Paulo Dybala, è flirt con la bella pierre Ginevra

Al ritorno dalle vacanze estive, tra il calciatore Paulo Dybala e la fidanzata argentina Antonella Cavalieri è finita. Il settimanale “Spy”, nel numero in edicola da venerdì 25 agosto, svela in esclusiva – con tanto di foto – il motivo della rottura del fidanzamento: a Formentera, infatti, il bomber della Juventus ha conosciuto una pierre milanese, Ginevra Sozzi, e si sono subito piaciuti. Il flirt prosegue, specie ora che l’attaccante è single…

C_2_articolo_3090673_upiImagepp“Quando ho conosciuto Paolo, non sapevo neppure chi fosse. Mi ha corteggiato a suon di messaggini telefonici carini e gesti d’affetto da parte sua, questo sì. Io, lo ammetto, sono stata al gioco anche perché lui mi aveva assicurato che con la compagna era in crisi da tempo”, ha dichiarato la ragazza al settimanale, che pubblica anche i selfie che i due si sono scattati insieme.

Selvaggia e la lite con la Parietti: “Non mi saluta. Lo scorso anno mi mandava messaggini…”

“Non abbiamo nessun rapporto, anche perché Alba dietro le quinte non mi saluta nemmeno”. Selvaggia Lucarelli torna sul suo difficile rapporto con Alba Parietti all’interno di “Ballando con le stelle”: “E pensare che lo scorso anno mi aveva mandato dei messaggini durante la diretta di Ballando – ha confidato in un’intervista a “Novella2000” – scrivendomi “brava” per poi farmi i complimenti per il mio stile, perché a suo dire ero l’unica voce fuori dal coro. Ma quest’anno, che è lei a ballare, mi preferirebbe “nel coro”…”.

Schermata 2017-03-04 alle 19.39.11-2 (2)

E’ diventata famosa come giudice, come accaduto a Morgan, con cui in passato ha avuto una love story: “Diamo l’idea di essere stati invitati a una festa per fare i guastafeste. Sembriamo delle schegge impazzite e forse funzioniamo per questo.
Diciamo cose e abbiamo un atteggiamento che nessuno adotta perché preferisce essere prudente. […] Morgan ad Amici dà dei “bimbominkia” a quelli che hanno fatto la fortuna di Amici, io a Ballando dico ad Alba Parietti che non ha mai avuto un lavoro. C’è una sostanziale differenza tra me e Morgan: io non sputerei mai nel piatto dove mangio”.

Prof di matematica fa sesso con due studenti minorenni: smascherata dai messaggini hot

Dopo aver ammesso di essersi macchiata dei reati che le venivano contestati, ora la sua vita è in mano a un giudice che a marzo deciderà qual è la sentenza: intanto per Haeli Noelle Wey, 28 anni, insegnante di matematica alla Westlake High School di Austin, in Texas, saranno tempi difficili.

haeli-way-sex-with-student-638x330È accusata di aver circuito e di aver fatto sesso con due studenti 17enni per mesi prima di essere smascherata e di finire dritta in tribunale. Uno dei due ragazzi ha raccontato di aver incontrato Haeli a un evento ricreativo per studenti nel 2015. Da allora avevano iniziato a sentirsi in orari extra scolastici e quell’estate la docente fu invitata dalla famiglia del ragazzo ad andare in Africa con loro. ed è stato proprio durante quella vacanza che il rapporto è degenerato. «La vittima ha detto che in Africa la sua relazione con la professoressa è diventata sempre più personale – ha detto un detective – È stato lì che i due hanno avuto il primo rapporto sessuale».
La relazione è durata mesi e il ragazzo ha detto di aver fatto sesso con la prof almeno 10 volte. Il rapporto si è incrinato quando lo studente è venuto a conoscenza di un “rivale” che aveva anche lui una relazione con Halei: l’insegnante, infatti, nel frattempo aveva iniziato a scambiarsi messaggi in chat con un altro alunno 17enne e da lì a poco i due erano finiti a letto. La prof è stata smascherata quando quelle chat sono state scoperte da un altro studente che si è rivolto al preside della scuola, il quale, a sua volta, ha avvertito la famiglia di uno dei ragazzi coinvolti: il giovane, a quel punto, ha accettato di testimoniare contro Haeli che, dopo essere stata licenziata, nell’ottobre 2015 è finita in manette. In Texas è consentito fare sesso con minori anche di 17 anni, ma la legge vieta che gli insegnanti possano avere rapporti sessuali con gli studenti. Per questo il procuratore ha chiesto 10 anni di libertà vigilata per Haeli, che non solo potrebbe evitare il carcere, ma potrebbe anche non essere iscritta nel registro dei molestatori sessuali. Adesso la parola spetta al giudice che a marzo si pronuncerà sul suo destino.