Belen Rodriguez replica alle accuse sui ritocchi e pubblica una foto da 15enne: “La fortuna non mi è mai mancata”

Troppi interventi chirurgici? Belen risponde alle accuse di chi dice che stia esagerando con i ritocchini con una foto di qualche anno fa, pubblicandola su Instagram.
Nello scatto la conduttrice argentina ha appena 15 anni e mostra un perfetto lato b, poco diverso da quello che ha mostrato recentemente sui suoi social.

3477859_2030_belen_chirurgiaLa provocazione della Rodriguez è chiara e vuole mostrare che non essendoci grandi differenze è assolutamente improbabile che sia ricorsa ad interventi chirurgici, oltre al fatto che avere a 15 anni di distanza un fondo schiena come quello della foto è sicuramente poco comune.
«Diciamo che la fortuna a me non é mai mancata! #ironia #viamo», aggiunge nella didascalia in modo ironico. Lo scatto mostra una baby Belen già bellissima, non solo il suo lato b è apprezzato, ma anche le labbra carnose già in tenera età smentiscono le ipotesi su un possibile ritocchino anche al viso. Non c’è che dire, che stia simpatica o meno, la Rodriguez resta una bellezza prorompente e, a quanto pare, genuina.

Terapie sbagliate per 10 anni: la giovane sexy modella a 26 anni è già in menopausa

Per 10 anni i medici le hanno diagnosticato come sindrome dell’intestino irritabile quella che in realtà era endometriosi: il risultato è che ora a 26 anni sta soffrendo i sintomi della menopausa precoce per via delle terapie a cui deve sottoporsi. È quanto successo ad una modella inglese di 26 anni, come riporta il quotidiano inglese The Independent.

1508354646566.JPG-Carla Cressy, questo il suo nome, da quando aveva 14 anni lamentava dolori addominali, che però non sono mai stati inquadrati correttamente. L’endometriosi può essere trattata con alcuni farmaci, che riducono la quantità di ormoni estrogeni prodotti dal corpo, ma che nelle giovani donne possono causare sintomi simili a quelli della menopausa, come vampate, sudorazioni e momenti di nausea inspiegabile, proprio come sta succedendo alla giovane.

Date: June 15 2017 Location: Leigh-on-Sea, Essex, England. A stunning model once voted amongst the UKís most attractive women has been left a recluse in her own home after she was struck down by a crippling ìnightmare" illness. Carla Cressy, 25, made a name for herself when lads mags were in their heyday, regularly appearing in Nuts and Zoo magazine and even became the face of an energy drink company. Pictured: One of Carla's photos prior to her diagnosis. Words: Essex News and Pictures.

«È un incubo», commenta. La ragazza è stata costretta ad abbandonare la sua promettente carriera di modella per via della malattia. Si è sottoposta a tre interventi chirurgici per trattare l’endometriosi, che ora si sta diffondendo ad altri organi. «Mi ci sono voluti sei mesi per prepararmi all’intervento chirurgico successivo. Sono in menopausa forzata e ricevo iniezioni che fanno restringere i miei organi», racconta.
Pur essendo comune in Inghilterra, Cressy non aveva mai sentito parlare di questa malattia finchè non le è stata diagnosticata, al grado 4, il più avanzato. «Se mi fosse stata diagnosticata prima, la malattia sarebbe stata meno grave». Forte della sua esperienza, ora vuole sensibilizzare il pubblico sull’endometriosi, sperando di aiutare le giovani che ne soffrono a ricevere una diagnosi più tempestivamente. A tal fine ha avviato una petizione per chiedere una migliore informazione nelle scuole alle ragazze tra i 14 e 18 anni.

“Mia madre mi ha portato all’obesità e ad un passo dalla morte, pesavo 290 kg”

«Mia madre era così ossessionata dall’anoressia da portarmi a un passo dalla morte per via dell’obesità». Questo il racconto di una donna di 48 anni, Debbie Reason, di Warrington, in Inghilterra, riportato da Metro.co.uk.

2066612_titoloo.jpg.pagespeed.ce.qcsHnTu1ng

La donna racconta di un’infanzia ed un’adolescenza molto difficili: sua mamma, obesa, era ossessionata dal cibo e dalla paura di perdere peso. Per questo motivo la donna spinse la figlia a consumare pasti ipercalorici per tutto il giorno, portandola presto sulla strada dell’obesità. Né Debbie, né suo padre Michael, erano in grado di opporsi, nonostante anche le più semplici attività quotidiane stessero diventando imprese impossibili a causa del fisico. Una volta diventata adulta, Debbie arrivò a pesare oltre 290 kg. Ed è dopo i trent’anni che la donna decise di reagire e prendere una decisione. L’aveva promesso, d’altronde, a suo padre, che prima di morire per un male incurabile le aveva chiesto di sottoporsi a interventi chirurgici e liposuzione, ma facendolo a insaputa della madre.  Gli eventi, poi, precipitarono: la madre di Debbie, ormai provata dall’obesità, fu ricoverata d’urgenza a causa di varie complicazioni. A questo punto, Debbie decise di farsi operare per evitare di fare la fine della mamma, che morì in ospedale e nelle ultime ore le confessò: «Quando avevi trent’anni, i medici si offrirono di operarti, ma io rifiutai. Avevo paura di perderti, mi dispiace». Oggi Debbie, tra diete e operazioni, ha perso oltre 200 kg. Ora sta cercando di raccogliere le 60 mila sterline necessarie per un nuovo intervento che elimini la pelle in eccesso, l’ultimo brutto ricordo di un’obesità imposta e di una morte sfiorata: «Non rimprovero mia madre, ma la sua morte per me è stata la mia salvezza».