Mannequin Challenge mania: Cristiano Ronaldo rimane in mutande

Il Mannequin Challenge sta contagiando tutti gli sportivi del mondo: consiste nella realizzazione di un video si fanno riprendere da una telecamere come se fossero congelati, come dei manichini appunto. L’abilità è far vedere di stare per compiere un’azione e rimanere più immobili possibile.

timthumb (1)

Sicuramente, uno dei più bei Mannequin Challenge è stato quello registrato dalla Nazionale portoghese di Cristiano Ronaldo: tutti i membri nella selezione portoghese si trovano dentro lo spogliatoio.   C’è chi resta ‘congelato’ mentre ride, mentre indossa i pantaloncini, mentre si scatta un selfie. Cristiano Ronaldo, ovviamente, rimane ‘congelato’ mentre mette in mostra il suo fisico statuario.

Una MFW in mutande per Anna Dello Russo

Anna Dello Russo ci ha abituati a piume, costruzioni insolite, lustrini e cappelli improbabili.
In occasione di Milano Moda Donna primavera-estate 2017 però l’icona fashion è riuscita a stupirci ancora una volta.
Come? Passando la fashion week praticamente in mutande.

180281-thumb

Gli outfit scelti dall’editor at large di Vogue Japan infatti avevano tutti una caratteristica comune: erano talmente trasparenti da mostrare gli slip, sottili, culotte o body che fossero.
Sono il bianco e il nero i colori scelti da Anna Dello Russo per farsi immortalare a spasso per Milano, tra una sfilata e un party.
Allo show di Roberto Cavalli la Dello Russo si è presentata con un vestito lungo fino ai piedi disegnato per il brand da Peter Dundas con pesci ricamati e già indossato da Chiara Ferragni.
Altro evento, altro look. Per la sfilata di Max Mara Anna ha puntato su un abitino svolazzante di Gucci, ovviamente iper-trasparente.
Per sedersi in prima fila da Alberta Ferretti Anna Dello Russo ha virato sul nero, con una sensuale creazione tutta pizzi della maison. Ciocche blu e slip completano l’outfit.
Sono le balze di Alexander McQueen a coprire a malapena le toniche gambe della Dello Russo, regina indiscussa dello street style.
Contrasto black & white per la sfilata di Philosophy di Lorenzo Serafini: sotto ai candidi pizzi bianchi ecco spuntare l’intimo nero.
Infine, per gli amici Stefano Gabbana e Domenico Dolce ecco una misè… ancora una volta trasparente. Repetita Iuvant.

Vento monello… Malia Obama in mutande!

La folata di vento che alza maliziosamente il vestito sulla scaletta dell’aereo è il più classico degli incidenti fashion.
Questa volta è toccato a Malia Obama, all’arrivo a Madrid a bordo dell’Air Force One insieme a mamma Michelle, alla sorella Sasha e alla nonna Marian.
Chi vi ricorda Malia? Kate Middleton, ovviamente! Sulla carta è ancora solo duchessa ma in quanto a gonne alzate, in aeroporto e non, Catherine è già stata ampiamente promossa al ruolo di regina.

Malia-Obama-abito-Nasty-Gal-2

Tornando alla figlia del presidente degli Stati Uniti, Malia Obama deve aver selezionato il suo outfit senza pensare troppo alla brezza spagnola.
Giovane e ingenua, l’abito a vestaglia verde con righe bianche, scollo a v e maniche lunghe di Nasty Gal le deve essere sembrato appropriato per il volo che dal Marocco l’ha portata in Spagna. Ma ecco che, appena è sbarcata in Europa, il vento malandrino ha iniziato a soffiare, costringendo Malia Obama a coprirsi alla bell’e meglio con la mano.
Il danno però ormai è fatto, i fotografi hanno scattato e così le immagini delle lunghe gambe nude e un accenno di slip lilla della First Daughter hanno fatto il giro del mondo.
Non è andata bene nemmeno a Michelle Obama, che si è trovata nella stessa situazione della figlia maggiore. Mal comune…paparazzi contenti!

Estate alle porte, le vip restano in mutande: scopri i sederi più scolpiti

Glutei sodi e scultorei in bella mostra. L’estate è alle porte e le vip restano in mutande. Meglio se micro. Per la prova costume le bellezze dello showbiz fanno sfoggio delle loro curve conturbanti e il fondoschiena la fa da padrone.

C_2_articolo_3004416_upiImagepp (1)

Da Sarah Nile a Valentina Vignali e Nina Agdal guarda i fondoschiena più scolpiti…In piscina come Nina Moric, Laura Cremaschi o la procace Charlotte McKinney, nuova star di Baywatch o al mare come Sarah Nile, Nina Agdal o Valentina Vignali, la parola d’ordine è mostrare il fondoschiena all’obiettivo e condividere poi lo scatto coi fan. Un bollente e piccante anticipo d’estate che i fan sembrano molto apprezzare!

Lo spot di Renzi: “Uso le mutande Calzedonia”

Una breve visita allo stabilimento Calzedonia di Verona da parte del presidente del Consiglio Matteo Renzi. E nel suo discorso incentrato sulle realtà italiane nel mondo ha sorpreso tutti con una battuta: “Mi ero preparato per l’occasione: avevo il golfino ‘Falconeri‘, ho anche la mutanda ‘Intimissimi‘, ma ve la risparmio. Il calzino si può verificare, la mutanda credetemi sulla parola!”.

Renzi-Calzedonia1

Intimissimi, assieme a Tezenis e Faconeri, è uno dei marchi del Gruppo Calzedonia. Quale miglior pubblicità, quindi, per lanciare anche la nuova collezione.Calzedonia parla già di estate 2016 con un viaggio multisensoriale attraverso il tempo e lo spazio.
A Verona, nel nuovo spazio aziendale, sfilano colori fluo in omaggio allo sport ma anche proposte in crochet e modelli boho-chic.

Calzedonia Mare 2016

Musica e performance artistiche al ritmo Carioca fanno da cornice alla sfilata, per omaggiare il paese che ospiterà i prossimi Giochi Olimpici.
La protagonista della passerella anche quest’anno è Melissa Satta: una mamma dal fisico perfetto (con cui abbiamo fatto quattro chiacchiere nel backstage che potete leggere qui). Al di fuori della passerella, invece, il protagonista è stato il vulcanico premier. Tra i due, preferiamo goderci l’intimo di Melissa, non ce ne voglia Renzi.

Paolini show in mutande: “Mi iscrivo alla Lega. Salvini è un vero animale politico”

Gabriele Paolini, l’ex ‘disturbatore’ diventato personaggio controverso al centro di polemiche e provocazioni, ha annunciato stamani, con un piccolo show a Milano, di aver chiesto l’iscrizione alla Lega Nord.

Paolini

«Ho mandato 48 ore fa l’iscrizione via email – ha detto -. Non so se mi accetteranno ma io credo che Salvini sia l’unico vero animale politico in circolazione.Certo, talvolta esagera, ma anche io…».  Paolini, che in via Fara si è spogliato fino a restare in mutande, ha promosso con un megafono il suo libro L’ho amato, aveva 17 anni (Lupieditore) frutto della sua protesta per le accuse ricevute in merito alla sua presunta relazione con un giovane. Recentemente Paolini, omosessuale dichiarato, aveva anche annunciato di voler «diventare donna» entro il 2016.

Bieber, toccatina sensuale per Calvin Klein

A un anno di distanza dalla prima campagna Calvin Klein, ecco i nuovi scatti di Justin Bieber… in mutande.
La prima foto che è circolata, dal profilo Instagram del cantante, ha preso più di due milioni di like in poche ore. Sembra uno scatto rubato, semplice nella sua normalità: Justin Bieber è addormentato, in posa rilassata.

Justin-Bieber-in-Mycalvins-boxer-Calvin-Klein

Ascella in primo piano, ciuffo biondo e tatuaggi in bella mostra, una mano sul cuscino… e l’altra sull’inguine. Un gesto comune a molti uomini, nel sonno, una toccatina involontaria. Tanto basta per stimolare l’immaginario delle sue fan (e dei potenziali clienti delle mutande Calvin Klein).

Kendall-Jenner-in-Mycalvins-slip-Calvin-Klein

Le foto della campagna #mycalvins, scattate da Tyrone Lebon, ritraggono i modelli in pose sensuali e provocatorie cercando di non cadere nel volgare, ma stuzzicando l’immaginazione, rispecchiando il mondo giovanile di oggi.
Il claim “I _______ in #mycalvins” prova a personalizzare il messaggio.
I dream, I flaunt, I glow i verbi usati per Justin Bieber, che nelle foto appunto dorme, ostenta e… arde, sempre a petto nudo, sdraiato o mentre si pavoneggia come una divinità classica.
I testimonial di questa linea infuocano i cuori dei giovani, incarnando i loro standard di bellezza. Oltre a Justin Bieber e alla modella Kendall Jenner (I pose), partecipano anche l’artista Saskia de Brauw (I rise), la ballerina Sophia Tatum (I contort), il rapper Kendrick Lamar (I reflect), la modella Adwoa Aboah (I arouse), l’artista FKA Twigs (I flex) ed altri.