Gigi Donnarumma a Ibiza con Alessia: ecco la vacanza “scandalosa”

La questione del rinnovo del suo contratto è stata definitivamente chiusa, ma il portierone Gianluigi Donnarumma nel momento più delicato della trattativa non era a Milano a parlare col Milan. Come mostrano le foto di Diva e Donna, il 18enne era a Ibiza insieme alla bella Alessia per qualche giorno di relax, tra baci e carezze. Per stare con lei, il calciatore ha anche rinuciato alla maturità, scatenando molte polemiche.

C_2_articolo_3083636_upiImageppDiventato, specie sui social, assai discusso per il suo tira e molla sul contratto, l’ormai soprannominato “Mr. 6 milioni” – dall’ingaggio che è riuscito a “strappare” dal suo accordo col Milan – non sembra essere più di tanto colpito dalle critiche: le immagini della sua fuga d’amore sull’isola spagnola rivelano un Donnarumma disteso, rilassato e con un fisico non proprio tonico come quello dei calciatori durante la stagione.
La vacanza a Ibiza ha scatenato un ennesimo putiferio sul portiere, che ha deciso di rinunciare alla maturità pur di godersi il mare e il sole senza pensieri. La presidente della commissione d’esame che doveva giudicare “maturo” il 18enne, ha definito tale comportamento “una mancanza di rispetto”. Lo stesso ministro dell’Istruzione, Valeria Fedeli, è intervenuta nella vicenda, chiedendo a Donnarumma di “non mollare”, dato che è ormai “arrivato a un passo dal traguardo”.

“Lo scherzo perfetto” è hot, fuori di seno e raffica di polemiche sul programma di Mammucari

Lo Scherzo Perfetto, l’erede di Scherzi a Parte, ha esordito ieri sera su Italia 1 con la conduzione di Teo Mammuccari.

03_09_2017_22_10_30

La finale è stata conquistata dallo scherzo “Vacanze Perfette”, ma ci sono molte discussioni in rete poiché lo scherzo ha dei risvolti hot.
La protagonista Aura infatti ha il compito di far credere all’amica di aver fatto sesso con il suo compagno. Durante una lite che sfiora la colluttazione, ecco il discusso fuori di seno. Dopo le burle telefoniche di Libero e in seguito di The Call, Teo Mammucari accetta la sfida de Lo scherzo perfetto. Insieme a lui Marco Balestri, Gene Gnocchi, e la ciociara vincitrice del GF Vip Alessia Macari.

Sanremo, Carlo Conti mostra il bonifico: “Darò centomila euro ai terremotati”

Non ci sarà un Carlo Conti IV al Festival di Sanremo, ma il conduttore oltre a godere del successo di ascolti di questa edizione, per il terzo anno consecutivo, ha voluto sedare le polemiche sul suo ricco compenso mostrando il bonifico che farà ai terremotati. “Faccio una cosa che non avrei mai voluto dire e mai voluto fare, ero molto combattuto sul fatto di dirlo, ma ho deciso di devolvere la parte del compenso della conduzione del festival ai terremotati”, ha detto in conferenza stampa.

conti bonifico terremotati_12145226

Carlo Conti ha deciso di rendere pubblica la sua beneficenza mostrando il bonifico alla Protezione Civile “di 100mila euro… Ho una fortuna incredibile che la vita mi ha ridato e io ho deciso di aiutare i meno fortunati. Questo per me è un dovere, proprio perché so cosa vuol dire non arrivare a fine mese, non riuscire a comprarsi un paio di jeans nuovi”. Conti ha sottolineato di averci pensato molto prima di dirlo pubblicamente, perché “è bello quando non lo dici, lo fai in maniera segreta, doverlo dire mi ha fatto perdere un po’ di questa forza ma forse stavolta dovevo farlo”. Il riferimento è alle polemiche sul compenso del conduttore che hanno preceduto il festival. “Forse all’inizio del festival un pochino di mancanza di rispetto per il mio lavoro c’è stata”, ha detto Conti. Sulle canzoni in gara, il conduttore toscano ha rivelato di avere avuto delle preferenze, come ogni anno. “Ogni anno con mia moglie ci dedichiamo una canzone del festival e viene regolarmente eliminata, ed è successo anche quest’anno. Avevamo scelto quella di Ron, ‘L’Ottava meraviglia’, mentre l’anno scorso era quella di Raf. I cantanti dovrebbero augurarsi di non essere tra i miei preferiti”. Tra tutti i ringraziamenti di rito, non sono mancati quelli a Maria De Filippi, che Conti definisce ancora una volta “una sorella”. Maria “mi ha detto che neanche per una frazione di secondo ha pensato ‘ma chi me l’ha fatto fare’, e questa per me è la cosa più importante”, ha detto, sottolineando anche l’importanza di “Giancarlo Leone, determinante in questo percorso, un progetto che si è evoluto e cresciuto”. Infine, a chi gli fa osservare che, con questi risultati, si vocifera insistentemente su un Conti-quater, il conduttore risponde ironizzando sui ‘rumors’: “Non posso rifare Sanremo perché devo andare a Mediaset. Ma in effetti non posso nemmeno andare a Mediaset perché dovrò occuparmi dello Zecchino d’Oro, quindi lo escludo”.

Trump, bufera su Ivanka: al ballo con l’abito costosissimo. Ma lo specchio tradisce un particolare

Bufera di polemiche sui social network dopo la foto glamour postata su Twitter e Instagram da Ivanka Trump, la figlia prediletta del presidente americano, che la ritrae ad un ballo con il marito Jared Kushner, stretto consigliere del padre, vestita in un elegantissimo e costosissimo abito da sera mentre infuria la tempesta sul bando all’ingresso di rifugiati in America.

2225918_ivanka

L’istantanea, accusano molti internauti, testimonia la distanza abissale tra palazzo dorato in cui vive la coppia e la realtà: in altre parole, una provocazione di fronte alle crisi umanitarie e al dramma dei rifugiati, in particolare dopo l’ordine esecutivo di Trump che ha scatenato proteste in tutto il mondo, America compresa.
Una foto che «offende», secondo il parere di molti, che hanno addirittura paragonato Ivanka alla regina di Francia Maria Antonietta quando, agli albori della Rivoluzione francese, si dice pronunciò la fatidica frase «se hanno fame, mangino brioche», rivolgendosi al popolo affamato. Tra gli altri commenti infuocati apparsi in rete anche quelli sul vestito argento di Ivanka, associato alle coperte argentate che vengono date ai profughi, fino alla posizione della mano del marito sul corpo della moglie, visibile nello specchio.

Candice Swanepoel provoca su Instagram: “Il topless sì ma allattare in pubblico no?”

Candice Swanepoel, 28 anni, è stata per anni uno degli angeli di punta della scuderia di Victoria’s Secret, anche se quest’anno ha riposto le ali nel cassetto dopo aver dato alla luce il suo primogenito, Anaca Nicoli, nato appena due mesi fa. Eppure alla modella sudafricana è bastato postare una foto su Instagram per finire in poche ore al centro delle polemiche.

2150512_candice_swanepoel

Nello scatto in bianco e nero, la supermodella è ritratta mentre allatta suo figlio, riaccendendo la questione dell’allattamento in pubblico. Nel lungo post che accompagna l’immagine, la modella ha spiegato di aver provato vergogna dopo aver allattato suo figlio in un luogo pubblico. “Molte donne oggi si vergognano di allattare in pubblico – scrive Candice – o vengono allontanate. Mi è capitato di sentire il bisogno di coprirmi, vergognandomi in qualche modo di dover allattare mio figlio in pubblico. Stranamente nessuno dice nulla degli editoriali che ho scattato in topless nel nome dell’arte…?”. La modella, tuttavia, non è la prima a sollevare la questione dell’allattamento al seno. Qualche mese fa la sua collega Bianca Balti si era sfogata su Instagram dopo essere stata criticata per aver allattato la figlia Mia in spiaggia. “Il mondo è ormai insensibile alla violenza in tv e alla sessualizzazione del seno – prosegue l’angelo di Victoria’s Secret – perché dovrebbe essere diverso quando di parla di allattamento al seno? Non c’è nulla di sessuale nell’allattamento, è la natura. Quelli che pensano che ci sia qualcosa di sbagliato nell’allattare il proprio figlio in pubblico dovrebbero essere educati a capire i benefici che l’allattamento al seno ha per la madre e per il bambino”. Tanti i commenti incoraggianti apparsi sotto al post della top model, che i poche ore ha collezionato oltre 420mila like.

Stefano Callegaro denuncia Antonio Ricci per stalking: “Perseguitato da Striscia”

Dopo anni dalla sua vittoria a Masterchef, e dalle polemiche nate nel programma “Striscia la notizia”, Stefano Callegaro, noto per essere stato vincitore nell’edizione 2015 del programma di cucina ha annunciato di voler denunciare per stalking Antonio Ricci.  Durante diverse puntate del noto tg satirico il vincitore veniva accusato di essere un professionista, cosa che avrebbe reso illegale la sua participazione al talent culinario.

stefano-callegaro1

La vicenda finì subito in tribunale con la denuncia fatta a Magnolia che però fu archiviata dal giudice, così Callegaro ha proseguito legalmente denunciando e Antonio Ricci, Max Laudadio e Ficarra e Picone.  Il programma lo accusava di essere uno chef professionista e di aver addirittura lavorato per Knor, la casa produttrice ha negato più volte e dimostrato la legalità della sua partecipazione anche in tribunale. Dopo questa prima vittoria però il vincitore di Masterhef ha deciso di andare avanti e non lasciare impuniti i responsabili di quella che lui ha definito una pesecuzione.

Uccide il pedofilo di sua figlia, condannato a 40 anni di carcere

Uccide il pedofilo che ha abusato di sua figlia e viene condannato a 40 anni di carcere. La sentenza, che ha suscitato molte polemiche, arriva soltanto adesso dopo i fatti accaduti nel 2014. Jay Maynor, 43 anni, ha ammesso di aver sparato per uccidere Raymond Earl Brooks, 59 anni, dopo aver scoperto che aveva abusato sessualmente della figlia quando aveva solo 4 anni.

padre-uccide-pedofilo-figlia_26120600

Il pedofilo avrebbe abusato della piccola Julia, oggi 24enne e madre di tre figli, quando aveva solo 4 anni, per 5 anni. La piccola considerava Brooks come un nonno, l’uomo aveva adottato la madre della bambina e i due avevano da sempre avuto rapporti molto stretti, ma nessuno avrebbe pensato che il nonno adottivo potesse essere un pedofilo. Il 59enne, in sede di processo, ammise le sue colpe e fu condannato a una pena detentiva di 27 mesi.  Per Jay Maynor, però, come riporta anche il Daily Mail, la pena era troppo irrisoria e ha deciso di farsi giustizia da solo uccidendo, sparandogli, lo stupratore della sua bambina. La furia di Maynor fu tale che poco prima provò ad uccidere un altro uomo che somigliava all’aguzzino della figlia, che però fortunatamente rimase illeso. L’uomo è stato quindi accusato di omicidio del pedofilo e del tentato omicidio del presunto tale, così da essere condannato a 40 anni totali con l’accusa di omicidio volontario e tentato omicidio.  La figlia Julia ha difeso il padre: «Il mio è un padre meraviglioso, il migliore. Purtroppo per quanto mi riguarda ogni giorno rivivo quei momenti, la mattina fatico ad alzarmi dal letto. Ho provato una terapia ma non ha funzionato», ammettendo che per lei andare avanti dopo quanto è accaduto nella sua infanzia è difficile e che suo papà ha solo cercato di proteggerla.

“Meno tasse per chi è bello”, la proposta della modella fa scalpore

Avere agevolazioni fiscali solo perchè si è belli e si spende già tanto per tenersi in forma. Questa è l’idea di Nora Danish,  la modella e presentatrice tv malese che  in un’intervista rilasciata a ‘Utusan Malaysia’, ha proposto al governo di ridurre le tasse per chi, come lei, spende molti soldi per curare la propria immagine. “Come me, molti malesi devono pagare le tasse, ma per quelli che godono di un po’ di celebrità dovrebbe esserci un’esenzione – ha detto la modella e attrice tv – negli anni spendiamo un sacco di soldi per il nostro aspetto fisico”.

B4dnf5OCEAAGn-d

“Fa parte del nostro lavoro – spiega, rivolgendosi all’ufficio delle entrate malese – e la somma può essere inclusa tra i costi del lavoro per noi dello spettacolo. Sarebbe meglio per noi artisti e celebrità che lavoriamo per la nostra bellezza, beneficiare di un’esenzione fiscale”.
Dichiarazioni che hanno trovato terreno fertile per innescare una vera e propria ondata di polemiche, soprattutto sui social, dove molti connazionali della modella l’hanno invitata a “usare il cervello” prima di fare certe affermazioni, come scrive un utente su Instagram.  “Gli artisti dovrebbero essere tassati di più – scrive un altro internauta – per aiutare l’economia del Paese”. Un pensiero condiviso da molti: “Ma perché solo gli artisti? – commenta qualcun altro – Molti pazienti e persone malate avrebbero bisogno di crediti fiscali, se non riesci a pagare le tasse non fare l’artista”.
Immediata la replica della star malese, che in un altro post pubblicato su Instagram ha detto che le sue dichiarazioni sono state mal interpretate: “Molti ancora non capiscono – ha scritto – ho il diritto di parlare a nome di altre celebrità e come cittadina della Malesia. Perché dovrei essere condannata per una questione fiscale? Tutti devono pagare le tasse, esclusi quelli che sono senza reddito. Vi prego di capire”.

La foto hot del matrimonio va su Fb, sposini attaccati sul web

Una delle loro migliori foto dell’album di nozze. Così hanno definto Gareth Ferguson, autista d’autobus di 29 anni, e Toni Ferguson, 26, l’immagine che hanno pubblicato su Facebook che li ritrae in un particolare momemento del loro matrimonio. I due, che si sono sposati lo scorso 15 ottobre a Whitehaven in Inghilterra, hanno voluto creare un album di nozze originale lontano dalle formalità dei più tradizionali, così hanno aggiunto anche qualche dettaglio piccante.

14718794_10154647381029469_4140648264994878042_n

La foto che ritrae lo sposo con i pantaloni scesi mentre beve champagne dalla bottiglia con la moglie in ginocchio davanti a lui è stata condivisa sui social ed è stata accompagnata da numerose polemiche.
«Questa per ora è la miglior foto del matrimonio. Ci ha fatto ridere a entrambi e speriamo che anche voi riusciate a vederne l’aspetto comico. Non è successo nulla durante lo scatto a parte i due minuti di “ridarola” di mia moglie Toni Ferguson. Volevamo che tutti la vedeste poiché siamo stati contattati da una rivista che la vuole usare in una pubblicazione. Per favore tenete a mente che è stato qualcosa che entrambi abbiamo voluto fare esclusivamente per ridere e divertirci».  La foto è stata criticata da molte persone che hanno addirittura accusato i due di non essere dei buoni genitori. La coppia si conosce dai tempi del liceo e sono sempre stati ammirati dai loro amici per il senso dell’umorismo e l’ironia con cui affrontano la vita.

Incinta alla 39esima settimana, la campionessa si allena alla boxe thailandese e posta il video: polemiche su Fb

Non è una novità vedere sportive in gravidanza che si allenano o gareggiano, ma il video postato sul profilo Facebook della futura mamma australiana Caley Reece, alla 39sima settimana di gravidanza, è un inedito. Caley ha scritto come didascalia al video virale. “C’è così tanto che non posso fare……… ma questo non significa che devo rinunciare. Significa semplicemente che faccio quello che posso”.

13932899_1167568426598288_7370696773627512713_n

Per la sei volte campione del mondo di Muay Thai, la gravidanza non deve significare mancanza di mobilità. Rivolta ai commentatori che hanno espresso preoccupazione e il dubbio che lei stesse mettendo in pericolo il suo bambino, ha detto: “Non c’è più pericolo che correre a piedi o nuotare in una piscina. Io e mio marito abbiamo fatto questo per 40 anni, se sommati. Non bisogna smettere di fare ciò che ti piace. C’è sempre un modo per aggirare tutto”.
In una recente intervista, Reece ha dichiarato: “La gravidanza non è una malattia. Non è un motivo per smettere di vivere ma per iniziare a prendersi cura di sé. Si sta creando la vita, quindi è necessario essere in buone condizioni fisiche e mentali”.  Ma le critiche non sono mancate nei commenti “Potete immaginare un bambino dentro quella pancia ?? Ragazze, rispettare il vostro bambino vuol dire riposare e avere una gravidanza tranquilla “, un altro ha scritto, ancora più critco e duro: “Vai a casa a fare una torta”. Ma Caley sostiene di poter essere una mamma in super-forma, proprio facendo la sua solita vita in palestra.