British Soap Awards, red carpet sexy e osè per premiare le sitcom più viste

C_2_fotogallery_3012582_upiFoto1FScollature mozzafiato, spacchi vertiginosi e trasparenze da capogiro. Ai Britisch Soap Awards 2017, massimo riconoscimento britannico per le sitcom e le serie tv, che si sono tenuti sabato sera, le bellezze sul red carpet erano davvero tantissime. EastEnders, Corrie e Emmerdale i telefilm che hanno portato a casa più statuette, ma i flash sono stati tutti puntati sugli outfit super sexy delle attrici…

Twin Peaks, la vera storia del delitto mai risolto che ha ispirato la serie tv

Un delitto mai risolto e troppo facilmente dimenticato, fino a quando Mark Frost, negli anni ’80, non decise di collaborare a un nuovo progetto insieme a David Lynch. A volte basta il successo di una serie tv per far ricordare a un intero popolo un crimine senza ragioni né colpevoli e gettato troppo in fretta nell’oblio, forse anche per imbarazzo. Forse non tutti sanno che la saga di Twin Peaks, recentemente tornata dopo 25 anni con una nuova stagione, è ispirata ad un omicidio realmente accaduto più di un secolo fa. A spiegare la vicenda, con un’attenta ricostruzione, è il Washington Post. Era il 7 luglio 1908 quando la ventenne Hazel Irene Drew, bionda e con occhi azzurri, stava passeggiando e raccogliendo more lungo la Taborton Road, nei pressi di Sand Lake, nello stato di New York. Gli ultimi a vederla viva furono Frank Smith, un giovane contadino con cui si frequentava e Rudolph Gundrum, un venditore ambulante di carbone col vizio del bere.

22920_967_544_31122754La zona, oggi come allora, era immersa nella natura incontaminata, tra vere e proprie foreste e torrenti molto ambiti da cacciatori, pescatori e campeggiatori.
Il corpo di Hazel Irene Drew fu rinvenuto sulle rive di uno stagno, quattro giorni dopo. Il corpo era così gonfio e rovinato dall’acqua che la ragazza fu riconosciuta solo grazie ai vestiti. A ucciderla era stato un colpo alla testa, effettuato con un oggetto contundente sconosciuto. L’omicidio era evidente ma di non facile soluzione, considerando la tecnologia disponibile all’epoca per la scienza forense. Le indagini si concentrarono sulle possibili relazioni passionali avute da Hazel, anche se i familiari e gli amici, almeno inizialmente, negarono queste ipotesi. La loro tesi fu smentita dal ritrovamento di lettere che Hazel scambiava con uomini anche molto più grandi di lei, in cui confessava desideri e proponeva incontri clandestini. Poco dopo fu scoperto anche che la mattina dell’omicidio Hazel si era licenziata dal lavoro senza dare una precisa ragione al suo capo. In quei giorni frenetici, ogni giorno comparivano nuovi sospettati. Frank Smith fu il principale di questi, perché si era invaghito della ragazza e perché in un interrogatorio si era contraddetto, ma non l’unico. William Taylor, lo zio di Smith, era un dentista sposato ma aveva corteggiato Hazel e finì nel mirino degli inquirenti così come un macchinista di treni e un milionario di Albany, Henry Kramroth, proprietario di una struttura alberghiera e un locale dove, si diceva, accadevano strani raduni con orge segrete. Ai fan di Twin Peaks tutto questo risulterà probabilmente molto familiare. Alcuni residenti avevano anche affermato di aver sentito delle urla provenire dalla struttura di proprietà di Kramroth la notte dell’omicidio. Ad ogni modo, non furono solo impedimenti tecnici ma anche un volontario lassismo a pregiudicare in maniera decisiva le indagini: all’epoca, l’omicidio di una donna, specialmente di classe sociale bassa come era Hazel, era considerato quasi irrilevante e specialmente nei piccoli centri regnava l’omertà. Questo portò in breve tempo a chiudere le indagini per mancanza di prove e a coprire una brutta storia per non gettare veleno all’interno di una comunità.
Torniamo a Mark Frost, co-autore di Twin Peaks. La sua nonna materna, Betty Calhoun, che viveva a Taborton, gli aveva raccontato durante le vacanze estive dell’infanzia diverse storie della tradizione locale. Tra queste, anche quella dell’omicidio misterioso di Hazel, condita da nuovi elementi come spiriti e fantasmi; una sorta di monito per i bambini della zona affinché non si avventurassero a giocare nel bosco di notte. Forse anche grazie alla fantasia di nonna Betty, Mark Frost divenne poi uno scrittore, sceneggiatore e autore televisivo di successo. Fu però grazie a Twin Peaks che Frost ottenne, insieme a David Lynch, una fama planetaria. Tutto nacque durante un incontro in una caffetteria di Los Angeles tra Frost e Lynch: i due si scambiarono racconti, compreso quello di Hazel. Gli elementi descritti, come il delitto mai risolto e gli intrecci tra i sospettati, provenienti da ogni estrazione sociale e culturale, piacquero molto a Lynch. Non è difficile, d’altronde, rivedere in Frank Smith il personaggio di Bobby Briggs o in Harry Kramroth quello di Benjamin Horne. Sand Lake, come Twin Peaks, si trova in una zona incontaminata e trae la propria ricchezza dalle risorse naturali, grazie alla presenza di industrie del legno. Le vaste foreste sono costituite da olmi, querce e aceri e si sviluppano in mezzo alle montagne in un luogo dove il clima generalmente è molto grigio. Crescere in quel paesino, per Mark Frost, fu fonte di grande ispirazione. Tra le tante storie che la nonna gli raccontava non mancavano storie esoteriche e soprannaturali. Un medico, ad esempio, curava animali malati ma pretendeva di farlo da solo, e si vociferava che lo facesse con la magia nera. Un’altra leggenda parla di donne che corrono seminude sulla montagna che domina Taborton. Una storia decisamente vera, invece, è quella che accadde poco dopo l’omicidio di Hazel: due uomini del posto, ubriachi, scambiarono un vitello disperato dopo essere rimasto intrappolato nel fango per il fantasma della ragazza. L’assassino di Laura Palmer fu rivelato a metà della seconda stagione di Twin Peaks; quello di Hazel Drew, invece, non è mai stato risolto. La scienza forense era ancora agli albori e la società non vedeva di buon occhio le vittime femminili. Non aiutò molto neanche il comportamento della zia di Hazel, Minnie Taylor, che fu l’ultima parente a vederla viva. La donna si rifiutava di collaborare con la polizia e invitava i conoscenti della nipote a fare altrettanto. Solo l’ennesimo dei tantissimi elementi sospetti e misteri che circondano il delitto di Sand Lake.

Louis Linton, un’altra bionda (super sexy) alla Casa Bianca: l’attrice ha sedotto Donald Trump

Non bastava la First Lady a far impazzire i fotografi. A entrare in scena c’è stata prima Ivanka, figlia di Donald. E ora Louis Linton, compagna del nuovo segretario al tesoro.

louise-linton-1-600x450

Una nuova splendida donna bionda rischia di rubare la scena alla First Lady. Dopo la figlia di Donald, la bellissima Ivanka, si affaccia infatti alla Casa Bianca Louise Linton. Ex attrice, ha già sedotto il presidente Donald Trump.
Si tratta della compagna del nuovo segretario al Tesoro Steven Mnuchin, che ha prestato giuramento il 13 febbraio. Trentacinque anni, scozzese, è un’attrice di lungo corso, anche se non a Hollywood non ha sfondato. Ha recitato nella serie tv Csi e in Cabin Fever. E con Robert Redford in “Leoni per agnelli”.
Presto apparirà con immagini, si mormora, hot nel film “Intruder”. Ma anni fa fu già protagonista di foto in abiti succinti per il maschile Maxim.
IL MARITO – Mnuchin ha invece 54 anni, altro ricchissimo nel team di Trump: 400 milioni di dollari il suo patrimonio. Ex banchiere, per 17 anni alla Goldman Sachs, produttore, Trump lo esalta per il risanamento di Indymac Bank, presa a 1,6 miliardi e rivenduta per 3,4.

Eros sul piccolo schermo: la top 10 delle scene di nudo 2016

Come ogni anno il sito Mr Skin ha stilato la propria classifica dei 10 migliori nudi dell’anno, tra serie tv e cinema. E la televisione domina: otto scene su dieci sono infatti tratte produzioni televisive. E le protagonista sono spesso stelle di prima grandezza come Olivia Wilde in “Vinyl”, Malin Akerman in “Easy” o la vampira di “Twilight” Ashley Green che si è spogliata per la prima volta in “Rogue”.

c_2_fotogallery_3007693_24_image

Non possono mancare ovviamente classici come “Il trono di spade”, una delle serie “più nude” di sempre, ma anche kolossal come “Westworld”. Il cinema per quest’anno recita il ruolo della comparsa, anche se di un certo peso. Come il nudo integrale di Vail Bloom in “Too Late” o la torrida scena di sesso tra Adrien Brody e Yvonne Strahovski in “Manhattan Night”. C’è spazio anche per una controfigura: è Michelle Derstine che in “The Bronze” presta il proprio corpo a Melissa Raunch per una scena di sesso… ginnico.

Lisa Lynn Masters, attrice di ‘Gossip Girl’ e ‘Ugly Betty’, trovata impiccata: “Soffriva di depressione”

Si è tolta la vita Lisa Lynn Masters, 52 anni, attrice americana apparsa in molte serie tv di successo come ‘Gossip Girl’, ‘Ugly Betty’, ‘Law and Order’ e ‘Unbreakable Kimmy Shmidt’.
Si trovava in una stanza d’albergo durante un viaggio in Perù, dove si trovava per realizzare una campagna fotografica di alta moda. Lo rivela “Deadline”.

lisa-lynn-t (1)

Sembra che l’attrice si sia impiccata perché da tempo soffriva di depressione. Il marito, William Brooks, è tutt’ora sotto shock, mentre la polizia afferma di aver trovato due lettere. Dopo la sua morte, è stata aperta una pagina di beneficienza online per raccogliere fondi per pagare le spese del funerale e aiutare il marito rimasto vedovo.
L’agente della star, Christopher D Silveri, ha confermato la sua morte e ha detto: ”In questi giorni bui, speriamo che coloro che abbiano avuto il piacere di conoscere Lisa, vedano quanto risplende luminosa nel cielo e che continuino a ricordarla nei propri cuori”.
Lisa Lynn Masters era nata ad Omaha, nel Nebraska e cresciuta ad Ashevill, nel North Carolina. Ha cominciato la carriera come giornalista in piccole emittenti locali per poi studiare recitazione.

Meghan Markle, i video hot su Pornhub della fidanzata del principe Harry

Si sarebbe definita “la ragazza più fortunata del mondo” da quando le voci sulla sua relazione con il principe Harry si sono fatte più che insistenti, e Meghan Markle è diventata ance velocemente un fenomeno su Pornhub, dove le scene hot che la vedono protagonista sono state visualizzate centinaia di migliaia di volte negli ultimi giorni.

meghan-markle-hot-scene-pornhub

Niente di pornografico, sia chiaro: si tratta solo di alcune scene molto sexy andate in onda nel 2013 e che fanno parte della serie tv “Suits”, in cui la Markle interpretava la protagonista Rachel Zane. Un’abbondanza di nudi, biancheria di pizzo e curve sinuose che hanno fatto impennare le visualizzazioni a oltre 41mila al giorno.

Principe Harry, la sua nuova fiamma è unʼattrice statunitense

Considerato da anni lo scapolo d’oro del Regno Unito, il principe Herry potrebbe non essere più single. Secondo il tabloid britannico Sunday Express ha perso la testa per l’avvenente attrice americana Meghan Markle, di tre anni più grande di lui. I due si frequenterebbero da maggio e pare che a Kate e William Meghan piaccia molto.

C_2_articolo_3039239_upiImagepp

Dopo tante bionde, Herry si è innamorato di una bruna. La fortunata è Meghan Markle, protagonista della serie tv di successo “Suits”. Il principe l’ha conosciuta lo scorso maggio a Toronto, dove si trovava per promuovere gli ‘Invictus Games’, i giochi olimpici per i reduci di guerra, e l’attrice era in città per delle riprese.
Dopo quell’incontro la Markle, sposata e separata, è stata avvistata nel parco reale di Wimbledon e successivamente a Buckingham Palace. Secondo il tabloid il principe vorrebbe proteggere la sua storia per non spaventare l’attrice che è già entrata nelle grazie di Kate e William.

Serena Rossi, che bel pancione!

Camicia in seta e pancione scoperto. Serena Rossi si mette a nudo su “Grazia”. L’attrice, famosa per il suo ruolo nella serie tv “Un posto al sole” tra poche settimane diventerà infatti mamma. Diego, il figli che avrà con il collega Davide Devenuto, nascerà infatti ad ottobre. “In amore sono sempre le donne a decidere”, racconta al settimanale.

C_2_fotogallery_3005191_1_image

“Davide è già un papà molto presente – racconta Serena – Mi ha aiutato e mi aiuta a stare tranquilla, visto che ho lavorato fono al sesto mese di gravidanza…”. I fori d’arancio però non sono imminenti: “Ora pensiamo a Diego, che nascerà il 30 ottobre. Mi piacerebbe che ci accompagnasse lui all’altare. Sogno nozze da fiaba, in cui far commuovere i miei genitori,. E poi Davide io lo chiamo già marito”.

Naya Rivera shock: “Ho abortito durante gli anni di Glee”

Rivelazioni shock per Naya Rivera, famosa per il ruolo di Santana nella serie tv “Glee”. L’attrice 29enne nella sua autobiografia “Sorry Not Sorry” ha infatti confessato che proprio durante il periodo di maggior successo a livello lavorativo ha abortito, mentre negli anni dell’adolescenza ha dovuto combattere contro l’anoressia. “Ero molto spaventata, non ho avuto il coraggio di dirlo al padre” si legge nell’estratto pubblicato da People.

C_4_articolo_2034715__ImageGallery__imageGalleryItem_6_image

La Rivera scoprì di essere rimasta incinta del collega Ryan Dorsey alla fine del 2010, solo qualche settimana dopo aver interrotto la relazione per concentrarsi sulla sua carriera. Decise di non rivelare nulla a Dorsey (che ha poi sposato nel 2014 e con cui ha avuto un bambino nel 2015) e pose fine alla gravidanza durante le riprese di “Glee”: “Ero molto spaventata di dirlo a qualcuno. Non è un argomento di cui si parla, ma invece se ne dovrebbe discutere di più”.
Negli anni dell’adolescenza dovette invece lottare contro l’anoressia, che si insinuò quasi come un gioco. “Ero al secondo anno, all’inizio era una sorta di sfida. Evitavo il cibo a tutti i costi, se mia madre mi preparava il pranzo cercavo sempre una scusa per buttarlo” scrive nelle sue memorie “Ero molto giovane e credevo fosse la norma, non avevo modo di sapere che quello che stavo facendo era sbagliato. Mi fa tristezza sapere che ci sono ancora ragazze intrappolate in questa situazione a quindici anni di distanza”. Naya Rivera si è fatta amare dal pubblico di “Glee” soprattutto per la sua bellezza fresca e spontanea, ma adesso l’interprete di Santana sembra aver dato una mano a Madre Natura…

La rivelazione della star di Game of Thrones lascia i fan senza parole: ecco di cosa si tratta

Nella vita reale Rosie Mac, 18 anni, è decisamente diversa dal personaggio che interpreta in Game of Thrones. La sexy star inglese, infatti, è lontana dagli eccessi della serie tv fantasy.

08_8

Rosie, che interpreta l’alter-ego di Daenerys (il personaggio di Emilia Clarke), poco tempo fa aveva annunciato di voler rimanere vergine fino al matrimonio: «Ho dei valori morali molto alti, voglio aspettare la persona giusta per concedermi. Sui social mi arrivano migliaia di messaggi di uomini, molti di loro mandano anche foto sconce, non sanno che a gestire gli account è mia madre e questo di certo non ci impressiona in modo positivo». Qualcosa, però, potrebbe cambiare a breve. Sul set Rosie si è infatti innamorata di Ignacio Blanco, il Dario Naaris della serie che fa da controfigura a Michiel Huisman, e la relazione procede a gonfie vele. Sarà lui il fortunatissimo?