Vende Playstation e giochi per salvare il suo cane ma viene criticato: ecco cosa è successo

Era disposto a tutto pur di salvare la sua cagnolina, Brenda, e per aiutare la famiglia a pagare le spese di un’operazione veterinaria urgente, aveva pubblicato un annuncio in cui vendeva la sua Playstation 3 insieme a nove videogiochi per una cifra pari a circa 195 euro. Quello che questo ragazzo argentino, Gonzalo Barreiro, non poteva certo immaginare erano le reazioni del web al suo post su Twitter, che nel giro di pochi giorni ha superato i 30mila ‘Mi piace’ e i 77mila ‘retweet’.

3341355_1354_vende_playstation_pagare_cure_caneMolti, infatti, commossi dalla motivazione del ragazzo, gli avevano chiesto di fornire coordinate bancarie o dati di carte prepagate per poter fare delle donazioni per aiutare Brenda senza che fosse costretto a vendere la consolle e i videogame. Gonzalo, però, ha rifiutato le generose offerte di tanti utenti altruisti, sostenendo di voler solo vendere la consolle e fare la sua parte per salvare la vita al suo cane.
Non tutti, però, si sono fidati del suo post e alcuni lo hanno apertamente accusato di non voler specificare la malattia che ha colpito Brenda e sostengono che si tratti di una messinscena per racimolare qualche soldo da parte di utenti generosi. A questo punto, il ragazzo ha reagito così alle tante critiche: «Non mi abbasso a rispondere a chi mi dice che è tutto un ‘fake’ o una ‘truffa’. La vita della mia cagnolina vale più di una ‘Play’ di m…a».

Elisabetta Gregoraci e Flavio Briatore ci riprovano: “A casa insieme per salvare la famiglia”

MILANO – Dopo numerosi voci di gossip che li volevano ormai separati, sembra rientrata la crisi fra Flavio Briatore e la compagna siano tornati a vivere sotto lo stesso tetto, dopo lunghi mesi di lontananza: “Ricomincia la vita di tutti i giorni per Flavio Briatore ed Elisabetta Gregoraci – fa sapere la rubrica “Sussurri fra vip” di “Diva e donna” – che nonostante le voci di un addio imminente continuano a vivere insieme a Montecarlo.

flavio-briatore-wife-elisabetta-gregoraciIl loro Nathan Falco ha ricominciato la scuola e mamma e papà, dopo un’estate che li ha visti lontani – soprattutto per impegni di lavoro – condividono ancora lo stesso tetto: la coppia, come ha raccontato a “Diva e donna”, da tempo starebbe vivendo un momento di difficoltà, ma entrambi cercano di salvare il matrimonio per tenere unita la famiglia dopo diversi alti e bassi. Per ora la missione è compiuta”.

L’ambulanza tarda, poliziotta allatta la bimba abbandonata al seno e le salva la vita

Durante il servizio è andata ben oltre il suo senso del dovere e solo così è riuscita a salvare la vita a una neonata abbandonata. Luisa Fernanda Urrea, un ufficiale della polizia colombiana e neomamma, era stata inviata sul posto dell’abbandono di una bambina appena nata. La piccola, lasciata in una foresta, stava morendo di fame ed era a rischio ipotermia, così la Urrea non ha esitato un attimo, e in attesa dell’arrivo dell’ambulanza ha allattato al seno la piccolina.

30221CD400000578-3397810-Ms_Urrea_is_pictured_helping_care_for_the_baby_girl_alongside_a_-m-15_1452704444136

L’agente ha risposto con modestia alle interviste dei media locali: “Sono una mamma, e ho il latte. Ho solo riconosciuto le esigenze di questa piccola creatura. Credo che qualunque donna lo avrebbe fatto nella stessa situazione”. Edinora Jimenez, 59 anni, che ha trovato la bambina, ha raccontato: “Stavo raccogliendo le arance quando ho sentito un pianto. Ho pensato che fosse un gatto fino a quando ho guardato più da vicino e ho visto che si trattava di una bambina”. Il comandante della polizia locale Javier Martin ha raccontato che la neonata aveva ancora parte del cordone ombelicale attaccato. Ha poi aggiunto: “La bimba aveva alcune lacerazioni e soffriva di ipotermia. Tuttavia, è stata curata in modo rapido e ora sta bene”.  La piccola è stata affidata alle cure del colombiano Institute of Family Welfare (ICBF), che è ora alla ricerca di una famiglia adottiva, mentre la polizia è sulle tracce della madre, che rischia l’accusa di tentato omicidio.