dentro e condiziona il tuo carattere, le tue azioni sono sempre soggette a questo ricordo», risponde ancora l’attrice.
«La prima volta ero innocente non conoscevo l’amore, non conoscevo niente. Quindi era grave. E la persona era molto conosciuta. Avevo 19 anni, andavo ancora a scuola. Della seconda è meglio non parlare.. non li ho denunciati per non rivelare una cosa mia.. ma erano due cose abbastanza gravi. La seconda volta ero già sposata cominciavo a fare il cinema».

Tsqv: Belen ad ogni ballo un fuoriprogramma

Se nella puntata precedente, ballando con Martin Castrogiovanni, Belen Rodriguez aveva rotto il vestito sotto l’ascella, stavolta è stato il top Hanita che le ha teso un tranello. E sempre a causa di un ballo, precisamente una sfida di tango tra i due argentini.
A conclusione della focosa performance, con tanto di casqué, il reggiseno a fascia che doveva proteggere il décolleté, sotto la maglia trasparente a rete dorata, è scivolato verso il basso, lasciandole un seno scoperto.

C_2_box_46639_upiFoto1F“La tetta? Nooo!”: un attimo di panico sul volto della showgirl, che è subito corsa ai ripari tirando su la fascia e correndo fuori dietro le quinte per sistemarsi, mentre il rugbista sdrammatizzava con qualche battuta sulla sua pessima interpretazione.
Peccato che la scena fosse già stata filmata e fotografata ampiamente, così, da poter diventare virale durante il fine settimana. “Voglio vederti ballare, ballare…”: la frase della canzone di Zucchero sembra appropriata per la trasmissione dato che ad ogni puntata, ballo dopo ballo, Belen Rodriguez regala lo show nello show. Involontariamente, speriamo.

“Borriello fai troppo sesso”, il calciatore infuriato ferma il bus e risponde così

Una battuta di troppo e Borriello è scoppiato contro un tifoso. Dopo la sconfitta 2-0 contro il Milan il giocatore della Spal è stato preso di mira da un tifoso che gli ha gridato più volte “fai meno sesso”, mentre passava insieme a tutta la squadra sull’autobus.

3259098_1509_borrielloUn video diffuso in rete mostra Borriello chiedere all’autista di fermarsi, a quel punto si affaccia dal finestrino e rivolgendosi al tifoso troppo sfacciato, forse, ha replicato “Non ti permettere, non ti permettere più”.
Non sono tardate ad arrivare le reazioni dei tifosi, tra chi ha dato ragione a Borriello, sostenendo che il commento anche se ironico è stato inopportuno e chi invece ha spalleggiato il tifoso ritenendo la rezione del calciatore sia stata eccessiva.

Clemente Russo nella bufera per la battuta a Bosco: “Ti posso chiamare friariello”

Bufera su Clemente Russo dopo il suo scambio di battute con Bosco nella casa del Grande Fratello Vip.   «Bosco, voglio fare una cosa all’unanimità. Non mi viene di chiamarti Bosco, sei troppo simpatico.

clemente-russo-gay-bosco-gf-vip

Esiste un nome molto simpatico a Napoli: è una verdura che è buonissima, si mangia in questi periodi. Si chiama ‘friariello’, ti posso chiamare friariello? Bosco, il nostro friariello. Posso? E’ una verdura buonissima, ci si fa anche la pizza. Sono un po’ amari, ma buonissimi. Tu da oggi, qua, sei ‘o friariell’». Così ha detto il boxer a Bosco Cobos.  Poi lontano da lui ha detto: «O Friariell in napoletano vuol dire un’altra cosa: fru fru, o fragolino, ricchiuncello. Lui non lo sa. Ora esce da qua: ‘Tutti mi chiamano Friariello, perché? Perché?’», tutto questo tra le risate, anche da parte di Valeria Marini e Costantino Vitagliano.  La cosa non è restata inosservata sul web e molti si sono scagliati contro Russo. Tra tutte Mara Venier che dopo l’esperienza de L’Isola dei famosi non ha mai nascosto la sua simpatia per lo spagnolo. Alfonso Signorini lo rimprovererà?
Indubbiamente nella prossima puntata del serale ci sarà molto di cui parlare.

Lo spot di Renzi: “Uso le mutande Calzedonia”

Una breve visita allo stabilimento Calzedonia di Verona da parte del presidente del Consiglio Matteo Renzi. E nel suo discorso incentrato sulle realtà italiane nel mondo ha sorpreso tutti con una battuta: “Mi ero preparato per l’occasione: avevo il golfino ‘Falconeri‘, ho anche la mutanda ‘Intimissimi‘, ma ve la risparmio. Il calzino si può verificare, la mutanda credetemi sulla parola!”.

Renzi-Calzedonia1

Intimissimi, assieme a Tezenis e Faconeri, è uno dei marchi del Gruppo Calzedonia. Quale miglior pubblicità, quindi, per lanciare anche la nuova collezione.Calzedonia parla già di estate 2016 con un viaggio multisensoriale attraverso il tempo e lo spazio.
A Verona, nel nuovo spazio aziendale, sfilano colori fluo in omaggio allo sport ma anche proposte in crochet e modelli boho-chic.

Calzedonia Mare 2016

Musica e performance artistiche al ritmo Carioca fanno da cornice alla sfilata, per omaggiare il paese che ospiterà i prossimi Giochi Olimpici.
La protagonista della passerella anche quest’anno è Melissa Satta: una mamma dal fisico perfetto (con cui abbiamo fatto quattro chiacchiere nel backstage che potete leggere qui). Al di fuori della passerella, invece, il protagonista è stato il vulcanico premier. Tra i due, preferiamo goderci l’intimo di Melissa, non ce ne voglia Renzi.