Va in ospedale ubriaco e con dolori al ventre, i medici gli estraggono un’anguilla dal retto

Ubriaco va in pronto soccorso dicendo ai medici di stare male e i dottori trovano un’anguilla nel retto. Un 40enne è stato portato all’ospedale dell’Università di Nanchang, nella Cina orientale, con dei forti dolori, quando i medici hanno fatto la lastra hanno scoperto che aveva un corpo estraneo nel retto e da un’attenta analisi hanno visto che si trattava di un’anguilla.

3373159_1735_anguilla.anoL’animale aveva causato una grave ostruzione, così è stato necessario un intervento chirurgico. Secondo i dottori l’animale non può essere finito in modo accidentale nel corpo del paziente e probabilmente deve essere stato inserito da qualcuno, ma non hanno indagato sulle modalità per evitare un ulteriore imbarazzo nel paziente.
L’uomo, come riporta Metro, che si era presentato in evidente stato di ebbrezza, ha solo dichiarato di stare male, senza dare altre informazioni ai medici.

Resta con il pene incastrato nel piatto di un bilanciere: la foto finisce sul web

Chissà con quale vergogna sta assistendo al ritorno dirompente della notizia che quasi due mesi fa aveva fatto il giro del mondo. Dopo essersi dovuto presentare in ospedale per far rimuovere il piatto di un bilanciere incastrato nel pene, non aveva potuto far nulla contro il propagarsi a macchia d’olio della sua storia nel web. Adesso, come se non bastasse, c’è un nuovo capitolo che si aggiunge alla vicenda, già abbastanza imbarazzante: la foto del pene, scattata e destinata a rimanere chiusa in un cassetto dell’ospedale, sta impazzando sui social, finendo per diventare virale.

3360716_Schermata_2017-11-11_alle_16_43_41Ma ricapitoliamo. I vigili del fuoco di Worms, in Germania, avevano dato la notizia del delicato intervento, effettuato lo scorso 15 settembre, sulla loro pagina Facebook: un uomo, visibilmente imbarazzato, si era presentato in ospedale per un incidente accaduto mentre faceva gli esercizi di routine in palestra. È bastato dare un’occhiata ai medici per capire che, chissà per quale motivo, l’uomo si era cimentato in un’operazione a dir poco bizzarra. Constatata la situazione, ai dottori non è rimasto che chiamare i vigili del fuoco che hanno lavorato per tre ore prima di riuscire a liberare il pene dal disco da 2.5 chili. «Siamo intervenuti in ospedale per un’operazione delicata il 15 settembre, presso il pronto soccorso. Una persona aveva il pene intrappolato nel buco di un piatto da 2,5 kg. Con l’aiuto di una sega elettrica siamo riusciti a liberarlo dopo tre ore di intervento. Per favore, non imitate simili azioni».
Un’impresa a dir poco rischiosa e di cui, sicuramente, il malcapitato avrebbe preferito non si parlasse più, sotterrando per sempre la vicenda e la vergogna. Sfortunatamente per lui, della notizia si è tornato a parlare nelle scorse ore, dopo che il risultato della sua azione sconsiderata è finito sotto gli occhi di tutti: l’immagine del pene incastrato, infatti, è stata pubblicata on line diventando presto virale. La foto sarebbe dovuta rimanere relegata negli archivi, ma è diventata pubblica: adesso i dirigenti dell’ospedale hanno aperto un’indagine interna per capire chi, e perché, l’abbia fatta trapelare.

Barbie umana pronta per un altro intervento: ecco cosa ha deciso di fare

Desidera diventare identica alla sua bambola preferita, la Barbie, per questo Rachel Evans, londinese di 46 anni, ha speso oltre 20 mila sterline in interventi di chirurgia plastica, ma dopo 11 anni di operazioni ha deciso di sottoporsi a quella che probabilmente è la più estrema di tutte.

barbie2-u431201038627365qm--656x369corriere-web-nazionale_640x360La donna, nel tentativo di mascherare gli anni che pasano, si è rifatta seno, labbra, zigomi ha eliminato le rughe e ora si è sottoposta a una procedura per avere gli angoli della bocca perennemente all’insù, proprio come se sorridesse in ogni momento. Tutta la sua vita, come riporta anche il Daily Mail, si basa sul desiderio e il tentativo di imitare la bambola della Mattel, anche nell’abbigliamento, nel trucco e nell’acconciatura di capelli.
«Mi sento come Barbie, penso come Barbie e sono Barbie. Penso che siamo la stessa persona, sono una bambola umana», ha ammesso la donna durante l’intervista. Rachel va in palestra 5 volte a settimana per mantenersi in forma e poter continuare a lavorare come modella per le riviste che la chiamano.

L’uomo con il pene bionico diventa un sex symbol: “Tutte vogliono provarlo…”

Per oltre 30 anni ha vissuto senza pene, ma dopo che si è sottoposto a un intervento per impiantarsene uno nuovo la sua vita è radicalmente cambiata. Mohammed Abad, guardia giurata di Edimburgo di 44 anni, aveva perso l’uso del pene dopo essere rimasto coinvolto in un incidente stradale da bambino.

56efd257150000ad000b29cb

Per 36 anni non ha potuto avere rapporti sessuali e la sua vita è sempre stata più complicata rispetto ai coetanei, ma finalmente per lui tutto è cambiato dopo aver subito un delicato intervento.
L’innesto del pene lo ha reso famoso e attraenete, tanto che gi sono arrivate decine di richieste di appuntamenti da parte di donne. «Ricevo un sacco di messaggi da donne online che mi chiedono se voglio avere rapporti sessuali con loro» ha affermato l’uomo al Mirror, «Hanno sentito parlare del mio pene bionico e vogliono provarlo. Sono tutte molto incuriosita e pensano che possa fare l’amore per ore. Non è che io non voglia, ma sono così occupato con il mio lavoro. Io lavoro 14 ore al giorno, ogni giorno, e quando torno a casa sono troppo stanco per il sesso».  La storia di Mohammed divenne virale dopo che una prostituta con cui era andato decise di raccontarla per aiutarlo. Il 44enne è stato anche lasciato dalla moglie, proprio a causa del suo incidente e delle conseguenze che aveva lasciato sul suo corpo. Oggi sogna un nuovo matrimonio.

“Il se.no è enorme e continua a crescere”, 21enne lancia un appello online

Ha un seno così grande che non riesce a farsi nemmeno un bagno nella vasca. Kya Granito, ragazza britannica di 21 anni ha lanciato una raccolta fondi online in cui chiede un aiuto economico per un intervento chirurgico che le diminuisca le dimensioni del seno.

nintchdbpict000281304618_10190626 Kya ha un seno molto grande, che negli anni continua a crescerle, ma il sistema sanitario nazionale inglese non ritiene che possa causarle problemi di salute, o che possa condizionarle la vita, così non le fornisce alcuna agevolazione fiscale nell’operazione che lei però ritiene indispensabile per avere una vita migliore.La ragazza ha una settima di reggiseno e trova grandi difficoltà a trovare un intimo che le stia bene, come se non bastasse, i reggiseni fuori misura sono molto più cari e per lei è diventato un problema anche acquistare la giusta biancheria. La continua crescita del seno le crea problemi anche per i vestiti, che è continuamente costretta a ricomprare: «Non posso permettermi un reggiseno, compro abiti nuovi ogni due settimane, la schiena mi fa male al punto che a volte non posso uscire dal mio letto o scendere dal divano e un paio di volte sono rimasta bloccata nel vasca da bagno», ha raccontato la ragazza al Sun.
Le dimensioni del seno sono un problema per lei anche da un punto di vista psicologico: soffre di ansia, si vergogna ad uscire di casa. Dopo il rifiuto dal sistema nazionale sanitario sta cercando di risparmiare per mettere da parte le 8 mila sterline che servono per l’operazione, ma è difficile visto che vive e si mantiene da sola, così ha lanciato una raccolta fondi in rete nella speranza di poter ottenere l’aiuto che le serve.

Francesca Cipriani si toglie il tatuaggio: “Voglio aumentare ancora il seno”

“Desidero aumentare di altre due misure il mio seno, che deve passare dalla settima alla nona”.

13183264_164604850609189_1501217485_n

Un nuovo intervento per aumentare la taglia del seno per Francesca Cipriani, maggiorata del Grande Fratello, La Pupa e il Secchione ed ex fidanzata di Giovanni Cottone. Francesca, fotografato da “Nuovo”, per via del futuro aumento di volume ha deciso di cancellare con il laser il tatuaggio che aveva sul décolleté, per via di un timore: “Il bocciolo – ha fatto sapere alla rivista – va eliminato prima che si deformi. Il fiore… potrebbe diventare un quercia!”.

Pixee 25 anni, vuole essere Jessica Rabbit, sei costole rimosse nell’ultimo intervento

Pixee Fox è una ragazza di 25 anni, ex elettricista svedese, che ha trasformato letteralmente il suo corpo pur di somigliare a un famoso personaggio dei cartoni animati: Jessica Rabbit. Dopo aver fatto un intervento di chirurgia plastica per aumentare il seno si è fatta rimuovere ben sei costole.

pixee-fox-2-738834

LA DECISIONE Tutto è iniziato quando il fidanzato l’ha spinta a fare una plastica al seno. Nel 2013 ha deciso che avrebbe fatto di tutto pur di avere le curve di Jessica Rabbit e con questo scopo si è sottoposta a una lunga serie di interventi, spendendo in tutto circa 120mila dollari. Ora, lei dice, di essere solo a metà del percorso. L’operazione più incredibile è stata quella alle costole per la quale, non essendoci una necessità medica, Pixee ha avuto una deroga. Una scelta che l’ha resa popolare su Instagram e l’ha fatta entrare nel Guinnes dei Primati per le sembianze da bambola.

GLI INTERVENTI In tutto Pixee ha subito quattro rinoplastiche al setto nasale, ha ingrandito il seno per due volte, si è fatta operare alle palpebre. Poi due liposuzioni, un rimodellamento di zigomi, viso, labbra e glutei, infine anche il rimodellamento delle labbra vaginali.
Per trasformarsi, inoltre, vive costantemente con un corsetto che le definisce la forma della vita, e si nutre solo di cibi liquidi e proteine. C’è anche un sito in cui documenta la sua trasformazione e chiede eventuali donazioni per continuare il percorso.

Brad Pitt eroe, la bambina sta per essere schiacciata dai fan, lui corre a salvarla

Brad Pitt è un attore dal cuore grande, oltre che dal grande talento. Lo ha dimostrato una volta di più a las Palmas, Canarie, dove si trova per le riprese del suo ultimo film.

89511292aefa9b8115fc40480eff2644_169_xl

Arrivato sull’isola per girare “Allied”, l’attore è stato accolto da un’orda di fan. Tra questi, una bambina piccola e in difficoltà, che rischiava di essere schiacciata dalla folla se non fosse stato per l’attento intervento di Brad Pitt.Con l’aiuto di un bodyguard, ha sollevato la piccola e consegnata tra le braccia della madre.

Sophia, la 22enne ​modella intersessuale: “Sfilo per potermi operare”

Sophia Young, una ragazza di 22 anni di Nowra, nel Nuovo Galles del Sud (Australia), aveva solo otto anni quando iniziò a sentire un dolore nell’area pelvica. I dottori scoprirono così che non solo le sue ovaie erano posizionate in modo anomalo, una collocata più in alto rispetto all’altra, ma anche che alla ragazza stava crescendo il pene. Negli anni, Sophia sviluppò entrambi gli organi riproduttivi, ma i genitori decisero di farla crescere come uomo, e le cambiarono il nome in Harrison.

1663077_4895_676437719163366_6072029671343719118_o

Al ‘Daily Mail’ Sophia, che oggi fa la modella, ha raccontato la sua incredibile storia, a partire dall’infanzia, un periodo per lei drammatico, visto che veniva costantemente bullizzata dai compagni di classe, tanto da costringerla a lasciare la scuola a 11 anni. “Venivo sempre sospesa a scuola – ha raccontato Sophia – Tendevo talmente a isolarmi dagli altri bambini che tutti pensavano fossi strana”. Sophie era affetta dalla sindrome di Asparger e iniziò a parlare e camminare solo a cinque anni. Dopo anni difficili, nei quali tentò anche il suicidio, il 2014 avvenne la svolta. Sophia decise di trasferirsi a Sydney e di affacciarsi nel mondo della moda: “Uno dei miei migliori amici mi disse che ero interessante e che avrei potuto fare la modella ma io non ci contavo granché”. E in effetti, nonostante non fu difficile per Sophia trovare agenzie che volessero ingaggiarla, lo stesso non poteva dirsi per i contratti con i brand. “Ogni compagnia o cliente cerca sempre una modella che fosse femminile ma maschile al tempo stesso – ha raccontato – Ma quando trovano qualcuno che è sia donna sia uomo non la vogliono. Ancora oggi le modelle androgine e intersessuali sono considerate un tabù nell’industria della moda”. Sophia spera comunque di poter guadagnare abbastanza soldi con il suo lavoro in modo da potersi sottoporre al più presto a un intervento chirurgico per la correzione dei genitali. Un’operazione che in Australia può costare fino a 60mila dollari. Dopo aver aperto e chiuso una pagina di raccolta fondi perché si sentiva “in colpa a chiedere soldi alle persone che lavorano duramente”, Sophia si augura di poter continuare a lavorare come modella e guadagnare i soldi necessari per l’intervento. “Ho la vagina, l’utero e le ovaie ma il mio clitoride è così grande da sembrare un pene – ha spiegato la modella – Non si capisce cos’è ma non posso avere figli. Voglio sbarazzarmi delle mie parti maschili per trovare un senso di normalità”.

Berlusconi ricoverato al San Raffaele, intervento di routine per sostituire il pacemaker

Silvio Berlusconi è ricoverato al San Raffaele per effettuare il cambio di routine del pacemaker che gli era stato impiantato nel 2006 negli Stati Uniti.

silvio-berlusconi-2

L’intervento – a quanto si apprende – era fissato da tempo. Si tratta, spiegano le stesse fonti, di un’operazione che l’ex premier effettuerà in anestesia locale e in day hospital. Al massimo sabato mattina il Cavaliere lascerà la struttura ospedaliera.