Giulia De Lellis in finale con le “mongolfiere”

Alla fine ha indovinato Malgioglio: “Giulia De Lellis è fortissima, vedrete che andrà in finale” aveva profetizzato il cantante, giustificandosi per aver fatto il suo nome. Cortesia ricambiata dalla stessa Giulia, sollevando la foto di Cristiano. E la De Lellis ce l’ha fatta davvero: è la prima finalista del Grande Fratello Vip, oltre che capitana e immune dalle nomination.

C_2_box_47307_upiFoto1FCosì, mentre Jeremias Rodriguez catalizzava nel bene e nel male, ancora una volta lo svolgimento della puntata, la De Lellis, zitta zitta, si portava a casa (figurativamente parlando) la prima vittoria. Meritata o no, certo è che Giulia De Lellis ha dimostrato di essere un personaggio fortissimo.
Carattere di ferro in un corpo minuto, la ragazza non le manda a dire e il suo essere così diretta fa scuola e conquista il pubblico.
“Le mie ragazze”, così Giulia De Lellis chiama le sue fan, che le mandano messaggi con l’aereo e che la supportano ad ogni televoto e sui social network. Pare che addiritturaAlfonso Signorini sia stato bersagliato da loro, dopo il battibecco durante una delle scorse puntate: da qui la plateale pace sancita ieri sera da un caloroso abbraccio in studio, sotto gli occhi di tutti, e mascherato da scherzo per lei.
Ma che dire del suo outfit? Il suo stile scatena i commenti e divide il pubblico. Continuando la tradizione delle spalle a vista, Giulia De Lellis ieri sera ha indossato un particolare minidress fucsia Asos, con scollatura sagomata a cuore ed enormi maniche a palloncino simili a mongolfiere. Giudicato lezioso ed eccessivo, paragonato ad un uovo di pasqua, criticato come una bomboniera, si tratta sicuramente di un vestito scenografico e cattura-sguardi. E quelle mongolfiere alla fine, l’hanno portata, di volata, in finale.

“Lo scherzo perfetto” è hot, fuori di seno e raffica di polemiche sul programma di Mammucari

Lo Scherzo Perfetto, l’erede di Scherzi a Parte, ha esordito ieri sera su Italia 1 con la conduzione di Teo Mammuccari.

03_09_2017_22_10_30

La finale è stata conquistata dallo scherzo “Vacanze Perfette”, ma ci sono molte discussioni in rete poiché lo scherzo ha dei risvolti hot.
La protagonista Aura infatti ha il compito di far credere all’amica di aver fatto sesso con il suo compagno. Durante una lite che sfiora la colluttazione, ecco il discusso fuori di seno. Dopo le burle telefoniche di Libero e in seguito di The Call, Teo Mammucari accetta la sfida de Lo scherzo perfetto. Insieme a lui Marco Balestri, Gene Gnocchi, e la ciociara vincitrice del GF Vip Alessia Macari.

Boris è considerato il Gianluca Vacchi di Russia, poi il retroscena imprevisto

Era conosciuto in rete come Boris Bork, considerato sul web come un “sosia” di Gianluca Vacchi, di cui si professava seguace. La sua vita su Instagram era dipinta come lussuosa e piena di sfarzi, viaggi in auto di lusso, ristoranti raffinati, un elicottero privato e, naturalmente, parecchi zeri nel conto corrente.

14716252_1717814528542507_5293964626986746585_n

Il personaggio oltre che del lusso godeva anche di una discreta popolarità, con 18.000 followers. Il miliardario Bork è anche apparso in un video musicale di una band russa piuttosto popolare. Si potrebbe dire che la vita gli sorrideva. Tuttavia, non è tutto oro quel che luccica nei social network.
Boris Bork infatti era un personaggio inventato. Il risultato di un esperimento di due amici, che hanno voluto dimostrare che non ci vuole molto denaro per creare un personaggio che diventa famoso in rete. L’uomo che interpretava Bork ha in realtà una modesta pensione che raggiunge a malapena 200 dollari al mese e si chiama Boris Kudryashov.  “Mi stupisce come spendendo solo 800 dollari in due mesi, si possano avere decine di migliaia di followers, adulti che credono in una persona che non esiste”, spiega l’autore dello scherzo, uno studioso di marketing russo, Roman Zaripov, amico di Kudryashov. E continua: “Mi sorprende come sia facile ingannare la gente e come la gente non si preoccupi di verificare l’esattezza delle informazioni sui social”.

Gasparri scambia Jim Morrison per un ladro slavo: lo scherzo fa il giro del web

Sta facendo il giro del web la foto di Jim Morrison che ha fatto cadere in trappola anche un noto frequentatore dei social come il senatore di FI, Maurizio Gasparri. Un utente ha infatti inviato all’ex ministro la foto del mitico frontman dei Doors spacciandolo per un noto rapinatore slavo.

blogdicultura_583921c2d92c551d990b31d8647523e7

Un fotomontaggio creato dal gruppo Facebook satirico «Vergogna Finiamola Fate Girare» che prende in giro i dilaganti post populisti che girano su Facebook e Twitter. «Questo è Goran Hadzic, ha commesso più di 50 rapine nel nordest ma ogni volta che viene preso poi è rilasciato. Basta!! Mandiamolo via!! Renzi a casa!!» si legge in sovraimpressione sulla foto originale del cantante ripresa da Wikipedia, definita proprio oggi dal senatore «una discarica inattendibile». L’utente bontempone invia il post al senatore via Twitter chiedendogli cosa ne pensi «di questo ennesimo scandalo italiano» e Gasparri risponde: «Una vergogna!». Poi capito l’inganno lo apostrofa: «Ti hanno già ricoverato?». Tempo qualche minuto e il senatore viene bersagliato in rete. Anche se lui prova a difendersi: «Conosco Platone, Hegel, Beethoven, di questa ‘star’ occupatevi voi!». Ma ormai è tardi, lo scherzo fa il giro del web e, tra tutti, un utente commenta: « gasparripdl ha ragione, basta far entrare delinquenti stranieri, chiudiamo #thedoors!».

Checco Zalone: “Mi ha telefonato Celentano, ma l’ho mandato a quel paese…”

Checco Zalone sta raggiungendo un livello di successo davvero molto alto con il suo nuovo film, ‘Quo Vado’. Addirittura Adriano Celentano aveva espresso parole di elogio verso il comico, in un articolo pubblicato sul Corriere della Sera.

zalone-celentano-638x425

Ma per rendere il tutto più ufficiale, il Molleggiato aveva voluto telefonare direttamente a Zalone, per complimentarsi con lui.Peccato che lui, credendo che fosse uno scherzo, ha mandato a ‘quel paese’ Celentano: tutto è stato raccontato in un’intervista comparsa sul settimanale Oggi in edicola. “Pensavo fosse un mio amico che mi faceva uno scherzo e l’ho mandato affanc… – commenta Checco Zalone su Oggi – Quando mi sono reso conto che era davvero lui… che figura di m… E poi proprio col mio mito di sempre. Da ragazzino cantavo le sue canzoni davanti allo specchio e provavo le sue mosse. Lo amo”, ha detto Zalone, che ha imitato Celentano anche in scena di “Quo Vado?”.