Miss America, la reginetta critica Donald Trump

Le sue ambizioni politiche non le ha nascoste nemmeno con la corona in testa. Cara Mund, neoeletta Miss America, 23 anni, laureata alla Brown University, sogna di diventare governatrice e a Donald Trump dice che ha sbagliato a ritirare gli Stati Uniti dall’accordo di Parigi sul clima.

Miss-America-2018-644060La Mund, già Miss North Dakota, si è aggiudicata il titolo di reginetta d’America sfidando 51 contendenti e ha criticato il presidente degli Stati Uniti in un’intervista durante il concorso. L’uscita degli Usa da Cop21 “è una cattiva decisione, ci sono le prove che il cambiamento climatico esiste e noi dobbiamo stare a quel tavolo”, ha spiegato. “Nella sanità, nelle questioni che riguardano la riproduzione, sono soprattutto gli uomini a prendere le decisioni, serve invece anche una prospettiva femminile”, ha spiegato la neo Miss America.

Modella sorpresa a fare sesso in un fienile con l’amante, le foto hot diventano virali

Paparazzata mentre fa sesso con il suo amante nel furgone di un camionicino in un fienile. Le foto di una modella brasiliana hanno fatto un doppio scandalo: non solo per le immagini hot che poco lasciano all’immaginazione, ma anche perché la donna era ufficialmente fidanzata con un uomo che non è lo stesso delle foto.

sesso-modella_08203326Grazielli Massafera, 35 anni, ha visto pubblicare le sue foto sui social e poi diventare virali, dopo essere stata sorpesa a fare sesso all’aperto con l’amante. Secondo quanto riporta il Daily Mail, a sorprendere la coppia sarebbe stato un passante che ha deciso di renderle pubbliche.
Grazielli è diventata famosa dopo essere arrivata terza nel 2004 al concorso di bellezza per Miss Brasile. La sua carriera ha proseguito come modella con qualche partecipazione in alcuno soap opera.

Greta Zuccarello, la ballerina italiana che ha stregato Victoria’s Secret

Greta ha gli occhi a forma di sogno. Eccola in un caffè qualsiasi nei dintorni di Union Square, seduta su uno sgabello alto quasi quanto le sue gambe di pantaloncini da calcio blu.
Così, in vetrina, a guardare lo scorrere delle auto e ad immaginare la sua America. È nata a Treviso ed è proprio lì che ha iniziato a studiare danza, in una scuola della sua città, quando era ancora una bambina.

Greta,P2007_10131635.jpg.pagespeed.ce.dpnEj9a3z6«Avevo 11 anni. Si inizia sempre per gioco quando sei ragazzina. Poi, all’età di 14 anni, ho vinto un concorso alla Opus Ballet di Firenze e mi hanno dato una borsa di studio per intraprendere un percorso di formazione in danza contemporanea. Così, mi sono trasferita lì in collegio ed ho continuato a fare il liceo linguistico».
A Firenze ha continuato a studiare francese, spagnolo e inglese.
E a ballare.
«La sera facevo danza per ore ed ore finché, a 16 anni e mezzo, ho fatto un’audizione a Roma per la Peridance. Subito dopo, un’altra audizione, questa volta per la San Francisco Ballet School: mi hanno presa per la Summer Intensive. Da lì catapultata direttamente a New York»
Ancora un successo, ancora una borsa di studio.
Ed è proprio alla Peridance che balla ora.
«A 17 anni ho preso il visto da studente, ho lavorato sodo per completare il mio percorso di formazione e, non appena diplomata, mi hanno presa. Essere principal dancer di una famosa compagnia newyorkese di danza mi sembrava una sorta di sogno irrealizzabile fino a qualche anno fa. E invece».
Ore ed ore di allenamento ogni singolo giorno. E una valanga di spettacoli, tra cui il famoso “Season” tra le mura del Salvatore Capezio Theater. Ma non solo: Greta ne ha fatti tanti e tanti ancora ne farà.
«Abbiamo il nostro teatro dentro la Peridance e siamo fortunati per questo perché, avendo un nome così importante alle spalle, in tantissimi ci vengono a vedere. Poi, abbiamo ballato a Saint Louis, a Miami e facciamo tour negli States e dappertutto nel mondo: Israele, Corea, anche nella nostra amata Italia. In estate balliamo alla Summer Union Square Dance Festival, al Battery Park Dance Festival e ci esibiamo un po’ ovunque».
Impossibile non chiederle che cosa le piaccia di più di New York.
«Tutto. Semplicemente tutto. New York mi ha ispirata da sempre. Insomma, New York è New York, è il centro di tutto. Mi piace la gente, mi piace questo mix folle di tutte le culture del mondo e poi c’è sempre qualcosa di nuovo da fare, la noia non è ammessa, mai».
Ormai la sua città. La città in cui fa quello che ama.
«A me ha dato tanto», afferma risoluta.
E con i suoi passi, leggeri e forti di passione, Greta ha fatto un salto pazzesco senza neanche rendersene troppo bene conto.
«È successo di colpo, hanno chiamato la scuola per chiedere l’autorizzazione mia e loro a girare dei video. Ho fatto un casting, eravamo più di 500 a partecipare e, come ballerina, hanno scelto solo me. Ah, sto parlando di Victoria’s Secret».
Così, quasi inaspettatamente, si ritrova anche ad essere una delle protagoniste della linea sportiva del marchio che a queste latitudini (e non solo) è già leggenda.
«Uno dei miei video più noti è “Pink Active”, girato con Victoria’s Secret al Brooklyn College; mentre, qualche mese fa, sono andata alle Bahamas 4 giorni per girare uno spot , sempre per Victoria’s Secret, in cui mi esibisco come ballerina nel video Spring Break 2017. Coreografie e natura con indosso i capi sportivi del brand che amo di più in assoluto».
Ma non c’e’ solo la nota linea di abbigliamento femminile nel ricco bagaglio di esperienze di Greta: in un lasso di tempo molto breve, è divenuta infatti la principal dancer per tutti gli spot di Pryma Sonus Faber, una marca di cuffie del settore lusso, rigorosamente Made in Italy, che opera sotto il noto brand Macintosh.
Ma l’Italia è lì, ben salda al centro del suo cuore, assieme alla sua famiglia.
«Però la cosa che mi manca di più è il cibo», e sbotta in un sorriso d’incanto che sa di sincerità.
«La mia famiglia è il mio pilastro. Mi hanno lasciato andar via di casa a 14 anni, spingendomi a fare quello che volevo. Mi sono vicini sempre, li vedo addirittura spesso. E poi ho la fortuna di poter tornare a casa, eventualmente: la loro porta è sempre aperta e questo mi trasmette un gran senso di sicurezza».
Riguardo alla meta, Greta non ha dubbi.
«Voglio fare esattamente quello che sto facendo adesso. Voglio farlo in una dimensione ancora più grande, voglio ballare ogni weekend in tour con le migliori compagnie d’America. Io non credo nel destino, io credo nella fatica, nel sudore della fronte. Alcuni appuntamenti importanti sono già in programma: su tutti il Fare Island Dance Festival, per gli altri, invece…stay tuned!».
Chissà se c’è ancora spazio per l’Italia anche nel suo orizzonte oltre che nel suo cuore.
«L’Italia potrebbe essere perfetta. Tutti i teatri che ci sono rappresentano dei veri e propri gioielli. Trasudano storie e volti, sono stati immaginati per davvero e non, come accade qui in America, tirati su ex novo. Per quanto, ovviamente, se vai al Metropolitan, vieni proiettato in uno spazio bellissimo ed enorme. Noi, però, abbiamo la ricchezza, quella che non esiste in nessun altro luogo al mondo».
C’è un altro però. Ed è colossale.
«In Italia, tuttavia, c’è davvero poco da fare. Non si investe abbastanza nell’arte, quando viceversa potrebbe (dovrebbe!) essere la nostra punta di diamante. Francamente, in questo momento non immagino di tornare. Chissà, magari più in là».
Risponde d’impatto, con la sicurezza tipica dei suoi anni.
E quindi? Il famoso sogno americano esiste ancora?
«Si, certo che esiste. Eccolo, ci siamo tutti un po’ dentro. Io il mio ce l’ho bello e chiaro e mi dò da fare in ogni istante per far sì che si materializzi».
Saluta, sorride e sprizza quell’energia positiva che rappresenta al meglio la magia di questa città. Il miracolo di una ragazza “qualsiasi” che da un angolo altrettanto qualsiasi della nostra Italia si ritrova a calcare lo scenario a stelle e strisce e a volteggiare, tra gli altri, per Victoria’s Secret.
Ed eccola che allunga il passo, di ritorno verso la palestra. Pronta a rituffarsi nel suo mondo di sacrifici e di flash, nella sua New York.
Si volta ancora un istante.
Greta ha gli occhi a forma di sogno. Di sogno americano.

Vince un concorso per modelle ma ritirano il premio: “lei” è un uomo

(Semi)Spoiler: niente è come sembra in questa storia avvenuta nella Russia di Putin.
Andrey Nagorny, 20 anni, è un aspirante fotomodello dai tratti somatici decisamente androgini, ma, che ci crediate o no, è eterosessuale. Ed è stato proprio tramite la sua fidanzata che ha scoperto dell’esistenza di un concorso per modelle di lingerie organizzato da un’azienda produttrice di intimo.

41208285

Per questo motivo, ha deciso di partecipare seguendo le modalità del regolamento, che prevedeva l’invio di alcuni scatti via e-mail prima della proclamazione del vincitore.
I tratti somatici naturali, più qualche ‘ritocchino’ in digitale, fanno apparire il ragazzo come una splendida fanciulla in lingerie sexy e alle prese con pose e sguardi ammiccanti. Questo è bastato per convincere la giuria a dargli il primo premio: una cospicua somma di denaro e un contratto da testimonial della marca. Quando però Andrey ha dovuto rivelare la propria identità, creando sgomento e non poco imbarazzo tra i giurati e i vertici della casa produttrice di lingerie. A quel punto, il primo premio è stato revocato e assegnato alla ragazza finalista. La notizia è stata riportata anche da The Sun, mentre sui social network la storia ha avuto un largo seguito.

Stephanie Del Valle è Miss Mondo 2016

La fascia di Miss Mondo 2016 va al Puerto Rico. Ad essere incoronata reginetta di bellezza infatti, domenica 18 dicembre, durante la sessantaseiesima edizione del concorso, tenutosi quest’anno negli Stati Uniti, è stata la bellissima Stephanie Del Valle, 19 anni, portoricana. “È un onore e una grande responsabilità rappresentare i Caraibi”, ha dichiarato la nuova Miss.

2016-12-19t000027z_1825205987_rc156aeaa640_rtrmadp_3_usa-missworld-k13d-656x369corriere-web-nazionale_640x360

Mora, occhi scuri e un fascino latino irresistibile Stephanie succede alla spagnola Mireia Lalaguna, detentrice del titolo per il 2015. Il secondo posto nel concorso per la più bella del pianeta è stato conquistato da Yaritza Miguelina Reyes Ramirez, proveniente dalla Repubblica Dominicana. Mentre è indonesiana, Natasha Mannuela, che si è piazzata al terzo posto. Nulla da fare per la candidata italiana al titolo l’affascinante Giada Tropea, 17enne originaria di Lamezia Terme e studentessa al liceo scientifico, che purtroppo è stata esclusa dalla corsa finale.

Miss esclusa dal concorso: “Hanno visto le mie vecchie foto provocanti”

La modella Margaux Legrand è convinta che l’esclusione da Miss Francia, giustificata ‘ufficialmente’ con l’espressione “motivi personali”, sia da addebitare a un servizio fotografico, fatto in passato dalla 22enne, vincitrice del titolo ‘Miss Centre Val de Loire’ e giudicato troppo provocante.

a-krDI-RLUJ7XnP1kRVWBzDS07o0xM-656x492@Corriere-Web-Sezioni

Lo racconta al quotidiano ‘La Nouvelle République’.
Per confermare la sua tesi la ragazza ha anche pubblicato sulla sua pagina Facebook le foto di quegli scatti. “Ai tempi non immaginavo certo che avrei potuto vincere un titolo da Miss”, scrive la giovane nel post su Facebook del 9 novembre scorso, e poi “non credo sia giusto fare l’equazione tra nudo e volgarità”, perché “lo si può essere molto di più da vestite”. E si chiede anche chi abbia mandato quegli scatti alla giuria del concorso di Miss Francia.

Nina Moric contro le curvy di Miss Italia: “Hanno invaso il mondo”

Nina Moric si scaglia contro le curvy dopo il concorso di Miss Italia. La modella croata parla di “invasione delle taglie forti” e si sfoga sui social. “Avete creato associazioni per difendere quelli in carne”, scrive su Instagram.

nina-moric-ape25

“Siete arrivati – spiega –  al punto che ci troviamo a Miss Italia più curvy che magre, tutto nel nome della sensibilità e dell’accettazione del prossimo”. Poi una provocazione: “Adesso criticate e denigrate chi ha i piedi brutti… fonderò un’associazione e così come le curvy invaderemo il mondo”.

Valentina, la miss “rifatta” a 31 anni che nella vita alleva i tacchini. “Alle 18enni dico: non fatelo”

Mamma, moglie, imprenditrice e ora anche Miss Chirurgia Estetica. Valentina Nicoletti, 31 anni e un fisico da modella anche dopo due gravidanze, è stata incoronata al concorso di Miss Chirurgia Estetica al Grand Hotel Villa Condulmer di Mogliano Veneto (Treviso).

12294751_407131699476486_5250385908079383787_n

La fascia non la deve tutta al bisturi: la chirurgia, infatti, ha migliorato il fascino che madre natura le aveva già fornito. Valentina è nata a Camposampiero il 17 aprile 1985 e lì ha vissuto per anni, prima di trasferirsi insieme alla sua famiglia a Portomaggiore, in provincia di Ferrara. Valentina, con un diploma alla scuola alberghiera, è titolare di un’azienda che si occupa di allevamenti di tacchini e polli, ma è impegnata anche nel settore automobilistico con noleggio di macchine di lusso per eventi o cerimonie. «Non approvo per nulla la scelta di rifarsi il seno a 18 anni, quando il corpo è giovane, e fresco ed è ancora in fase di modifica».

Morta Miss Mondo 2014, Yumara Lopez stroncata da un cancro al cervello

Giovane, bella, con una vita davanti, purtroppo però la malattia è stata più forte di lei e Yumara Lopez, Miss Mondo Nicaragua 2014, è morta a causa di un Astrocitoma al secondo stadio, un terribile cancro al cervello.

1815055_12670832_488912837973357_6485239177297626306_n

Yumara aveva scoperto di essere malata due anni fa proprio durante le selezioni per il concorso di bellezza, ma la malattia non le ha impedito di andare avanti e arrivò fino a Londra per disputarsi il titolo con gli altri 121 Paesi. La 22enne era stata eletta Miss Mondo Nicaragua, dopo che la giovane miss che aveva vinto il titolo, Maria Esther Cortes Molina, aveva rinunciato volontariamente alla corona. Fan, seguaci e anche il direttore del concorso Miss Mondo hanno espresso il loro dolore per la scomparsa. I funerali della ragazza si sono tenuti ieri in modo molto riservato e dopo le esequie il corpo è stato cremato.

Miss BumBum 23enne si lancia dal quarto piano. Sopravvive ma resta paralizzata: “Pregate per me”

Una ex concorrente al titolo di Miss Bum Bum, il concorso di bellezza brasiliano che premia il miglior lato B, ha rivelato in uno straziante video pubblicato su Youtube di aver tentato il suicidio e di essere rimasta paralizzata.La modella ha ingurgitato un mix di alcol e antidepressivi prima di lanciarsi dal quarto piano.

Miss_Bum_bum

Quasi per miracolo la 23enne è sopravvissuta alla caduta, ma è rimasta paralizzata dalla vita in giù. Dal suo letto d’ospedale a Brasilia, Deborah ha chiesto ai suoi fan di continuare a pregare per lei, spiegando di essere consapevole che da questo momento la sua vita è totalmente cambiata: i medici non escludono che potrebbe restare paralizzata a vita.Rimane ancora sconosciuto il motivo per la ragazza abbia cercato di uccidersi, anche se un suo amico, Luciane Hoepers, ha detto ai media locali che Debora era in cura per la depressione. Un altro amico ha raccontato: “Beveva molto e prendeva un sacco di farmaci. Era depressa per tutto il tempo e ha avuto problemi sentimentali. Diceva che la sua vita era vuota e non aveva senso”.