L’uomo di 34 anni che ha partorito suo figlio Leo. “Il momento più felice della vita”

Un uomo transgender di 34 anni ha partorito un bambino sanissimo dopo aver ormai quasi perso le speranze di poter avere un figlio biologico.
Trystan Reese, di Portland, in Oregon, è nato femmina ma ha iniziato a prendere ormoni quasi 10 anni fa. Ha smesso di prendere ormoni quando è rimasto incinta e ora ha dato alla luce il bambino, Leo.

Portland-Transgender-Man-Trystan-Reese-Gives-Birth-Baby-Boy-With-His-PartnerL’ultima volta che è rimasto incinta, Trystan ha subito un aborto spontaneo e ha creduto di aver perso la possibilità di avere un figlio biologico, scrive l’Independent.
Leo è il primo figlio biologico di Trystan e di suo marito, Biff Chaplow, che già hanno già adottato due bambini. Trystan ha detto a Fox News: “Direi che è cosa unica. Capisco che le persone non sono abituate a due uomini che hanno un figlio biologico”.
Biff ha aggiunto: “Il momento in cui è nato è stato un attimo di felicità pura, il momento più felice della mia vita. Vedere l’inizio di Leo, della sua vita, è stato sorprendente”.
Trystan e Biff hanno documentato il loro percorso sulla loro pagina Facebook e hanno ricevuto il supporto di amici e famiglia, anche se non sono mancate le critiche, soprattutto online.

Un figlio da Belen? Andrea Iannone: “Al momento non ci penso”

Belen sarà pure la persona più bella che ha incontrato Andrea Iannone, come dice lui, ma nella coppia continua la maretta. Nonostante le dichiarazioni social degli ultimi giorni (“Fra tante nuvole tu sei il mio sole”), il pilota in un’intervista alla Gazzetta dello Sport lascia senza parole. Alla domanda sui figli replica secco: “Al momento non ci penso”. Ma Belen non aveva detto di voler un bambino da Andrea?

belen-jadea-defaultAnzi, due! Eppure lui dice: “Al momento non ci penso. Sono concentrato sulla sfida Suzuki. Poi chi vivrà vedrà. Ma con Belen sono molto felice, è la persona più bella che abbia incontrato nella mia vita”. Che l’estate non sia iniziata serenamente lo confida lo stesso Iannone alla Gazzetta che dice: “La pausa serviva per staccare, soprattutto i primi giorni li ho vissuti male. Ora sono rigenerato, carico, pronto a ripartire”. Per ora lui ha in testa solo le gare, la Rodriguez dovrà aspettarlo al traguardo…

Aurora Ramazzotti e l’amica: “È arrivato il momento di mandarlo a cagare”

Un video esilarante quello pubblicato sul suo profilo Instagram da Aurora Ramazzotti. La figlia di Michelle Hunziker e Eros Ramazzotti si mostra una degna erede della mamma dalla quale ha sicuramente preso il senso dell’umorismo, la “chiacchiera” e la capacità di bucare lo schermo.

2510950_1127_aurora_ramazzotti_e_amica_arrivato_il_momento_di_mandarlo_a_cagare

“E’ arrivato il momento di mandarlo a cagare”, è un po’ il senso di questo mini show messo in atto con l’amica Sara Daniele dove le due ragazze avvertono le loro coetanee e soprattutto i maschietti a fare attenzione a come si esprimono nei messaggi whatsapp quando cercano di liquidare una possibile spasimante.
Una simpatica difesa delle donne. “Appello al quale siamo certe che si potranno relazionare molte donne: uomini, se pensate di fregarci inventando scuse del tipo “non mi è arrivato il messaggio” – spiega Aurora nel post – siete sulla strada sbagliata. Ci sarà sempre quell’amica maliziosa pronta a infilare non il coltello ma il machete nella piaga pur di farci capire che ci stiamo facendo prendere per i fondelli.
Io e la mia amica @saradanielee ne sappiamo qualcosa

Gianna Nannini incontra i fan: “Ho passato un momento difficile”

Parla di un momento difficile della sua vita, superato grazie al suo unico credo, ovvero la musica. Gianna Nannini incontra i fan a Milano – come è da tradizione prima della fine dell’anno – e parla per la prima volta del libro che ha appena dato alle stampe: “Cazzimiei”. “Sono flashback di un momento difficile mentale”, spiega. Ma poi è anche l’occasione per abbracciare i suoi ammiratori e naturalmente cantare: “Dopo mia figlia siete la cosa più importante della mia vita”, assicura.

gianna nannini-2

Già, Penelope. Quando parla della figlia che oggi ha 4 anni, la voce di Gianna diventa dolcissima: “Vuole suonare il violino e glielo lascio fare, d’altronde sta sempre con i musicisti”, racconta divertita. Al suo fianco c’è il manager David Zard e tra una risposta e l’altra alle mille domande annuncia che presto partirà in tournée i Europa: “E’ giusto promuovere la musica italiana”. La Nannini è soddisfatta del tour: “Nei teatri riesco a tirare fuori più cose, all’Arena di Verona, sotto la pioggia, è stato magico… l’acqua suonava con noi”.