I dettagli del “cambiamento” di Melissa Satta

Melissa Satta non sta ferma un momento. Due trasmissioni all’attivo, Tiki – Taka e l’appena concluso Il Padre della Sposa, grosse collaborazioni come testimonial (Bata e Stroili, tanto per fare due nomi), un grandissimo successo come influencer sui social network e non da ultima una famiglia di cui occuparsi. Soddisfazioni e tanto tanto lavoro: eppure, la gioia e l’orgoglio che traspare dai suoi occhi mentre parla della propria linea di costumi Changit, non ha eguali.

C_2_box_47401_upiFoto1FMelissa, cosa significa “Changit”?
Changit è cambiamento. In inglese si scriverebbe con la E, ma abbiamo voluto stilizzare…
Nasce dall’idea di cambiamento e di evoluzione. In generale, nel mondo della moda, e anche per me, perché oltre a fare da modella stavolta mi sono divertita a progettare. Non ho disegnato con la mia mano, perché non lo so fare, ma ho fatto tutte le scelte progettuali.
Quindi finalmente, anziché “Melissa Satta in costume”, potremo dire “I costumi di Melissa Satta“! Parliamo allora di cambiamento: cosa c’è di bello e di nuovo in questa tua collezione di costumi?
Il velluto è un po’ il mio orgoglio: lo trovo bellissimo, non classico e può essere spezzato e mixato con alti pezzi.
Poi adoro la parte basica, specialmente il costume intero: siamo stati molto attenti al dettaglio. Abbiamo previsto la vita alta e delle sgambature profonde, perché è tornato di moda il modello anni 80, alla Baywatch. Le stringhe laterali sono bellissime e poi io amo il nero!
Sono molto felice dei dettagli: per esempio ci sono spalline fatte con laccetti intrecciati, ci sono costumi trasparenti, ci sono scollature a V sulla schiena.
Le coppe di tutti i costumi sono estraibili perché ci sono donne che non le sopportano. Poi, un motivo di orgoglio dell’azienda è la possibilità di creare e stampare internamente le proprie grafiche.
Com’è stata questa tua prima esperienza nei panni di designer?
All’inizio di questa avventura pensavo di fare 20 costumi. Poi, sviluppa qua, sviluppa là… anzichè il primo step ho fatto una scala. E’ una collezione ampissima, arricchita da capi estivi per ogni occasione: copricostumi, shorts, gonnelloni, vestiti corti e lunghi… c’è veramente tanto.
Qual è stata per te la maggiore difficoltà?
E’ stato arginare la mia fantasia! Il problema vero l’ha avuto la ragazza che ha disegnato i capi, perché io avevo delle richieste assurde. Mi ha dovuto spiegare i motivi tecnici per cui non si potevano fare alcune cose, per esempio le caratteristiche che deve avere una spallina per sostenere, la differenza tra i vati tessuti…
Quale sarà la prossima occasione per indossare i tuoi costumi?
Non lo so! A Natale non andrò al mare. A Francoforte ci sarà troppo freddo. In Sardegna magari vado, ma d’inverno è impossibile stare in spiaggia. Magari nel nuovo anno…

Bimba di 7 anni rasata dalle sue insegnante: “Lo abbiamo fatto per motivi igienici”

Vede tornare la sua bimba a scuola con i capelli rasati e la motivazione è veramente sconvolgente. La piccola Tru, di soli 7 anni, è stata rasata a scuola, senza che la madre desse a nessuno il permesso d farlo, per questioni di igiene. La donna vedendo tornare a casa la figlia senza capelli ha chiesto spiegazioni ma le è stata data una risposta generica.

bimba-capelli_23202816La donna, come riporta Metro, denuncia quello che è per lei un gesto razzista, visto che i capelli della figlia erano abbastanza colti e la madre li teneva sempre puliti e legati, proprio per la giovanissima età della piccola. La responsabile della scuola di Dracut, nel Massachusetts, ha detto che si trattava di una norma igienica, ma non ha specificato il motivo: «Non aveva pidocchi, né era sporca», ha obiettato la madre che ha definito quello ai danni della figlia un gesto di violenza.
La mamma ha avviato una causa, per ora la scuola non ha rilasciato alcuna dichiarazione se non che al suo interno si sta portando avanti un’indagine per capire meglio quello che è accaduto.

Siria De Fazio: “Mi spoglio per Playboy e ho sempre Naike Rivelli nel cuore”

E’ stata la prima a dichiarare in tv la sua bisessualità, con Naike Rivelli ha vissuto l’amore senza tabù, e anche adesso che è finita la tiene “sempre nel cuore”. L’ex gieffina Siria De Fazio ha da poco festeggiato i suoi primi 40 anni e ora si regala una copertina importante. A ottobre apparirà nuda su Playboy Italia (Tgcom24 anticipa gli scatti dal backstage) e si racconta senza filtri: “Sono finalmente pronta a tornare in tv”.

C_2_articolo_3087020_upiFoto1FChe rapporto hai con il tuo corpo?
Dipende, a tratti buono, altre tremendo. L’ho sempre usato per motivi lavorativi. Ma nel mio privato mi faccio mille problemi, se vedo le gambe un po’ gonfie vado in tilt. Non mi vedo mai bene e non ho mai fatto palestra in vita mia.

I tatuaggi fanno parte del tuo corpo, quanti ne hai?
Circa una cinquantina. Che aumentano continuamente, non riesco più a fermarmi, l’ultimo l’ho fatto al collo, un disegno geometrico. Li ho sempre scelti per un significato, ogni tatuaggio rappresenta un passo importante della mia vita.

Hai una passione anche per il fuoco…
Sono una mangiafuoco, è la mia passione. L’ho fatto per quasi 20 anni ma recentemente mi sono fermata per un problema di salute.

Ti piacerebbe tornare in tv?
Oggi sono più pronta. Sono stata volontariamente distante per qualche anno. Non ero sicura di me, l’ambiente è un po’ complicato, c’è una grande competizione e bisogna essere sempre carichi di energia. Oggi mi butterei nella mischia, mi piacciono i reality, cose leggere…

L’Isola dei famosi la faresti?
Subito. Deve essere molto bella come esperienza, mi sentirei libera.

Sei la prima ad aver dichiarato la tua bisessualità senza problemi, ti è costato?
No, lo rifarei. L’ho detto con spontaneità e naturalezza. Mi ha portato la stima da parte di tutti, avere il coraggio di essere se stessi piace. E io lo sono sempre stata.

Oggi sei innamorata di un uomo o di una donna?
Ho una donna nel cuore.

Naike Rivelli?
Sempre la stessa. Credo che sia l’amore della mia vita. Non ci sentiamo, non abbiamo nessun tipo di rapporto. Ma la porto dentro di me.

Perché è finita?
Siamo due persone con una anima simile ma una mente diversa. Non so cosa faccia, non mi informo su di lei, rimango completamente distaccata, pensa che non la seguo neanche sui social.

Però hai saputo dello sfratto…
Certe notizie mi arrivano all’orecchio tramite altre vie. Mi dispiace, non la giudico. Da donna mi rendo conto che nella vita succedono cose che non hai calcolato bene.

Vuoi fare un appello?
No.

Con chi sei rimasta in contatto del Grande Fratello?
Con Vittorio, il surfista, e Ferdi, che ha vinto. Sono riuscita a mantenere dei rapporti molto buoni solo con loro. Ho un bel ricordo di quel periodo, il reality mi ha fatto rincontrare mio papà che poi ho riperso, ma è sttato piacevole.

Chirurgia estetica si o no?
Ho il viso rifatto, lo chiedi proprio a me? Sono per la chirurga estetica, assolutamente. Non ho paura del tempo che passa, ma sono molto attaccata alla vita, ho appena festeggiato i miei primi 40 anni e mi piace rimanere giovane.

Come seduci?
Con il sorriso.

Dite tutte così…
Certo, prima magari ti guardano il lato B. Ma quello che sorprende di più è il sorriso e lo sguardo, l’allegria. Di donne belle ce ne sono tantissime. Gioco anche io con l’intimo, ma la differenza la fa l’energia.

Come ti definiresti oggi?
Una donna che si appartiene. Che ha capito l’importanza di non fare quello che si aspettano gli altri. Libera di fare cose anche peggiori, ma nelle mie corde.