Aurora Ramazzotti, lite in discoteca col fidanzato Goffredo Cerza: “Ambiente troppo libertino”

Da qualche tempo Aurora Ramazzotti ha reso pubblica la sua relazione con Goffredo Cerza e la cosa è ampiamente mostrata dal social della figlia di Michelle Hunziker ed Eros Ramazzotti.

3356598_1753_aurora_ramazzotti_lite_fidanzatoi (1)Fra i due giovani però sembra ci sia stata una lite in discoteca a causa sembra di un’atmosfera troppo libertina: “Serata di litigi al Plastic, storica discoteca milanese (…) Aurora Ramazzotti, figlia di Eros e di Michelle Hunziker – ha fatto sapere a “Vanity Fair” – è arrivata con un gruppo di amici tra cui il fidanzato Goffredo Cerza.
AI giovane non piaceva l’atmosfera della festa, a suo dire troppo trasgressiva, e lo ha detto scocciato ad Aurora che gli avrebbe risposto di essere in un posto dove la libertà di espressione è sempre stata ben vista. Fatto sta che se ne è andato imbronciato: forse Goffredo pensava di andare in convento? si chiedevano gli amici della coppia …”.

Firenze, ragazza massacrata e in fin di vita. L’sms choc all’amico: “Domani sarò morta”

«Domani sarò morta, tesoro» – si legge nei messaggi inviati dal telefono della giovane – «Addio». Il giovane, che aveva visto l’amica in discoteca quella notte, ha ricevuto il messaggio alle 5.40 ed è convinto che a mandarlo non sia stata la ragazza, ma qualcun altro.

C_2_articolo_3100998_upiImagepp_16121301Un sms choc, che faceva presagire solo scenari negativi, quello che un amico sostiene di aver ricevuto dalla ragazza di 17 anni ritrovata in fin di vita e in una pozza di sangue nel parco dell’Ambrogiana, a Firenze. A rivelarne il contenuto è Mattino Cinque. «Aveva litigato in modo molto acceso con i suoi amici, sono ragazzi esagitati e casinisti, dubito che sia andata al parco da sola», ha spiegato il giovane ai microfoni della trasmissione di Canale 5. Intanto, le condizioni della ragazza migliorano e già oggi potrebbe essere ascoltata in ospedale dalla polizia.

Stupro studentesse, spunta un video girato da una ragazza in discoteca. Immagini confuse e un grido: “Bastard”

FIRENZE – Un grido: “Bastard, bastard”. E poi immagini confuse, fotogrammi di una notte da dimenticare. La verità di quanto accaduto nell’androne del palazzo di Borgo Santi Apostoli, nel storico di Firenze, tra i due carabinieri e le studentesse americane potrebbe essere contenuta in un video realizzato da una delle due ragazze con il proprio telefonino. Un filmato di qualche secondo che, secondo quanto riporta ‘La Nazione’, sarebbe ora in mano agli inquirenti.3232774_1410_stupro_firenze_2

“Nonostante l’alcol, una delle due ragazze avrebbe trovato il coraggio di premere ‘rec’ e filmare, anche se solo per qualche secondo, il rapporto sessuale con il carabiniere che lei ha poi accusato di stupro – scrive il quotidiano toscano – Le immagini in questo momento potrebbero diventare un elemento importante del mosaico indiziario che servirà all’accusa per inchiodare i carabinieri alle loro eventuali responsabilità”.
Una delle due ragazze, la 21enne, ha detto a chi l’ha soccorsa di essere in grado di riconoscere il suo stupratore. “Appena dentro, nel palazzo, ci sono saltati addosso. Io non ho urlato perché ho avuto paura delle armi” ha detto la giovane. Intanto, sulla vicenda è in corso al Palazzo di Giustizia di Firenze un vertice in procura, coordinato dal procuratore capo Giuseppe Creazzo, e durante il quale dovrebbe essere valutata la possibilità di adottare misure cautelari nei confronti dei due carabinieri indagati per violenza sessuale. Sabato scorso l’Arma ha sospeso i due militari in via precauzione dal servizio.
Sempre sabato scorso uno dei due carabinieri, l’appuntato 40enne, si è recato in procura dove è stato interrogato, confermando l’avvenuto rapporto sessuale ma escludendo la violenza ed ha parlato un ‘rapporto consensuale’. Non è escluso che in giornata anche il secondo carabiniere possa presentarsi dai magistrati oppure che possa essere interrogato su richiesta del sostituto procuratore Ornella Galeotti.

Nick Kyrgios, notte brava del bad boy del tennis con 2 sexy colleghe 18enni. Il padre: “Lascia stare mia figlia”

LONDRA – Nick Kyrgios, il bad boy del tennis, torna a far parlare di sé. Dopo aver dovuto lasciare con largo anticipo i campi di Wimbleton a causa di un problema all’anca, il re del tennis è stato paparazzato in compagnia di Chlesea Samways e Monique Belovuković, due sexy promesse della racchetta, entrambe 18enni, nel corso di una notte brava in discoteca. Le belle sportive sono seguitissime sui social.

41778284Come riporta il Daily Mail, il numero 20 del mondo non ha perso tempo e ha pensato di “festeggiare” il ritiro con una notte a base di alcol, musica e flirt con le giovani tenniste. Il terzetto è stato fotografato intorno alle 3 di notte, fuori a una discoteca londinese.
Il bad boy però non aveva fatto i conti con la gelosia paterna. Il padre di Chelsea infatti non gliele ha mandate a dire: “Mia figlia ha solo 18 anni, è una ragazza dolce e ha trascorso tutta la notte fuori casa. Era Monique a conoscere Kyrgios. Io non voglio che niente possa distrarre Chelsea dal suo percorso. Se quel tennista fosse qui gli farei capire che deve lasciare stare mia figlia”, commenta Lawrence Samways.
Non è tutto. Ad andare su tutte le furie, anche la fidanzata di Kyrgios, la 22enne Ajla Tomljanovic, che ha saputo della bravata dai media. E per tutta risposta avrebbe cancellato dai social le foto in compagnia dell’ (ex?) dolce metà. Insomma, la notte di sballo al re del tennis è costata molto cara.

Incontro in discoteca: la modella padovana di origini marocchine in posa con Matteo Salvini

PADOVA – Si incontrano in discoteca e scatta la foto: i due protagonisti sono il segretario federale della Lega Nord, Matteo Salvini, e la modella padovana di origini marocchine Ahlam El Brinis, già al centro delle cronache recenti per aver difeso il proprio lavoro di fronte agli insulti ricevuti dai compagni di classe del fratello minore.

2488380_1047_alam99 (1)L’immagine è stata postata sul profilo della giovane modella. I due si sono incontrati al Papeete di Milano Marittima. Chiaramente l’immagine sta già facendo il giro del web suscitando commenti di ogni genere.

Mannequin challenge da record in discoteca a Roma

La sfida virale del “mannequin challenge” sbarca in una discoteca della capitale, per un’impresa che ha visto coinvolte quasi mille persone.

mannequin challenge record roma discoteca_27182754

Teatro del gioco che sta spopolando sui social, è il Planet, che, nella sala principale, quella dedicata alla musica Pop, ha visto il pubblico “immobilizzarsi” per 40 secondi.

La pornostar Sofia sexy infermiera sul manifesto e gli infermieri si infuriano

Un’infermiera sexy su un manifesto ha fatto insorgere centinaia di professionisti del settore. E’ il Collegio Ipasvi di Pesaro-Urbino a scendere nella piazza virtuale di Facebook con un post che denuncia il manifesto di una serata a tema nel ‘Pepenero’, famoso locale di Riccione, con la pornostar Sofia Cucci che invita tutti al ‘Sexy Hospital’, stasera e domani in discoteca. “Giochiamo al malato e all’infermiera?” si legge nel cartello. Le Peperine saranno, infatti, si legge, in costume da infermiera e da Dottoressa.

2103120_infermiera_sexy_manifesto

“Nel giorno della massima attenzione sul ruolo della #donna e sulle violenze cui è sottoposta c’è chi ancora gioca sullo stereotipo dell’infermiera sexy” denuncia la rappresentanza degli infermieri sulla sua pagina Facebook. “Anche questa è violenza, mancanza di rispetto per la dignità professionale” sottolineano nel post, chiedendo “ai sindaci dei territori interessati l’immediata rimozione di questo manifesto”. “In queste ore la pagina FB del locale Pepenero è sommerso da messaggi di indignazione, nonostante le scuse pubblicate oggi sul quotidiano ‘Il Resto del Carlino'” concludono dall’Ipasvi.
Tanti, tantissimi i messaggi sulla loro bacheca. C’è Ana Laura che, recensendo il locale con una sola stella, scrive su un post: “Denigrare la figura delle infermiere solo a fini commerciali… Pessimi! Uscite dagli stereotipi, siate un po’ più originali, su! Ah, curiosità: dopo l’hospital day, a quando uno studio legale day o uno scuola day?? Senza idee…”. Ma anche Francesca che ironicamente ringrazia “per aver ridicolizzato la nostra professione per l’ennesima volta”. E aggiunge: “Neanche vi degnate, poi, di togliere questa schifezza di manifesto”. Stesso giudizio negativo anche da Luisella, che li definisce “ridicoli” e “senza rispetto per il lavoro altrui”, facendo notare che in rianimazione, dove lavora, “c’è poco da giocare”.  La replica del Pepenero Staff non si è fatta attendere. Sexy Hospital, così come 1000 altre feste a tema e manifestazioni teatrali, ironizza su uno dei giochi più vecchi al Mondo, il malato e il Dottore o l’Infermiera” scrivono sulla pagina Facebook del locale. “Nessuna mancanza di rispetto per una categoria, gli operatori della Salute, che tutti Amiamo e Rispettiamo e di cui chiunque prima o poi avrà bisogno”.

Emanuele Filiberto si confessa: “Sono filogay”

Emanuele Filiberto si lascia andare e ha rilasciato alcune dichiarazioni nel corso di un’intervista su Gay.it: il principe di Casa Savoia ha toccato vari punti, tra cui quello della sua sessualità.  Giura di aver un approccio molto libero e mostra una mentalità abbastanza aperta, ma rinnega la televisione: “Trovo abbastanza triste la televisione italiana – ammette Emanuele Filiberto a Gay.it -. Non mi diverte più. Ho creato una società di produzione di format in Francia. Preferisco essere dietro alla telecamera. Guardo con tristezza questo Grande Fratello Vip: perché accettare queste cose?”.

000-1895-001

Poi una domanda riguardante l’omosessualità: “Se sono stato sedotto da un uomo? Mi capita, ho abbastanza successo con gli uomini! – ha ammesso il principe -. Ho un approccio molto più libero, più aperto, ho frequentato molto gli ambienti gay. A Parigi andavo al Boy, era una discoteca favolosa perché c’erano le più belle donne di Parigi, sicure che nessuno le annoiasse. Anch’io trovo gli uomini belli, non ho questa barriera da macho anche se la mia sessualità è portata verso le donne, amo la donna. Sono filogay, anzi Filigay!”.Emanuele Filiberto si lascia andare e ha rilasciato alcune dichiarazioni nel corso di un’intervista su Gay.it: il principe di Casa Savoia ha toccato vari punti, tra cui quello della sua sessualità.  Giura di aver un approccio molto libero e mostra una mentalità abbastanza aperta, ma rinnega la televisione: “Trovo abbastanza triste la televisione italiana – ammette Emanuele Filiberto a Gay.it -. Non mi diverte più. Ho creato una società di produzione di format in Francia. Preferisco essere dietro alla telecamera. Guardo con tristezza questo Grande Fratello Vip: perché accettare queste cose?”.  Poi una domanda riguardante l’omosessualità: “Se sono stato sedotto da un uomo? Mi capita, ho abbastanza successo con gli uomini! – ha ammesso il principe -. Ho un approccio molto più libero, più aperto, ho frequentato molto gli ambienti gay. A Parigi andavo al Boy, era una discoteca favolosa perché c’erano le più belle donne di Parigi, sicure che nessuno le annoiasse. Anch’io trovo gli uomini belli, non ho questa barriera da macho anche se la mia sessualità è portata verso le donne, amo la donna. Sono filogay, anzi Filigay!”.

Nina Moric scatenata: festa extra lusso per i suoi 40 anni

La top model Nina Moric ha compiuto quarant’anni e per l’occasione ha deciso di lanciare dal proprio profilo Facebook l’hashtag #HappyBdayNina40 che sta spopolando sui social network.

13697155_531894510344495_225075173101916798_n

Poche ore prima di spegnere le candeline infatti la show girl croata ed ex moglie di Fabrizio Corona ha deciso di aprire un account anche su Twitter dove in poche ore si sono accumulati gli auguri di fan e personaggi dello spettacolo come Selvaggia Lucarelli. Una festa da mille e una notte con un maxi party a base di sushi e un super suv trasformato in limousine per trasportare tutti gli invitati in discoteca. Nina Moric dopo la festa ha ringraziato tutti con un post su Facebook.

Balotelli e la rissa in discoteca: ​amputate tre dita a un 33enne, il fratello nega

Nuova disavventura per Mario Balotelli, rimasto coinvolto in una rissa avvenuta all’alba di sabato all’esterno di un locale di Lonato del Garda, nel Bresciano.Lo riferisce il quotidiano locale Bresciaoggi. Nella rissa un 33enne ha perso tre dita di una mano nel tentativo di sfuggire, aggrappandosi all’obliteratrice del pullman sul quale era arrivato al locale con altri amici. Il litigio sarebbe nato per alcuni commenti all’indirizzo dell’ex attaccante del Milan che era in compagnia del fratello Enoch.

160608-152008mi080616spe712

IL FRATELLO: “NON È SUCCESSO NULLA” «Non è successo nulla e non c’è nulla da dire». Sono state le uniche parole riferite all’ANSA da Enoch Baruawh, fratello di Mario Balotelli. I due erano insieme sabato all’alba quando è scoppiata una rissa che ha coinvolto una cinquantina di persone fuori da un locale nel Bresciano. Ancora da capire il ruolo avuto da Balotelli e dal fratello. Di certo c’è che un 33enne coinvolto ha riportato la parziale amputazione di tre dita.