Cyberbullismo, la bimba prodigio degli spot si toglie la vita a 14 anni

Da bimba prodigio di alcuni spot pubblicitari a adolescente vessata dai bulli online: un intero paese piange la tragica scomparsa della 14enne Ammy Everett, per tutti ‘Dolly’, che ha deciso di togliersi la vita dopo aver ricevuto, per lungo tempo, minacce e insulti da parte di alcuni ‘haters’ che l’avevano presa di mira.

Dolly-Everett-960x540_11094307L’adolescente australiana, negli anni passati, era divenuta una star nel suo paese per aver prestato il volto alcuni anni fa a una campagna pubblicitaria della Akubra, azienda produttrice di cappelli tipici. A dare la notizia del suicidio sono media locali e internazionali.
A rivelare i motivi del gesto estremo, compiuto il 3 gennaio, è stato nei giorni successivi il padre di Dolly, Tick Everett, in un accorato post su Facebook.
L’uomo ha invitato chi ha angariato la figlia fino a spingerla ad uccidersi ad andare ai suoi funerali. «Così vi renderete conto – ha scritto – di quale disastro abbiate combinato. Non avete la metà della forza che aveva il mio prezioso angelo – ha scritto ancora – e che ha dimostrato anche nel mettere in atto il suo tragico piano per sfuggire alla cattiveria di questo mondo».
Alla fine del suo post, Everett ha chiesto a tutti di mobilitarsi contro il bullismo «perché solo così la vita di Dolly non sarà andata sprecata».

Bimba beve dalla pozzanghera, foto dall’Argentina commuove il mondo

Alcune case e un autobus sullo sfondo, un’aiuola con dei ragazzini dagli abiti logori e, soprattutto, una bambina che, china a terra, beve da una pozzanghera. Sono questi gli ingredienti di una foto che sta facendo il giro del web commuovendo un po’ tutti.
A scattarla è stata una giornalista, quella che, camminando in un giorno di estrema calura per le strade di Posadas, capitale della provincia argentina di Misiones, si è imbattuta nella bimba, immediatamente immortalata nell’atto disperato di dissetarsi.

C_2_articolo_3113037_upiImageppLa piccola, il cui nome non è stato reso noto, appartiene alla comunità indigena Mbya, che è molto povera e vive di elemosina. Scene come quella fotografata dalla reporter, che lavora per Misiones Online, sono all’ordine del giorno tra i membri del gruppo, ragion per cui la giornalista ha deciso di documentarla.
Condivisa inizialmente solo all’interno della redazione di Misiones Online, i cui dipendenti si sono attivati per far avere agli indigeni Mbya di Posadas bidoni d’acqua per poter vincere la sete, la foto della bimba che beve dalla pozzanghera è arrivata poi ai giornali internazionali, che l’hanno fatta conoscere a tutto il mondo.

Bimba di 11 anni in ospedale: «Ha la pancia gonfia» e scoprono che è incinta. Arrestato il vicino di casa 35enne

Incinta, dopo una violenza sessuale, a soli 11 anni. Un uomo di 35 anni è stato arrestato dalla polizia, a Torino, perché accusato di aver abusato della figlia di una vicina di casa di cui si prendeva cura quando i genitori non c’erano.

3387761_2132_bambina_incinta_leggoLa piccola, lo scorso 17 novembre, è stata accompagnata all’ospedale dalla mamma perché «aveva la pancia gonfia». I medici le hanno spiegato che, in realtà, aspettava un bimbo.
Al momento l’uomo, difeso dall’avvocato Wilmer Perga, si è avvalso della facoltà di non rispondere.

Bimba di 7 anni rasata dalle sue insegnante: “Lo abbiamo fatto per motivi igienici”

Vede tornare la sua bimba a scuola con i capelli rasati e la motivazione è veramente sconvolgente. La piccola Tru, di soli 7 anni, è stata rasata a scuola, senza che la madre desse a nessuno il permesso d farlo, per questioni di igiene. La donna vedendo tornare a casa la figlia senza capelli ha chiesto spiegazioni ma le è stata data una risposta generica.

bimba-capelli_23202816La donna, come riporta Metro, denuncia quello che è per lei un gesto razzista, visto che i capelli della figlia erano abbastanza colti e la madre li teneva sempre puliti e legati, proprio per la giovanissima età della piccola. La responsabile della scuola di Dracut, nel Massachusetts, ha detto che si trattava di una norma igienica, ma non ha specificato il motivo: «Non aveva pidocchi, né era sporca», ha obiettato la madre che ha definito quello ai danni della figlia un gesto di violenza.
La mamma ha avviato una causa, per ora la scuola non ha rilasciato alcuna dichiarazione se non che al suo interno si sta portando avanti un’indagine per capire meglio quello che è accaduto.

Lady Inzaghi eroina a Sabaudia: salva una bimba grazie alla manovra di Heimlich

Brava Gaia Lucariello, la compagna di mister Inzaghi, che in vacanza a Sabaudia ha salvato la vita di una bambina di pochi mesi. A postare la notizia su Instagram è stata Michela Quattrociocche, attrice e moglie di Alberto Aquilani. «Ieri sera – scrive – una bimba di pochi mesi stava soffocando nel posto di vacanza dove ci troviamo, ma per fortuna c’era la mia amica Gaia Lucariello, che grazie al suo coraggio e alla conoscenza dell’adeguata manovra e’ riuscita a salvarle la vita.

simone_inzaghi_gaia_lucariello_12_kika (1)Questo lo scrivo per incoraggiare tutti voi a partecipare al corso di disostruzione pediatrica perché basta un attimo a salvare una vita. Sei la nostra eroina».
La Lucariello, imprenditrice romana, ha effettuato la manovra di Heimlich, tecnica di primo soccorso usata per rimuovere un’ostruzione delle vie aeree e impedire un soffocamento. Così ha salvato una bambina di pochi mesi che, in preda alle convulsioni a causa della febbre alta, stava soffocando mentre beveva il latte martedì sera in un locale di Sabaudia. Lady Inzaghi risponde sul suo profilo Instagram: «Grazie amica ma l’informazione sacrosanta è che tutti dobbiamo essere preparati alla manovra di Heimlich». Dopo la paura, tra gli applausi di chi era presente, la piccola è tornata a respirare. E ora su instagram piovono complimenti e attestati di stima.

Questa bimba oggi compie 42 anni (ed è una famosa showgirl): la riconoscete?

«Esattamente 42 anni fa»: così la splendida attrice Martina Colombari annuncia su Instagram il giorno del suo compleanno. Con una foto che la ritrae appena nata: «Martina nata a Riccione il 10/07/75».

martina-colombari-prima-e-dopoL’ex Miss Italia festeggia al fianco dei due uomini della sua vita: il marito Alessandro Costacurta con cui è legata da 13 anni e il figlio Achille. E a più di 40 anni ha un fisico da far invidia alle ventenni più in forma.
Martina ha iniziato giovanissima nel mondo dello spettacolo, nel 1991 all’età di sedici anni, quando Miss Italia le ha cambiato la vita vita. Da quel momento una carriera in ascesa come modella, conduttrice televisiva, attrice sul piccolo schermo e protagonista di calendari very sexy. E l’amore per il suo Billy che l’accomapgan da sempre.

Bimba di 5 anni malata di tumore “sposa” il suo migliore amico

Sognava di sposare il suo migliore amico, ma purtroppo la piccola Eileidh non poteva aspettare di diventare grande per coronare il suo sogno d’amore. All’età di due anni, infatti, le era stata diagnosticata una rara forma di tumore che, malgrado le cure, non ha fatto che peggiorare fino al tremendo annuncio dei medici: Eileidh non sarebbe sopravvissuta. Così, come riporta The Independent, i suoi genitori le hanno organizzato una «cerimonia» ad Aberdeen, Scozia, in miniatura nel corso del quale ha potuto dire sì a Harrison, il suo migliore amico.

2531536_2013_bambina

«Quando ci hanno detto che era in fase terminale – ha spiegato la mamma Gail a CBS News – abbiamo deciso di fare una lista delle cose che avrebbe voluto fare, per costruire quanti più ricordi possibile». Un viaggio a Disneyland Parigi, una cameretta dipinta di rosa e, il più importante di tutti, il matrimonio con tanto di velo e vestito da principessa. Il piccolo Harrison ha addirittura preso in prestito uno degli anelli di sua mamma da regalare alla sua «fidanzata» speciale. Un legame speciale, il loro: «Harrison non fa che dire che la ama e che vuole sposarla», ha raccontato Stephanie, madre del promesso sposo. Così, la cerimonia si è svolta qualche settimana fa: Eileidh è stata accompagnata al finto altare da suo fratello maggiore, Callum, e lei e Harrison sono stati dichiarati «migliori amici per sempre». E la mamma della piccola ha letto una favola scritta da lei sulla battaglia della figlioletta contro la malattia. Poi, la festa con amici, parenti e supereroi.

“Ecco cosa ho trovato nell’ovetto Kinder di mia figlia”, la denuncia choc della mamma

Una giovane, mamma di una bimba di nome Isabelle, ha denunciato di aver trovato qualcosa di disgustoso e molto pericoloso all’interno dell’ovetto Kinder Sorpresa che aveva comprato alla figlia.

2407787_1106_14925754_1810024549253412_8562486710917071094_n

Vikki Maguire-Grant, inglese di Sunderland, ha infatti postato su Facebook la foto di un piccolo ago ‘conficcato’ nella parte interna dell’ovetto, quella al latte. «Ho il voltastomaco. Ero seduta ad aprire l’ovetto preferito di Isabelle e ho trovato quest’ago all’interno, la cosa spaventosa è che le ho lasciato mordere prima la parte esterna. Ho chiamato il supermercato e spedito già l’ovetto per sapere come c’è potuto finire. Spero sia solo un difetto di fabbricazione isolato e non qualche malato che vuole far del male ai bambini. Per favore, controllate questi ovetti!» – ha scritto la donna – «Questo è un post che deve allertare le persone a controllare uova e ovetti di Pasqua per la sicurezza dei loro figli. I commenti negativi o inappropriati saranno cancellati e gli idioti bloccati. Lasciamo che siano i professionisti a svolgere le ricerche».
L’ovetto Kinder è stato portato da Vikki al supermercato della catena Asda, che poi l’ha inviato alla Ferrero per controlli in laboratorio. La divisione britannica dell’azienda piemontese ha dichiarato a Unilad: «Siamo venuti a conoscenza di un caso isolato di un cliente che ha segnalato un corpo estraneo trovato in uno dei nostri prodotti. Il prodotto attualmente si trova presso la sede di Asda a Leeds e l’abbiamo già richiesto per poter avviare un’indagine. Vorremmo rassicurare tutti i nostri clienti che il nostro orgoglio sono la qualità e la sicurezza dei nostri prodotti, garantite da controlli costanti».

Papà preso a calci e pugni in pieno centro mentre ha la bimba di 3 anni in braccio

Lo hanno buttato a terra e preso a calci e pugni. La vittima, un padre con la bimba di tre anni in braccio.
È successo sabato scorso, all’incirca alle 11 di sera davanti al Bingo di piazza Barche a Mestre.

via-mai-calci-e-pugni-nel-traffico-videoin-centro-in-scena-lennesima-r_28bc3b24-786a-11e6-a223-c33ac77bc2fa_998_397_big_story_detail

La storia comincia prima, quando la famiglia, padre, madre e bimba escono a mangiare una pizza per festeggiare il compleanno dell’uomo. Dopo una tranquilla serata trascorsa in centro città, i tre escono e fanno due passi prima di prendere l’auto e rientrare a casa. Passano davanti al Bingo di via Guglielmo Pepe 2, e decidono di entrare per giocare un po’ e tentare la fortuna. Quando escono dalla sala gioco incrociano un gruppo di persone di colore che sanno uscendo dal bar: passando, uno di loro palpa il sedere alla donna. Il marito chiede cosa stessero facendo, e questi per tutta risposta gli dicono di farsi i c… suoi e lo prendono a calci e pugni incuranti che in braccio avesse la figlioletta di tre anni.

Bimba nasce con una grave deformazione e la madre si rifiuta di allattarla: “È un alieno”

Abbandona la sua bambina perchè la ritiene un alieno. Priyanka Kumari, mamma indiana di 25 anni, si è rifiutata di allattare sua figlia dopo averla vista appena nata. La donna l’ha definita una maledizione e ha quindi allontanato la piccola.

bambino-rifiutato_05203653

La bimba, che non ha ancora un nome, secondo quanto riporta il Mirror ha un’enorme escrescenza sulla testa e ha gli occhi sporgenti. Secondo il dottore la piccola sarebbe affetta da una malformazione congenita dovuta alla denutrizione della mamma che ha causato un’assottigliamento della pelle e una deformazione del cranio. Purtroppo si tratta di una malattia piuttosto grave che porta alla morte, la possibilità di sopravvivenza è infatti quella di una su un milione. Molti nel villaggio da cui viene la piccola hanno pensato potesse trattarsi della rincarnazione di una divinità, altri invece dicono sia maledetta. «Continuo a maledirmi per il mio rifiuto iniziale», ha detto la mamma che ora prega per la sopravvivenza di sua figlia, «Ho pregato tanto per avere un figlio sano. Ora sono preoccupata per il suo fututo».