Al Bano Carrisi ‘scappa’ dall’Italia, in tour senza Romina Power ma con… Cosa e` successo?

Al Bano Carrisi ha lasciato l’Italia per andare in Australia. Lì il cantante terrà una serie di concerti ma senza Romina Power. Il prossimo giudice di The Voice, però, è in ottima compagnia perché con lui in Australia c’è… Non parliamo di Loredana Lecciso da cui è temporaneamente separato.

1497789457972_1497789472.JPG--albano_e_loredana_lecciso_sposiPiù di qualcuno si starà senz’altro chiedendo che fine abbia fatto Al Bano Carrisi dopo la temporanea (??) separazione da Loredana Lecciso: affranto e depresso? No, il cantante di Cellino San Marco ha lasciato l’Italia ed è volato dall’altra parte del mondo, in Australia per la precisione, dove è in programma un tour musicale prima dell’addio alle scene.

Intervistato dal settimanale Spy, Al Bano Carrisi ha confessato: “Sono in Australia. Grazie al mio tour di concerti sono finalmente scappato dalle polemiche. Sono qui a Perth con i miei figli (Yari, figlio di Romina e Jasmine e Bido, avuti dalla Lecciso)”.

Sull’ex moglie, poi, ha fatto una dovuta precisazione: “Romina? No, adesso no. A volte è previsto che ci sia con me sul palco, ma altre no. Ci sono solo io…”
Il prossimo giudice di The Voice ha liquidato la questione senza lasciarsi andare ad ulteriori commenti e dettagli sulla delicata vicenda che lo ha visto al centro di due fuochi e che tanto clamore ha suscitato sul web.

Poi a Spy, Al Bano ha svelato che a malincuore dovrà ritirarsi entro gennaio 2019:

“Devo dare retta a chi mi suggerisce di non esagerare. Non lo dico con gioia, ma con un sottile senso di dolore. Gli interessi sono tanti, tanti gli stress, le distanze, il jet lag. Mi dedicherò alle altre mie passioni, la famiglia innanzitutto. Adoro stare con i miei figli”.

Chissà se questo allontanamento dall’Italia e dai rumors gioverà al 75enne e se Loredana Lecciso – nonostante la separazione a quanto pare solo momentanea – lo accoglierà a braccia aperte una volta sceso dall’aereo.

Chrissy Teigen incinta cucina in topless

Ennesimo scatto hot per Chrissy Teigen. Rossetto rosso fuoco, sorriso smagliante ed il suo corpo semi nudo, con pancione in evidenza, la moglie di John Legend ha raccolto oltre 1.4 milioni di like su Instagram con una foto in cui si mostra intenta a preparare un’insalata in topless. In attesa del secondo figlio, ironica e provocatoria, la modella ha coperto il seno con le icone di due insalate.

C_2_articolo_3122860_upiImageppLa cucina è una delle sue passioni più grandi, tanto che un suo libro di ricette del 2016 (“Cravings”) ha ottenuto notevole successo di critica. Ma ora Chrissy Teigen, dal 2013 moglie del cantante soul John Legend e già mamma di una bambina, ha raggiunto un altro grande obiettivo, quello di sentirsi veramente libera di vivere la propria vita così come viene, naturalmente, anche quando il proprio corpo cambia.

E’ questo infatti il messaggio che la modella americana, in attesa del secondo figlio, ha voluto lasciare ai suoi follower sui social network con uno scatto che la ritrae coperta solo da due emoticon sul seno mentre prepara un’insalata.

Non solo, ma la Teigen ha voluto anche lanciare un altro appello, quello di sapersi apprezzare così come si è, nonostante i cambiamenti. “Ci sono state volte in cui ho pianto davanti a John, momenti in cui mi sentivo inadeguata rispetto al mio corpo” ha confessato di recente. Ma ora non è più tempo di piangersi addosso.

Lo sfogo di Pierluigi dopo 20 anni di bullismo: “Non chiamatemi Piergay”, il post diventa virale

Un’altra storia di bullismo. Pierluigi Glionna ha 20 anni è un aspirante attore e regista, ha un blog e molte idee, con tutto l’entusiasmo della sua giovane età. Pierluigi è di Spinazzola, in Puglia, e sulla sua pagina Facebook ha voluto raccontare un fatto che lo ha ferito molto, denunciando ancora una volta un atto di bullismo.

26992403_10213317585631987_5972093291255437755_n«ono Pierluigi; per gli amici Pier, Pipè, Piè… per molti sono purtroppo Piergay. E stasera ho fatto un brutto salto nel passato; un gruppo di bambini di 13 o 14 anni (anche se a quell’età bambini non lo si è più) mi hanno urlato questo schifoso nomignolo per strada, hanno fatto versi e detto frasi sul mio conto. Appena ho cercato di avvicinarmi e parlare con loro da persona matura, ovviamente sono scappati via. Mi hanno seguito per tutto il tempo e hanno continuato ancora e ancora ad urlare. E questa cosa fa male».
Pierluigi racconta che da quando era piccolo è stato preso di mira e su di lui sono sempre circolate voci che lo hanno fatto soffrire: «La mia vita fin dai primi anni delle scuole elementari è stata macchiata da voci, insulti, ingiurie sul mio conto… e da quella parola (che eviterò di riscrivere) che leggete lì in alto. Per quasi 10 anni non c’era volta che attraversavo una piazza e non sentivo insultarmi o vedere gente che rideva di me». Poi confessa che per mesi ha vissuto chiuso in casa per paura di questi gesti e queste voci.

Il suo sfogo è diventato virale e da tutta Italia sono arrivate per lui frasi di incoraggiamento e pensieri di supporto. Pierluigi ha apprezzato ogni singolo gesto e ha lanciato un messaggio ancora più forte: «Vorrei fare un appello a tutti i genitori: insegnate ai vostri figli che il mondo va avanti, che la vita è corta e bisogna vivere esaltando l’amore, l’amicizia, le passioni».

Paola Saulino: “Sesso orale? Donne, per farlo bene c’è un modello matematico”

Si chiama OPDAP (ogni lettera corrisponde ad una parola chiave che ci può ispirare mentre stiamo praticando un rapporto orale su un uomo: O sta per occhi, P per parole, D per donare e donarsi, A per adattarsi e infine P sta per plauso. E poi di ogni parola una spiegazione) ed è il modello matematico che Paola Saulino ha elaborato per il miglior sesso orale. Partendo dallo studio della PNL, (Programmazione Neuro Linguistica) e attraverso una personale elaborazione è nato un modello scientifico sul sesso orale.

3383342_poster_001Il modello OPDAP è un modello per lo più per donne o comunque per uomini bisessuali o omosessuali, ma Paola Saulino sta sviluppando nuove sigle e approcci anche per gli uomini che intendono avere rapporti sessuali esclusivamente con donne.
Una formazione al liceo classico, due lauree, con 110 e lode, portate a casa e con la convinzione di non anteporre mai il suo corpo allo studio o al saper fare. “Non ho mai creduto nell’agevolazione delle carriere, ho sempre pensato, se vali, vali! E prima o poi se sai fare qualcosa o hai qualcosa da dire, sicuramente ci riuscirai”.
“Credo molto in questo mio approccio di applicare la PNL al sesso. Sono due mie grandi passioni, posso dire di averle studiate a fondo entrambe, e ho tanta volontà di aiutare gli altri e perché no anche di divertirmi tanto. Il sesso è divertimento, e anche lo studio deve contemplare parentesi ironiche e ludiche”.
“Il sesso è una parte fondamentale della nostra vita – continua Paola – una forza vitale, il motore dell’esistenza. Una cosa meravigliosa. Il sesso orale è, invece, un regalo. Una bellissima forma che può donare tanto piacere. E’ una forma di connessione profonda se fatto al tuo partner, una dichiarazione d’amore, una deposizione delle armi dopo una litigata, una meravigliosa lettera scritta attraverso un atto; ma anche un’esibizione di abilità con un estraneo, un momento di altruismo, una bella parentesi sulla quale si può chiacchierare dopo, quindi anche un inno alla comunicazione. Il sesso orale conserva qualcosa di adolescenziale, conserva un nonsoché di estremamente goliardico e simpatico, conserva la magia del “non si fa” e la sfida “del devo impararlo a fare bene”.
Oggi Paola è diversa rispetto ad alcuni mesi fa, “sono stata travolta da gossip e critiche. Non sono mancati momenti di fragilità, ma posso affermare che è proprio dopo questi momenti che diventi ancora e sempre più forte. Certamente spesso mi sono sentita sola, a volte ero sola contro tutti, questo permetteva alla mia parte ribelle di combattere e prendersi la scena, ma la mia parte emotiva subiva bei colpi. Credo che questa svolta intellettuale possa giovare molto nella pratica di un buon sesso. E non escludo di poter elaborare altri modelli che aiutino gli uomini a praticare sesso orale e non, alle donne, e in generale su altre pratiche e metodi sessuali”.

L’esorcista dei vip: “Tre donne dello spettacolo italiano possedute da Satana”

L’esorcista Don Antonio Mattatelli è intervenuto questa mattina ai microfoni di ECG, il programma condotto da Roberto Arduini e Andrea Di Ciancio su Radio Cusano Campus. l’emittente dell’Università degli Studi Niccolò Cusano.

3311998_1309_matatelliL’esorcista ha parlato dei recenti scandali sessuali che hanno sconvolto il mondo di Hollywood e non solo: «C’è Satana in queste cose. C’è Satana in tutto questo meccanismo perverso di una società sessualizzata. Una società che ricatta le persone perché arrivino al successo. Le ricatta sessualmente. Persone che magari hanno una dipendenza sessuale, come si può avere la dipendenza da gioco. In quello che è accaduto, Satana è nel produttore che chiede ma anche nella donna che accetta di dare. In entrambe le situazioni c’è il peccato. C’è una dissacrazione dell’io, si viola il sacrario della coscienza. Satana non è soltanto nel produttore che chiede sesso per concedere una parte, ma anche nella donna che accetta quel baratto. Non bisogna cedere per il successo ai comandamenti di Dio. In questo caso non vale il male minore. Le persone che fanno queste cose pensano di essere furbe, ma in realtà sono schiave delle proprie passioni».
Don Antonio ha poi svelato di aver esorcizzato alcuni vip: «Ho fatto esorcismi a una ragazza dello spettacolo particolarmente posseduta. Ho avuto a che fare con diverse persone dello spettacolo. Anche una persona molto conosciuta e insospettabile che si è convertita, famosa prima e ora sparita. Anche quella persona aveva questi problemi legati ai baratti sessuali, problemi da cui è stata liberata. Ci sono tre donne dello spettacolo che hanno avuto a che fare con me. Hanno avuto problemi di possessione. Una è stata liberata, una è ancora in cura, un’altra è stata trasferita ad un altro sacerdote. Tre persone di cui una famosissima che hanno avuto questi problemi di possessione proprio in seguito a questi contatti con questo mondo dello spettacolo in cui Satana sicuramente è presente, con la ricerca del successo ad ogni costo, una sessualità vissuta in modo libertino e spregiudicato, una vita appiattita sul materialismo, soldi e cocaina».

Pupo e il sesso con la moglie e l’amante: “Ecco perché ho trovato pace”

Pupo è solito rilasciare dichiarazioni sulla propria vita privata e intimità. Il cantante si divide tra la moglie e l’amante perché adattarsi alla monogamia non è stato semplice per lui. La sua è tuttora una vita sentimentale complicata.

Cattura7

Al settimanale ‘Oggi’, in una lunga intervista a Pierluigi Diaco, ha annunciato i suoi progetti professionali e di aver trovato pace. “Mia moglie ha capito la mia dipendenza dal sesso – racconta Pupo – ma non è stato affatto comodo.Ho sofferto anch’io per le mie passioni, le mie perversioni e miei egoismi. Non ho voluto rinunciare a quello che ero e che sono. Dire la verità a entrambe mi ha aiutato a trovare un equilibrio e a vivere al meglio delle mie possibilità il rapporto con queste due meravigliose donne”. Adesso non cerca più il sesso occasionale perché è come se la sua vita risultasse completa proprio perché entrambe gli stanno vicino: “Non le metto in competizione. Non le metto a paragone. Una senza l’altra non sarebbero la stessa cosa. Mia moglie ha sempre saputo che la tradivo e non le ho mai nascosto quella che poi negli anni sarebbe diventata una vera e propria patologia: la dipendenza da sesso. Con l’arrivo di Patricia nella mia vita quella spinta sessuale, quel desiderio continuo di sesso occasionale, hanno trovato finalmente pace. Ho trovato un equilibrio. Da una parte mia moglie che mi ha fatto il regalo più bello, le mie figlie, dall’altra Patricia che è diventata da subito la mia amante, la mia complice e la mia alleata”.
Pupo ha anche un nuovo album dal titolo “Porno contro amore”.