A Napoli lo strano caso dell’alieno che approccia le ragazze: ecco chi è

Strage di baci a Napoli e in provincia. È diventato un vero e proprio fenomeno. Addirittura c’è chi non cerca più il principe azzurro ma va a caccia di un alieno, almeno per un bacio portafortuna o un selfie. Per giorni donne incredule hanno accettato corteggiamenti, avances e aperitivi da parte di un Ufo.

2584834_FullSizeRender_5A cedere persino gli uomini approcciati nei luoghi più svariati che hanno accettato di lasciarsi baciare sulle labbra. Anche se alcune ragazze, per lo spavento, hanno reagito a schiaffi.
L’alieno non è un maniaco. Si chiama Alvin. Sarà nel cast del film “Era giovane e aveva gli occhi chiari” (in concorso anche al Social World Film Festival) del regista Giovanni Mazzitelli e prodotto dalla scuola e centro di produzione Cinemafiction di Napoli. Nel lungometraggio l’alieno interpreterà l’amico del protagonista: un marziano con problemi amorosi tradito dalla ragazza con un Venusiano. Ma come per gli umani, anche l’Ufo, se n’è subito fatto una ragione.

Matteo Branciamore: “Ero malato di sesso, sono guartito”

E’ single, non è più malato di sesso, gli piacciono le ragazze, ma cerca una donna naturale, spontanea e ironica, proprio come lui. Matteo Branciamore racconta il suo passato da latin lover e il suo futuro lontanissimo da uomo sposato e padre. Al settimanale Chi confessa: “Non vorrei mai mettermi con un’attrice”, ma chissà…

matteo_branciamore_e_nina_torresi_e334

“Sono cresciuto, non mi sento più il poster più amato dalle ragazzine. E’ vero ne ho conquistate tante, e anche se ammetto che mi è difficile pensarmi come adulto, oggi dalla vita cerco altro – racconta l’attore – Sono single e va bene così. Sto bene con me stesso, credo di aver raggiunto un equilibrio. Cose come paternità, matrimonio le vedo lontane”.
E’ ancora malato di sesso, come lui stesso aveva dichiarato tempo fa? “Per fortuna ne sono uscito indenne. Sarà che mi sono trasferito in prossimità del Vaticano… (ride) Ma non voglio essere ipocrita: mi piacciono le ragazze” spiega divertito. E ha le idee chiare sulla persona che cerca: “La donna ideale è naturale, spontanea, ironica: sto cercando la mia versione al femminile… Non vorrei mai mettermi con un’attrice… Per esperienza dico che funziona di più far ridere”.

Gli scolli delle star over 40 sono profondissimi

Over 40 e più sexy che mai. Se è vero che la sfontatezza aumenta con l’età, sono tante le star che hanno sensualità da vendere. Passano gli anni, gli eventi si riempiono di nuove, tonicissime ragazze pronte a tutto per il successo ma ci sono una serie di bellissime che non passano mai di moda. Anzi. C’è un particolare che, nelle ultime settimane, lega queste stupende donne sul red carpet: lo scollo esagerato, che svela décolleté ancora da urlo.

C_2_box_30632_upiFoto1F

Prima fa tutti, Sharon Stone. Alla soglia dei sessant’anni, l’attrice è più bella che mai. Audace lo è sempre stata e non sembra intenzionata a smettere.
Lato A in bella vista anche per Jennifer Lopez, bomba latina avvolta nel velluto e nei ricami Elie Saab.
Non ha vergogna a mostrarsi Charlize Theron, sul red carpet con lo scollo profondissimo dell’abito interamente ricoperto di paillettes di Saint Laurent.
Opta invece per una tessuto nero e verde l’eterea Jessica Chastain, delicata e provocante al tempo stesso nella creazione Alexander McQueen. Punta su azzurro e argento Eva Longoria, nel vestito con pantaloni a plissè di Genny con scollo quasi ombelicale.
Infine, è un vanto nazionale Isabella Ferrari, splendida e maliziosa cinquantatreenne nel vestito con scollo a V decisamente rivelatore di N°21. Chi è la tua preferita?

Miss Maglietta Bagnata: ragazze scatenate sotto una pioggia di gavettoni

1872344_20160722_missmaglietta06Ultimo evento del Naviglio, il contenitore estivo sotto le stelle lungo il Piovego nella zona universitaria di Padova: lungo la passerella record di oltre un chilometro alle 22 si è tenuta la prima edizione di Miss Maglietta Bagnata.

1872344_20160722_missmaglietta32

Dodici avvenenti ragazze in t-shirt attillata e shorts hanno camminato per due volte a distanza di un’ora tra i chioschi e, ovviamente, sono state bersaglio di gavettoni di ogni tipo, altrimenti che Miss Maglietta Bagnata sarebbe stata?

1872344_20160722_missmaglietta07

«Una festa goliardica», ha commentato l’ideatore padovano Federico Contin.

Lapo Elkann seduttore social: “Conquista le ragazze e non si presenta all’appuntamento”

Seduttore come sempre, Lapo Elkann ultimamente ha un nuovo metodo di “aggancio” che passa per i social: “Lapo Elkann è un vero collezionista di conquiste – si legge su “Novella2000” – ultima lo modella tedesca Shermine Shahrivar, con lo quale si è fatto sorprendere a Cannes, dopo aver “rubato” un bacio all’attrice Uma Thurman.

lapo-elkann-uma-thurman-750x478

A riprova che Lapo è un vero playboy, corteggiatissimo da sempre, che non ha perso il piacere di corteggiare le; donne, soprattutto via messaggi. La sua nuova passione è infatti quella di scrivere alle belle ragazze trova su lnstagram mandando loro messaggini in privato riempiendole di complimenti e attenzioni. Peccato che poi sul più bello, quando la ragazza gli chiede-un appuntamento, Lapo sparisca nel nulla facendo perdere le sue tracce. La paura di finire in un’imboscata mediatica è ancora forte per uno come lui: è già stato troppe volte tradito”.

“Cercasi cameriere ‘affettuose’ col titolare”: albergatore arrestato, abusi su 12 ragazze

Un contratto di lavoro negli alberghi ma le ragazze, di età compresa tra i 19 e i 25 anni, una volta assunte dovevano dimostrarsi «affettuose» con il loro datore. Per questo un albergatore di Siena, Alessandro Pescini, 53 anni, è stato arrestato per violenza sessuale continuata ai danni di 12 sue ex dipendenti.

1599415_cameriera_sexy

Il gip di Siena, secondo quanto anticipato oggi da La Nazione, ha condiviso l’ipotesi accusatoria della procura della Repubblica firmando il provvedimento restrittivo agli arresti domiciliari per l’albergatore originario di Pisa che, in passato, ha ricoperto anche incarichi nel settore turistico-alberghiero in provincia di Siena. A far scattare le indagini la denuncia in Procura di una delle ragazze a cui l’uomo avrebbe alzato la camicetta per toccarle il seno.  Nel fascicolo ci sono oggi 12 testimonianze diverse di toccamenti nelle parti intime ma anche di rapporti completi avvenuti perché, secondo l’accusa, l’uomo aveva approfittato della debolezza psicologica delle ragazze perlopiù di origine di russa. Le molestie sarebbero avvenute in un albergo del centro di Siena e in una struttura ricettiva poco fuori le mura.

Bellezze Venete 2016, ecco il calendario delle ragazze della porta accanto

Giovani, carine e molto fotogeniche. Ecco le ragazze copertina del nuovo calendario delle Bellezze Venete 2016. Ragazze della porta accanto, modelle, studentesse, impiegate, bariste, cameriere, commesse, estetiste… per dodici mesi di pose sexy e ammiccanti a scopo benefico.

C_4_foto_1439628_image

Quest’anno infatti, il decimo da quando il calendario è nato da un’idea dell’art director padovano Paolo Braghetto, gli incassi saranno devoluti alla Fondazione Giovanni Celeghin onlus che supporta la ricerca sui tumori cerebrali perché la terapia del paziente non si fermi all’approccio clinico-terapeutico, ma punti anche al sostegno psicologico. Molte le novità del nuovo anno.Innanzitutto gli scatti sono di tre noti fotografi del settore, tra cui per la prima volta una donna: Enrico Cesaro, Claudio Gervasutti e Carola Dall’Oglio.

C_4_foto_1439623_image

Le dodici bellezze tutte made in Veneto hanno accettato di mettersi in gioco per una buona causa e con una piccola ambizione di fare strada nel mondo della moda e dello spettacolo.

C_4_foto_1439625_image

I “mesi” sono le padovane Anna, Beatrice, Beatrice, Cristiana, Elisa, Giulia, Maddalena, Sara, Valeria, Vanessa; le veneziane Anna, Beatrice, Giulia, Veronica; la trevigiana Michela; la rodigina Anna.I set degli scatti sono alcuni tra i più noti locali veneti: Q bar, Beavita, Caffetteria Roma, Cento Città d’Italia, Paul’s Bar, Vintage Club di Padova, 100Trent’1 di Noventa, Baccanale di Battaglia Terme, Travertino Cafè di Villafranca Padovana, Concept e Movembik di Vigonza, Gran Caffè Tiziano di Pieve di Cadore.

Ruby, Berlusconi rischia processo: “Silenzio ragazze pagato 10 milioni”

Rischia di finire ancora una volta alla sbarra per il caso Ruby Silvio Berlusconi, assolto otto mesi fa dalla Cassazione dalle accuse di concussione e prostituzione minorile, ma stavolta imputato per aver comprato con «oltre 10 milioni di euro» il silenzio o la reticenza della marocchina e delle altre ‘olgettine’ passate dalle feste hard di Arcore al banco dei testimoni.

l43-berlusconi-ruby-120622135820_big

Stamattina, infatti, la Procura di Milano, dopo aver chiuso le indagini quattro mesi fa, ha firmato la richiesta di rinvio a giudizio per l’ex premier e altre 30 persone, tra cui la stessa ex ‘Rubacuorì. Ora spetterà ad un gup (la richiesta salirà domani al settimo piano del Palagiustizia e verrà indicato il giudice) decidere se mandare a processo il leader di FI, accusato di corruzione in atti giudiziari, così come la marocchina, che avrebbe intascato circa 7 milioni di euro, il suo ex legale, l’avvocato Luca Giuliante, il cantante e amico storico dell’ex Cavaliere, Mariano Apicella, e una ventina di ragazze, da Iris Berardi a Marysthelle Polanco fino alle gemelle De Vivo.  Per falsa testimonianza, altra accusa al centro del procedimento ‘Ruby ter’, scaturito dalle motivazioni dei processi di primo grado Ruby e Ruby 2, rischiano il rinvio a giudizio anche la senatrice Maria Rosaria Rossi e il giornalista Carlo Rossella. Stando alle indagini, coordinate dal procuratore aggiunto Pietro Forno e dai pm Tiziana Siciliano e Luca Gaglio e fatte di intercettazioni, documenti, messaggi WhatsApp, file e video, Berlusconi dal 2011 e almeno fino al maggio scorso avrebbe pagato la versione delle «cene eleganti» resa dalle ‘olgettinè, ricompensandole con un totale di circa 3 milioni di euro, tra bonifici, assegni, contanti, case, auto, contratti di lavoro fittizi, pagamenti di viaggi e spese varie. Dalla mole di atti raccolti è emerso, ad esempio, il pressing costante, al limite delle minacce, da parte delle giovani che battevano cassa.  «Domani butto giù il cancello di Arcore comunque, vado a rubargli una macchina al vecchio», diceva Barbara Guerra a Ioana Visan. Con il leader di FI che, stremato, stando alla testimonianza dell’architetto-imprenditore Ivo Redaelli, avrebbe detto «io a queste, appena posso, le butto in strada». Ruby, stando alle verifiche della polizia giudiziaria, avrebbe incassato tra i 5 e i 7 milioni di euro, parte dei quali sarebbero serviti per l’acquisto di un ristorante con annesso pastificio e due edifici con mini-alloggi per operatori del settore turistico a Playa del Carmen, in Messico. Acquisto avvenuto tramite i conti correnti dell’ex compagno Luca Risso, imputato per riciclaggio.  Nel mirino anche i circa 2 milioni investiti dalla marocchina a Dubai e i circa 800 mila euro cash, ricevuti tra il 2013 e il 2014. Il «sistema prostitutivo» delle serate a Villa San Martino, tra l’altro, come hanno chiarito i pm, «è già stato confermato dalla Cassazione» anche nella sentenza che ha assolto Berlusconi dalle accuse. E nel nuovo filone tra le «parti offese», oltre alle testimoni ‘chiavè Ambra Battilana, Chiara Danese e Imane Fadil, figura il Ministero della Giustizia.  La richiesta di rinvio a giudizio, poi, riguarda anche Luca Pedrini (falsa testimonianza), ex collaboratore di Nicole Minetti, il pianista di Arcore Danilo Mariani (corruzione e falsa testimonianza) e sua moglie Simonetta Losi. Falsa testimonianza anche per Giorgio Puricelli, ex massaggiatore del Milan ed ex consigliere regionale. Mentre per il funzionario di polizia Giorgia Iafrate, accusata di falsa testimonianza in relazione all’ormai famosa notte passata in Questura da Karima El Mahroug nel maggio 2010, la Procura ha chiesto al gip l’archiviazione. Già archiviate, invece, 13 posizioni, tra cui quelle degli avvocati Niccolò Ghedini e Piero Longo.