Sinead OʼConnor shock: “Abusi fisici e psicologici da mia madre in infanzia”

In un’intervista allo show televisivo americano del Dr. Phil, Sinead O’Connor ha rivelato di essere stata abusata fisicamente e psicologicamente dalla madre durante la sua infanzia. “Era posseduta: aveva una stanza della tortura, sorrideva e godeva mentre ti feriva. Mi costringeva a dire ‘Non sono niente’ quando mi picchiava” – ha affermato la cantante, che ha spiegato che i suoi problemi mentali sono cominciati proprio a causa di quegli eventi.

c0525ea8-73bd-4051-9c11-e48f8ff03f48“Non era bello, era davvero molto molto triste”, ha raccontato O’Connor, che ha poi sottolineato come la sua nota dipendenza dalle droghe sia stata sostanzialmente il culmine negativo del percorso da lei intrapreso per dimenticare gli abusi fisici e psicologici subìti fino all’età di 13 anni, quando se ne è andata di casa. La cantante ha infine specificato che ciò che ama più della madre “è che sia morta”.
Lo sfogo su Facebook – Un mese fa, la cantante ha pubblicato su Facebook uno straziante video in cui si è sfogata raccontando la crisi personale che sta tuttora vivendo. “Nella mia vita non c’è nessuno, a parte il mio dottore, il mio psichiatra, che è l’uomo più dolce della Terra che dice che sono la sua eroina. Questa è l’unica cosa al momento che mi mantiene in vita, dato che tutti mi trattano male” – ha affermato in lacrime la donna, che tramite quel filmato ha cercato di chiedere un aiuto, mostrando tutta la sua fragilità di fronte alla depressione più volte manifestata in passato.

“Che ci fai in mezzo alle pu…?”. Va a prostitute e trova la moglie

Aveva detto alla moglie di non aspettarlo per cena, perché avrebbe incontrato degli amici. In realtà, aveva deciso di andare a prostitute in una zona diversa dalla solita, dove oltre alle nigeriane da qualche tempo hanno fatto la loro comparsa anche donne italiane. Per un 51enne napoletano, però, il ‘tour del sesso’ ha riservato una sgradita sorpresa.

marito-moglie-prostituta-napoli-800x445

 

L’uomo, residente nella periferia orientale del capoluogo campano, nella serata di domenica scorsa aveva deciso di fermarsi davanti a una prostituta scovata sul ciglio della strada. Quando si è avvicinato, però, ha fatto una tremenda scoperta: quella donna in minigonna e tacchi vertiginosi era sua moglie, una 37enne che a quanto pare si prostituiva da qualche tempo a causa dei problemi economici della famiglia e approfittando delle continue e prolungate assenze del marito. «Amò, che fai mmiez e putt***?», avrebbe esclamato l’uomo secondo il portale locale InterNapoli.it. Inevitabile, a questo punto, la lite tra i due, prima verbale e poi sfociata in un’aggressione fisica da parte dell’uomo, bloccato poi da una volante allertata da alcuni passanti che avevano assistito alla scena ma senza intervenire.

Sesso segreto con il suo capo: “Io ho 18 anni e lui ha l’età di mio padre”

Ha una relazione con il suo capo la lettrice che scrive alla rubrica del “Sun” per raccontare i suoi problemi di cuore. “Sono preoccupata di quello che la gente può pensare… Io ho 18 anni e lui 45, l’età di mio padre”, spiega.

41606540“Tutto è iniziato con uno straordinario e quando abbiamo finito di fare quello che dovevamo mi ha portato fuori a cena per ringraziarmi”. Il ristorante era elegante e la ragazza ha bevuto fino a ubriacarsi. Sulla via del ritorno il suo capo l’ha invitata nel suo appartamento per un caffè. “Siamo finiti con il fare sesso sul divano, ma ora sono stanca di dover mentire ai miei genitori e ho paura che lui mi trovi noiosa o inesperta a letto. Ho avuto solo pochi rapporti sessuali”, conclude la giovane.

Elena Santarelli, retroscena drammatici dopo il parto di Greta Lucia: “Ho avuto problemi…”

Mamma da pochi giorni è già apparsa sui social sorridente e felice con la piccola Greta, ma Elena Santarelli ha voluto raccontare alcuni retroscena drammatici della sua gravidanza.  La show girl, moglie di Bernardo Corradi, ha dichiarato a Verissimo, intervistata telefonicamente da Silvia Toffanin, che il nome della piccola, Greta Lucia, è stato dato in onore della nonna scomparsa proprio durante la gravidanza.

elena_santarelli_sposa_corradi_645

«La bimba si chiama Greta Lucia in onore della mia adorata nonna Lucia, che è mancata da poco.E’ stata lei ad accorgersi che ero incinta e addirittura di una bimba. Quando improvvisamente si è ammalata, soffriva al non poter vedere la sua nuova nipotina». Elena ha poi parlato dei problemi avuti durante il parto: «Ho avuto qualche problemino, ma con il mio racconto non vorrei angosciare le future mamma a casa. Dico solo che Greta si era messa un po’ di traverso, ma tutto è bene quel che finisce bene». Come sempre però la show girl ha voluto essere sincera con i fan e i suoi follower su Instagram dichiarando di essere stanca, come tutte le neomamme, ma certo felice. Non ha voluto nemmeno nascondere i postumi del parto e, contrariamente a molte sue colleghe, che si mostrano in pubblico ormai in splendida forma, ha mostrato la tipica pancia molle del post parto.

Alessandra Amoroso si confessa: “I miei problemi dopo “Amici”…”

“Sono orgogliosa di essere nata ad Amici, ma sono contenta di non esserci rimasta incastrata”.
Alessandra Amoroso si confessa sulle pagine di “Oggi”: “Per tutti oggi sono una cantante, non la vincitrice di un talent. Maria ogni tanto mi chiede di tornare, magari come vocal coach, ma ho ancora troppo da imparare, prima di insegnare.

alessandra-amoroso-08

Sto zappando lungo il mio percorso. A fatica, più lentamente perché ho deciso di non fare tv, di non cercare scorciatoie e puntare solo sulla musica”.
Il post “Amici” le ha provocato qualche problema (“Sono sempre stata contraria alle tinte, e ancora di più dopo che ho sofferto di alopecia da stress. È successo subito dopo Amici, quando sono stata travolta da tutto e venivo giudicata per ogni cosa.”), che poi è riuscita a risolvere: “Avevo sempre fatto lavori fisici e cantare era sempre stato solo una gioia. Quando invece cantare è il tuo lavoro, non puoi permetterti mai di mollare. Ho dovuto lavorare sul mio carattere, imparare ad aspettare, a mettere filtri tra i miei stati d’animo e gli altri, controllare l’emotività”.