Carlotta Tadolini, vacanze hot per la modella italo-russa: la foto del lato B fa il pieno di like

Il numero dei suoi follower continua a salire. E non stentiamo a crdereci viste le foto sempre più hot che Carlotta Tadolini, modella italo-russa, posta su Instagram.

2593464_TADOLINI11 (2)Scatti che la ritraggono (poco vestita) e con il lato B sempre in bella mostra per la gioia dei suoi fan. I suoi scatti sono tra i più cliccati del web. La modella ha posato per GQ. Un futuro (almeno quello social) ancora tutto da scrivere.

Adriana Volpe e il futuro in Rai, i fan la sostengono nella sua battaglia contro Magalli

Con un sorriso (amaro) Adriana Volpe va oltre le accuse di Giancarlo Magalli. La presentatrice televisiva ha recentemente risposto alle accuse del suo collega accusandolo di aver fatto nei suoi confronti una vera e propria violenza.

magalli-volpeLa Volpe sta affrontando col sorriso sulla bocca un periodo tumultuoso dal punto di vista professionale, ma come ha dimostrato nel corso di tanti anni di carriera, riesce a farlo sempre con il sorriso sulla bocca, con eleganza, tanto da essersi sempre conquistata l’affetto del pubblico. Nelle polemiche e battaglie, prima social, poi legali, con Magalli, la Volpe che ha sempre replicato con educazione alle accuse, spesso molto pesanti del co-conduttore.
Ultimo colpo è stato il mancato contratto per “Affari Tuoi” nel 2018: «Dopo 20 anni ho dovuto salutare il pubblico con l’incertezza del mio futuro lavorativo. Ho accettato la notizia della mia mancata riconferma confidando che mi possa venire offerto un ruolo di pari dignità professionale ed economico dell’azienda».
I rumors vogliono Adriana alla conduzione di Mezzogiorno in famiglia (su Rai1 il sabato e la domenica), ma per ora non si hanno certezze. Una però sembra esserci per la Volpe, moglie e mamma che ha sempre tenuto ad essere da esempio per la figlia, come lei stessa ha dichiarato più volte nell’ambito di questa polemica con Magalli, quello che se non dovesse essere tra i volti della nuova stagione mancherebbe a tanti fan che in questi mesi l’hanno sempre sostenuta.

Il futuro marito va in un club di spogliarelliste per l’addio al celibato e lei prende una decisione “estrema”

Va in un locale con delle spogliarelliste per l’addio al celibato e la futura moglie fa saltare il matrimonio. Una donna ha raccontato in un forum di quello che è accaduto tra lei e il suo futuro marito, come riporta anche l’Indipendent.

2699873-lap«Gli avevo detto di non andare e che se fosse andato in un locale del genere non ci sarebbe stato alcun matrimonio – scrive l’utente -. Sapeva quale fosse il mio limite ed è andato oltre lo stesso. Ed ha anche mentito». La donna spiega che l’uomo ha confessato perchè lei stava usando il suo telefono e ha letto un messaggio che l’aveva fatta insospettire. La futura moglie ammette di aver mandato in fumo il matrimonio per questo addio al celibato, non riuscendo a tollerare né il gesto, né la menzogna.
Stupisce vedere che molti utenti danno ragione alla donna, sostenendo che il suo futuro marito ha tradito la sua fiducia, che la grave mancanza di rispetto è spia di qualcosa che non potrebbe funzionare con il tempo, così anche il fatto che lui sia un bugiardo. Alcuni hanno però detto che il gesto sembra essere piuttosto estremo, che questa è una cosa che succede spesso e che non può essere considerata un tradimento ma un momento di goliardia.

Il Principe Harry attacca i media: “Sessisti e razzisti” e ufficializza la relazione con Meghan Markle

La famiglia reale britannica sbotta e se la prende coi media in un attacco senza precedenti che rappresenta un monito per il futuro. A lanciarlo è il principe Harry che mentre ufficializza la relazione con l’attrice americana Meghan Markle la difende dagli attacchi di tipo «sessista e razzista» subiti nelle ultime settimane da giornali, siti di gossip, ma anche tanti utenti dei social network assetati di pettegolezzi e pronti a ogni tipo di commento.

harry-meghan_980x571

In un comunicato di Kensington Palace si afferma che i due si frequentano «da qualche mese» e che la 35enne è stata sottoposta ad una «ondata di abusi», che hanno colpito lei e la sua famiglia, fra cui sottolineature compiaciute, battute di dubbio gusto fino a veri e propri insulti.  La rottura sarebbe recente. «La scorsa settimana è stato superato il limite», si legge nella nota. «Il principe Harry è preoccupato per la sicurezza della signorina Markle ed è profondamente deluso per non essere riuscito a proteggerla». Viene poi fatto un lungo elenco degli «abusi» perpetrati nei confronti dell’attrice, come il fatto di essere stata denigrata sulla prima pagina di un giornale britannico e aver subito i commenti a sfondo razziale di alcuni articoli (il padre dell’attrice è bianco, la madre afro-americana), che avrebbero poi alimentato gli attacchi razzisti sui social media da parte di ‘trolls’. Ma anche sessisti perché l’attrice della serie tv ‘Suits’ è stata presa di mira per essere divorziata e per i suoi tre anni in più rispetto al 32enne principe.  Sotto accusa sono finiti i reporter e i fotografi che hanno assediato la famiglia, gli amici e gli ex di Meghan, perfino tentando di corromperli, per avere informazioni in esclusiva e scatti da pubblicare. Harry è consapevole dell’iniziativa inusuale che ha preso nei confronti della stampa, con la quale, si legge sempre sul comunicato, ha sempre cercato di mantenere un rapporto il più possibile «professionale». Lo scontro fra il principe e i media sta andando avanti da qualche tempo.  A maggio si era sfogato contro le «incessanti intrusioni» alla sua privacy e indirettamente a quella degli altri Windsor. «Sfortunatamente quella linea di confine fra la vita privata e quella pubblica in pratica non esiste più», aveva aggiunto. Di sicuro risente del trauma della madre Diana, morta nel 1997, vittima di un inseguimento in auto ad alta velocità nel tunnel parigino dell’Alma proprio nel tentativo di sfuggire ad alcuni fotografi. E la ‘lineà di Harry è molto simile a quella seguita da William e Kate, nel loro caso rafforzata dal fatto che devono proteggere anche i due figli, George e Charlotte, dalla costante presenza di paparazzi nella loro vita. In una dura lettera rivolta l’anno scorso ai media affermavano che era stato «superato il limite» e che i modi usati dai cacciatori di scoop rappresentavano un «rischio reale alla sicurezza»

Giusy Ferreri, tra passato e futuro: “Che bello vedersi con gli occhi degli altri”

Dopo un’estate dominata con “Roma-Bangkok” Giusy Ferreri torna con “Hits”, un album che, come recita il titolo, raccoglie i suoi brani più celebri, con l’aggiunta di tre inediti, a cavallo tra passato e futuro. Il primo singolo è “Volevo te” . “Il brano è l’ideale punto di contatto tra ‘Novembre’ e ‘Roma-Bangkok – spiega lei -. Questa raccolta è un bilancio del mio percorso con uno sguardo al futuro”.Giusy arriva a questo appuntamento dopo che la sua voce ha risuonato nelle radio di tutta Italia (e non solo) per l’intera estate a mo’ di tormentone.

Giusy1

Un featuring, quello su “Roma-Bangkok”, capace di caratterizzare il brano in maniera inequivocabile. Quale momento migliore quindi per fare un bilancio del percorso intrapreso fino a oggi, dal boom con “X Factor” nel 2010? “E’ un po’ come tirare le somme di tutto quello che è successo – spiega lei -. Dopo quest’estate ho iniziato a pensare passo dopo passo come è andato avanti il mio percorso. Dalla fortuna di aver incontrato personalità molto importanti, a cominciare da Tiziano Ferro e Michele Canova che da subito mi hanno instradata in un pop molto moderno e all’avanguardia. All’avere avuto la possibilità di realizzare negli album seguenti la voglia di presentarmi in una veste più cantautorale e introspettiva”.
Oggi a che punto del cammino ti senti?
Quest’estate mi ha riproiettato in una nuova dimensione. Un successo di questo tipo ti regala un grande entusiasmo ed energia. E quindi mi sono sentita quasi riportata agli inizi. La voglia che ne è emersa è stata quella di confrontarmi con una grande squadra: alcuni giovani autori, il mio produttore. Mi è venuta voglia di aprirmi a nuove idee per trovare la direzione da seguire. I tre inediti sono proprio figli di questa apertura.
Quando sono stati scritti?
Tutti quest’anno. Ho iniziato con delle sessioni creative con diverse autori nella scorsa primavera. In particolare avevo voglia di lavorare con Fortunato Zampaglione, di cui avevo apprezzato il lavoro con Marco Mengoni e Francesca Michielin. L’obiettivo principale, prima ancora che mettere su un repertorio nuovo, era quello di realizzare un brano che rappresentasse un’evoluzione di “Novembre”. Per ripropormi al pubblico dopo “Roma-Bangkok”. Questo brano è arrivato proprio da Zampaglione. Arricchito dalla produzione del team di Fabrizio Ferraguzzo.
Come mai volevi riprendere il discorso di “Novembre”?
Quest’estate mi ha mostrato in una veste nuova, sia perché Baby K è una figura del mondo dell’hip hop femminile sia per le sonorità reggaeton del pezzo. Nel momento in cui mi sono trovata a realizzare una raccolta ho sentito l’esigenza di creare un’omogeneità tra i tre inediti e i brani del passato. Ho pensato che il filo conduttore potesse essere l’evoluzione di “Novembre”. “Come un’ora fa” è moderno nelle strofe per poi aprire a melodie retrò. “Paura di sbagliare” invece si rifà alle ritmiche più fresche e moderne, anch’esso reggaeton.
In questi anni hai toccato vari generi e stili. C’è qualcosa che vorresti sperimentare e ti manca?
Nell’album “Fotografie” ho sfiorato quello che per me è un mondo affascinante è che avevo iniziato a scoprire negli anni dello studio del canto, il blues e il jazz, fino all’improvvisazione dello scat. In futuro mi piacerebbe tornarci. E poi c’è il canto lirico… mi ci sono avvicinata ma senza approfondire. La mia voce si muove sia da contralto che da soprano, a seconda che canti di petto o di testa. Quando scrivevo i miei brani mi piaceva inserire qualcosa che andasse a riprendere il sonetto lirico, senza contare che ho sempre amato cantanti come Giuni Russo o Antonella Ruggero. E poi un po’ ce l’ho nel sangue: un fratello di mio nonno era un cantante lirico, che ha cantato in giro per l’Europa e inciso dischi.