Allison Mack, la Chloe di Smallville, è a capo di una setta segreta a sfondo sessuale

Allison Mack, la Chloe di Smallville, sarebbe a capo di una setta segreta a sfondo sessuale. È l’accusa choc nei confronti dell’attrice che interpretava l’amica del giovanissimo Clark Kent nella serie tv che è andato in onda per 10 anni dal 2001 al 2011.
Viso angelico, classica ragazza della porta accanto, avrebbe reclutato donne per farle diventare delle schiave sessuali.

Allison_Mack_d1614880c97c173fddd763969521db77L’incredibile storia è stata riportata dai media britannici e la vedrebbero come uno dei membri più importanti del culto Dos, acronimo di “dominus obsequious sororium”, ovvero “padrone delle donne schiave”.
La storia è emersa dalle testimonianze di alcune di queste donne vittime della setta che, pentite, hanno rilasciato alla celebre testata la loro dichiarazione. Il Sun ha infine lanciato l’accusa pesante nei confronti della Mack sostenendo come lei fosse stata incaricata dal fondatore della setta Keitg Raniere di reclutare circa 25 ragazze per farne loro delle schiave del sesso.
Le vittime riceverebbero addirittura un marchio a fuoco sulla pelle con le iniziali del fondatore, costrette al digiuno, all’obbedienza nei confronti del loro padrone, a sottoporsi a prove di dolore e a consegnare foto e filmati personali in pose hot. E la bionda attrice di Smallville sarebbe passata da vittima a carnefica di tali oscenità e atrocità.

Ricatto a luci rosse. Presa a Venezia Kiran Matharoo, la Kardashian indo-canadese

VENEZIA – (A.Pe.) L’ultima foto su Instagram è datata 20 settembre e la ritrae sdraiata a bordo piscina, abito nude look e tacchi a spillo, borsetta griffata e posa languida.
L’ultimo post prima dello sbarco e soprattutto delle manette: mercoledì della scorsa settimana Kiran Matharoo è stata arrestata all’aeroporto Marco Polo di Venezia, in esecuzione di un mandato di cattura internazionale, spiccato nei confronti suoi e della sorella Jyoti, «le Kardashian indo-canadesi».

3267390_kiran1Procaci ed esibizioniste, nonché socialite quanto basta per venire accostate alla celebre famiglia armeno-statunitense, le due sono protagoniste di un intrigo intercontinentale imperniato su un maxi-ricatto a luci rosse.
LE ACCUSE
Fa dunque clamorosamente tappa in Veneto una vicenda che lo scorso anno aveva compiuto il giro del mondo. Verso la fine di dicembre, infatti, Kiran e Jyoti erano state incarcerate in Nigeria, con l’accusa di aver minacciato tramite filmati hard ben 274 uomini con cui sarebbero andate a letto: se le vittime non avessero pagato ingenti somme di denaro, quelle notti bollenti sarebbero state rese pubbliche su un sito web. Nel mirino sarebbe finito anche il petroliere Femi Otedola, la cui ricchezza è stimata in 1,8 miliardi di dollari, che però le aveva inguaiate, denunciando tutto alla polizia. «Non siamo delle escort d’alto bordo, è tutto un complotto contro di noi», si erano difese le sorelle, che a Capodanno avevano ottenuto la libertà provvisoria, in attesa del processo fissato a Laos per il 26 gennaio.

“Trovato un albero su Marte”, il video della Nasa scatena gli ufologi

Desertico e freddo, così si presenta e così è sempre stato descritto dagli studiosi il suolo di Marte, per questo motivo l’immagine che mostra quello che sembrerebbe essere un albero su quello stesso territorio ha dell’assurdo.

2399466_1242_albero_marte

Alcuni cacciatori di Ufo, basandosi su alcuni filmati della Nasa, sostengono di aver individuato sul pianeta rosso dei residui di quella che doveva essere una precedente vegetazione. I frame mostrano una strana figura, che sembra appunto un tronco di albero, spiccare tra le rocce. La “scoperta” potrebbe essere rivoluzionaria perché mostrerebbe che è possibile trovare vita su Marte, o che quanto meno vi sia stata in passato.
L’avvistamento potrebbe essere, ovviamente, solo di una delle tanti rocce presenti sul pianeta rosso, ma il dubbio è venuto a molte persone, come riporta anche il Daily Mail. La NASA ha spiegato che l’immagine è stata presa da Mastcam a bordo Mars rover Curiosity on Sol 1647 lo scorso marzo. La stessa agenzia spaziale ha più volte ipotizzato la presenza di acqua e di vita su Marte, ma in questo caso frena gli entusiasmi affermando che qualora siano anche presenti tracce di vita si tratterebbe di minuscole particelle e non di fitta vegetazione, almeno stando a quanto scoprerto fino ad oggi.

Spiata nuda in camera dal manager dell’hotel: poi l’offerta per farsi perdonare

Clare Day, commessabritannica di 27 anni, avrà pensato di vivere nel film dell’orrore “Psyco” quando ha sorpreso u no dei manager dell’albergo in cui aveva deciso di trascorrere la notte, spiarla mentre si spogliava e si sentiva al riparo da occhi indiscreti nella sua camera. Quando si è lamentata dell’accaduto le è stato offerto come risarcimento un soggiorno gratuito.

clare-day_12105251

Clare era nuda al piano terra quando ha visto il volto dell’uomo premuto contro il vetro della sua finestra. “Mi sono spaventata, mi ricordava un film dell’orrere”, ha detto la donna al Mirror.
“Ero in bagno e ho visto il riflesso del suo volto dietro di me nello specchio. Ho urlato e mi sono coperta, ma l’uomo è scomparso. Sembrava mi avesse ripreso con una videocamera”.
L’indomani mattina, dopo la notte insonne, ha raccontato l’incidente alla reception del Castello affittacamere di Walworth, nei pressi di Darlington, e ha sporto denuncia. L’uomo stava finendo il suo turno di lavoro ed è stato denunciato dopo essere stato trovato in possesso di filmati che mostravano alcune clienti nude. Non era la prima volta. La catena alberghieri di fama mondiale ha allora offerto a Claire un soggiorno gratuito di una notte.

Trump, boom di ricerche su Pornhub per la moglie Melania e le figlie

Dopo le elezioni presdenziali qualcosa è cambiato anche su Pornhub. Il noto portale di contenuti pornografici ha visto crescere notevolmente le ricerche a nome dei menbri della famiglia Trump.

asi-es-melania-trump-la-sexy-exmodelo-que-podria-convertirse-en-la-primera-dama-estadounidense-1000x600Nella speranza di scovare filmati hot tra i nomi più cercati sono balzati in cima Tiffany, Ivanka (le figlie del presidente), e ovviamente la sexy consorte Melania. Anche le ricerche per Donald sono aumentate. Parlando in numeri le ricerche a nome del presidente sono aumentate dell’874%, per Ivanka del 1.169%. Grande successo anche per la first lady Melania Trump, le cui ricerche sul portale sono aumentate del 1.538% anche se la vera star è però la figlia minore, Tiffany Trump: le ricerche relative al suo nome sono aumentate del 2.548%.