Madonna, allʼasta scatti inediti in cui balla… completamente nuda

Magrissima, i capelli corti e scuri e… completamente nuda. Ecco Madonna a 18 anni in una serie di scatti inediti in bianco e nero, che andranno all’asta su Gotta Have Rock And Roll a partire da mercoledì 22 novembre. Si tratta di oltre 100 foto mai viste scattate da Cecil Taylor nel 1977, quando la popstar, ora 59enne, era ancora una studentessa dell’Art Worlds Institute of Creative Arts ad Ann Arbor in Michigan.

C_2_articolo_3107710_upiImageppGotta Have Rock And Roll è un sito di aste online dedicato a personaggi del mondo del rock e della pop art, lanciato nel 2008. Negli scatti all’asta, battuti con prezzi che oscillano tra le 800 e le 1.200 sterline ciascuno, Madonna è stata immortalata durante una lezione di danza in studio, completamente senza veli. Insieme alle foto vengono venduti anche i negativi originali e i diritti d’autore.
A quel tempo, Madonna firmò un modulo di autorizzazione in cui dichiarava di essere maggiorenne con “Madonna Ciccone”: era il 19 maggio 1977. L’asta aveva precedentemente battuto le mutande della popstar e una lettera di Tupac.

Calendario Pirelli 2018, in posa Whoopi Goldberg e Naomi Campbell

E’ stato presentato al Manhattan Center di New York il Calendario Pirelli 2018 realizzato da Tim Walker. Per la 45esima edizione di The Cal, scattata a Londra lo scorso maggio, il fotografo britannico ha rivisitato il surreale mondo del classico “Le avventure di Alice nel Paese delle Meraviglie”. Un cast all black, come avvenne già nel 1987, che vede come modelle tra le altre anche Whoopi Goldberg, Naomi Campbell e Lupita Nyong’o.

C_2_articolo_3105753_upiImageppPer realizzare la propria interpretazione di “Le avventure di Alice nel Paese delle Meraviglie”, Walker ha ritratto un cast composto da 18 personaggi, alcuni già affermati e altri emergenti, tra i quali musicisti, attori, modelle, attivisti politici.
Sono la modella sudanese-australiana Adut Akech, la modella e attivista femminista ghanese-britannica Adwoa Aboah, il modello senegalese-tedesco Alpha Dia, l’attore e modello beninese-americano Djimon Hounsou, la modella sudsudanese-australiana Duckie Thot, l’attivista gambiana per i diritti delle donne Jaha Dukureh, il modello britannico King Owusu, il rapper e cantante americano Lil Yachty, l’attrice messicana-keniota Lupita Nyong’o, la top model e attrice britannica Naomi Campbell, l’attore, personaggio televisivo e cantautore RuPaul, l’attrice americana Sasha Lane, il rapper, cantante, compositore, attore, produttore discografico e imprenditore Sean “Diddy” Combs, la modella americana Slick Woods, la modella e avvocatessa sudafricana Thando Hopa, l’attrice, comica, autrice e conduttrice televisiva Whoopi Goldberg, il modello britannico Wilson Oryema e la stilista, designer e cantante britannica Zoe Bedeaux.

La regina Elisabetta finisce nei Panama Papers: milioni di sterline alle isole Cayman. Nella lista anche Bono, Madonna, Rania di Giordania e Soros

ROMA – Ci sono anche milioni di sterline di profitti generati da proprietà private della regina Elisabetta fra gli investimenti offshore di ricchi e potenti svelati dalle nuove carte dei Panama Papers. La regina risulta aver investito ingenti somme nel paradiso fiscale della Cayman attraverso il Ducato di Lancaster. La rivelazione è riportata con evidenza dal Guardian. Imbarazzo pure per Lord Ashcroft, businessman ed ex dirigente del Partito Conservatore britannico, che avrebbe a sua volta nascosto una fortuna pari a 450 milioni su conti offshore.3347815_1928_regina_elisabettaI dettagli arrivano da un nuovo leak dei Panama Papers, ottenuto da alcuni server provider di 19 paradisi fiscali: da qui il nome di Paradise Papers.
Bono, Madonna, Rania di Giordania, il finanziere George Soros, un ministro di Donald Trump sono alcuni dei personaggi famosi che compaiono nella nuova lista ‘nerà dei paradisi off-shore. Oltre 13,4 milioni di documenti riservati ottenuti dal tedesco Suddeutsche Zeitung che li ha condivisi con l’International Consortium of Investigative Journalists e i suoi partner tra i quali il Guardian, la Bbc, il New York Times e l’Espresso pubblica in esclusiva per l’Italia insieme con Report, la trasmissione d’inchiesta di Raitre.
Il segretario al Commercio di Donald Trump, Wilbur Ross, coinvolto nella nuova inchiesta sui paradisi off-shore svelata dai Panama Papers gestisce affari che hanno legami con il genero del presidente russo Vladimir Putin. Si tratta in particolare di una società di navigazione nella quale Ross ha interessi e con la quale ha effettuato una serie di investimenti offshore, secondo le nuove rivelazioni.

Ilary con la tuta da Kill Bill infiamma la rete

Se il pubblico pensava che nella sesta puntata del Grande Fratello Vip la sorpresa sarebbe stata l’ingresso dei nuovi concorrenti, si sbagliava: Ilary Blasi ha colto tutti di sorpresa con un inedito look sportivo, corredato di acconciatura vintage e make up caricato.

C_2_box_45006_upiFoto1FLorenzo Flaherty non fa in tempo ad essere eliminato che rientra pochi minuti dopo, prosegue la polemica tra i Rodriguez e Luca Onestini, Malgioglio è costretto a sfidare un gigante a braccio di ferro, Aida Yespica commuove il pubblico con la sua storia: una puntata densa di contenuti, ma su Internet l’attenzione è stata tutta per Ilary Blasi.
L’inversione di tendenza della conduttrice, che nelle serate precedenti aveva scelto outfit più eleganti e raffinati, inutile dirlo, ha acceso la rete. La jumpsuit in suede di Drome, come hanno fatto notare in molti, sembrava la versione bordeaux di quella indossata da Uma Thurman in Kill Bill, con tanto di zip frontale e bande laterali: mancava soltanto la katana.
Ma, passi la tuta, è su make up e acconciatura che gli internauti si sono accesi, giudicando l’uno eccessivo, l’altra antiquata.
Inutile nascondere che sono fioccati nuovamente i paragoni con altri personaggi: “Versione bordeaux di Kill Bill eri divina! – Sembra Jessica nel film di Verdone… Coattissima! – Trova le diffirenze tra: la mitica strega per amore e Ilary Blasi – Sembri Khloe Kardashian! – Occhi di Gatto fatta persona – Diciamo a Ilary che Halloween non è oggi per favore – Da quando si è rifatta le labbra, sembra Joker – Identica a Britney Spears nel video di Ooops I did it again – Il grande ritorno delle Spice Girls! – Ilary Blasi vestita da borseggiatrice della stazione Termini – Sembra Moira Orfei – Ricorda molto Vicky Pollard – Quando Ilary non c’è e viene sostituita da Joy di My name is Earl – Sono indecisa tra Kill Bill o le Charlie’s Angel“.
Ilary Blasi ignora tutti e prosegue per la sua strada: nel bene o nel male, purché se ne parli.

Ilary stava meglio bionda? In rete i paragoni

Grande Fratello Vip? Sui social network i capelli di Ilary Blasi tengono banco più degli screzi tra i concorrenti. Il cambiamento di look della conduttrice è diventato argomento di discussione. Tanti i detrattori, ma c’è anche chi lo ha apprezzato. Durerà anche dopo la fine del reality? Si accettano scommesse.

C_2_box_42931_upiFoto1FIl look sexy, top Diesel e pantaloni Dondup, tutto sommato è passato inosservato. Ilary Blasi ha scelto di nuovo il nero, come per la prima puntata, ma puntando su un mood decisamente più sportivo. La schiena nuda è un grande classico peccato sia rimasta coperta dai capelli. I pantaloni a zampa hanno destato qualche perplessità ma con i tacchi Le Silla l’effetto era comunque equilibrato. Comunque, il suo outfit è passato in secondo piano rispetto alla chioma.
“Finalmente s’è tolta quel giallo menopausa – Tutta la vita questo colore – Colore molto bello, ritorno ai vecchi tempi! – Quel giallo non mi piaceva proprio” scrivono i fan di Ilary Blasi che apprezzano la nuova tinta.
I commenti negativi, a dire la verità sono la maggioranza, i più esilaranti sono i paragoni con altri personaggi: “E’ stata dallo stesso parrucchiere di Paola Marella? – Ilary ha rubato i capelli a Flora delle Winx – Biondo dorato e il suo colore: così sembra Mara Venier! – Meglio bionda, sembra Laura Ravetto – Sembra la contro figura di Sharon Stone – I capelli color Goleador Coca Cola anche no Ilary“. Non mancano riferimenti a Loredana Lecciso o a Roberta Bruzzone.
Insomma, questo colore Wild Tiger, realizzato dal suo parrucchiere di fiducia Solidani Salon di Roma, nel bene o nel male, inizia a farsi conoscere.

Kekko dei Modà: “Cambio vita e divento regista”

A inizio estate i Modà avevano sconvolto i fan, annunciando che si sarebbero presi una pausa. Il frontman Kekko Silvestre ha infatti deciso di dare una svolta alla sua vita, buttandosi sul cinema e mettendosi di nuovo in gioco. “Sto iniziando da zero, anzi da sottozero, con il mio primo film” ha raccontato a Chi “Il mondo del cinema è una giungla a me sconosciuta, con personaggi che ti trattano come un cretino. Ma va bene così”.
“Questo per me è un periodo tosto.

C_2_articolo_3089409_upiImageppAvevo bisogno di staccare, di stare con la mia famiglia” ha ammesso Kekko, che si è concesso una pausa a Formentera con la compagna Laura, al suo fianco da vent’anni, e la figlia Gioia di 6 anni.
Il cantante sta infatti lavorando al copione del film “Cash”, tratto da una storia vera, da ben tre anni e conta di portarlo in sala a gennaio 2019. Intanto sta cercando i protagonisti, anche se non tutti i candidati lo trattano con il dovuto rispetto: “Sto mettendo in piedi il cast con attori di prim’ordine. Alcuni sono davvero umili, persone che non ti guardano dall’alto in basso solo perché vieni dalla musica. Altri? No comment”.
Nonostante le difficoltà, però, Kekko va dritto per la sua strada senza lasciarsi abbattere da nessuno: “Non mollo. Vivo giorni di grande fragilità e sensibilità, ma questo scatena in me una forte… libidine! Sono pronto per questa nuova sfida!”.

Pubblicità occulta: Belen si mette in regola

Le lettere di “moral suasion” sono partite e alcune celebrities iniziano ad adeguarsi. L’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato si sta occupando del fenomeno dell’influencer marketing nei social media, a tutela degli internauti. Le terme gratis, il vestito regalato, persino l’etichetta del vino sulla tavola, se omaggio del ristorante: tutto ciò che è sponsorizzato va esplicitato in maniera chiara pure sui social network.

C_2_box_38213_upiFoto1VL’Antitrust ha chiarito che la pubblicità deve essere chiaramente riconoscibile come tale, anche sui profili social dei personaggi famosi. Ogni volta che un blogger-influencer gode di un vantaggio (siano essi prodotti regalati, servizi omaggio o contratti pubblicitari) pubblicando un prodotto o un marchio, ciò deve essere chiaramente specificato ai follower-consumatori, tramite l’uso di diciture apposite, sotto forma di hashtag.
Affinché l’intento commerciale di una comunicazione sia chiaro al consumatore e non percepito come consiglio personale e disinteressato del proprio beniamino, andranno usati #sponsorizzazione, #spot, #pubblicità, #inserzioneapagamento, #advertising, #prodottofornitoda.
L’Autorità Antitrust, con la collaborazione del Nucleo speciale Antitrust della Guardia di Finanza, ha inviato delle lettere ad alcuni influencer invitandoli ad adeguarsi al codice di comportamento contro la pubblicità occulta. Lettere che hanno subito dato i propri frutti: le prime a mettersi in regola sono stata Belen Rodriguez e Melissa Satta.
L’argentina ha subito inserito “#advertising” a fianco ad una foto in cui compare con una maglietta McDonalds; stesso hashtag usato dalla Satta di fianco al marchio Boy London e nel post successivo con un bikini EffeK. Tutto tace sui profili social di Chiara Ferragni, che dell’influencer marketing ha fatto una professione, mentre il fidanzato Fedez ha usato un timido #ad: sarà l’abbreviazione di advertising?

Rita Ora si fa (nuda) in tre per Natale

Il calendario dell’avvento si fa ogni anno più sexy. Altro che bambini impazienti di aprire le caselline per trovare cioccolatini e piccoli doni, da qualche stagione a questa parte l’attesa è solo per il Love Advent Calendar, l’appuntamento virtuale pensato dal magazine inglese che svela, giorno dopo giorno, le protagoniste svestite del suo calendario natalizio.
Rita Ora è ormai una presenza fissa ma nel 2016 si è davvero superata… anzi si è fatta in tre.

Rita-Ora-Love-Magazine-Advent-Calendar

Nella clip, diretta da Sean Frank, la popstar balla sulle note della cover di Boogie Woogie Bugle Boy, hit anni quaranta delle Andrews Sisters. Vestita con i tradizionali costumi bavaresi, Rita Ora interpreta tre personaggi, The Divine Miss R, Margerita e Conchita. La caratteristica comune? Sono tutte super sexy. E anche molto svestite.
Alla fine Rita Ora decide anche di abbassare completamente i suoi lederhosen con le stelle alpine e svela un topless bombastico, camuffato solo da due adesivi a cuoricino. E il motivo del cuore ritorna anche sugli slip, che recitano la scritta “I Love EU”. Ma, con così tanta pelle in bella vista, in pochi si saranno concentrati sul credo europeista di Rita Ora.

Scandalo pedofilia nel calcio inglese, coinvolta anche l’ex star del City: “Tanti casi insabbiati”

Il calcio inglese è scosso da un gravissimo caso di pedofilia serale: lo scandalo si sta via via allargando e potrebbe coinvolgere anche diversi personaggi illustri, tra vittime e aguzzini.

Paul Stewart abuse claims

Sarebbero centinaia, infatti, i casi di pedofilia che per decenni sarebbero stati ignorati o addirittura insabbiati. Una prima denuncia raccolta dal Guardian, di Andy Woodward, ex giocatore di una squadra minore, è stata seguita da diverse altre.  L’ultima di Paul Stewart, 52 anni, già nazionale inglese e presenze con le maglie di Blackpool, Tottenham, Manchester City, Liverpool e Sunderland: anche lui vittima da ragazzino di un maniaco negli spogliatoi, come ha raccontato al Mirror e alla Bbc.
Il sospetto, sostiene Stewart raccontando la sua terribile esperienza, è che le vittime di pedofilia siano negli anni «centinaia» di calciatori in erba, fra grandi club e footbal di periferia. Una linea telefonica appena istituita ha ricevuto 50 chiamate in poche ore. E i media inglesi chiedono una commissione d’inchiesta.