“Te la do gratis..La montatura”, scoppia la polemica sulla pubblicità di un ottico

Spesso il sesso è usato come “esca” in molte pubblicità, ma a volte si rischia di esagerare. Questa almeno è la denuncia fatta dal segretario di Sinistra Italiana, Nicola Fratoianni che, su Facebook, denuncia “l’immagine di una bella ragazza” con la “scritta ‘Fidati, te la do gratis… la montatura (ma questa parte scritta in piccolo)”.

3237449_1945_21761711_1247422115361681_5178553875828246093_nA notarla, scrive sul post di denuncia, è stata “la nostra responsabile nazionale diritti civili, Cathy La Torre” che, “passeggiando per le vie del centro di Reggio Emilia”, ha notato “il manifesto in una vetrina di un ottico”.
Siamo alle solite, fa notare Fratoianni, “l’immagine della donna” viene “usata come merce per vendere altra merce”. “Una pubblicità stupida – conclude il segretario di Sinistra Italiana – in un’Italia dove ogni giorno il triste bollettino dei femminicidi, delle violenze alle donne, degli stupri si allunga sempre più”.

La pornostar Sofia sexy infermiera sul manifesto e gli infermieri si infuriano

Un’infermiera sexy su un manifesto ha fatto insorgere centinaia di professionisti del settore. E’ il Collegio Ipasvi di Pesaro-Urbino a scendere nella piazza virtuale di Facebook con un post che denuncia il manifesto di una serata a tema nel ‘Pepenero’, famoso locale di Riccione, con la pornostar Sofia Cucci che invita tutti al ‘Sexy Hospital’, stasera e domani in discoteca. “Giochiamo al malato e all’infermiera?” si legge nel cartello. Le Peperine saranno, infatti, si legge, in costume da infermiera e da Dottoressa.

2103120_infermiera_sexy_manifesto

“Nel giorno della massima attenzione sul ruolo della #donna e sulle violenze cui è sottoposta c’è chi ancora gioca sullo stereotipo dell’infermiera sexy” denuncia la rappresentanza degli infermieri sulla sua pagina Facebook. “Anche questa è violenza, mancanza di rispetto per la dignità professionale” sottolineano nel post, chiedendo “ai sindaci dei territori interessati l’immediata rimozione di questo manifesto”. “In queste ore la pagina FB del locale Pepenero è sommerso da messaggi di indignazione, nonostante le scuse pubblicate oggi sul quotidiano ‘Il Resto del Carlino'” concludono dall’Ipasvi.
Tanti, tantissimi i messaggi sulla loro bacheca. C’è Ana Laura che, recensendo il locale con una sola stella, scrive su un post: “Denigrare la figura delle infermiere solo a fini commerciali… Pessimi! Uscite dagli stereotipi, siate un po’ più originali, su! Ah, curiosità: dopo l’hospital day, a quando uno studio legale day o uno scuola day?? Senza idee…”. Ma anche Francesca che ironicamente ringrazia “per aver ridicolizzato la nostra professione per l’ennesima volta”. E aggiunge: “Neanche vi degnate, poi, di togliere questa schifezza di manifesto”. Stesso giudizio negativo anche da Luisella, che li definisce “ridicoli” e “senza rispetto per il lavoro altrui”, facendo notare che in rianimazione, dove lavora, “c’è poco da giocare”.  La replica del Pepenero Staff non si è fatta attendere. Sexy Hospital, così come 1000 altre feste a tema e manifestazioni teatrali, ironizza su uno dei giochi più vecchi al Mondo, il malato e il Dottore o l’Infermiera” scrivono sulla pagina Facebook del locale. “Nessuna mancanza di rispetto per una categoria, gli operatori della Salute, che tutti Amiamo e Rispettiamo e di cui chiunque prima o poi avrà bisogno”.