Sess0 orale, la “tecnica del pompelmo”, sdoganata dalla moglie di Will Smith, spiegata in un video-tutorial fa il giro del web

ROMA – Il sesso orale ormai non è più un tabù e sulla Rete impazzano consigli e video dedicati alla “dolce arte”.
Negli ultimi giorni a fare il giro del web, è il video-tutorial sulla “tecnica del pompelmo”. Come riporta Blitz, la pratica hot è stata sdoganata al grande pubblico da Jada Pinkett Smith, moglie di Will Smith, che ospite a uno show della tv australiana ne ha spiegato i “benefici”.

3228931_1543_pompelmoAnche su Dagospia è spiegata la tecnica amata dalla signora Smith: “La mossa consiste nel prendere un pompelmo a temperatura ambiente, grande e succoso, tagliarlo alle estremità e praticare un buco in mezzo in base alle dimensioni del membro del partner (non più largo né più stretto, è fondamentale)”.
A questo punto occorrerebbe bendare il partner. La donna poi procede con una mossa che coniuga l’utilizzo di bocca, mani e pompelmo. Provare per credere…

“Ecco cosa succede quando una donna curvy vuole comprare un bikini”, il post diventa virale

Voleva semplicemente comprare un costume ma un semplice acquisto è diventata una vera impresa. Sonny Turner, 19 anni, modella plus-size inglese non è infatti riuscita a trovare nulla che facesse al caso suo perché le taglie erano tutte troppo piccola, così la ragazza ha deciso di denunciare la cosa sui social.

2544945_1646_bikini3Sulla sua pagina Instagram ha mostrato i costumi decisamente troppo piccoli per il suo corpo formoso cercando di dare anche dei consigli ai futuri desiner. «I camerini possono essere dei posti spaventosi. Io sto indossando la taglia più grande in uno dei più popolari negozi, ed è una 44-46. Questo negozio non ha pensato a taglie per donne come me. Neanche la maggior parte dei negozi online. Nessuno, quindi ecco una serie di consigli per aspiranti designer», scrive la 19enne nel post ed elenca i suoi consigli.
«Il seno grande ha bisogno del ferretto come supporto per apparire giovanile. Abbiamo bisogno di coppe del reggiseno che coprano qualcosa in più del solo capezzolo. Abbiamo bisogno di coppe che spingano i nostri seni vicini in modo che non si crei un enorme buco in mezzo. Abbiamo bisogno di laccetti che non siano così stretti da spezzarci il collo, abbiamo bisogno di mutandine del bikini che non finiscano in mezzo quando camminiamo», precisa e poi conclude: «Abbiamo bisogno di più scelte che si adattino al nostro fisico e che non ricadano sempre sul generico costume nero col kimono. Sì, che ci crediate o meno, alcune di noi vogliono davvero un costume a tanga, e l’intera collezione non deve essere per forza a vita alta. Abbiamo bisogno che smettiate di utilizzare modelle con seno finto che non rendono l’idea di come potrebbe stare quel reggiseno su un corpo reale ‘penzolante’. Non è giusto che non possiamo indossare abbigliamento da spiaggia carino solo perché siamo fatte in modo diverso. Ci meritiamo di poter entrare in un negozio, di pagare dieci sterline per un bikini accettabile senza distruggere la sicurezza in noi stesse. Il senso di #everyBODYisbeautiful è proprio questo: fate vestiti per ogni taglia e per ogni corpo».

I consigli per il mare di Chiara Ferragni

Chiara Ferragni è rientrata in Italia. Dopo la trasferta in California e la puntatina a Montecarlo, la Blonde Salad è tornata a dettar tendenze in patria. Le follower che spettavano i suoi consigli per acquistare i costumi sono rimaste un po’ deluse: Chiara posta gli shorts, ma non i bikini! Nel mare magnum social di borsette e valigie, c’è ancora ben poco di beachwear.

C_2_box_33821_upiFoto1F (2)Per trovare qualche spunto sui dictat per l’estate, bisogna tornare un po’ indietro nella time line di Chiara Ferragni: precisamente alla vacanza con Fedez nel Resort di lusso delle isole Hawaii. In quelle foto, tra aperitivi al tramonto e baci tra le onde, i costumi sono ben visibili. Modelli piuttosto semplici e poco strutturati, nessuna fantasia e colori decisi. Grandi assenti di questa stagione sono i bikini: Chiara Ferragni sulla sabbia ha optato per degli interi.
C’è quello nero con maliziose palme sul seno, l’intero rosso con scollatura profondissima dall’aria vintage, l’elegante in lurex sui toni del blu: tutti di Mimi à la Mer. Non può mancare il costume bianco con l’occhio strizzato, della linea personale di Chiara Ferragni. E poi il più difficile da indossare: un costume bicolore Lna con obò frontale e nodo sul seno. Alzi la mano chi sfoggerà in spiaggia questo modello suggerito da Chiara Ferragni.

Gwyneth Paltrow choc: “Ecco la mia guida al sesso anale…”

LOS ANGELES – Gwyneth Paltrow, l’attrice americana premio Oscar, rompe ogni tabù e sul suo blog Goop parla del sesso anale, regalando ai fan una vera e propria guida all’erotismo senza inibizioni.

2339702_gwynethpaltrow

“All’inizio era scioccante praticare il sesso anale e ora è veramente parte integrante delle abitudini sessuali. Non è che tutti lo pratichino, ma se è una cosa che vi attira, sappiate che non siete sole. Stiamo insegnando alle ragazze a essere determinate ovunque tranne che in camera da letto? Questi sono i miei consigli”.
Post dopo post, l’attrice americana parla di lubrificazione, sex toys, calo del desiderio. E infine offre ai follower una guida completa per il sesso anale.

Giffoni, Jennifer Aniston: “Staccatevi dai telefonini e spegnete i computer…”

Un bagno di folla e un’accoglienza che si riserva alle grandi star per Jennifer Aniston, special guest al Giffoni Experience: “Continuate ad imparare, a osservare gli altri. Restate interessati, staccatevi dai telefoni e guardate invece alla vita”, ha consigliato l’attrice ai giovani, con i quali si è intrattenuta per oltre 40 minuti rispondendo alle loro domande. E alle ragazze ha detto: “Supportatevi le une con le altre e amate voi stesse”.

Jennifer-Aniston

 

Circondata dai ragazzi in un clima festoso l’attrice si è quasi commossa per la calorosa accoglienza dei giovani giurati e ha dispensato consigli.Ai ragazzi ha detto: “Scrivete le vostre storie e non accettate dei no per risposta”. Alle ragazze: “Supportatevi le une con le altre, io sono cresciuta in una cerchia di amiche con cui ci siamo sempre sostenute. E poi amate voi stesse, non importa la vostra taglia, altezza o colore, non pensate di dover cambiare. Questa renderà forti voi e chi vi è intorno”. Riguardo alla carriera al femminile ad Hollywood la Aniston ha poi aggiunto: “Finalmente le possibilità per le donne stanno crescendo, ci sono più registe e sceneggiatrici e si sta provando ad andare oltre gli stereotipi”.
Poi l’attrice si è raccontata rivelando di preferire i ruoli di “donne complicate, imperfette, divertenti, o che pensano di essere le persone più furbe nella stanza, ma non lo sono”. La parte che le ha cambiato la vita? E’ quella in Cake, dice, dove interpretava una madre che dopo aver perso il figlio in un incidente tenta il suicidio e si ammala di dolore cronico: “E’ una parte per cui ho lottato, volevo superare gli stereotipi a cui erano legati i ruoli che mi offrivano ed è stata una sfida provare a me stessa che potevo recitare personaggi così”.
+-Poi la Aniston si è dilungata sui pericoli del web: “Se incontrate un bullo nella vita isolatelo, non bisogna permettergli di aggredirvi. Però oggi attraverso internet il problema è esploso. Molti sono vittima di bullismo anche da adulti, è’ successo a me come a molti altri. Spegnete i computer e parlate di più l’uno con l’altro”. Agli adulti ricorda doveri e responsabilità, tra cui quella: “di far capire ai ragazzi ciò che è vero e ciò che non lo è in quello che comunicano i media, da cui spesso arrivano messaggi disonesti”.
Ai giornalisti incontrati prima del bagno di folla dei giovani l’attrice ha parlato dei suoi ultimi film “The yellow birds” di Alexandre Moors, “bellissima storia sulla perdita dell’innocenza attraverso la guerra” e la commedia di Josh Gordon e Will Speck ‘Office Christmas party, con, fra gli altri, Jason Bateman. Ma tra i suoi progetti c’è anche una produzione, dopo dieci anni di tentativi, sta per avviare quella di The Goree girls (che potrebbe diventare anche un musical teatrale) tratto dalla storia vera di una band country femminile nata in prigione in Texas negli anni ’40. “Il film lo dirigerà Mimi Leder, dovremmo iniziare a girare l’anno prossimo”. Lei però non sarà fra gli interpreti: ” dieci anni fa l’avrei fatto, ora la mia finestra per quel ruolo si è chiusa”, spiega con un sorriso. Tanti i registi con cui le piacerebbe lavorare: “Mi interessa ogni regista talentuoso che mi offra una bella sceneggiatura”, ma anche la televisione le interessa: “La tv è anche superiore al cinema. Sul grande schermo vediamo supereroi e blockbuster o piccoli progetti indie. Manca quella fascia di mezzo, che produceva film come Voglia di tenerezza”. Il successo sempre vivo di Friends, la serie che l’ha lanciata, conosciuta dai ragazzi grazie ad esempio a Netflix, la fa sentire “come in una macchina del tempo. Sarò sempre grata per il ruolo di Rachel”, assicura.

Gwyneth Paltrow, ogni giorno fa colazione con un frullato da 180 euro: ecco la ricetta

Un po’ consigli per essere in forma e in buona salute, un po’ promozione pubblicitaria. L’unica cosa certa, però, è che non tutti possono permettersi il segreto di Gwyneth Paltrow per mantenersi bella e giovane nonostante l’età che avanza inesorabilmente.La celebre attrice, 43 anni, gestisce infatti il blog di Goop, un’azienda che si occupa di prodotti alimentari ed estetici di lusso.

000GwynethPaltrowInStyle3

Ed è proprio sul blog che Gwyneth ha deciso di fornire agli utenti del web la propria ricetta per una colazione all’insegna della salute. Questi gli ingredienti:
– una tazza di latte di mandorle
– un cucchiaio di burro di mandorle
– un cucchiaino di olio di cocco
– due cucchiani di proteine in polvere ricavate dal fungo di vaniglia
– un cucchiaino di maca in polvere
– un cucchiaino di ashwagandha
– un cucchiaino di he shou wu
– un cucchiaino di cordyceps
– un pizzico di sale himalayano
– un pizzico di vaniglia in polvere
– un cucchiaino di polvere Goop (l’azienda ne produce diversi tipi, a seconda degli effetti che si vogliono ottenere, ndr). A causa degli ingredienti, costosi e ricercati, non tutti possono permettersi una colazione del genere. Il Daily Mail ha calcolato rapidamente quanto verrebbe a costare una simile ricerca: 200 dollari, circa 180 euro.

Emma Watson e il sesso: “Mi sono iscritta ad un sito per incontrare donne”

Abbonarsi ad un sito che offre alle donne suggerimenti e consigli per una maggiore consapevolezza sul piacere sessuale femminile. Vi sembra anomalo che una donna lo faccia? O che a farlo sia una ragazza di 25 anni?

Emma-Watson-nuda-le-foto-rubate-online.jpg

Per lei, che lo ha fatto, è stata invece una cosa del tutto normale.A rivelare di aver sottoscritto la registrazione a pagamento è Emma Watson: “E’ un abbonamento costoso ma ne vale la pena” ha detto ieri l’attrice, durante l’intervista che ha fatto a Londra all’icona statunitense del femminismo, Gloria Steinem. Secondo quanto riporta il ‘Telegraph’, per registrasi a ‘OMGYES.com’, piattaforma con video e articoli che presentano tecniche dedicate alla ricerca del piacere femminile, viene richiesto il pagamento una tantum di circa 50 euro (40 sterline). La 25enne, da sempre attenta ai temi dell’emancipazione delle donne, ha raccontato che è stato un suo amico a parlarle del sito: “Ci stavo pensando da tempo – ha detto Emma Watson – e alla fine l’ho fatto”.