Scandalo Weinstein, il produttore rompe il silenzio: “Devastato, ho perso miei cari”

Harvey Weinstein ha parlato al magazine “Page Six”, rompendo il silenzio dopo essere stato travolto dallo scandalo sulle molestie sessuali: “Sono profondamente devastato. Ho perso mia moglie e i miei figli, coloro che amo più di ogni altra cosa”. Il produttore afferma di sostenere la scelta della moglie Georgina Chapman di lasciarlo, anche se spera un giorno di riconciliarsi. A svergognarlo sono scese in campo anche le attrici Lea Seydoux e Cara Delevingne.

C_2_articolo_3100240_upiImageppLo scandalo che ha travolto Harvey Weinstein fa tremare Hollywood portando allo scoperto quello che pare essere stato un modus operandi abituale del co-fondatore di Miramax e The Weinstein Company.
Intanto Hillary Clinton ha annunciato che donerà i fondi ricevuti da Weinstein in campagna elettorale, ribadendo di essere rimasta scioccata dalle accuse al potente produttore di Hollywood. “Non avevo alcuna idea di come agisse nella vita privata”, assicura, nonostante si dica che molte persone vicine a Weinstein sapessero. Weinstein aveva raccolto per i democratici 1,5 milioni di dollari, secondo i dati dell’ultima campagna elettorale.
Dopo la rivelazione del New York Times, star famosissime, dopo aver taciuto per anni, a turno stanno rivelando che l’ormai ex re mida di Hollywood che una volta poteva condizionare le loro carriere, ha tentato di approfittarsi di loro. Ultime in ordine di tempo, la ex top model, Cara Delevigne e l’ultima “Bond girl” Lea Seydox.
Delevingne ha postato su Instagram un’immagine con la scritta “Don’t be ashamed of your story, it will inspire others” (“Non vergognarti della tua storia, ispirerà altre persone”), raccontando poi di essere sfuggita al tentativo di Weinstein d’attirarla in un incontro sessuale a tre. “Stavamo parlando e all’improvviso mi saltò addosso sul divano”, racconta invece la Seydoux al Guardian, rievocando il periodo della produzione del film “Spectre”. La star francese sbugiarda soprattutto coloro che oggi mostrano di cadere dalle nuvole nel jet set: “Tutti sapevano chi era Harvey e nessuno ha fatto nulla… per decenni”.

Amber Rose: “Bullizzata per sette anni da Kanye West, ho rischiato il suicidio”

Non corre buon sangue tra Kanye West e Amber Rose, ex-fidanzata del rapper dal 2008 al 2010. La modella e attrice americana ha infatti dichiarato al programma tv Everyday Struggle di essere stata “bullizzata” dal cantante “negli ultimi sette anni”, sia nei testi dei suoi album sia in dichiarazioni pubbliche. La 33enne ha poi spiegato che le ripercussioni potevano essere peggiori: “Avessi avuto l’intenzione di suicidarmi, l’avrei fatto”.

9991a0c3cffa0177e0a26075c8b9eb9f“In tutte le mie relazioni, sono sempre stata la persona che ne è uscita con il cuore a pezzi. Non ho mai detto nulla di malvagio su Kanye, nonostante sei, sette anni di costante bullismo da parte sua”, ha sottolineato Rose. Il rapporto con l’ex-fidanzato è diventato sempre più problematico a partire dall’album “My Beautiful Dark Twisted Fantasy”, pubblicato dal rapper nel novembre 2010.
La relazione sentimentale tra i due era terminata da poco, e le pesanti ingiurie presenti in quell’album sono state ritenute dalla critica come riferite ad Amber Rose. A tal proposito, la modella rincara: “Quell’opera è una forma estrema di bullismo, perché Kanye ha talmente voce in capitolo che può dire tutto quello che vuole. In quel periodo non avevo soldi, non potevo frequentare qualcun altro, e non potevo dire nulla su Internet perché lui è troppo potente”. E’ stato in quel momento, stando a quanto dice, che Rose ha rischiato di pensare seriamente all’ipotesi del suicidio, anche perchè sarebbe stata lasciata da West “senza soldi”.
Passata quella difficile fase della sua vita, Amber è ora più serena, e si dice “felice” che la sua figura possa aver ispirato uno degli album “che ha fatto la storia dell’hip hop”. In ogni caso, la modella non riesce ancora a perdonare Kanye per aver fatto riferimento, durante una lite su Twitter con Wiz Khalifa, a Sebastian, il figlio di quattro anni avuto da Rose proprio con il rapper di “See You Again”: “Non doveva permettersi di mettere in mezzo mio figlio”. Kanye West, per ora, non ha replicato alle dure accuse dell’ex-fidanzata.
Dopo essere stata sposata con Khalifa, la provocante 33enne sta ora frequentando Shayaa Bin Abraham-Joseph, rapper meglio conosciuto con il suo nome d’arte 21 Savage.

Lo sceicco divorzia dall’ex modella, si sposa in segreto e aggira la legge per non pagare

Una nuova causa legale da record è in corso nei tribunali di Londra. In questo caso lo scontro senza esclusione di colpi è fra il potente sceicco saudita Walid Juffali, 60 anni, e la ex moglie e modella Christina Estrada, 53 anni.Il loro idillio si è concluso dopo che è stato scoperto che Juffali si era sposato segretamente con una presentatrice televisiva di 24 anni, scatenando l’ira della prima moglie, che si era rivolta alle corti britanniche per ottenere quanto le spetta di una fortuna stimata in 4 miliardi di sterline.

1903201-christina-estrada-christina-juffali-950x0-1

Ma lo sceicco, oltre ad invocare la legge islamica che permette di avere fino a quattro co nsorti, dopo pochi mesi dall’inizio della causa all’Alta corte ha ricevuto da parte del governo dell’isola di Saint Lucia la nomina a rappresentante permanente presso l’Organizzazione marittima internazionale dell’Onu, titolo che gli permette di sfruttare l’immunità diplomatica contro i tentativi dell’ex moglie di chiedere gli ‘alimenti’.  L’uomo è stato quindi accusato da più parti, tra gli altri dal deputato conservatore Andrew Rosindell, di prendersi gioco del sistema legale inglese in quello che rischia di essere l’ennesimo privilegio consentito a un notabile saudita in Gran Bretagna sullo sfondo della controversa alleanza di ferro che continua a legare Londra e Riad. Anche Christina però, può contare su una serie di importanti conoscenze, anche nella casa reale britannica: è infatti amica di vecchia data del principe Andrea.