Zarate, la moglie posta una foto sexy su Instagram e lui la insulta: “Svergognata, cancellala”

Insulti alla moglie su Instagram. Per questo motivo Mauro Zarate, 30enne attaccante argentino ex di Lazio, Inter e Fiorentina, è finito nel vortice delle polemiche dopo aver scritto alla consorte, che ha pubblicato su Instagram una foto sexy di lei in costume: “Svergognata cancella quella foto”.

Natalie-Weber-Mauro-Zarate-630x433 (1)Natalie Weber, modella, è sulla spiaggia di Palm Jumeirah a Dubai, dove si sta godendo il sole insieme ai due figli della coppia. I due si sono trasferiti negli emirati a causa del lavoro di Zarate, ma il calciatore non ha gradito il post della moglie che mostra le sue sinuose forme ai fan. “Idiota ma che fai… secondo me dovresti togliere quell’immagine con tutti quei commenti che genera…”, così ha poi concluso scatenando perà decine e decine di commenti.
Sono molti che hanno criticato i toni con i quali si è rivolto alla moglie e tanti hanno anche colto la palla al balzo per prenderlo in giro in merito alla sua gelosia. La modella non sembra essere stata infastidita e sui social continua a pubblicare foto di lei, con il marito e la famiglia tutti sorridenti.

La bambola parla e si muove senza avere le pile: “È posseduta”, e il video diventa virale

Una bambola che si crede essere posseduta da uno spirito ha terrorizzato dei passanti a Cusco nel Perù sud-orientale. Il giocattolo, come riporta anche il Mirror, ha iniziato a parlare e muoversi senza avere le batterie.

La bambola parla e si muove senza avere le pile_16164515La scena è stata ripresa e postata in rete dove ha fatto migliaia di visualizzazioni in poco tempo facendo così il giro del mondo. Nel video si vede un uomo che inizia a parlare con il giocattolo che gira la testa e ringrazia, un secondo frame mostra una persona aprire la scatola in cui dovrebbero esserci le batterie vuota e la bambola continuare a muoversi e a parlare.
«Vi porto felicità», dice, «dove sono?». Moltissimi hanno creduto che si tratti di uno spirito che abbia posseduto il giocattolo, ma c’è chi ne ha dato un’altra versione sostenendo che la bambola parli grazie a un sistema più tecnologico che non necessita le pile: «Parla quando le mani sono giunte, non si può certo credere che sia veramente posseduta».