Il principe Harry choc: “Volevo uscire dalla famiglia reale, ma ho deciso di rimanere”

Il principe Harry voleva «tirarsi fuori» dalla famiglia reale e vivere una «vita ordinaria» dopo il suo periodo nell’Esercito: lo scrive sul Mail on Sunday la giornalista Angela Levin, la stessa che l’ha intervistato ed ha rivelato la settimana scorsa su Newsweek che secondo Harry nessuno nella famiglia reale britannica vuole diventare re o regina.

principe-harry1Il secondogenito di Diana ha detto dopo l’Esercito «non volevo crescere» e di avere lottato per ritagliarsi un ruolo significativo. «Sentivo che volevo tirarmi fuori, ma poi ho deciso di restare e ritagliarmi un ruolo», ha ammesso, sottolineando che di aver preso la decisione soprattutto per una questione di lealtà nei confronti di sua nonna la regina Elisabetta.

Kate Middleton, ultimatum al principe William: «La prossima volta il divorzio…»

LONDRA – Non c’è pace per i reali inglesi. Dopo le dichiarazioni choc del principe Harry sul fatto che nessuno della famiglia aspirerebbe al trono, arriva un’altra grana per la regina Elisabetta. Kate avrebbe lanciato un ultimatum al marito William, pena il divorzio.
Come riporta il sito celebdirtylaundry, motivo del contendere sarebbe il compleanno del principe William. La duchessa di Cambridge lo avrebbe minacciato: “Niente festa folle con gli amici, altrimenti ti mollo”.

2523247_1045_kateKate sarebbe ancora molto provata dall’umiliazione subita lo scorso inverno, quando Will, in vacanza con gli amici, è stato paparazzato in un nightclub ubriaco mentre flirtava con donne sconosciute.
Ecco cosa riporta il sito britannico: “Quando si tratta dei compleanni, la famiglia reale britannica non ama fare grandi festeggiamenti a meno che non si tratti della regina Elisabetta. Per questo motivo il portavoce ufficiale di Kensington Palace non ha rilasciato messaggi in merito al compleanno di William. A quanto pare, il principe ha trascorso la giornata in tranquillità, insieme alla moglie e ai due figli. Molto probabilmente Will avrebbe voluto trascorrere la serata con gli amici al pub, bevendo birra e divertendosi, perché questo è il suo modo per liberarsi dallo stress e per fuggire dagli impegni reali. Purtroppo questo non è più possibile per lui, o almeno non può farsi vedere in pubblico o essere immortalato dai paparazzi. L’ultima cosa che vuole Kate è che Will venga paparazzato ubriaco ancora una volta, come è successo qualche mese fa quando è andato in vacanza da solo in Svizzera con gli amici. La Duchessa si è sentita davvero umiliata quando le foto di lui ubriaco mentre ballava in un nightclub hanno fatto il giro del mondo. Per quanto Will ami divertirsi con gli amici, non può più farlo, dopotutto è il futuro re d’Inghilterra nonché padre di due figli”.
Al momento dunque nessuna comunicazione ufficiale sui festeggiamenti del compleanno reale. Che questa volta William abbia fatto “il bravo” e abbia spento le candeline a casa con moglie e figli? Staremo a vedere…

Nina Moric choc, prende il porto d’armi e minaccia: “Ladri vi aspetto a casa dopo le 22”

ROMA – Nina Moric torna a provocare e questa volta lo fa con una dichiarazione choc. La modella croata ha postato un video su Facebook in cui è ritratta mentre si allena al poligono per prendere il porto d’armi.

2515441_2140_ninamoric

Nina, da poco tra le fila di CasaPound, commenta sul social: “Ladri vi aspetto a casa dopo le 22”. Facendo riferimento alla legge approvata lo scorso maggio alla Camera che legittimerebbe la possibilità di sparare in reazione a un’aggressione commessa di notte in casa, in negozio o in ufficio, purché ci siano proporzione tra difesa e offesa e l’attualità del pericolo.
Inevitabile, esplode la polemica social. In tanti attaccano la modella: “Nina lo sai che per sparare c*** non serve il porto d’armi?”

Asia Nuccetelli choc: “Sono mesi che ricevo minacce di morte…”

ROMA – Asia Nuccetelli, dopo la partecipazione al Grande Fratello Vip, è diventata una vera e propria web star. Seguitissima sui social, la figlia di Antonella Mosetti, spesso è stata ospite anche in tv. Ma con la popolarità, arrivano le critiche, che in alcuni casi sfociano in qualcosa di più grave…

Asia-Nuccetelli“Sono mesi che ricevo minacce di morte…”. È lo sfogo choc che Asia affida a un lungo post su Instagram. E continua: “Oggi voglio parlarvi di una cosa molto importante. Sono mesi e mesi che ricevo stalking, minacce di morte (provenienti solo e unicamente da persone di sesso femminile) e tanto altro ancora. È vero che esporsi significa accettare le critiche e altro, ma queste non sono critiche questa è rabbia repressa, invidia e odio. Sentimenti che nella mia vita mai ho provato, guardando sempre e solo il mio giardino e fregandomene dei giardini altrui. Pagine che si chiudo dietro a un nome finto per denigrare o insultare tutte le belle donne esposte o me in questo caso, pagine che racimolano i loro like per lo più provenienti da frustrate in cerca di una consolazione per il loro basso livello di autostima”.
Infine, la figlia di Antonella Mosetti si rivolge direttamente a coloro che la minacciano: “Io mi sento mille volte meglio di ognuna di queste donnicciole da bar… Se io domani mattina mi sveglio e voglio farmi un cavallo in mezzo alla fronte, voi muti dovete stare. Ti do fastidio? Non seguirmi, bloccami. Ma le minacce di morte tornano indietro con gli interessi, sia quelle mie che alle persone a me care. Lo stalking che mi state facendo vi ritorna indietro con tanta grazia. Aspettatevi il conto, chi sbaglia paga”.

Ashley Graham choc: “A 17 anni sono stata molestata…”

La rivelazione choc. E’ tra le modelle curvy più gettonate delle passerelle internazionali e grazie alle sue forme generose è riuscita, in una manciata di stagioni, a imporsi nell’industria del fashion come icona plus size. Prima modella curvy a finire su ‘Sporst Illustrated’, Ashley Graham, 29 anni, ha rivelato sulle pagine patinate di ‘Glamour Usa’ di aver subito delle molestie sessuali quando aveva 17 anni. Un episodio mai confessato prima.

C56iYPIWcAEm6yw“C’è stato un incidente sul set di una campagna pubblicitaria, avevo 17 anni – spiega la modella – Un assistente del fotografo mi ha portata in un ripostiglio; pensavo che dovesse mostrarmi qualcosa. Lui invece mi ha spinta dentro e ha tirato fuori il pene. Mi ha chiesto di toccarlo, ero disgustata, sono andata su tutte le furie. Ma grazie a Dio ero vicina alla porta e sono riuscita a scappare”. Allora Ashley decise di tenere la bocca chiusa e di non raccontare a nessuno quanto accaduto. “Ho continuato a lavorare con lui, altre volte – dice – Conoscevo la sua fidanzata e ho preferito non raccontare nulla perché pensavo che fosse cambiato”.
Nell’intervista rilasciata al mensile americano, la modella ricorda un’esperienza simile, avvenuta quando aveva solo 10 anni: un ragazzo di 18 anni, ospite a casa dei suoi genitori, la costrinse a toccargli le parte intime. “A quei tempi mi sono sentita in colpa, come se avessi fatto qualcosa per provocarlo” prosegue la top model. Da allora, però, Ashley ha imparato una lezione importante: mai permettere a qualcuno di dirle come mostrarsi e cosa fare, soprattutto su un set fotografico. “Dopo quegli episodi – conclude – mi sono ripromessa che non mi sarei più fatta manipolare su un set”.
La modella statunitense da anni si batte affinché l’universo fashion promuova un’immagine sana del corpo femminile, ed è stata scelta per la copertina del numero di gennaio di ‘Vogue Uk’, scattata da Patrick Demarchelier. “Un onore”, ha scritto lei stessa su Instagram e un obiettivo centrato per la modella plus size, già covergirl per riviste del settore come ‘Harper’s Bazaar’ ed ‘Elle’.

Ha la pancia gonfia, diventa vegana per depurarsi: dopo mesi fa una scoperta choc

Nota la pancia un po’ gonfia e decide di cambiare alimentazione. Dopo aver lavorato a lungo nei fast food sceglie di diventare vegana in modo da avere una pancia più piatta, ma fa una scoperta che le cambia la vita.
Bei Braithwaite-Cotto ha iniziato a notare che la sua pancia si gonfiava e credeva che dipendesse dalla sua alimentazione, il suo ventre era arrivato a sembrare quello di una donna incinta, così ha abolito latticini e carne nella convinzione di perdere peso.

cancro-pancia_31154415Vedendo dopo due anni che non migliorava la sua condizione e iniziando a provare forti dolori addominali, la donna si è rivolta a un medico che le ha diagnosticato un cancro intestinale. Secondo quanto riporta il Sun, la ragazza originaria dell’Essex, ha subito la rimozione di gran parte del suo intestino ed è stata sottoposta alla chemioterapia, ma finalmente da pochi mesi ha avuto la conferma che il cancro è completamente sparito. «È stato uno choc scoprire il cancro», ha raccontato Bei, «Ho sempre mangiato in modo sano, avuto una vita attiva. Non potevo crederci». La donna però non si è arresa, ha continuato a lottare contro la malattia fino a vincere. Oggi Bei ha voluto raccontare la sua esperienza per allertare tutti a non sottovalutare anche i più semplici fastidi come il gonfiore e qualche chilo di più: «Se i sintomi sono persistenti e se qualcosa cambia improvvisamente nelle tue abitudini intestinali è sempre bene rivolgersi a un medico».

“Ho un tromba-collega bellissimo ma tra poco mi sposo…”. Telefonata choc alla radio

ROMA – “Ho un tromba-collega bellissimo ma nel 2018 mi sposo”. Inizia così la telefonata di una radioascoltatrice anonima in diretta su Radio Dee Jay.

amore-nato-in-ufficioFinora era stato sdoganato il termine “tromba-amico”, ora ecco anche la definizione per i “colleghi hot”, tra i quali scatta la passione e può nascere anche l’amore. Ma c’è un piccolo particolare a ostacolare la nascita della nuova storia: la donna in questione è fidanzata e dovrebbe sposarsi tra un anno. Il bel collega però la farebbe titubare: “Nuovo amore o strada vecchia ma sicura?”. Ai posteri l’ardua sentenza…

Le rubano le foto nuda dall’Ipad e le mostrano sui muri in paese: choc per la consigliera comunale

Choc per una consigliere comunale a Castel di Iudica che alcuni giorni fa è stata avvertita che nei muri del paese erano state attaccate sue foto che la ritraevano svestita. La consigliera ha avvertito alcuni familiari e le immagini, una ventina, sono state tolte.

2196972_h11_60001187

Qualche tempo fa la donna avrebbe subito il furto di un ipad che conteneva le immagini e aveva presentato denuncia alla polizia postale dopo che alcune foto erano state messe sul suo profilo Facebook da qualcuno che evidentemente aveva carpito la sua password.

Blue Whale, servizio choc delle Iene. Il gioco dell’orrore ha ucciso 157 ragazzi (e forse è già in Italia)

Blue Whale, il gioco del suicidio ha un solo obiettivo, la morte. Un “challenge” macabro che ha sconvolto gli spettatori de “Le Iene” nella puntata del 14 maggio mettendoli di fronte a una realtà che coinvolge ragazzi sempre più giovani attraverso regole dettate da sconosciuti tramite i social network.

2440842_1818_blue_whale_servizio_leiene

Così come le balene azzurre, per morire, decidono di suicidarsi arenandosi sulla spiaggia, così anche gli adolescenti, sobillati da veri e propri criminali presenti sui social, decidono di accettare 50 sfide, sempre più estreme, che li trasformano e li portano fino alla depressione. Se la regola generale è quella di non dire nulla ai genitori, pena pesanti ritorsioni sui propri cari, l’ultima sfida, quella finale, è il suicidio, ovviamente facendosi riprendere in video dagli amici per poter avere una testimonianza.
Anche ‘Le Iene’ si sono interessate al fenomeno e Matteo Viviani si è recato in Russia, dove i casi di suicidi tra adolescenti che avevano partecipato a questo ‘gioco’ social hanno raggiunto picchi difficilmente immaginabili e comprensibili. Diverse indagini hanno portato all’arresto di un 22enne studente di psicologia, ritenuto l’ideatore del ‘gioco’. Tra le vittime, centinaia di bambini e ragazzi di età compresa tra i nove e i 16 anni.
La ‘Iena’ ha deciso di intervistare le mamme e i parenti di alcune adolescenti che, per salire al terzo livello del ‘Blue Whale’, si sono lanciate nel vuoto dai tetti di vari edifici e grattacieli. «Sembravano tranquille, anche il giorno in cui hanno deciso di suicidarsi hanno fatto quello che facevano tutte le mattine» – spiegano in lacrime alcune mamme – «Ci sono persone che garantiscono ai ragazzi di ‘salvarli’ dai problemi che li affliggono, ma i nostri figli non soffrivano di depressione, erano giovani, solari e pieni di vita. Partecipare a quel ‘gioco’ li ha cambiati e portati alla morte».
Il macabro gioco della balena blu si è già diffuso a macchia d’olio: dalla Russia ha raggiunto il Brasile, ma anche Francia e Inghilterra. In Italia, il caso di un ragazzino suicida a Livorno che si è lanciato nel vuoto dal 26° piano del grattacielo cittadino, fa temere che la Blue Whale sia arrivata anche qui: Matteo Viviani ha intervistato un compagno di classe del 15enne, che ha raccontato di come l’amico fosse apparentemente non intenzionato a togliersi la vita, ma che raccontava di avere abitudini strane, come andare a correre in piena notte, e l’abitudine di guardare film dell’orrore per adempiere a delle “missioni” dettate dalle regole di un gioco online.
Il pericolo è tangibile e da non sottovalutare: nella sola Russia sono 157 i ragazzini morti suicida nell’ultimo anno. E’ molto importante utilizzare computer e social network in compagnia dei prorpi figli, e fare attenzione a segnali che sembrerebbero trascurabili, come la scoperta di disegni di balene tra i quaderni dei ragazzini.

“Ecco cosa ho trovato nell’ovetto Kinder di mia figlia”, la denuncia choc della mamma

Una giovane, mamma di una bimba di nome Isabelle, ha denunciato di aver trovato qualcosa di disgustoso e molto pericoloso all’interno dell’ovetto Kinder Sorpresa che aveva comprato alla figlia.

2407787_1106_14925754_1810024549253412_8562486710917071094_n

Vikki Maguire-Grant, inglese di Sunderland, ha infatti postato su Facebook la foto di un piccolo ago ‘conficcato’ nella parte interna dell’ovetto, quella al latte. «Ho il voltastomaco. Ero seduta ad aprire l’ovetto preferito di Isabelle e ho trovato quest’ago all’interno, la cosa spaventosa è che le ho lasciato mordere prima la parte esterna. Ho chiamato il supermercato e spedito già l’ovetto per sapere come c’è potuto finire. Spero sia solo un difetto di fabbricazione isolato e non qualche malato che vuole far del male ai bambini. Per favore, controllate questi ovetti!» – ha scritto la donna – «Questo è un post che deve allertare le persone a controllare uova e ovetti di Pasqua per la sicurezza dei loro figli. I commenti negativi o inappropriati saranno cancellati e gli idioti bloccati. Lasciamo che siano i professionisti a svolgere le ricerche».
L’ovetto Kinder è stato portato da Vikki al supermercato della catena Asda, che poi l’ha inviato alla Ferrero per controlli in laboratorio. La divisione britannica dell’azienda piemontese ha dichiarato a Unilad: «Siamo venuti a conoscenza di un caso isolato di un cliente che ha segnalato un corpo estraneo trovato in uno dei nostri prodotti. Il prodotto attualmente si trova presso la sede di Asda a Leeds e l’abbiamo già richiesto per poter avviare un’indagine. Vorremmo rassicurare tutti i nostri clienti che il nostro orgoglio sono la qualità e la sicurezza dei nostri prodotti, garantite da controlli costanti».