Hackerato lo smartphone di Lindsay Vonn, sul web le foto sue e di Tiger Woods completamente nudi

Nuovo incubo hacker. Tiger Woods torna a far parlare di sé e ancora una volta lo fa per questioni che nulla hanno a che fare con il golf. Il vincitore di 14 major in carriera, dopo l’arresto per guida sotto effetto di sostanze dovuto a un mix di medicinali prescritti dal medico, è tornato agli onori delle cronache ma questa volta come vittima di un hacker.

3203605_1939_hackerato_lo_smartphone_di_lindsay_vonn_sul_web_le_foto_della_sciatrice_e_di_tger_woods_completamente_nudi (1)A quanto riporta il sito statunitense TMZ una immagine che ritrae il campione statunitense nudo è stata ‘rubatà dal cellulare della sua ex fidanzata, la campionessa di sci Lindsey Vonn, vittima di un attacco hacker. Per far rimuovere dalla rete l’immagine Woods si è rivolto agli avvocati che hanno chiesto l’immediata rimozione della foto.
Ma nel cellulare della Vonn non ci sono solo le foto del fidanzato nudo, ma anche le sue dove appare in pose decisamente spinte. Una sorta di gallery privata dei due che non avrebbero mai immaginato divenissero pubbliche. Le foto sono state pubblicate su diversi siti e in poco tempo hanno iniziato fare il giro del web. A segnalare il link con le foto dei due senza veli è Dagospia.

Modella messa all’asta sul web, Chloe confessa: “Ho avuto paura per la mia vita”

Rapita e venduta sul web, questo è stato l’incubo di una modella 20enne. «Ho subito un’esperienza terribile. Ho temuto per la mia vita minuto per minuto. Sono infinitamente grata alla polizia italiana e a quella britannica per avermi salvato. Hanno lavorato giorno e notte per trovarmi».

2604845_2047_14317562_10207207177965000_6225072517335271220_n

Lo ha detto in un’intervista rilasciata al Tg1 Chloe Ayling, la modella inglese di 20 anni attratta con un’offerta di un servizio fotografico a Milano e poi sequestrata da un uomo polacco che avrebbe voluto metterla in vendita nel deep web, l’area oscura e illegale della rete. «Sono appena arrivata a casa dopo quattro settimane» ha detto la ragazza, raggiunta dal Tg1 a sud di Londra. «Mi devo riprendere, non posso dire altro finché non sarò interrogata qui in patria».
Chloe Ayling ha inoltre riferito di star bene e che quello del mese scorso era il suo primo viaggio in Italia. La modella vive con la madre in un quartiere popolare a sud di Londra. Dagli interrogatori, come rivela sempre il Tg1, emergono anche altri dettagli. Chloe ha raccontato che il suo aguzzino, il 30enne polacco Lukasz Pawel Herba, le avrebbe detto di aver guadagnato 15 milioni di dollari in cinque anni. E che tutte le ragazze vendute come schiave sessuali dall’organizzazione ‘Black death group’ sul deep web sarebbero destinate ai Paesi arabi. Ne vengono vendute all’asta almeno tre alla settimana, secondo il racconto di Herba riferito agli inquirenti dalla modella, e chi le acquista può poi regalarle o darle in pasto alle tigri.

Camilla racconta per la prima volta l’incubo vissuto con Carlo: “Prigioniera in casa mia”

Si avvicina il regno di Carlo III e a luglio sua moglie Camilla compie 70 anni. Buckingham Palace è dunque a lavoro per rendere sempre più popolare agli occhi del pubblico la donna che solo pochi anni fa era ancora considerata l’antipatica rivale di Lady Diana. Per tutti era la persona che aveva distrutto il matrimonio del secolo e portato alla morte della “principessa triste”.

carlo-camillaIn un lunghissimo reportage del settimanale You del Mail on Sunday, Camilla ha confidato di aver vissuto momenti difficili: “Non potevo uscire, ero prigioniera nella mia casa, è stato davvero orribile. Non augurerei una cosa del genere nemmeno al mio peggior nemico”. I suoi figli Tom e Laura, avuti dal precedente matrimonio con Andrew Parker Bowles, dal quale ha divorziato nel 1995, l’hanno aiutata molto, andandola a trovare spesso. E lei ingannava il tempo dipingendo e leggendo.
Camilla racconta anche gli impegni pubblici a cui deve adempiere: “Al mattino ti svegli e pensi di non potercela fare, ma poi lo fai, devi farlo. Se sei una persona positiva è più facile. La gente è sempre come un bicchiere mezzo pieno o mezzo vuoto. Io penso positivo… Spesso, davanti a situazioni davvero particolari, quando qualcosa ad esempio non funziona come dovrebbe, faccio fatica a stare seria”.

“Non riesco a smettere di puzzare”, ecco come la malattia l’ha rovinata

Una rara malattia la fa puzzare di pesce, così la vita di Kelly Fidoe-White è una donna di 36 anni, viene da Oldham, nel Greater Manchester, è un vero incubo. Kelly soffre di Trimethylaminuria, un raro disturbo metabolico, noto anche come sindrome da odore di pesce, che causa la produzione di forti odori corporei simili a quello del pesce, della cipolla o delle feci. La donna ha scoperto del disturbo durante il liceo, quando i compagni di scuola la prendevano in giro a causa del forte odore che emanava.

donna-pesce_26172601

«Non combatto solo contro l’odore ma anche contro l’isolamento sociale. Per è è difficile, questa malattia non è molto conosciuta», così ha confessato la 36enne al Mirror. Ancora oggi, infatti, Kelly ha problemi nei rapporti sociali, lavorativi e preferisce vivere la sua vita in isolamento piuttosto che sentirsi giudicata. Il suo corpo non è in grado di sintetizzare una sostanza presente negli alimenti chiamata colina e la espelle attraverso il sudore, il respiro e le urine. Kelly cerca di contrastare questo disturbo facendo fino a 4 docce al giorno e usando interi flaconi di deodorante, ma riuscire nell’intento per lei è impossibile. La donna assume regolarmente farmaci per limitare l’odore, ma purtroppo non esiste una cura che possa limitare i sintomi di questa imbarazzante malattia.

Ariel Winter di “Modern Family”, 18 anni e curve hot in topless

Famosa per il ruolo di Alex nella serie tv “Modern Family”, Ariel Winter è finalmente diventata maggiorenne e può mostrarsi al mondo senza veli. Eccola quindi in un sexy topless per il magazine “Self”. Qualche mese fa l’attrice ha confessato di aver ridotto il seno, perché pare che la taglia eccessiva le provocasse forti dolori alla schiena. Il nuovo décolleté è perfetto.

C_2_fotogallery_3008330_8_image

In realtà si tratta di una riduzione di una sola taglia, dalla quinta alla quarta, ma che adesso le faciliterà la vita. Ariel infatti non riusciva mai a trovare gli abiti giusti, doveva farseli fare su misura e per lei i red carpet erano diventati un vero e proprio incubo: “Non mi stava bene niente”.
Ora si sente una persona nuova, ha scacciato anche i problemi di salute che non la facevano stare in piedi per lunghi periodi e prova anche a cancellare il passato burrascoso, quando da bambina venne sottratta alla custodia della madre e affidata alla sorella maggiore per presunti abusi. Insomma la Winter è pronta a ripartire, da maggiorenne e ormai ex maggiorata.

Mariah Carey, appello disperato della sorella malata: «Aiutami, non abbandonarmi»

“Aiutami, non abbandonarmi, io ti amo”. È un appello accorato quello rivolto da Alison Carey alla celebre sorella Mariah, chiamata in soccorso dalla congiunta per cercare soluzione ai terribili problemi di salute che ne stanno complicando la già difficile e travagliata esistenza.
Cinquantaquattro anni, un passato da prostituta e un presente da vivere con un incubo chiamato HIV, virus da cui è affetta da ormai molto tempo, dal 2015 la maggiore e meno nota delle Carey se la passa molto male anche a causa di un incidente che l’ha costretta a subire alcuni delicati interventi al cervello e alla colonna vertebrale.

mariah-carey-sister

Nonostante le operazioni, infatti, la donna si trova al momento in pericolo di vita, un valido motivo per lanciare, dai prestigiosi microfoni del Dailymail e in direzione Hollywood, l’sos alla ricca e più giovane parente, con cui i rapporti sono sempre stati tesi: “Ti voglio bene, ho bisogno assolutamente del tuo aiuto, per favore non abbandonarmi”.
Al disperato allarme di Alison, che non ha ancora ricevuto risposta da parte della sua illustre destinataria, è seguito l’intervento del fratello Morgan, uno che all’interprete di Without You non le ha mai mandate a dire: “Mariah è l’unica persona in famiglia che potrebbe effettivamente fare la differenza per salvare la vita di Ali. Il minimo che può fare è metterla in un buon ospedale e assicurarsi che lei ottenga le cure di cui ha bisogno. Voglio dire… stiamo parlando di spiccioli per queste persone, il suo fidanzato è un miliardario”.
Un miliardario australiano chiamato James Packer che la quarantaseienne cantante sposerà nei prossimi mesi. Mesi, invece, colmi di angoscia e insicurezza per Alison, bisognosa urgentemente di un nuovo intervento chirurgico e, a sentire Morgan, abbandonata al suo triste destino con fredda indifferenza dalla popstar statunitense: “Mariah molto probabilmente spende più per il cibo dei suoi cani che per assicurarsi che la sorella sia seguita e curata”, aveva raccontato nelle settimane scorse l’uomo al Sun per poi rincarare così la dose: “Tua sorella sta morendo, è in grossa difficoltà e tu dove sei? Sei una strega“.
Nel suo colloquio con il quotidiano britannico, Carey, che aveva rivelato pure di non sentire Mariah da circa tre anni e di aver appreso dai media la notizia del suo fidanzamento con Packer, aveva inoltre accusato la musicista di insensibilità nei confronti di sua moglie: “Ha abortito e Mariah non ha risposto neanche ad una email. Ma questo è tipico di lei, il mondo ruota solo attorno a lei e non c’è spazio per altri”. Sarà così anche questa volta?

“Ho mangiato tre mele al giorno per 8 mesi”: la denuncia di un’ex modella taglia 32

Vitoire Maçon Dauxerre ha sempre sognato, sin da quando era bambina, di calcare le passerelle più importanti del mondo. La bellezza aiutava perché era un biglietto da visita indispensabile per entrare nella moda e così è diventata una top model. Oggi quel sogno si è infranto, la ragazza non lavora più perché a causa di quel mondo patinato ha rischiato la vita. La sua unica ossessione era quella di perdere peso.

Victoire-Macon-Dauxerre-for-Wonderland-Magazine-DesignSceneNet-05Sul suo profilo Instagram  e a tutti gli eventi a cui partecipa racconta la sua odissea: “Ho mangiato 3 mele al giorno per 8 mesi. Nient’altro. Solo un po’ di carne o un po’ di pesce una sola volta a settimana.. Avevo il polso eccessivamente debole, perdevo capelli, avevo l’osteoporosi e vivevo senza regole… Quando vedi il tuo viso colorarsi di verde, ti rendi conto rapidamente che hai un problema”. Oggi denuncia il mondo dal quale è uscita affinché nessuna ragazza viva il suo incubo: “l’imposizione di un corpo malato come ‘ideale di bellezza’ è un vero e proprio crimine”. L’anoressia l’ha spinta a iniziare una battaglia contro le agenzie di moda che non dovrebbero reclutare ragazze troppo magre.   Victoire è tornata alla taglia 38 e a 54 kg, ma quando sfilava aveva una taglia 32. Nel suo libro ‘Mai troppo debole. Diario di un top-model’, racconta di modelle che mangiano davanti alle telecamere e poi vanno a vomitare dietro il palco della sfilata, che svengono davanti al cibo offerto ai fotografi ma che loro non posso toccare.

Dolcenera e l’incubo di “Music Farm”: “Una ragazzina violentata dalla telecamera”

Sull’esperienza a Music Farm, ammette: “Ero una ragazzina e li ho rotto con la tv “. Dolcenera ricorda la sua esperienza televisiva, non positiva, con la partecipazione al talent musicale “Music Farm”: “Dal punto di vista musicale – ha fatto sapere a Fanpage Town, il progetto videoeditoriale prodotto da Fanpage.it – ho un bel ricordo, ma dal punto di vista umano no.

dolcenera_2

Mi sono trovata che non ero pronta come persona, non ero matura, ero una ragazzina e mi sono sentita violentata dalle telecamere. Da lì nasce la mia rottura con la televisione, una rottura che permane”.
Il suo sesto album, “Le stelle non tremano”, è uscito a settembre (“I dischi hanno perso il loro valore. È un album che ha dentro tanta energia ed è anche molto particolare. Siamo in un periodo di m…., è cambiato il modo di sentire e di fruire la musica, per cui il disco ha perso di valore. È una questione culturale”) ed è pronto il tour: “Uno spettacolo che vi piegherà le orecchie. Utilizziamo elettronica, synth, programmazione del computer, c’è questa fissa, sono un po’ “DolceNERD”. Inoltre, abbiamo deciso di inserire anche un tipo di sound classico da band sopra tutto questo. Abbiamo fatto una sorta di tappa zero in tv e tutti hanno detto: ‘Wow, che botta cosmica’”.