Paola Saulino: “Sesso orale? Donne, per farlo bene c’è un modello matematico”

Si chiama OPDAP (ogni lettera corrisponde ad una parola chiave che ci può ispirare mentre stiamo praticando un rapporto orale su un uomo: O sta per occhi, P per parole, D per donare e donarsi, A per adattarsi e infine P sta per plauso. E poi di ogni parola una spiegazione) ed è il modello matematico che Paola Saulino ha elaborato per il miglior sesso orale. Partendo dallo studio della PNL, (Programmazione Neuro Linguistica) e attraverso una personale elaborazione è nato un modello scientifico sul sesso orale.

3383342_poster_001Il modello OPDAP è un modello per lo più per donne o comunque per uomini bisessuali o omosessuali, ma Paola Saulino sta sviluppando nuove sigle e approcci anche per gli uomini che intendono avere rapporti sessuali esclusivamente con donne.
Una formazione al liceo classico, due lauree, con 110 e lode, portate a casa e con la convinzione di non anteporre mai il suo corpo allo studio o al saper fare. “Non ho mai creduto nell’agevolazione delle carriere, ho sempre pensato, se vali, vali! E prima o poi se sai fare qualcosa o hai qualcosa da dire, sicuramente ci riuscirai”.
“Credo molto in questo mio approccio di applicare la PNL al sesso. Sono due mie grandi passioni, posso dire di averle studiate a fondo entrambe, e ho tanta volontà di aiutare gli altri e perché no anche di divertirmi tanto. Il sesso è divertimento, e anche lo studio deve contemplare parentesi ironiche e ludiche”.
“Il sesso è una parte fondamentale della nostra vita – continua Paola – una forza vitale, il motore dell’esistenza. Una cosa meravigliosa. Il sesso orale è, invece, un regalo. Una bellissima forma che può donare tanto piacere. E’ una forma di connessione profonda se fatto al tuo partner, una dichiarazione d’amore, una deposizione delle armi dopo una litigata, una meravigliosa lettera scritta attraverso un atto; ma anche un’esibizione di abilità con un estraneo, un momento di altruismo, una bella parentesi sulla quale si può chiacchierare dopo, quindi anche un inno alla comunicazione. Il sesso orale conserva qualcosa di adolescenziale, conserva un nonsoché di estremamente goliardico e simpatico, conserva la magia del “non si fa” e la sfida “del devo impararlo a fare bene”.
Oggi Paola è diversa rispetto ad alcuni mesi fa, “sono stata travolta da gossip e critiche. Non sono mancati momenti di fragilità, ma posso affermare che è proprio dopo questi momenti che diventi ancora e sempre più forte. Certamente spesso mi sono sentita sola, a volte ero sola contro tutti, questo permetteva alla mia parte ribelle di combattere e prendersi la scena, ma la mia parte emotiva subiva bei colpi. Credo che questa svolta intellettuale possa giovare molto nella pratica di un buon sesso. E non escludo di poter elaborare altri modelli che aiutino gli uomini a praticare sesso orale e non, alle donne, e in generale su altre pratiche e metodi sessuali”.

Paola Saulino hot su Instagram, il vestito scivola e mostra il seno

Diventata famosa per il suo tour del sesso, dopo aver promesso di fare sesso orale a tutti coloro che avrebbero votato “no” al referendum dello scorso 4 dicembre, Paola Saulino si è resa protagonista di un incidente hot che ha lasciato nuovamente i suoi fan senza fiato.

41212546

La Saulino, proprio nel lanciare uno degli appuntamenti del suo “Pompa Tour”, è rimasta mezza nuda sopo aver fatto scivolare la spallina del suo top. Il video, postato sul suo profilo Instagram, mostra la donna mentre saltella felice con una vistosa scollatura, le bretelle dell’abito sono troppo sottili e scivolano mostrando, per pochi secondi, il seno della nuova star del we. In pochi giorni il video è diventato virale.

Paola, pasionaria del “No”: “Io, artista che mantiene le promesse”

Che i social siano la nuova forma di comunicazione non è certo una novità, anzi. Ed è anche grazie al potere dei social che la campagna di Paola Saulino è diventata letteralmente virale. La sua offerta per la vittoria del No aall’ultimo referendum, ha preso quasi il sopravvento rispetto al referendum stesso.

big-paola-saulino-2

Paola è una ragazza napoletana di 26 anni che dopo aver preso due lauree ed essere diventata una “scienziata della comunicazione”, ha scelto di seguire il suo istinto: diventare un’artista. Artista con il suo corpo, ovviamente. Ed è per questo che non si tira mai indietro a mostrarsi “come mamma l’ha fatta”. Con un pizzico di ironia, ma anche un po’ di malizia.
La sua campagna in favore del No è stata un successo. Mail e messaggi di ogni genere da parte di chi, per prenotarsi o soltanto per manifestare il proprio apprezzamento, si è voluto far sentire. Niente di nuovo insomma: nell’era del “mi piace” un’iniziativa del genere non poteva che diventare subito un tormentone. Per adesso soltanto social…

“Sesso se vince il no”. Mantiene la promessa: le date del pompa tour

Le promesse fatte saranno mantenute: lo garantisce Paola Saulino, che aveva invitato a votare il no al referendum in cambio di sesso orale. Come aveva fatto Madonna per sostenere Hillary Clinton alle Presidenziali Usa, solo che questa volta la Saulino dovrà accontentare davvero chi ha votato no bocciando definitivamente la riforma. La showgirl spiega sui social come farà e annuncia un tour con tappe e date ben precise.

1476890964077.jpg--

Dieci, le tappe annunciate finora: la prima a Roma il 7 gennaio, l’ultima a Palermo il 21 gennaio, il 17 dello stesso mese a Napoli. Per selezionare gli aventi diritto spiega: “Verranno prese in considerazione le mosse fatte sui social a favore della causa (condivisioni, schieramenti, stati) visto che ormai i social rappresentano il nostro punto di vista . Da ciò, e dalle prenotazioni (se siete stati in grado di prenotarvi) verranno tratte le conclusioni”. “Intanto – conclude – io mi alleno”.