Mamma si spoglia e gira un video hot in auto, poi lo schianto: muore a 35 anni. Ecco le immagini

Mamma si spoglia e gira un video hot in auto, poi lo schianto contro il palo: muore a 35 anni. La giovane mamma viaggia in auto a seno nudo mentre è in vacanza nella Repubblica Dominicana, e poco dopo muore.

34531-1024x768Natalia Borisovna Borodina, 35enne di Mosca, si è tolta la parte sopra del suo bikini e si è lasciata riprendere mentre si affaccia semi nuda dal finestrino con fare ammiccante mentre l’auto è in corsa.
Poco dopo le riprese però la donna sarebbe morta per aver sbattuto contro un palo. Concentrata nel suo siparietto hot, Natalia, mamma di un bambino, non ha notato che c’era un lampione e l’impatto le è stato fatale. A provare a soccorrere la donna è stata la sua amica, colei che guidava e che ha fatto le riprese, la 32enne Ivanna Boirachuk, ma purtroppo non c’è stato nulla da fare.
Secondo quanto riporta Unilad, la donna è stata portata in ospedale dove i medici hanno tentato il possibile per salvarle la vita. Le lesioni cerebrali però erano troppo gravi ed è morta poche ore dopo il ricovero.

Misteriosa creatura marina trovata morta sulla costa, il web si scatena: “È un mostro”

Una misteriosa creatura è stata trovata su una spiaggia in California. L’animale non ha né occhi, né bocca o ali, ha solo due grandi sfere che sembrano molto sproporzionate rispetto al resto del corpo.

METRO GRAB - taken without permission from Imgur directed from Reddit post by xxviiparadise Really gross 'sea monster' washes up in California Picture: Imgur

La creatura è stata trovata sulla sabbia e pesa poco pià di 3 chili, fotografata da un passante è stata condivisa sui social dove si è acceso un dibattito in merito. Le ipotesi, come riporta anche Metro, sono tra le più disparate, la prima è che potrebbe trattarsi di una lumaca privata del suo guscio, un esemplare di lumaca di mare particolarmente grande comuni in quella zona. C’è poi chi sostiene che potrebbe essere una lepre di mare e che le palline sporgenti siano le orecchie. La teoria sul fatto che possa anche trattarsi di una creatura marina sconosciuta sembra essere quella più avvalorata, ma per ora gli studiosi ancora non si sono espressi in merito.

Strage a Istanbul, Rita aveva predetto la sua morte: “Seguirò la mamma”

Rita Chami è una delle vittime dell’attentato di Capodanno a Istanbul. Libanese, è morta nel night club insieme al fidanzato. La sorella racconta le sue ultime drammatiche parole, che suonano adesso come profetiche. “Speriamo che ci divertiremo, la peggiore delle ipotesi è che morirò in uno scoppio e seguirò mamma”, avrebbe detto la Chami prima di partire per la Turchia.

rita-chami_04103941

Alcuni media avevano parlato anche di un post, di cui però ora non ci sono più tracce. Chami aveva perso la madre, malata di crancro, da pochi mesi ed è morta tra le braccia del suo fidanzato Elias Wardini nell’assalto alla discoteca Reina. L’uomo, pur avendo la possibilità di fuggire, sarebbe tornato indietro dalla sua fidanzata facendole scudo con il suo corpo.

Spogliarellista trovata morta nel night club: mistero dopo il party hot

E’ stata trovata morta sul pavimento del night club dove lavorava: il decesso della 29enne Stacey Tierney, originaria di Manchester, è ancora avvolto nel mistero.

main-stacey-tierney-baner

Ciò che si sa sulla donna (che si era trasferita a Melbourne da circa tre anni), è che è stata trovata morta ben 12 ore dopo la chiusura del club e che, nell’ultima notte di lavoro, era stata la progatonista di una grande festa che ha coinvolto numerosi uomini. Secondo alcune testimonianze, tutti gli uomini presenti al party, sarebbero fuggiti dopo essersi accorti della morte della ragazza.
Gli inquirenti continuano ad indagare sulle possibili cause della morte di Stacey Tierney: si ipotizza un mix di alcol e droga, assunto insieme agli uomini durante il party. La tesi, però, è stata confutata dai suoi amici e parenti, poichè la ragazza non amava bere.

Rhama, la ragazza che viveva in una bacinella, è morta il giorno di Natale

A Natale la 19enne nigeriana Rahma Haruna è morta. La ragazza che aveva commoso il web viveva praticamente senza arti fin dai primi mesi di vita. La giovane non si era mai arresa, ma, anche per le precarie condizioni economiche della sua famiglia, non ce l’ha fatta. Rhama abitava a Kano, in Nigeria, dove i suoi genitori facevano sforzi enormi per accudirla.

rahma-12_22134829

Come ha raccontato la madre, quando aveva sei mesi Rhama aveva appena imparato a stare seduta: a quel punto la sua crescita si è bloccata e non ha imparato mai a gattonare. Da allora Rahma non è cresciuta più. Il fratellino di 10 anni, Fahad, stravedeva per lei. Il padre Hussaini, un agricoltore, ha trascorso 15 anni alla ricerca disperata di una cura per la figlia, lavorando il più possibile per racimolare i soldi necessari per pagare le spese sanitarie e i medici, arrivando a vendere tutto quello che aveva. Fino a quando non gli è rimasto più nulla. I medici finora contattati sono rimasti tutti sconcertati dalle condizioni della ragazza e non hanno saputo dare una spiegazione al blocco dello sviluppo degli arti.

Strana presenza nel video del nuovo cane: “È il fantasma della mia cagnolina morta”

Kimberley Pearce, una donna del Nord Carolina, ha adottato un nuovo cane dopo la scomparsa della sua cagnolina, soppressa perché troppo anziana e malata per vivere. Mentre filmava il suo nuovo cane ha notato una strana presenza ed è convinta che si tratti del fantasma della sua vecchia amica. Il video ha fatto il giro del web.

1978853_ghost_dog

Nel filmato si vede il cucciolo appena arrivato interessato a qualcosa in fondo del corridoio. Dove il cane stava annusando c’era qualcosa di strano. “Stavo guardando il video con un amico – dice la Kimberley – e l’ho vista apparire. Ho subito capito che era lei. Era la mia cagnolina. Ho avuto uno choc. Sono corsa fuori e ho iniziato a piangere- Poi ho iniziato a sorridere. Era tornata per darmi un segnale… Potete vedere una figura bianca e coramello, i colori della mia cagnolina. Il video è stato realizzato all’ora di pranzo. Nessuna auto è passata in quel momento che possa aver creato un riflesso. Neanche un uccello che abbia prodotto un’ombra. Nulla. Siamo ben lontani dalle campagne. Prima non credevo nei fantasmi. Ora ci credo”.

La figlia di 7 anni viene trovata morta in piscina, dopo anni emerge la verità choc

Morì nel 2008 affogando in piscina, dopo anni emerge la verità sul tragico “incidente” che porto la piccola Adrianna Hutto, di soli 7 anni, alla morte. La bimba cadde nella piscina di casa sua in Florida, dove fu ritrovata morta. Per giorni si è creduto a un incidente fino a quando il fratellino minore di lei non è stato interrogato dalla polizia. Il bambino raccontò quello che aveva visto, una versione ben diversa da quella fornita dalla madre dei due, Amanda Lewis.

1717588_uccisa-mom

La donna avrebbe gettato in acqua la figlia per punirla dopo che la bimba aveva: «spruzzato del detersivo per vetri sul televisore», raccontò il fratello, come riporta il Mirror.  «Ha fatto delle cose sbagliate e la mia mamma si è arrabbiata, e così l’ha gettata in piscina», confessò il piccolo sul conto della sorella. Gli agenti proseguirono con dei sopraluoghi nella casa e scoprirono che i bambini erano costretti a vivere tra i loro stessi escrementi, evidente dimostrazione del fatto che venivano regolarmente trascurati. Oggi è arrivata la sentenza definitiva che conferma ogni colpevolezza della mamma mostro che sconterà i prossimi 30 anni in cella.

Trovata morta ex lottatrice e attrice hard: posò anche per la rivista ‘Playboy’

L’ex wrestler Joanie Laurer, nota come Chyna, è stata trovata morta sul suo letto nella casa a Redondo Beach, in Calfiornia. E’ stato un amico a fare il ritrovamento, mentre la sua agente ne ha dato notizia sui social. La polizia sta indagando, ma sembra non ci siano segni di violenza.

22Chyna-obit-blog427

La Laurer potrebbe essere morta per overdose. Sarà l’autopsia a stabilire le cause del decesso e se l’ex lottatrice ha assunto alcol e droghe. Chyna era diventata molto popolare negli Stati uniti sul finire degli anni ’90, quando combatteva anche contro gli uomini. Riuscì a finire sulla copertina di ‘Playboy’ e un suo video privato fu diffuso in rete avvicinandola al mondo del cinema a luci rosse. Negli anni 2000 la sua carriera subì un brusco rallentamento e le sue performances sul ring furono sempre meno. Alcolizzata e drogata ha sempre combattuto contro queste dipendenze.

Amber Rayne, il giallo della pornostar trovata morta: accusò di stupro il collega James Deen

Il cinema a luci rosse piange Amber Rayne, pornostar 31enne balzata alle cronache dopo aver accusato nel 2015 il collega James Deen di stupro.

Amber-Rayne-morta-870x500

La donna è stata trovata morta, probabilmente stroncata da overdose, sabato notte nella sua villa di Sun Valley, a Los Angeles.La magistratura ha aperto un’inchiesta, ma dai primi rilievi sembra si sia trattato di un incidente. La Rayne era in casa con un amico ed è stato lui a chiamare i soccorsi. Amber ha iniziato la carriera a 21 anni e ha girato oltre 500 film girati. Nel 2015 accusò James Deen, uno dei pornodivi più famosi al mondo, di averla picchiata brutalmente sul set e violentata ripetutamente.

“JonBénet Ramsey non è morta. È cresciuta e ha preso il nome di Katy Perry”

Una teoria bizzarra sta circolando in modo virale in rete: secondo lo youtuber Dave Johnson, la reginetta di bellezza JonBénet Ramsey, ritrovata morta 20 anni fa (caso mai risolto) sarebbe, in verità, mai stata uccisa e avrebbe preso il nome di Katy Perry.Sempre secondo Johnson, i genitori della bimba uccisa organizzarono la messinscena per permettere alla loro bimba di crescere e diventare una popstar.

1580880_CcJitFDWIAIpNzD (1)

Il filmato è stato pubblicato nel 2014, ma soltanto ora è stato diffuso da migliaia di utenti e fatto diventare virale. Ha attirato l’attenzione di molti: alcuni credono che la teoria dello youtuber sia fondata, altri l’hanno giudicata come una bufala da web.  ”JonBenet Ramsey non è morta, nessuno è morto – afferma Johnson, convinto nel video che sta circolando in rete – è stata sacrificata. Il sacrificio è stato in nome di qualcosa, è stato fatto per ottenere qualcosa e questo qualcosa era la fama. JonBénet Ramsey è diventata Katy Perry. È un fatto – ha detto – Quindi se volete continuare a mentire, siete dei falsi testimoni della sua morte. È questa la verità”.