Nina Moric, “malloppo” sul tavolino

C’è chi con riservatezza ed eleganza non mostrerebbe nemmeno un euro e chi come Nina Moric spera che le sue forme distraggano i follower dalla mazzetta di 50 euro appoggiata con superficialità sul tavolo.

C_2_articolo_3086526_upiImagepp (1)Sicuramente a Trani, dove posa con una maglia davanti alla finestra aperta, non deve tirare un filo di vento. E mentre ce lo auguriamo (per lei), viene da chiedersi che ci fanno tutti quei contanti lì?
Nina sembra essere caduta nella trappola dell’esibizionismo, un po’ il vizietto che aveva il suo ex, Fabrizio Corona, che per colpa dei contanti sta passando un sacco di guai.

Belen scortata da quattro carabinieri al processo Corona: esposto Codacons alla Corte dei Conti

Nel corso del processo a Fabrizio Corona per i 2,6 milioni in contanti ritrovati in parte nel controsoffitto, ieri è stata chiamata a testimoniare anche Belen Rodriguez. Tra le tante immagini che la hanno immortalata dentro e fuori dal Tribunale, spicca l’immagine di Belen scortata da quattro carabinieri.

Belen scortata da quattro carabinieri esposto Codacons alla Corte dei Conti_12115522

Il Codacons annuncia che presenterà esposto alla Corte dei Conti in merito all’accaduto, nonché richiesta di chiarimenti al Ministero della Difesa sull’utilizzo del personale di giustizia. “Chiediamo spiegazioni in merito a quanto accaduto – spiega il Codacons – Non abbiamo nulla contro Belen o contro la sua presenza in Tribunale, desideriamo solo avere delucidazione da chi di dovere, in merito al cospicuo utilizzo del personale di giustizia solamente per accompagnare Belen fuori dal Tribunale. Dopo i noti fatti di cronaca accaduti anche all’interno del Tribunale di Milano, riteniamo necessario che il personale di giustizia si occupi di garantire la sicurezza di tutti gli avvocati, magistrati e tutti i cittadini che per un motivo o per l’altro si trovano all’interno del Tribunale. Presenteremo esposto alla Corte dei Conti e desideriamo chiarimenti dal Ministero della Difesa in merito.”

Trova portafoglio con 33mila euro e lo restituisce. Il proprietario lo ringrazia in lacrime

Ha trovato un borsello con 33mila euro in contanti e l’ha consegnato ai carabinieri che, a loro volta, lo hanno restituito al legittimo proprietario, in lacrime quando ha rivisto il denaro, parte dei risparmi accumulati in una vita. È accaduto ieri, primo maggio, ma la notizia è stata diffusa oggi.

image (10)

Tutto è iniziato la mattina di ieri quando un settantenne agricoltore di Castellucchio (Mantova) si è fermato al distributore di un centro commerciale di Curtatone, distante pochi chilometri, per far benzina. Una volta ripartito, si è accorto di non avere più il borsello con il denaro che gli sarebbe servito per alcuni pagamenti. Disperato, si è rivolto ai carabinieri di Castellucchio per presentare denuncia di smarrimento di quelli che ha detto essere frutto della sua lunga vita lavorativa e messi da parte per eventuali necessità. I militari si sono recati al distributore e, visionando le telecamere dell’impianto di sorveglianza, hanno visto un altro uomo mentre raccoglieva il borsello e poi saliva sulla sua auto. Rintracciato grazie alla targa della vettura, i carabinieri gli hanno telefonato trovandolo già in caserma dai loro colleghi di Curtatone, mentre stava restituendo i soldi. L’uomo è un impiegato di 50 anni di Curtatone; poco dopo ha incontrato l’agricoltore che, in lacrime, lo ha ringraziato per la sua onestà e ricompensato con alcune centinaia di euro.