Cammina per 4 chilometri a -9 gradi per andare a scuola, la foto del bimbo di 10 anni con i capelli gelati fa il giro del mondo

Si presenta in classe con i capelli completamente ghiacciati e le mani spaccate dal freddo. Così un bimbo di 10 anni è stato immortalato dai suoi insegnanti della scuola di Shaotong, nella provincia dello Yunnan in Cina.

capelli-ghiaccio_11200921Il piccolo per arrivare a scuola, come riporta anche il Daily Mail, ha dovuto percorrere 4 chilometri a piedi alla temperatura di -9 gradi, motivo per cui i suoi capelli erano completamente ghiacciati e la pelle delle mani screpolata. Il bimbo è uno dei tanti “liushou”, i bambini “lasciati indietro”, che vive in una delle tante zone rurali della Cina.
Il bimbo vive in una capanna di fango con i suoi nonni visto che i genitori sono costretti a vivere in due città diverse per poter lavorare. Anche se le sue condizioni di vita sono dure il bambino non sembra essere scoraggiato: «Mi piace molto la scuola, possiamo avere pane con il latte a pranzo e si imparano un sacco di cose belle». Intanto però la sua foto e diventata virale e molti si sono attivati per fargli delle donazioni a lui e alla scuola che frequenta per rendere migliori le condizioni di tutti gli alunni.

La rinascita di Higuain: risboccia l’amore con Lara e porta con sé la cicogna

Un carattere decisamente forte quello di Gonzalo Higuain, l’uomo non si tira dietro a nessuna sfida, nel calcio come nella vita privata. Lo ha dimostrato tante volte sul campo, e ora si trova ad affrontare nuove situazioni anche in ambito personale. Nei mesi scorsi la preoccupazione per la salute della madre, ma per fortuna il peggio è stato superato e Nancy s’è ripresa alla grande. E ora una lieta notizia: a quanto pare, c’è stato un nuovo avvicinamento con Lara, la bella argentina con la passione per la pittura (proprio come mamma Nancy) che lo aveva accompagnato negli ultimi mesi a Napoli.

CoY1lXNXYAALmhwDopo il trasferimento del Pipita a Torino ci fu una lunga rottura, fino a quest’estate, quando pare sia sbocciato nuovamente l’amore portando anche i suoi frutti: un bimbo o una bimba che secondo la Gazzetta dello Sport potrebbe arrivare in primavera.
Una storia nata diversi anni fa: Lara era un’amica di famiglia, aveva partecipato ad alcune iniziative sociali in Argentina dove anche anche Nancy prestava il suo contributo, e da tempo si diletta nella pittura e in diverse forme d’arte. Con Gonzalo un’amicizia nata in età adolescenziale sbocciata in amore proprio negli ultimi mesi dell’esperienza napoletana del giocatore.
Non è facile però star dietro ad un grande campione con il suo carattere particolare: testardo, diffidente (conta solo sui familiari più stretti), difficilmente chiede scusa. E così si sono allontanati nell’estate 2016. Quasi un anno senza vedersi: lei tra Madrid e l’Argentina, lui a Torino. Fino a quest’estate, quando c’è stato l’avvicinamento. E pare sia stata chiamata in causa pure la cicogna questa volta, per sancire maggiormente la loro unione. D’altronde lui ha sembre sognato una famiglia numerosa e tanti bambini: al momento giusto, ovviamente. E se fino a qualche mese fa sarebbe stato ancora presto, ora evidentemente qualcosa è cambiato: il Pipita è pronto a diventare papà.

Bimba di 11 anni in ospedale: «Ha la pancia gonfia» e scoprono che è incinta. Arrestato il vicino di casa 35enne

Incinta, dopo una violenza sessuale, a soli 11 anni. Un uomo di 35 anni è stato arrestato dalla polizia, a Torino, perché accusato di aver abusato della figlia di una vicina di casa di cui si prendeva cura quando i genitori non c’erano.

3387761_2132_bambina_incinta_leggoLa piccola, lo scorso 17 novembre, è stata accompagnata all’ospedale dalla mamma perché «aveva la pancia gonfia». I medici le hanno spiegato che, in realtà, aspettava un bimbo.
Al momento l’uomo, difeso dall’avvocato Wilmer Perga, si è avvalso della facoltà di non rispondere.

Diventa famosa per lo scatto con 20 mila api sul suo pancione, il bimbo nasce morto

Diventata famosa per essersi fatta immortalare con 20 mila api sul pancione, in questi giorni Emily Mueller, ha dato un tristissimo annuncio.

foto-donna-incinta-api-pancione-emily-mueller-fbLa donna dell’Ohio ha un marito apicoltore, motivo per cui aveva deciso di farsi ritrarre in alcune foto coperta di api, scatenando anche diverse polemiche. Madre di tre bambini, era in attesa del quarto, ma purtroppo il piccolo è nato morto: «Ieri sera il mio prezioso bimbo è nato, ma abbiamo subito dovuto dirgli addio», la donna ha scritto un commovente messaggio su Facebook in cui ha salutato il suo piccolo: «Il nostro bambino è morto, il nostro bambino non tornerà mai a casa con noi. Questo meraviglioso angioletto con cui siamo stati benedetti ora è diventato una tempesta nelle nostre vite».
Emily ha raccontato di essersi accorta che qualcosa non andava circa una settimana prima del parto, quando ha sentito il suo piccolo muoversi sempre meno. Preoccupata non ha però voluto farsi prendere dall’ansia ed è andata la settimana successiva in ospedale per partorire: «Ho davvero pensato che saremmo stati mandati a casa con un sorriso, pensavo che i medici ci dicessero di aspettare i giorni che mancavano per abbracciare la nostre dolce Emersyn». Purtroppo le cose sono andate diversamente e dopo le visite il medico le ha detto che il suo piccolo era morto.

Bimbo nasce tenendo in mano il contraccettivo della mamma: “Hai fallito”. La foto diventa virale

Viene al mondo tenendo in mano il contraccettivo della mamma che, in teoria, avrebbe dovuto evitare la sua nascita. Lo scatto di Lucy Hellein, dal Texas, USA, è diventatao in poco tempo virale e ha fatto ormai il giro del mondo. Il suo bambino, il piccolo Dexter, è nato nonostante la donna si fosse fatta impiantare la spirale proprio per evitare di rimanere incinta.

nintchdbpict000321400286_04171105

Lo scatto è stato condiviso su Facebook con la didascalia “Mirena fallisce” e la faccia sfrontata del piccolo che sembra essere quella di un guerriero vittorioso. L’immagine è decisamente divertente ed è stata condivisa talmente tante volte da essere diffusa su tutto il web. La donna è stata sottoposta ad un cesareo e durante l’operazione i medici hanno anche estratto la spirale che si era spostata e durante la gravidanza si era posizionata dietro la placenta. Il caso di Lucy è decisamente molto raro, ma non impossibile. Anche se il bimbo non era atteso, oggi è la gioia di tutta la famiglia che ha comunque preso bene la notizia del nuovo arrivo.

Prof e figlio di 4 anni uccisi in casa: il bimbo era stato concepito con uno studente 17enne

Giallo a tinte fosche ad Harlem, New York, dove una ex professoressa di scienze di 36 anni e il figlioletto di 4 sono stati trovati morti in casa dalla polizia lunedì mattina intorno alle 8.15. Felicia Barahona era stesa in salotto con un filo elettrico avvolto intorno al collo, il piccolo Miguel nella vasca da bagno piena d’acqua a faccia in giù. Gli agenti erano stati allertati dall’amministratore del condominio, nella 153ª strada, che aveva prima sentito uno strano odore provenire dall’appartamento al terzo piano e poi aveva visto il corpo della donna dalla finestra che si affaccia sulla scala antincendio: sembra che i due cadaveri fossero lì da almeno quattro giorni.

article-double2-1226

Gli investigatori dovranno ora sciogliere quello che è ancora un mistero e stabilire se si è tratto di un duplice omicidio o di un omicidio-suicidio, scandagliando anche il rapporto tra madre e figlio, che diversi vicini e conoscenti definiscono ossessivo.
Il nome di Felicia Barahona, veterana di guerra in Afghanistan, già divorziata e madre di una bambina di otto anni, non è nuovo alle cronache. L’ex docente di scienze della DeWitt Clinton High School, nel Bronx, era finita sotto i riflettori nell’agosto 2012, quando dette alla luce Miguel dopo essere stata messa incinta da un suo allievo 17enne con cui nel 2011 ebbe una relazione sessuale durata quattro mesi. In quel periodo i due vissero una storia molto intensa e arrivarono addirittura ad acquistare le fedi nuziali in previsione di un possibile matrimonio, ma poi le cose precipitarono: poco dopo aver appreso di essere rimasta incinta, lei cacciò fuori casa il ragazzo perché beveva. E in agosto, quando partorì, fu licenziata dalla sua scuola. Felicia restò sola con il suo bimbo, verso il quale si comportava in modo estremamente protettivo, tanto da far dire a diverse persone che il suo atteggiamento era ossessivo. E non sono pochi quelli che sottolineano come la donna vestisse spesso Miguel come una bambina. Se poi tutto questo abbia in qualche modo a che fare con la tragica fine di entrambi è quello che dovranno scoprire gli investigatori.

Laura Chiatti conferma la sua seconda gravidanza sui social

Il sospetto c’era e anche forte, dati gli ultimi scatti con un inequivocabile pancino, ma la conferma è arrivata solo da pochi giorni. Laura Chiatti ha detto per la prima volta in modo esplicito di aspettare un altro bimbo.

chiatti_bocci_enea

L’attrice, moglie di Marco Bocci e già mamma di Enea, sta per avere un secondo bambino, presumibilmente un maschietto, visto un precedente post su Instagram di qualche mese fa. «Noi 3», scrive semplicementa la Chiatti sul social, immortalando uno scatto di lei con Enea, dove chiaramente conferma la presenza di un bimbo nella pancia. Probabilmente, dopo le polemiche durante la gravidanza di Enea, Laura Chiatti, già nota per la discrezione e la tutela della sua privacy, ha voluto tenere per sé il più possibile questa seconda gravidanza.

Cristina De Pin: “Io e Riccardo Montolivo avremo un bimbo”

Cristina De Pin sarà presto mamma. La modella e conduttrice, moglie del capitano del Milan, Riccardo Montolivo, ha svelato a “Chi”, in edicola mercoledì 2 dicembre, di essere in attesa del primo figlio: “Da quando ci siamo sposati sognavo di avere un figlio con Riccardo, la persona migliore che la vita potesse farmi incontrare”, dice la De Pin, svelando di non conoscere ancora il sesso del nascituro, che non le impedirà di continuare a lavorare.

big_c_9fb8be8fcd49d74a476b6a58964b6ccd

A poco più di un anno e mezzo dal matrimonio, celebrato il 22 maggio 2014, la cicogna ha deciso di far visita a Cristina De Pin e Riccardo Montolivo. “Quando ho scoperto di aspettare un bambino ci ho messo due giorni a dirlo a Riccardo: volevo prima rendermi conto di quello che mi stava succedendo e poi volevo annunciarglielo con una sorpresa, ho sempre pensato che dovesse essere un momento speciale, unico”, rivela a “Chi” la showgirl, raccontando il momento magico in cui ha deciso di comunicare la bella novità al marito calciatore.
“Per dare la notizia a Riccardo ho preparato un’atmosfera speciale in casa, ho seminato indizi e poi ho preso fiato: ‘Ricky, ti devo dire una cosa importante’. Lui mi ha guardata, mi brillavano gli occhi, e ci siamo commossi senza bisogno di altre parole”, ricorda la De Pin.
“La nostra storia è una favola ricca di coincidenze felici. Pensi che, facendo due conti – continua – questo bambino è stato concepito proprio nel periodo in cui siamo tornati alla Rocca di Angera, il posto dove ci siamo sposati un anno e mezzo fa, per una cena fra amici. Un luogo magico”.
La maternità non fermerà la vulcanica modella e conduttrice che presto tornerà in tv con “Tacco 12… si nasce”: “Stiamo preparando la nuova stagione, la scorsa edizione è stata un grande successo e stiamo per ripartire con i casting”.

La sexy Julia importunata durante lo jogging: un bimbo “scaccia” il molestatore così

I bambini si rivelano sempre gli esseri più sinceri e schietti in assoluto. Un bimbo, infatti, è il vero protagonista di questa vicenda. Tutto è accaduto ad una ragazza statunitense, Julia Price che, mentre stava facendo jogging, è stata importunata da un ragazzo distinto. Incredibile la reazione del bimbo che ha assistito alla scena, insieme alla sua mamma.

20151123_111681_6981_10100645340524317_10614501_n

La storia è stata raccontata da Julia sul suo profilo Facebook: “Stavo facendo jogging quando ho sentito un uomo gridare contro di me: mi faceva dei complimenti molto piccanti – ha scritto Julie su Facebook – Ma io ho fatto finta di niente e ho continuato a correre. La cosa lo ha indispettito, perchè dai complimenti ha iniziato a insultarmi, gridando. Alla scena ha assistito un ragazzino che camminava insieme a sua madre e alla sorellina nel passeggino. Si è rivolto all’uomo e gli ha detto: “Ehi, non si dicono queste cose a una ragazza. Non dovresti farlo, perchè lei è bella e io non permetterò a nessuno di dire cose cattive alle persone. E’ una ragazza, come mia sorella e devo proteggerla”. L’uomo, che sembrava molto sicuro di se, dopo le parole del piccolo si è imbarazzato tantissimo e se ne è andato di corsa”