Asia Argento contro Giulia Bongiorno: “Ha difeso un mafioso e non vuole tutelare le donne”

Giulia Bongiorno è finita in queste ore al centro di polemiche anche all’interno della Lega per la sua candidatura nel partito di Salvini. Anche Asia Argento si scaglia contro di lei sui social. “L’avvocato Bongiorno aveva difeso il mafioso #Andreotti (“Assolto! Assolto!

asia_argento_giulia_bongiorno_difeso_mafioso_andreotti non_vuole_tutelare_le_donne 20 gennaio 2018_20204648Assolto!”) ma si è rifiutata di tutelare alcune vittime di violenza sessuale nell’industria cinematografica… #DoppiaDifesa? Dissociazione totale”: scrive su Twitter l’attrice.
A chi, via Twitter, ha chiesto all’attrice di “spiegarci meglio o segnalarci qualcuno con cui approfondire”, Asia Argento ha risposto: “Sarebbe bello conoscere l’opinione delle altre attrici italiane, visto che fino ad oggi sono state mute riguardo la rivoluzione #metoo”.

Paola Saulino: “Non sono una p0rn0star”. L’ira della sexy star del “P0mpatour”

Paola Saulino dice basta. «Non sono una p0rn0star, non ho mai fatto parte di questa industria cinematografica», spiega l’attrice napoletana. Questa etichetta le è stata attribuita recentemente da un diffuso mensile femminile.

big-paola«Potrei essere considerata p0rn0star dai profani perché in qualche modo ho lavorato con il corpo e la sessualità, ma sono altre categorie, per cui fin quando non faccio parte dell’industria sono un’artista e non una porno. In un mondo in cui il porno e alla portata di tutti liberare il mondo dagli stereotipi della sessualità e portare avanti degli ideali che mirano al sesso come libertà espressiva rappresenta una rivoluzione».