Arisa si fa la barba

Scherza Arisa con i suoi follower prima di andare a letto. La cantante che da poco ha cambiato la sua immagine con delle lunghe extension castane questa volta si mostra con la schiuma da barba sul viso e un rasoio appoggiato sulla pelle.

arisabarba2018_thumb660x453Un’immagine, la sua, che ricorda la copertina di “Esquire” del 1965 in cui Virna Lisi compie la stessa azione. Che Arisa abbia voluto rendere omaggio alla grande attrice?

Patrizia Pellegrino: “Otto mesi di passione con il principe Alberto, mi lasciò per un topless”

Patrizia Pellegrino sarebbe potuta diventare la nuova Grace Kelly. Trent’anni fa l’attrice napoletana ha avuto una storia d’amore con il principe Alberto di Monaco. Ospite oggi di Pomeriggio 5, ha raccontato che lui l’ha lasciata perché le rimproverava uno stile di vita incompatibile con il suo ruolo: “È durata otto mesi. C’incontrammo a Venezia. Lui mi ripeteva che avevo lo stesso sorriso della mamma”.

3485635_1843_collage_2018_01_15Una copertina osè e la distanza sarebbero all’origine della rottura. “Era una relazione a distanza, lui tra Montecarlo e Parigi, io a Roma. Poi lui si freddò quando uscì il mio servizio su ‘Playmen’”, queste le sue dichiarazioni rilasciate a Barbara D’Urso e alla rivista ‘Diva e Donna’.
Il principe monegasco si è sposato da anni con Charlène Wittstock il 2 luglio 2010 presso il Palazzo dei Principi di Monaco. Il 10 dicembre 2014 la principessa ha dato alla luce due gemelli, una femmina e un maschio, battezzati rispettivamente Gabriella Thérèse Marie e Jacques Honoré.

Fiorello a Vanity Fair: “Io permaloso, non accetto le critiche. La tv? È il mezzo meno veritiero”

«Mi diverto come un pazzo… Cerco di far capire che l’età non conta. Che se hai delle idee, anche a 50 anni, come faceva Arbore, puoi incontrare il pubblico più giovane di te. Facebook apre una strada, vediamo dove porterà».
Così a Vanity Fair, che gli dedica la copertina del numero in edicola da mercoledì 22 novembre, Rosario Fiorello, il più grande showman italiano, racconta la sua nuova avventura, Il Socialista, programma radio che conduce ogni giorno alle 13 sulla sua pagina Facebook – http://www.facebook.com/Fiorello.Official – e che il mattino dopo va in onda in versione ridotta su Radio Deejay, dove 27 anni fa iniziò la sua carriera.

fiorello-vanity-fair-51-2011_490x340-anteprima-600x416-545319Carriera che ripercorre nell’intervista, per parlare anche del suo carattere, del suo passato, del suo futuro e di un tema di scottante attualità.
Biografia. Gli anni del Villaggio. «A metà degli anni ‘70, gli amici parlavano del villaggio con toni mitologici. “Non è un albergo, ci sono le capanne, non c’è il direttore, ma ‘u capovillaggio e la sera ballano tutti nudi, scalzi, con i parei, le tette di fuori, la marijuana libera. Hai presente Vuudstocche?”. Alla fine fui assunto. Dopo aver venduto le verdure in mezzo alla via, aver fatto il muratore, il meccanico e anche il telefonista in una ditta di pompe funebri, il villaggio era un bel salto. Quelli che mi vogliono denigrare dicono “viene dai villaggi”. Ma io so che se non ci fosse stato il prima, non ci sarebbe stato neanche il dopo. Il villaggio è stata la mia scuola».
Il futuro. È possibile persino non vederla più in Tv? «È possibile che non la faccia mai più, sì. Per me l’importante è fare spettacolo. Con una o con tremila persone, è uguale. Accadrà finché vivrò perché sono riuscito a smettere di fumare, ma non riesco a smettere di pensare al mio mestiere. La Tv è un’altra cosa. È il meno veritiero dei mezzi con cui mi esprimo. Il più irreggimentato. È vero che sono pigro, che mi piace stare a casa con le mie figlie e con Susanna, che il mio divano è la mia Arca e che quando faccio qualcosa di importante, per un effetto psicosomatico, vorrei regolarmente ammalarmi. Ma è vero anche che per adesso non ne ho più voglia. Non ho più voglia di stupire, mi sono stufato dell’ansia da prestazione, delle riunioni infinite, della liturgia».
Il caso Weinstein. «Sono solidale con le ragazze che l’hanno detto subito e anche con quelle che hanno reso pubbliche le molestie dopo venti o trent’anni, il ritardo non conta. Però oltre a quello di chi usa il proprio potere per ottenere del sesso, c’è un altro aspetto che non ho mai letto su nessun giornale. Sa qual è? Che non solo esistono le consenzienti che non si fanno né vedere né sentire, ma neanche uno straccio di produttore che abbia detto “Ci sono ragazze che tendono vere e proprie imboscate” e che una volta saputo che in un certo luogo ci sarà quel produttore vanno da lui e dicono “vengo a letto con te se mi dai la parte”. Ci sono quelle che hanno fatto carriera così e ci sono, come in Bellissima di Visconti, le madri che ai produttori hanno portato direttamente in dote le loro figlie. Tutte sante? Non credo. Non vorrei essere tacciato di misoginia. Bisogna dire che ci sono i porci e però, per essere giusti, equi e realisti, è necessario dire che ci sono anche quelle che si sono concesse per scelta. Se aspettiamo un po’, le donne che diranno “l’ho fatto con gioia” arriveranno. Ne sono sicuro».
Il carattere di Fiore. «Sì, sono permaloso e rancoroso e faccio molta fatica ad accettare le critiche. Sono fatto così: ti posso piacere o meno, tu sei libero di dire ciò che vuoi, io di non fare più un varietà. Poi i tempi sono cambiati e non è detto che ciò che andava bene ieri vada bene anche oggi. Vedo gente che con il 22 per cento di share stappa lo champagne. Noi arrivammo al 63. Quanto dovrei fare ora per non deludere le aspettative?». L’età. «Tra qualche mese compirò 58 anni. L’età che aveva mio padre quando morì. Ci penso, con ansia sottile e malcelata scaramanzia, quasi ogni giorno».
I grandi dolori. «Ero a Sanremo per il Festival del 1990 e verso le 11 di sera telefonai a casa per salutare i miei genitori. Avevo la mania di avvisarli, di fargli sapere sempre dove fossi. Alla fine trovai un parente. “Rosà- mi disse- tuo padre si è sentito male”. “È morto, vero?” risposi. Ballava con mia madre, disse “ho dimenticato le sigarette, vado a prenderle”, lo trovarono nel parcheggio, vicino alla macchina, alla festa di Carnevale. Fu una botta spaventosa. Raggiunsi il villaggio Valtur di Pila, in Val D’Aosta, per parlare con mio fratello. Aprì la porta della sua stanza alle 6 del mattino: “Da adesso dobbiamo fare da soli, Beppe. Papà non c’è più”». Il domani. «Un tempo le persone mi chiedevano gli autografi e dicevano: “È per me”. Poi siamo passati alle madri, alle zie e alle nonne. Quando arriveremo alle bisnonne capirò che è finita». Avevo detto che mi sarei ritirato a 60 anni, ma ci riuscirò? Non vorrei fare come i Pooh che sono stati recentemente premiati per il seicentesimo addio annunciato in carriera». Programmi? «Vorrei invecchiare, ma purtroppo non ci riesco».

Jennifer Lawrence e le molestie: “Punita per essermi ribellata”

Tra le molte attrici che hanno pagato lo scotto per essersi ribellate alle molestie dei potenti di Hollywood c’è anche il premio Oscar Jennifer Lawrence. Intervistata da “Hollywood Reporter”, la 27enne ha infatti confessato di essere stata minacciata per non aver assecondato le richieste di un regista: “Per questo sono stata punita e ho avuto paura che non mi avrebbe più chiamata nessuno. Ha messo a repentaglio il mio lavoro e la mia carriera”.

Jennifer-Lawrence-Sexy-HD-Wallpaper-Wide-Background-Images-Photos-Pictures-3-870x418Il magazine ha dedicato la copertina alle dive che si sono rifiutate di scendere a compromessi e per questo sono state etichettate come “difficili”. Oltre alla Lawrence sulla cover compaiono anche Emma Stone, Jessica Chastain, Allison Janney, Saoirse Ronan e la cantautrice Mary J. Blige.
“Mi hanno detto che ero ingestibile, che ero un incubo” ha continuato la Lawrence “Penso che molte persone non si facciano avanti per paura di non lavorare più. Devi avere la forza di dire ‘Questo è sbagliato’ e avere vicino qualcuno che faccia qualcosa, invece di qualcuno che ti dica ‘E’ sbagliato? Bene, sei licenziata’”.
Una battaglia che secondo la Lawrence non riguarda solo il mondo dello spettacolo: “C’è il pregiudizio che queste cose avvengano solo nell’industria dell’intrattenimento, ma non è così. Ci sono gli stessi abusi sessuali nel resto del mondo, in qualunque ambiente di lavoro. Fortunatamente adesso ne abbiamo iniziato a parlare”

Penelope Cruz tutta nuda per “Esquire”

Fascino senza tempo per Penelope Cruz, che a 43 anni ha conquistato la copertina di “Esquire UK” con uno scatto senza veli da mozzare il fiato. L’attrice spagnola si è lasciata immortalare da Mert Alas e Marcus Piggott, regalando scorci ‘calienti’ che esaltano il suo fascino mediterraneo. Di nuovo mora quindi, dopo aver vestito i panni della bionda Donatella Versace per la nuova stagione di “American Crime Story”.

C_2_articolo_3100588_upiFoto1FDopo tanto cinema la Cruz ha recentemente scelto di tornare a recitare in una serie tv, per la prima volta da quand’era adolescente. E per il gran rientro ha scelto proprio di interpretare un’icona del made in Italy: Donatella Versace. La prossima stagione di “American Horror Story” (in onda negli Usa nel 2018) ruota infatti intorno al tragico omicidio di Gianni Versace, avvenuto a Miami nel 1997.
Per calarsi nel personaggio ha dovuto recitare in inglese, sua seconda lingua, ma con accento italiano. “L’avevo già fatto per il musical ‘Nine’ (al fianco di Sophia Loren ndr.) e ho già interpretato in passato una donna italiana. Nel film di Sergio Castellitto ‘Non ti muovere’ recitavo in italiano quindi ho familiarità con la lingua. Parlo italiano, ma è comunque una grande sfida”.

Bella Thorne scatenata, compleanno al bacio (con la lingua)

Bella Thorne ha abituato i suoi follower a comportamenti sempre sopra le righe. L’8 ottobre l’attrice ha compiuto 20 anni.

C_2_articolo_3099714_upiFoto1F (1)Se nei giorni precedenti si è celebrata posando nuda sulla copertina di GQ, ha poi festeggiato il compleanno lasciando da parte la sobrietà. Durante la festa ha scambiato effusioni hot con la youtuber Tana Mongeau, con cui fa coppia da settembre. Il video è stato condiviso sui social.

Laura Forgia, da Playboy a ‘I fatti vostri’ con Magalli, al posto di Adriana Volpe

Papà italiano, mamma svedese, 34 anni ed un fisico scultoreo che le è valso anche la copertina ed un servizio di ‘Playboy’. Ma non solo: Laura Forgia, che affiancherà Giancarlo Magalli a ‘I fatti vostri’ prendendo il posto di Adriana Volpe dopo il litigio tra i due conduttori, è una tutta da scoprire.

3243403_2026_laura_forgiaHa iniziato a calcare le passerelle da bambina, aveva solo sei anni ed ha avuto una brillante carriera nel mondo della moda, ma Laura non si è fermata lì. Dopo il diploma al Conservatorio, la splendida modella e showgirl ha ottenuto anche una laurea in ingegneria e biotecnologie mediche all’università degli studi dell’Insubria.

Kim Kardashian, lʼeffetto nude fa impazzire i social

Smessi i panni di Jackie Kennedy per Interview Magazine, Kim Kardashian indossa uno strategico bikini effetto nudo, che esalta un décolleté perfetto e dei fianchi ben torniti.

C_2_articolo_3092136_upiFoto1F“It’s really hot today”, cinguetta lei su Instagram mentre in poche ore guadagna quasi 1 milione e mezzo di consensi. Solo un momento di relax, prima di tornare di nuovo in copertina per l’edizione araba di Harpers Bazaar.

Siria De Fazio: “Mi spoglio per Playboy e ho sempre Naike Rivelli nel cuore”

E’ stata la prima a dichiarare in tv la sua bisessualità, con Naike Rivelli ha vissuto l’amore senza tabù, e anche adesso che è finita la tiene “sempre nel cuore”. L’ex gieffina Siria De Fazio ha da poco festeggiato i suoi primi 40 anni e ora si regala una copertina importante. A ottobre apparirà nuda su Playboy Italia (Tgcom24 anticipa gli scatti dal backstage) e si racconta senza filtri: “Sono finalmente pronta a tornare in tv”.

C_2_articolo_3087020_upiFoto1FChe rapporto hai con il tuo corpo?
Dipende, a tratti buono, altre tremendo. L’ho sempre usato per motivi lavorativi. Ma nel mio privato mi faccio mille problemi, se vedo le gambe un po’ gonfie vado in tilt. Non mi vedo mai bene e non ho mai fatto palestra in vita mia.

I tatuaggi fanno parte del tuo corpo, quanti ne hai?
Circa una cinquantina. Che aumentano continuamente, non riesco più a fermarmi, l’ultimo l’ho fatto al collo, un disegno geometrico. Li ho sempre scelti per un significato, ogni tatuaggio rappresenta un passo importante della mia vita.

Hai una passione anche per il fuoco…
Sono una mangiafuoco, è la mia passione. L’ho fatto per quasi 20 anni ma recentemente mi sono fermata per un problema di salute.

Ti piacerebbe tornare in tv?
Oggi sono più pronta. Sono stata volontariamente distante per qualche anno. Non ero sicura di me, l’ambiente è un po’ complicato, c’è una grande competizione e bisogna essere sempre carichi di energia. Oggi mi butterei nella mischia, mi piacciono i reality, cose leggere…

L’Isola dei famosi la faresti?
Subito. Deve essere molto bella come esperienza, mi sentirei libera.

Sei la prima ad aver dichiarato la tua bisessualità senza problemi, ti è costato?
No, lo rifarei. L’ho detto con spontaneità e naturalezza. Mi ha portato la stima da parte di tutti, avere il coraggio di essere se stessi piace. E io lo sono sempre stata.

Oggi sei innamorata di un uomo o di una donna?
Ho una donna nel cuore.

Naike Rivelli?
Sempre la stessa. Credo che sia l’amore della mia vita. Non ci sentiamo, non abbiamo nessun tipo di rapporto. Ma la porto dentro di me.

Perché è finita?
Siamo due persone con una anima simile ma una mente diversa. Non so cosa faccia, non mi informo su di lei, rimango completamente distaccata, pensa che non la seguo neanche sui social.

Però hai saputo dello sfratto…
Certe notizie mi arrivano all’orecchio tramite altre vie. Mi dispiace, non la giudico. Da donna mi rendo conto che nella vita succedono cose che non hai calcolato bene.

Vuoi fare un appello?
No.

Con chi sei rimasta in contatto del Grande Fratello?
Con Vittorio, il surfista, e Ferdi, che ha vinto. Sono riuscita a mantenere dei rapporti molto buoni solo con loro. Ho un bel ricordo di quel periodo, il reality mi ha fatto rincontrare mio papà che poi ho riperso, ma è sttato piacevole.

Chirurgia estetica si o no?
Ho il viso rifatto, lo chiedi proprio a me? Sono per la chirurga estetica, assolutamente. Non ho paura del tempo che passa, ma sono molto attaccata alla vita, ho appena festeggiato i miei primi 40 anni e mi piace rimanere giovane.

Come seduci?
Con il sorriso.

Dite tutte così…
Certo, prima magari ti guardano il lato B. Ma quello che sorprende di più è il sorriso e lo sguardo, l’allegria. Di donne belle ce ne sono tantissime. Gioco anche io con l’intimo, ma la differenza la fa l’energia.

Come ti definiresti oggi?
Una donna che si appartiene. Che ha capito l’importanza di non fare quello che si aspettano gli altri. Libera di fare cose anche peggiori, ma nelle mie corde.

Lorella Boccia a Formentera: gli scatti bollenti della ballerina di Amici

Lorella Boccia, ballerina professionista di Amici, si gode le vacanze a Formentera e regala ai fan scatti social
L’estate di Lorella Boccia è più social che mai, merito anche della location perfetta per scatti ‘da copertina’. La ballerina professionista di Amici si trova infatti a Formentera e sta regalando ai fan immagini dall’isola, che la ritraggono ovviamente intenta a godersi le spiagge e il mare.

15_20170802101406Lorella Boccia ha iniziato la sua carriera televisiva proprio ad Amici, partecipando al talent come concorrente. L’esperienza è stata per Lorella particolarmente proficua considerando che è stata addirittura notata oltreoceano e che è stata chiamata a partecipare come attrice nella produzione cinematografica internazionale Step Up. Successivamente è poi tornata in Italia nel ruolo di co-conduttrice di Colorado su Italia1, a fianco di Paolo Ruffini, e ha poi debuttato da professionista sempre ad Amici su Canale5, tornando in un certo senso all’ovile, stavolta in un ruolo però che indubbiamente ne premia il talento.
Ballerina, attrice e conduttrice, quella di Lorella Boccia sembra una carriera in continua ascesa con l’ambizione nel diventare sempre di più una showgirl completa per il piccolo schermo. Spente le luci del talent, Lorella si è trasferita per una vacanza nel territorio spagnolo dove a suon di scatti ha conquistato gli occhi dei passanti e dei social network.