L’ex ministro Boschi scambiata per una attrice alla Mostra del cinema di Venezia

Parterre de roi per l’inaugurazione della 74esima Mostra del Cinema di Venezia: dal Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, arrivato al Lido poco prima dell’inizio della cerimonia officiata dal padrino Alessandro Borghi ed entrato nella Sala Grande del Palazzo del Cinema da un ingresso laterale evitando il red carpet, alla sorpresa di Jane Fonda (attesa sul red carpet venerdì con Robert Redford quando entrambi riceveranno il Leone d’Oro alla Carrriera), entrata in sala a passerella finita, per non rubare la scena ai protagonisti del film d’apertura ‘Downsizing’, Matt Damon, Kristen Wiig e Hong Chau ed il regista Alexander Payne.

3211276_boschi8Ad accogliere la folla di vip, dando il via ufficiale alla Mostra 2017, i padroni di casa Paolo Baratta, presidente della Biennale di Venezia, e Alberto Barbera, direttore della mostra. Sul red carpet la parte del leone l’ha fatta Matt Damon, acclamato a lungo dai fan assiepati dietro le transenne, ma anche la festeggiatissima presidente della giuria del concorso Annette Bening, fasciata in un elegante abito nero con maniche corte decorate con ricami argento. Fotografi e cameraman in visibilio per le modelle Bianca Balti (bianca di nome e di fatto, in look total white) e Eva Riccobono, con un abito lungo color vinaccia.
Diverse le presenze istituzionali, dal ministro per i Beni Culturali ed il Turismo, Dario Franceschini, che ha percorso il red carpet con la moglie Michela De Biase, al sottosegretario alla presidenza del consiglio Maria Elena Boschi (scambiata per una attrice dai turisti), a Renato Brunetta con la moglie Tommasa Titti Giovannoni. Tra le mise più eccentriche, la gonna sfoggiata dal regista e scrittore Mark Cousins, giurato della sezione Orizzonti, e il tradizionale cappellino eccentrico di Marina Ripa di Meana, che quest’anno ha optato per un modello stile torta nunziale a tre strati, rosa antico come il suo abito lungo.

Gigi Donnarumma a Ibiza con Alessia: ecco la vacanza “scandalosa”

La questione del rinnovo del suo contratto è stata definitivamente chiusa, ma il portierone Gianluigi Donnarumma nel momento più delicato della trattativa non era a Milano a parlare col Milan. Come mostrano le foto di Diva e Donna, il 18enne era a Ibiza insieme alla bella Alessia per qualche giorno di relax, tra baci e carezze. Per stare con lei, il calciatore ha anche rinuciato alla maturità, scatenando molte polemiche.

C_2_articolo_3083636_upiImageppDiventato, specie sui social, assai discusso per il suo tira e molla sul contratto, l’ormai soprannominato “Mr. 6 milioni” – dall’ingaggio che è riuscito a “strappare” dal suo accordo col Milan – non sembra essere più di tanto colpito dalle critiche: le immagini della sua fuga d’amore sull’isola spagnola rivelano un Donnarumma disteso, rilassato e con un fisico non proprio tonico come quello dei calciatori durante la stagione.
La vacanza a Ibiza ha scatenato un ennesimo putiferio sul portiere, che ha deciso di rinunciare alla maturità pur di godersi il mare e il sole senza pensieri. La presidente della commissione d’esame che doveva giudicare “maturo” il 18enne, ha definito tale comportamento “una mancanza di rispetto”. Lo stesso ministro dell’Istruzione, Valeria Fedeli, è intervenuta nella vicenda, chiedendo a Donnarumma di “non mollare”, dato che è ormai “arrivato a un passo dal traguardo”.

Miranda Kerr, regalo in gioielli da 8 milioni di dollari. Ma li restituisce: ecco perché

Miranda Kerr ha riconsegnato alla giustizia americana un “bottino” di gioielli del valore di 8,1 milioni di dollari: le erano stati regalati da un uomo d’affari malesiano, Jho Low, vicino alla famiglia del Primo ministro Najib Razak. Ma non è tutto oro quello che luccica. O meglio: quello che luccica non è tutto puro.

2531453_Schermata_06-2457933_alle_18_47_55Gli accessori di grande valore, infatti, erano legati ad una vicenda di corruzione che ha investito 1Malaysia Development Berhad (1MDB), un fondo pubblico creato nel 2009 per modernizzare il Paese di cui il Primo ministro malese è presidente. Pare che il complotto internazionale sia stato architettato per riciclare miliardi di dollari sottratti da 1MDB. «Dall’inizio delle indagini, Miranda Kerr ha collaborato pienamente e si è impegnata a restituire al governo i gioielli offerti. Continuerà a seguire l’inchiesta finché le sarà possibile», ha detto un portavoce della polizia di Los Angeles all’agenzia di stampa Afp. La modella australiana è una delle celebrities coinvolta nello scandalo 1MDB. A metà giugno, anche Leonardo DiCaprio aveva restituito molti regali ricevuti proprio da Low tra cui un Oscar assegnato a Marlon Brando, una tela di Picasso e un collage di Basquiat. Né la modella né l’attore sono coinvolti in procedimenti avviati dal Dipartimento di Giustizia.

Una bambola gonfiabile in regalo al ministro: risate sul palco, poi le scuse

Bufera in Cile sul ministro dell’Economia, Luis Felipe Cespedes, finito nell’occhio del ciclone per aver ricevuto come regalo di Natale una bambola gonfiabile con un biglietto tra le labbra riportante la scritta: «Per stimolare l’economia». Un dono che ha suscitato l’indignazione delle donne cilene e della presidente Michelle Bachelet.

ProChile Director Roberto Paiva, from left to right, Chilean Sen. and ruling party presidential hopeful Alejandro Guillier, former OAS General Secretary Jose Miguel Insulza, Chile’s Economy Minister Luis Cespedes, Ministry of Planning Executive Secretary Eduardo Britan, Energy Minister Andres Rebolledo and Asimet President Juan Carlos Martinez, pose for a photo with a gift of an inflated sex toy, a placard taped over its mouth that reads in Spanish: "To stimulate the economy",  during the Asexma exporters' association annual dinner, in Santiago, Chile,  in Santiago, Chile, Monday, Dec. 13, 2016. Politicians and businessmen laughed and posed for the cameras, but later social networks exploded in criticism that pointed to the sexist nature of the gift. (AP Photo/Jorge Cadenas)

Il fatto è accaduto in occasione dell’annuale cena natalizia al ministero. A consegnare l’insolito regalo è stato Roberto Fantuzzi, leader dell’Associazione dei produttori ed esportatori cileni (Asexma), noto per aver fatto già in passato doni «scherzosi» ai suoi ospiti. Ma nessuno è mai stato così controverso come quello donato a Cespedes, che lo ha accettato sorridendo e senza fare obiezioni.
Immediato lo sdegno su Twitter, dopo che sui giornali locali sono state pubblicate le foto dell’evento, con molti utenti che hanno attaccato il machismo cileno e il regalo «inappropriato». Forte anche la reazione di Bachelet, secondo la quale tali episodi non possono essere tollerati. «La lotta per il rispetto della donna è stato un principio essenziale nei miei due governi. Quello che è successo alla cena di Asexma non si può tollerare», ha affermato.
Successivamente sia Cespedes che Fantuzzi si sono scusati. «Sono stato colto di sorpresa e ammetto che la mia reazione non è stata adeguata» ha detto il ministro. Mentre il leader di Asexma ha twittato: «Ho una moglie, delle figlie e delle nipoti, non ho mai avuto intenzione di generare violenza contro le donne».

Spende 70 milioni di euro per le nozze della figlia e scoppia la polemica

Nozze extra lusso per la figlia di Gali Janardhana Reddy, imprenditore con un passato da ministro dello Stato di Karnataka e anni trascorsi in carcere per corruzione. Il matrimonio ha destato scalpore in India in questi giorni per avere investito l’equivalente di 70 milioni di euro per l’adorata figlia Brahmini.

wedding_16200013

La notizia delle sfarzose nozze, a cui hanno partecipato 30.000 invitati a Bangalore, Silicon Valley indiana, ha suscitato polemiche perché avvenuto mentre la popolazione soffre per un processo di demonetizzazione deciso dal governo mettendo fuori corso le due principali banconote da 500 e 1.000 rupie. Ma questo non ha preoccupato l’imprenditore che per sposare la giovane Brahmini a Rajeev Reddy, figlio di un industriale con miniere in Africa, ha inviato una partecipazione composta da un cofanetto patinato d’oro al cui interno appare su uno schermo a cristalli liquidi un testo vocale e musicale di tre minuti. Reddy ha quindi prenotato 1.500 stanze d’albergo, vari elicotteri per gli invitati VIP e 2.000 veicoli.  Ed ha inoltre fatto ricostruire su 14,5 ettari del Palace Grounds di Bangalore l’antica città di Hampi, capitale dell’impero Vijayanagara, in cui hanno trovato posto cavalli, elefanti, cammelli e carri. Il fatidico sì è stato pronunciato dagli sposi davanti ad otto sacerdoti indù fatti venire espressamente dal tempio di Tirupati Thirmala. Brahmini, si dice infine, vestiva un sari del valore di 2,3 milioni di euro e indossava gioielli regalati dal papà, valutati a 12,3 milioni di euro.

Ministro russo arrestato in flagrante mentre intascava una mazzetta

Il ministro dell’Economia russo Alexiei Uliukaiev «è stato arrestato quando è stato colto in flagrante mentre accettava una bustarella»: lo sostiene la portavoce del Comitato investigativo russo Svetlana Petrenko precisando che «il denaro era stato dato a Uliukaiev in una operazione investigativa sotto la supervisione dei rappresentanti delle forze dell’ordine».

Alexey Ulyukaev, ministro dell'Economia russo Uliukaiev è inoltre accusato di estorcere denaro ai dirigenti di Rosneft attraverso minacce. Secondo una fonte nelle forze dell’ordine sentita dall’agenzia Interfax, gli investigatori intercettavano le telefonate di Uliukaiev sin dalla scorsa estate e in alcune conversazioni telefoniche il ministro aveva minacciato i rappresentanti di Rosneft sulla questione della privatizzazione della Bashneft.
Uliukaiev si trova in questo momento nella sede centrale del Comitato investigativo per un interrogatorio: lo fa sapere una fonte all’agenzia Ria Novosti. Secondo Gazeta.ru, Uliukaiev aveva presentato le sue dimissioni ad ottobre per un conflitto sull’attendibilità delle previsioni macroeconomiche con il ministero delle Finanze in cui il premier Dmitri Medvedev aveva appoggiato il titolare delle Finanze Anton Siluanov. Stando a fonti citate da Interfax, il ministro non si era presentato a lavoro negli ultimi giorni per motivi di salute.   Ulyukayev è stato tenuto d’occhio dagli agenti dell’FSB – i servizi di sicurezza russi – «per più di un anno», dice a Ria Novosti una fonte delle forze dell’ordine. Non si sa al momento se gli 007 russi sospettassero già «dei reati» di cui oggi viene accusato. È sicuro però che l’attività investigativa è stata svolta dal dipartimento di sicurezza interna dell’FSB e non, dunque, dal Comitato Investigativo.

#Fertilityday : La campagna sulla fertilità del ministro Lorenzin fa infuriare il web

Sito in crash e rivolta web per la nuova campagna del Ministero della Salute sulla fertilità.
Mancano 22 giorni al “Fertily Day” la giornata nazionale di formazione e informazione sulla fertilità promossa dal ministero della Salute, ma sui social la campagna pubblicitaria è già partita scatenando le ire del web.  Ma andiamo con ordine.

fertilityday675
Nel 2014 Beatrice Lorenzin, classe 1971 , Ministro della Salute e madre di due gemelli avuti lo scorso anno, si dice preoccupata per il calo demografico in Italia e annuncia l’intenzione del Ministero di adoperarsi affinché si riscopra la bellezza di procreare in età fertile (tra i 20 e i 30 anni).
Nasce così il fertily Day che si terrà il 22 settembre in diversi comuni d’Italia. Sul sito http://www.fertilityday2016.it/  – da diverse ore è andato in crash probabilmente per l’elevano numero di visite – sono presenti post come ad esempio: “La fertilità della donna risulta massima a un età tra i 20 e i 30 anni poi decresce in modo repentino dopo i 35 anni, fino ad essere prossima allo zero già diversi anni prima della menopausa. Progressivamente gli ovociti non solo diminuiscono di numero, ma presentano una qualità peggiore con una percentuale sempre maggiore di alterazioni cromosomiche”.
E’ possibile trovare il programma degli eventi, un guida su “I giorni fertili, quando farlo?”e anche un gioco anzi il “Fertility Game” in cui si può scegliere se essere un “ovulo rosa” o un simpatico “spermatozoo azzurro” e provare a conquistare il punteggio massimo  evitando i principali fattori di rischio come vita sedentaria, alcol, fumo, droghe, ecc.I social però si sono scatenati bocciando senza appello la campagna. Anche Roberto Saviano, su Facebook, mostra la sua perplessità analizzando una per una le cartoline realizzate ad hoc per l’evento. Una su tutte:” 1) “La bellezza non ha età, la fertilità sì” – commenta Saviano – vuol dire, semplicemente, affrettatevi a fare figli: non avete un lavoro stabile? Che importa. Non siete certi che il vostro partner sia quello giusto? Mio Dio quanti problemi vi fate. Forza, procreate, fatelo a cuor leggero, ché dove mangiano due mangiano tre.

Saviano e la scorta, la rabbia dello scrittore: “Sono questi gli alleati di Renzi? Vergogna”

ALFANO: SCORTA NON IN DISCUSSIONE «La scorta a Roberto Saviano non è in discussione». Lo ha affermato il ministro dell’Interno, Angelino Alfano, sottolineando di voler «chiudere la polemica». «La scorta – ha spiegato in un incontro di Area Popolare sulla famiglia – viene concessa a seguito di valutazioni tecniche sulla base dei profili di rischio. Negli anni, tali profili di rischio non sono venuti meno».

renzi_saviano_gufo

Quindi, «vorrei chiudere la polemica dicendo che tali valutazioni non competono all’interessato ma ad organismi tecnici di valutazione».
“POLVERONI INUTILI” «Gli inutili polveroni sollevati in queste ore non ci distoglieranno dal perseguire, con tenacia e determinazione, l’affermazione di Ala e di Valeria Valente a Napoli». Lo affermano i senatori di Ala Vincenzo D’Anna, Pietro Langella e Antonio Milo, all’indomani delle polemiche per le parole di D’Anna su Saviano e Capacchione. «La battaglia elettorale necessita di sintonia ed unità». «Tutto il resto è strumentale e marginale e non ci distoglierà dal raggiungimento degli obiettivi prefissati», concludono.

Maria Elena Boschi prende le critiche di petto

Maria Elena Boschi è ancora una volta al centro della bufera.
Intervistata domenica da Lucia Annunziata, il ministro per le Riforme ha parlato del referendum sulla riforma costituzionale del prossimo autunno aggiungendo che, in caso di vittoria del no, lei e Matteo Renzi si dimetterebbero.

image-44

La Boschi ha fatto riferimento alle critiche dell’ANPI, l’associazione nazionale dei partigiani, dicendo che i “partigiani veri, quelli che hanno combattuto, voteranno sì alla riforma”. E via di polemiche, dalla minoranza del PD e dal web.
Ma Maria Elena Boschi non si è fatta scalfire e, sempre nella giornata di domenica, ha dimostrato di saper affrontare le critiche… di petto.Invitata alla prima de La Traviata, diretta da Sofia Coppola, al Teatro dell’Opera di Roma la Boschi ha infatti optato per un abito verde con una profonda scollatura.
Bellissima e audace, Maria Elena Boschi ha incantato nel suo abito della collezione primavera-estate 2016 di Valentino, maison che ha anche curato i costumi dello spettacolo.
Da Kim Kardashian a Keira Knightley fino a Monica Bellucci, le altre star sono impallidite davanti a questa sensuale Maria Elena Boschi… color bosco!

Gonna birichina, il ministro Boschi tradita dalla cellulite

Era già successo la scorsa estate, quando si era goduta qualche giorno di relax sulle spiagge di Marina di Pietrsanta in Versilia nella sua Toscana.

Assemblea Nazionale Confcooperative

I paparazzi l’avevano immortalata in bikini puntando il dito su qualche chiletto di troppo e il più diffuso inestetismo femminile sulle gambe.Si è ripetuto qualche giorno fa a Roma ospite all’Assemblea Nazionale Confcooperative insieme ai colleghi Maurizio Martina e Beatrice Lorenzin. Seduta in prima fila, complice un tailleur corto color viola, il ministro delle Riforme Maria Elena Boschi ha messo in evidenza la tanto temuta dalle donne cellulite sulle cosce.