Tina Kunakey, una farfalla sexy a Cannes

Il Festival di Cannes è pieno zeppo di bellissime: modelle, attrici, aspiranti star e influencer. Ma, in questa edizione, nessuna riesce ad ammaliare come Tina Kunakey. La fidanzata di Vincent Cassel è una pantera sul red carpet tra la folta chioma riccia e il fisico prorompente.

C_2_box_32979_upiFoto1F (1)Inoltre, a Tina Kunakey piace proprio flirtare coi fotogragi, tra linguacce, pose ardite e ammiccamenti. Se ci aggiungiamo pure degli abiti da sogno, non è difficile capire perché la modella è la più conturbante di questa edizione. Per la premiere del film The Biguiled, Tina Kunakey ha scelto un abito principesco in garza di seta plissé stampata sui toni del glicine di Giorgio Armani Privé con coppe ricamate di cristalli. Lei, sorridente, solleva l’impalpabile tessuto della gonna, trasformandosi in una meravigliosa (e formosissima) farfalla.

Cannes, Bella Hadid smutandata con papà

L’anno scorso sul red carpet del Festival di Cannes Bella Hadid ha scandalizzato tutti con un abito rosso fuoco, decisamente rivelatore, di Alexander Vauthier. Quest’anno, per la serata inaugurale della manifestazione, Bella ha scelto lo stesso brand ed è stata perfettamente in grado di stupire ancora.

C_2_box_32404_upiFoto1F

A sto giro Bella Hadid voleva forse puntare su un mood più da diva, tra il caschetto ondulato e il vestito rosa confetto. Il modello avrebbe dovuto vestire perfettamente la top, essendo stato creato su misura per lei. Invece, ad ogni movimento, lo spacco vertiginoso si apriva svelando l’intimo della Hadid. Come se non bastasse, Bella deve aver avuto qualche problema col bustino, visto che continuava ad aggiustarsi il seno.
Se nel 2016 su Instagram mamma Yolanda Foster tesseva le lodi della figlia di rosso (s)vestita sulla Croisette, per questa edizione Bella Hadid si è presentata direttamente a fianco del papà,felice e sorridente. La Bella desnuda è proprio l’orgoglio dei suoi genitori.

Rigopiano, scrive un post dopo essere salvata: piovono commenti offensivi

Giorgia, sopravvissuta alla tragedia di Rigopiano, ha ringraziato i soccorritori e chiunque abbia avuto un pensiero per lei e lo ha fatto pubblicamente su Facebook, ma dal social sono arrivati anche insulti per questo gesto.
Qualcuno le chiede maggior rispetto per le vittime e i familiari, chi le dice che avrebbe potuto avere più tatto.

15823557_10208138174361058_8138086733793082499_n

Sotto il post di un quotidiano che riportava la storia di Giorgia invece è apparso il seguente testo: “Mi sembra di cattivo gusto postare la foto sorridente con gli altri dispersi sotto la neve”.
E sotto l’immagine di un recente regalo ricevuto da un’amica londinese un altra offesa: “Questa Giorgia al posto di ringraziare Dio e i soccorritori che la hanno salvata pensa a pubblicare le cazzate che ingrata e i miei compaesani invece sono morti che rabbia”.
Giorgia Galassi ha trascorso 58 ore al buio sotto la slavina ed è sopravvissuta insieme al fidanzato Vincenzo mangiando la neve.