Ambra Battilana, da Berlusconi e Weinstein al ritorno alle sfilate. Rocco Barocco: “L’hanno presa di mira”

Da Berlusconi a Weinstein passando per le sfilate. Poche settimane fa era in un’aula di tribunale a Milano per testimoniare al processo Ruby Ter, oggi Ambra Battilana è tornata in passerella per Rocco Barocco.

IN_Ambra_Battilana_Gutierrez«Finalmente una cosa positiva – sospira la 24enne modella che ha denunciato di aver subito molestie dal produttore cinematografico Harvey Weinstein – sono contenta di tornare a fare il mio mestiere».
«Quando Rocco Barocco mi ha chiesto di sfilare ero molto eccitata perché finalmente ho avuto l’occasione di tornare al mio lavoro dopo un lungo stop», dice Ambra. «Prima non venivo creduta, ora è tutto normalizzato grazie al movimento Me Too di cui sono molto felice di far parte».

«Sono orgogliosa di poter dare forza e coraggio ad altre ragazze e di dire loro che puoi realizzare i tuoi sogni senza compromessi, perché c’è anche gente con degli ideali forti, che rispetta le donne». Da parte sua Rocco Barocco, che l’ha voluta in passerella, spiega che «Ambra è una bella ragazza, troppo presa di mira, mi sembrava giusto darle la possibilità di farla apparire diversa da come è stata dipinta».

Miss Italia: si presenta alla giuria con la figlia in braccio. La neo-mamma di Taranto vola in finale a Saint Vincent

È arrivata davanti alla giuria in costume da bagno nero come le altre concorrenti, ma insieme a lei c’era la figlioletta: Chloe, di appena cinque mesi, se n’è stata buona buona nel “porta enfant”, mentre l’aspirante Miss 365 si raccontava agli Actual e a Miss Italia 2017 Alice Rachele Arlanch, giurati di questa edizione.

C_2_fotogallery_3085345_1_imageLa neo-mamma si chiama Alessia Spagnulo, ha 24 anni, è nata a Grottaglie in provincia di Taranto, vive a Montesilvano vicino Pescara e sabato prossimo, 26 gennaio, sarà a Saint Vincent con le altre 21 partecipanti, per la Finale della Prima miss dell’anno. La bellissima pugliese infatti, con i suoi capelli lunghi castani e gli occhi profondi, ha convinto gli esaminatori della selezione che pochi giorni fa si è tenuta a Roma all’Empire Palace Hotel e, con il numero 122, affronterà l’attesa sfida per il primo titolo della 79esima edizione di Miss Italia.
a sua presenza al casting, seppur insolita, non ha sorpreso la patron Patrizia Mirigliani che ha aperto il concorso alle madri già oltre 20 anni fa: «Era il 1994 quando abbiamo iniziato ad accettare tra le iscritte le ragazze sposate e con prole. Oggi il caso di Mirka Viola, che dovette ritirarsi quando si seppe che aveva un figlio e un marito, è un lontano ricordo. La piccola Chloe è stata davvero brava, tra l’altro – ha raccontato l’organizzatrice – Ha continuato a dormire, nonostante i fotografi e le domande dei giurati, mentre sua mamma sfilava sulla passerella».

Modella di 14 anni collassa e muore dopo 13 ore di sfilate no-stop

Sul suo contratto c’era scritto che doveva lavorare un massimo di tre ore al giorno, in realtà ne passava almeno 12 sfilando, senza assicurazione medica né giorni di festa. Venerdì, dopo l’ennesima, estenuante giornata passata in passerella a Shanghai è collassata e, dopo due giorni di coma, è morta.

vlada14-kUyB-U433901559401371uH-593x443@Corriere-Web-SezioniVlada Dzyuba aveva solo 14 anni, veniva dalla città russa di Perm, e da tre mesi era impegnata in una serie di sfilate in Cina. Secondo la prima ricostruzione medica la giovane soffriva di meningite cronica ed esaurimento nervoso. Adesso è partita un’indagine, che ha riaperto il dibattito sulle condizioni di lavoro, anche minorile, nel mondo della moda. Mosca ha chiesto chiarimenti alla Cina e alla società per cui Vlada lavorava. Sulla vicenda sta indagando anche l’autorità del Cremlino sui diritti umani, Pavel Mikov.
Secondo le prime ricostruzioni, la 14enne non aveva un’assicurazione medica e il decesso è stato causato da una meningite cronica, aggravata da un grave esaurimento nervoso. A riportare la notizia sono i tabloid britannici, che citano una ricostruzione del The Siberian Times, secondo cui la ragazza aveva la febbre altissima quando ha iniziato a sfilare. Dodici ore dopo, è collassata per la stanchezza. La madre, disperata, ha raccontato che Vlada le diceva sempre che si sentiva stanca, e che voleva dormiva. «Io la pregavo di andare all’ospedale». La donna stava cercando di ottenere un visto per raggiungerla. Il capo dell’agenzia di moda che aveva dato a Vlada la possibilità di partire per il suo viaggio di lavoro, Elvira Zaitseva, ha ammesso di non aver controllato il contratto della ragazzina: «Adesso raccogliamo ciò che abbiamo raccolto».

Vanessa Incontrada più bella delle modelle

Inutile negarlo, Vanessa Incontrada si piace e piace. Sarà per via del volto irresistibile, della simpatia travolgente o del fisico formoso che lei accetta e valorizza con l’abbigliamento giusto? Dietro questa domanda si cela il successo della sua linea per Elena Mirò.

C_2_box_44011_upiFoto1FLa nuova collezione firmata da Vanessa Incontrada, presentata a Milano nello store di Piazza della Scala, si compone di capi comodi, rubati al guardaroba maschile e rinterprati in chiave femminile. Lo stile, nei tessuti e nei modelli, si ispira all’eleganza britannica. Per presentarla, ha scelto di far sfilare dopo le modelle anche le “cartamodelle”: un modo per raccontare il percorso ed il lavoro che sta dietro alla creazione di un capo.
Una collezione ricca di dettagli che Vanessa Incontrada, oltre ad aver disegnato, ha anche indossato personalmente per la campagna del brand. Guarda nella gallery il confronto tra le foto del catalogo e la modella in passerella: la sua bellezza è strabiliante.

Federica Pellegrini si gode la singletudine, ma Filippo Magnini non la scorda

Un anno fa giravano per sfilate mano nella mano, lei in passerella lui nel parterre ad applaudirla, si parlava di nozze e di figli. A Milano Federica Pellegrini è tornata anche quest’anno per calcare la passerella in bikini, ma senza Filippo Magnini. Lei si gode la singletudine e a Tgcom24 dice: “Dopo una storia importante ci vuole tempo… di decompressione”.

C_2_articolo_3096810_upiImageppMagnini sui social scrive: “Non credere a niente che non sia amore”.
“La mia estate è sempre vagabonda, diciamo che la parentesi Formentera con le amiche è stata il clou” confessa Federica che prima di calcare la passerella di Raffaela D’Angelo in due pezzi e body painting parla delle sue vacanze da single, che ha trascorso con grande gioia e divertimento. Non scuce una parola su nuovi amori in corso, ma avverte: “In questo momento non sto cercando, non mi sto guardando intorno. Esco da una storia importante, adesso ci vuole tempo, tempo di decompressione”.

Filippo Magnini è lontano, ma i suoi pensieri social sembrano malinconici. Trascrive il testo di una canzone di Jovanotti e sottolinea alcune frasi: “E non ci credere quando ti dicono che sei speciale
I COMPLIMENTI COSTANO POCO e certe volte non valgono di più
Quello che sei, dove vai ciò che vuoi
Lo sai soltanto tu…
CHISSÀ SE STAI DORMENDO…
PERCHE DA OGGI DEVI STARE ATTENTA A TUTTA QUESTA GENTE
Che ti riempie la testa di cose, di facce e di miti
Che non potrai veramente sapere a cosa sono serviti
Quindi bambina NON CREDERE A NIENTE CHE NON SIA AMORE
Ti vedo scritta su tutti i muri
Ogni canzone mi parla di te…
A volte penso vorrei lo sai essere stato il primo
E poi ci penso e alla fine è lo stesso perché
PERCHÉ TANTO NON L HAI MAI FATTO COME L HAI FATTO CON ME
Chissà se stai dormendo…”.

Il pancione in passerella scatena la polemica

Un pancione in passerella, a New York, ha riacceso una vecchia polemica.
A scatenare tutto, un post Instagram di Nicole Phelps di Vogue Runway. Ritrae una modella mentre sfila col pancione accompagnata dal suo commento: “Assisto alle sfilate da 21 anni e ho visto una modella incinta in passerella esattamente un’altra volta. Qualcosa che fa pensare”.

C_2_box_42266_upiFoto1FLa top in questione è Maia Ruth Lee, alla sfilata dei designer Mike Eckhaus e Zoe Latta: il pancione di otto mesi non solo visibile, ma esibito, grazie al cardigan sbottonato proprio all’altezza del ventre e richiuso subito sotto.
Una bella visione, che ripropone tanti interrogativi relativi al mondo della moda. Perché gli stilisti non pensano a vestire il corpo delle donne in questa delicata fase della vita? La donna incinta viene considerata meno bella delle altre per sfilare? Bisogna nascondere le forme o sfoggiarle con orgoglio? A questi, si aggiungono le perplessità di chi sottolinea che lo stress da Fashion Week è eccessivo e quindi sconsigliabile nel periodo in cui si è incinte. E il pudore di chi non apprezza venga messa in mostra e spettacolarizzata una situazione e una parte del corpo tanto intima.
Ma se la bassa frequenza di modelle incinte sulle passerelle è indubbia, è pur vero che qualcosa si muove ed esistono comunque dei casi che hanno fatto notizia. Irina Shayk ha sfilato in bikini per Victoria’s Secret con un lieve pancino, confermando le indiscrezioni sulla sua prima gravidanza. Per lo stesso marchio, l’ultimo pancione è stato quello di Ana Beatriz Barros. In Italia? Bianca Balti è stata la star della passerella “Viva la Mamma” per Dolce & Gabbana mentre aspettava Mia. Molto prima di lei, Raffaella Fico ha sfilato in costume mentre attendeva Pia, la figlia di Mario Balotelli. Persino in India, Carol Gracias ha portato il pancione in passerella per il marchio Gaurang Shah.

Ashley Graham, il suo bikini curvy conquista New York

Il suo nome ormai è sinonimo di modella curvy, una categoria sempre più affermata e di cui Ashley Graham è il volto (e il corpo) più noto.

C_2_fotogallery_3082529_upiFoto1FCome dimostrato per l’ennesima volta sulla passerella della New York Fashion Week, dove il bikini della burrosa modella americana non è passato inosservato.

Venezia 74, il vento birichino fa volare gli abiti

Passerella “svolazzante” per le star ospiti del Franca Sozzani Award del Festival di Venezia. Le bellezze hanno sfilato con portamento impeccabile, ma le folate di vento hanno più volte fatto rischiare l’incidente hot.

venezia74Prudente Valeria Bilello e Afef, fasciate in long dress coprenti, mentre è andata peggio a Nicoletta Romanoff, Eva Riccobono, Carolina Kurkova, Isabeli Fontana e Vittoria Puccini che tra un flash e l’altro cercavano di gestire le trasparenze e gli spacchi. Hanno invece giocato d’astuzia le veterane Julienne Moore, arrivata in pantaloni, e Donatella Versace che ha invece sfilato con un divertente abito di piume perfetto per il meteo della serata.

Kara Del Toro incontenibile alla prima di “47 metri”

La modella è stellina social Kara Del Toro ha incendiato il red carpet della première americana del thriller “47 metri”. Nel film le protagoniste Mandy Moore e Claire Holt precipitano sul fondo dell’oceano, ma in passerella Kara ha dimostrato di avere anche lei polmoni molto sviluppati.

C_2_fotogallery_3012835_12_imageIl prosperoso decolleté, coperto a malapena dalla scollatura profondissima, è stato infatti il protagonista assoluto della passerella. Di certo la Del Toro sa che il seno è il suo punto di forza e non manca di metterlo in evidenza. La sua vetrina preferita è ovviamente Instagram; il suo profilo social è infatti un tripudio di curve strette in micro bikini o in intriganti completini intimi.

Dayane Mello, trasparenze super hot in passerella

Dayane Mello non perde il vizio. Alle sfilate milanesi, la naufraga appena rientrata dall’Isola dei famosi, ha sfoggiato sexy trasparenze.

C_2_fotogallery_3009487_2_image

Sul red carpet del festival del Cinema di Venezia aveva fatto parlare il mondo per l’outfit senza slip, adesso indossa un abito blu dallo spacco generosissimo e senza reggiseno. Chissà come la prenderà il suo nuovo fidanzato, l’ex calciatore Stefano Bettarini…