Il reggiseno più caro assegnato a Lais Ribeiro

Meno caro dell’ultimo (3 milioni di dollari), sfoggiato da Jasmine Tookes, ma più prezioso del primo indossato da Claudia Schiffer (1 milione di dollari). Stiamo parlando del leggendario Fantasy Bra di Victoria’s Secret: il reggiseno più costoso al mondo, realizzato dalla maison Mouawad, che quest’anno è stato assegnato alla modella Lais Ribeiro.

C_2_box_46430_upiFoto1FCi sono volute 350 ore di lavoro per realizzare lo “Champagne Nights” Fantasy Bra, con oltre 6000 pietre preziose, tra cui diamanti zaffiri gialli e topazi azzurri pendenti, incastonati su una montatura a foglie in oro 18 carati. L’effetto “a gabbia” e la probabile sensazione di scomodità sono di gran lunga superate dal valore di questo gioiello: 2 milioni di dollari.
Lais Ribeiro, la fortunata assegnataria, ha mostrato in anteprima il gioiello con una maglia dall’apertura strategica. Sarà lei a indossarlo durante l’attesissimo show di Victoria’s Secret.
Uno “scettro”, questo del reggiseno più costoso al mondo, che ogni anno viene conteso tra le modelle più famose, basti pensare che in passato lo hanno indossato, oltre alla Schiffer, anche Heidi Klum, Gisele Bündchen, Karolina Kurkova, Miranda Kerr, Alessandra Ambrosio, Adriana Lima e Candice Swanepoel: guarda i precedenti nella nostra gallery.

Cindy cavalca il revival in jeans e topless

Sorriso disarmante e topless in jeans: Cindy Crawford regala agli amanti del passato un tuffo negli anni 90 presentando una collezione revival disegnata con Re/Done e Levis. Denim e capi basic, come quando la stessa Cindy appariva seducente con un top bianco e un paio di jeans, come nel leggendario spot Pepsi.

C_2_box_42362_upiFoto1FEra il 1991 e quei semplici pantaloncini di denim sdrucito simbolo di seduzione sono ancora nell’armadio della supertop, in attesa che la figlia li ritiri fuori, ha confessato Cindy Crawford.
Nel frattempo, lo spunto per questa collezione l’ha offerto proprio la quindicenne Kaia Gerber, estimatrice del brand Re/Done. Non conoscendo questo marchio tanto caro alla sua ragazza, Cindy Crawford ha iniziato a seguirlo su Instagram, postando ironicamente una foto di lei con un vecchio Levi’s e didascalia provocatoria “stavo facendo Re/Done prima di Re/Done“. Il post ha attratto l’attenzione dei fondatori dell’azienda che l’hanno contattata per creare la sua linea.
Così la top che con le sue curve ha fatto sognare milioni di teenagers ha deciso di cavalcare l’onda nostalgica. Gli estimatori di quel periodo sono ancora tantissimi e c’è da scommettere che la collezione firmata da Cindy Crawford andrà esaurita.

Christian Vieri compie 44 anni, da bomber sul campo a bomber online

Christian “Bobo” Vieri: più di un semplice giocatore, una vera e propria icona. Attaccante leggendario per le tante reti segnate ma anche per le dichiarazioni spesso fuori dalle righe.

640x360_C_2_video_737721_videoThumbnailUn personaggio che è stato in grado di rimanere tale anche fuori dal campo da calcio grazie ad un fama da grande conquistatore e una nuova fervida attività sui social network, Instagram in primis, dove mette in scena una gag dopo l’altra. Questo video è il nostro modo di ripercorrere la sua storia e fargli tanti auguri di compleanno.

“Un video prova l’esistenza del Monaco Nero”: è il fantasma più ricercato e temuto

Gran Bretagna nel panico dopo la diffusione di un video che dimostrerebbe l’esistenza del più temuto e ricercato tra i fantasmi. Il filmato è stato girato nella casa in cui fu ucciso il leggendario ‘Black Monk’, il Monaco Nero di Pontefract.

composite-black-monk

Un cacciatore di spettri ha ripreso un passeggino che improvvisamente cade da sola dalle scale, probabilmente spinto da una presenza misteriosa. In quello stesso edificio quattrocento anni fa fu impiccato un monaco colpevole di aver ucciso una ragazzina.
L’opinione pubblica è venuta a conoscenza del Monaco Nero di Pontefract nel 1966 quando Jean e Joe Pritc traslocarono al n. 30 di East Drive con i loro due figli Philip, 15, e Diane, 12. Fenomeni paranormali e inspiegabili accadevano davanti agli occhi di tutti i membri della famiglia e la bambina sembrava essere presa di mira. Dai rubinetti usciva una misteriosa schiuma verde, gli oggetti levitavano, le fotografie venivano tagliate e le persone schiaffeggiate.