Naike Rivelli: “Prima amavo la vita mondana e fare le ore piccole, ora preferisco stare a casa e…”

«Ad un certo punto della mia vita, mi sono resa conto che non amavo frequentare locali notturni e feste, se non per lavoro». Inizia così un post di Naike Rivelli su Instagram, che racconta un aneddoto riguardante la sua vita accompagnando una foto un po’ datata (il basso ‘dosaggio’ di pixel lo conferma) in cui lei, poco più che ventenne, si divertiva ad un evento mondano.

ES86uValQuei tempi, però, sono lontani, soprattutto perché da allora Naike è molto cambiata e si è resa conto di non amare far serata nei locali. Oggi, infatti, ha abitudini decisamente diverse: «Ho realizzato che non sopportavo più tacchi trucco e vestiti. Non vedevo l’ora di spogliarmi di tutto per stare a casa nuda e libera. Ho scoperto che una serata tra amici o in famiglia è il top per me».

“Angelina Jolie? Non c’entra niente. Voglio somigliare a…”: la vera storia di Sahar

Qualche ‘ritocchino’ c’è, e si vede, ma si tratta di interventi di rinoplastica molto comuni nel suo paese, che si contende il primato mondiale della chirurgia estetica con il Brasile. La 22enne iraniana Sahar Tabar, che diceva di essersi sottoposta a una cinquantina di interventi per assomigliare ad Angelina Jolie, in realtà non è diventata ciò che fingeva di essere su Instagram.

sahar-tabar-tikroji-ir-po-plastiniu-operaciju-5a2041d1bfde9Nelle sue foto ‘vere’, infatti, la ragazza presenta solo i segni di un intervento chirurgico al naso. Ciò che ha pubblicato sul suo profilo Instagram, che l’ha portata alla fama mondiale, è invece effetto di un gran lavoro combinato di trucco, creatività e abilità nell’utilizzo di Photoshop.
Le foto pubblicate sull’account Instagram, la cui privacy ora è stata ristretta, hanno suscitato da un lato molta preoccupazione per le sorti della ragazza, dall’altro hanno attirato diversi haters che l’hanno insultata e derisa, paragonandola alla ‘sposa cadavere’ di Tim Burton.
Più che di Angelina Jolie, infatti, Sahar è una grande fan del regista visionario e tra i suoi film preferiti ci sono proprio ‘La sposa cadavere’ e ‘Nightmare before Christmas’.
Per ottenere gli occhi chiari nelle sue foto, prima di ritoccarle in digitale, Sahar ha utilizzato lenti a contatto azzurre e bianche. La storia del dimagrimento preoccupante (alcuni media avevano parlato anche di una perdita di peso di 40 kg) è probabilmente la ciliegina sulla torta di una vera e propria bufala: Sahar è sempre stata di corporatura esile e non ha mai fatto diete drastiche. Lo riporta anche MarieClaire.it.

Belen cancella ogni traccia del suo passato

Andrea Iannone qualche settimana fa si è regalato l’ultimo misterioso tatuaggio. Belen Rodriguez i tattoo se li vuole togliere tutti. Il taglio col passato parte dalla pelle: la showgirl si sta cancellando tutti i disegni che aveva sul corpo. Primo fra tutti quello d’amore, fatto con Stefano De Martino, poi quello dietro il collo che sta sbiadendo lentamente. Via tutto, ad eccezione della farfallina, che si fece tatuare a 18 anni…

C_2_articolo_3107503_upiImageppLo aveva detto l’estate scorsa e sta mantenendo fede alle promesse. Se Iannone e Stefano De Martino di recente hanno colorato il loro corpo con nuovi disegni indelebili sulla pelle, per la Rodriguez è tempo di cancellare il passato e mostrare il suo corpo pulito. “Penso che con il tempo li toglierò tutti, a parte quelli piccoli, perché alcuni li ho fatti in momenti speciali, ai quali sarò sempre legata, ma senza pensare troppo alle conseguenze che avrebbero avuto per il mio lavoro come modella”, aveva detto Belen.

Toglietemi tutto, ma non la farfallina!
Fece la sua apparizione tv durante il Festival di Sanremo del 2012 provocando molto clamore. La farfallina che Belen si era fatta tatuare a 18 anni fu svelata al pubblico televisivo grazie a un abito dalla spacco vertiginoso che fece molto parlare.

C come Corona
Alla caviglia porta una corona di fiori con una mezzaluna a forma di C. Pare che la Rodriguez se la sia fatta tatuare ai tempi in cui era fidanzata con Fabrizio Corona.

Il ricordo della nonna sul polso
Sull’avambraccio porta una scritta dedicata alla nonna scomparsa: “No llores si me amas, tu sonrisa es mi paz” (Non piangere se mi ami, il tuo sorriso è la mia pace).

Via fiori e farfalle dalla nuca
Sta sbiadendo ogni giorno di più il tatuaggio floreale che la Rodriguez sfoggiava sul collo. Negli ultimi scatti a Milano Belen mostra ormai il ricordo del vecchio tattoo, pronto a scomparire completamente.

“Io e te” addio
E poi c’è il braccio pulito. Non c’è più traccia del disegno che Belen e Stefano De Martino si fecero tatuare uguale e insieme: il marinaio e la pin up che si baciano sono spariti. La Rodriguez volta pagina e chiude col passato.

Dzemaili, fine dell’idillio con Erjona: l’ex del Napoli lascia la moglie e le nega il cognome

«L’avvocato Daniela Missaglia, in nome e per conto del signor Blerim Dzemaili, comunica che il proprio assistito ha avviato le pratiche per la separazione giudiziale dalla moglie, signora, Erjona Sulejmani, a fronte di una crisi perdurante».

lady_Dzemaili4Questo il comunicato diramato oggi per ordine dello stesso Dzemaili, una comunicazione con cui l’ex calciatore del Napoli chiude ufficialmente il rapporto con la ex compagna spesso sotto i riflettori dei social network.
L’ex Lady Dzemaili è fra le protagoniste del programma “Le Capitane”, programma Tv incentrato proprio sulle «wags», mogli e compagni dei calciatori. Ed è proprio questo che deve aver innervosito lo svizzero. «In questa delicata fase, il signor Blerim Dzemaili stigmatizza l’utilizzo, da parte della moglie, del cognome Dzemaili nell’ambito del suo lavoro di modella e presentatrice, precisando altresì che, laddove la stessa utilizzi vicende personali e private − che debbono rimanere tali – egli si riserva di agire a tutela dell’onorabilità e riservatezza propria e del figlio», ha scritto il suo avvocato.

Chiara Ferragni al sesto mese, pancino in vista nel resort pugliese tra piscina e croissant

La fashion-blogger Chiara Ferragni, al sesto mese di gravidanza, è al lavoro in Puglia nella lussuosa masseria Torre Coccaro, in provincia di Brindisi, dove sta posando per una campagna promozionale di costumi da bagno.

f1-kfC-U460501083415172d1D-1224x916@CorriereMezzogiorno-Web-Mezzogiorno-593x443Ferragni lo rende noto su Instagram pubblicando anche una sua foto in costume da bagno bianco, in ginocchio su un divano all’aperto, mentre si tocca la pancia con la mano destra. #TheBlondeSaladGoesToPuglia, scrive Ferragni che nelle sue ultime “storie” condivide anche immagini e video in cui si vedono invitanti croissant e una stanza con vista su una piscina.
Per lei, in arte theblondsalad, scatta quindi la vacanza pugliese e approfittando del clima tornato mite, anche di un po’ di relax in piscina.

Molestie su 8 donne, la Cbs sospende Charlie Rose. Il giornalista-star: “Mi scuso, sono imbarazzato”

Anche Charlie Rose, storico giornalista statunitense, viene travolto dallo scandalo sulle molestie sessuali che, dopo Weinstein, non sembra risparmiare più nessuno. Secondo quanto riporta il Washington Post, otto donne accusano Rose di avance sessuali non richieste, inclusi palpeggiamenti. Le donne erano dipendenti o aspiranti dipendenti dello show “Charlie Rose” fra le fine degli anni 1990 e il 2011. La Cbs ha sospeso immediatamente l’anchorman e la Pbs ha bloccato la produzione e la distribuzione dello suo show. Charlie Rose nella sua lunga carriera ha intervistato le principali personalità mondiali, incluso il presidente della Siria Bashar al-Assad.

Charlie-Rose-CBS“Camminava nudo”. Le accuse delle otto donne sono precise: cinque riferiscono che il giornalista ha messo una mano sulle loro gambe come test per vedere la loro reazione. Due parlano con il Washington Post di giornate di lavoro a casa di Rose o in viaggio con lui e lo descrivono emergere dalla doccia e camminare nudo di fronte a loro. «Mi ci sono voluti dieci anni per capire che lui era un aggressore e io una vittima» dice Reah Bravo, una delle accusatrici di Rose con il Washington Post. Kyle Godfrey-Ryan, una delle assistenti del giornalista negli anni 2000, ricorda almeno una decina di episodi in cui Rose ha camminato nudo di fronte a lei mentre lavorano, e anche una telefonata in tarda notte durante la quale il giornalista le descriveva la sua fantasia di vederla nuotare nuda nella piscina della sua casa di Bellport, nello stato di New York.
Lui si scusa. Charlie Rose, lo storico giornalista americano, di scusa per il suo «comportamento inappropriato» nei confronti di otto donne che lo accusano di molestie sessuali. In una nota al Washington Post, Rose afferma: «Mi scuso profondamente. Sono imbarazzato. Ho agito qualche volta mancando di sensibilità e accetto la responsabilità di questo, anche se non ritengo tutte le accuse fondate». Le otto donne che accusano Rose erano dipendenti o aspiranti dipendenti dello show “Charlie Rose” fra le fine degli anni 1990 e il 2011.

Giappone, uccide i figli neonati e li seppelisce nel cemento: dopo 20 anni la terribile verità

Mayumi Saito, una 53enne di Neyagawa, in Giappone, viveva da 25 anni ossessionata da un rimorso che non la abbandonava mai e che rischiava di farla impazzire. Lunedì mattina, quando ha sentito che la sua mente stava per cedere sotto il peso di quel tormento sotterraneo di cui non aveva mai parlato a nessuno e che la consumava giorno dopo giorno, è andata a costituirsi alla polizia e si è finalmente liberata come un fiume in piena, confessando tutto: tra il 1992 e il 1997 aveva partorito in casa quattro bambini, li aveva uccisi e nascosti in quattro bidoni, riempiti con il cemento e collocati nel suo condominio.

3380924_ap-imageGli agenti sono andati a verificare e hanno appurato che nei bidoni c’erano ancora i resti dei neonati. Il giorno dopo Mayumi è stata arrestata per l’abbandono dei cadaveri: altre accuse verranno formulate man mano che le indagini andranno avanti, com’è consuetudine in Giappone.
La donna, tormentata dai sensi di colpa, ha raccontato di aver soppresso i piccoli perché si sentiva troppo povera per poterli allevare e di aver fatto tutto da sola, non avendo mai rivelato al partner (che sarebbe il padre di tutti e quattro i piccoli) di essere incinta. Per verificare questa circostanza, l’uomo sarà interrogato. Attualmente Mayumi, che si mantiene grazie a un lavoro part-time e ai sussidi sociali, vive con un figlio adolescente, mentre un altro è andato via da casa. «Più di una volta – ha raccontato – ho pensato di uccidermi per il rimorso: non l’ho fatto esclusivamente perché non potevo lasciare solo mio figlio».
Sebbene il Giappone sia la terza economia a livello mondiale, la povertà nel Paese è ancora un grave problema, specialmente tra le donne, che non possono contare su un sistema efficiente di assistenza all’infanzia e di sostegni sanitari.

Jennifer Lawrence e le molestie: “Punita per essermi ribellata”

Tra le molte attrici che hanno pagato lo scotto per essersi ribellate alle molestie dei potenti di Hollywood c’è anche il premio Oscar Jennifer Lawrence. Intervistata da “Hollywood Reporter”, la 27enne ha infatti confessato di essere stata minacciata per non aver assecondato le richieste di un regista: “Per questo sono stata punita e ho avuto paura che non mi avrebbe più chiamata nessuno. Ha messo a repentaglio il mio lavoro e la mia carriera”.

Jennifer-Lawrence-Sexy-HD-Wallpaper-Wide-Background-Images-Photos-Pictures-3-870x418Il magazine ha dedicato la copertina alle dive che si sono rifiutate di scendere a compromessi e per questo sono state etichettate come “difficili”. Oltre alla Lawrence sulla cover compaiono anche Emma Stone, Jessica Chastain, Allison Janney, Saoirse Ronan e la cantautrice Mary J. Blige.
“Mi hanno detto che ero ingestibile, che ero un incubo” ha continuato la Lawrence “Penso che molte persone non si facciano avanti per paura di non lavorare più. Devi avere la forza di dire ‘Questo è sbagliato’ e avere vicino qualcuno che faccia qualcosa, invece di qualcuno che ti dica ‘E’ sbagliato? Bene, sei licenziata’”.
Una battaglia che secondo la Lawrence non riguarda solo il mondo dello spettacolo: “C’è il pregiudizio che queste cose avvengano solo nell’industria dell’intrattenimento, ma non è così. Ci sono gli stessi abusi sessuali nel resto del mondo, in qualunque ambiente di lavoro. Fortunatamente adesso ne abbiamo iniziato a parlare”

I dettagli del “cambiamento” di Melissa Satta

Melissa Satta non sta ferma un momento. Due trasmissioni all’attivo, Tiki – Taka e l’appena concluso Il Padre della Sposa, grosse collaborazioni come testimonial (Bata e Stroili, tanto per fare due nomi), un grandissimo successo come influencer sui social network e non da ultima una famiglia di cui occuparsi. Soddisfazioni e tanto tanto lavoro: eppure, la gioia e l’orgoglio che traspare dai suoi occhi mentre parla della propria linea di costumi Changit, non ha eguali.

C_2_box_47401_upiFoto1FMelissa, cosa significa “Changit”?
Changit è cambiamento. In inglese si scriverebbe con la E, ma abbiamo voluto stilizzare…
Nasce dall’idea di cambiamento e di evoluzione. In generale, nel mondo della moda, e anche per me, perché oltre a fare da modella stavolta mi sono divertita a progettare. Non ho disegnato con la mia mano, perché non lo so fare, ma ho fatto tutte le scelte progettuali.
Quindi finalmente, anziché “Melissa Satta in costume”, potremo dire “I costumi di Melissa Satta“! Parliamo allora di cambiamento: cosa c’è di bello e di nuovo in questa tua collezione di costumi?
Il velluto è un po’ il mio orgoglio: lo trovo bellissimo, non classico e può essere spezzato e mixato con alti pezzi.
Poi adoro la parte basica, specialmente il costume intero: siamo stati molto attenti al dettaglio. Abbiamo previsto la vita alta e delle sgambature profonde, perché è tornato di moda il modello anni 80, alla Baywatch. Le stringhe laterali sono bellissime e poi io amo il nero!
Sono molto felice dei dettagli: per esempio ci sono spalline fatte con laccetti intrecciati, ci sono costumi trasparenti, ci sono scollature a V sulla schiena.
Le coppe di tutti i costumi sono estraibili perché ci sono donne che non le sopportano. Poi, un motivo di orgoglio dell’azienda è la possibilità di creare e stampare internamente le proprie grafiche.
Com’è stata questa tua prima esperienza nei panni di designer?
All’inizio di questa avventura pensavo di fare 20 costumi. Poi, sviluppa qua, sviluppa là… anzichè il primo step ho fatto una scala. E’ una collezione ampissima, arricchita da capi estivi per ogni occasione: copricostumi, shorts, gonnelloni, vestiti corti e lunghi… c’è veramente tanto.
Qual è stata per te la maggiore difficoltà?
E’ stato arginare la mia fantasia! Il problema vero l’ha avuto la ragazza che ha disegnato i capi, perché io avevo delle richieste assurde. Mi ha dovuto spiegare i motivi tecnici per cui non si potevano fare alcune cose, per esempio le caratteristiche che deve avere una spallina per sostenere, la differenza tra i vati tessuti…
Quale sarà la prossima occasione per indossare i tuoi costumi?
Non lo so! A Natale non andrò al mare. A Francoforte ci sarà troppo freddo. In Sardegna magari vado, ma d’inverno è impossibile stare in spiaggia. Magari nel nuovo anno…

Luca Argentero e Cristina Marino ritorna l’amore, teneri baci durante la trasferta

BAROLO – Da qualche tempo si parlava di crisi di coppia per Luca Argentero, 36 anni, e la giovane fidanzata Cristina Marino, 26.

cristina-marino-intervista-645 (2)La causa, secondo gli esperti di gossip, erano gli eccessivi impegno di lavoro di entrambi che gli impedivano di vivere appieno la loro storia d’amore.
Tutto passato con crisi alle spalle però, perché come testimoniano le foto pubblicate da “Vero” Cristiana e Luca sono stati sorpresi mentre passeggiano insieme a Barolo (Cuneo), scambiandosi baci e gesti romantici…