Ragazza di 21 anni suda sangue dagli occhi e dalle mani: “Caso rarissimo”

Un caso rarissimo. L’espressione «sudare sangue» è abbastanza comune, ma purtroppo per qualcuno è più di un modo di dire. È il caso di una donna di 21 anni di Firenze affetta da ematidrosi, una condizione molto rara, anche se le prime descrizioni risalgono al terzo secolo prima di Cristo, che porta appunto a sudare sangue, soprattutto in caso di stress molto forti.

collage-2017-10-24_24193649La paziente fiorentina, la cui vicenda è descritta dai medici dell’Università di Firenze sul Canadian Medical Association Journal, è arrivata all’ospedale quando il sintomo si manifestava già da tre anni. «Non c’era nessuna causa scatenante visibile per il sanguinamento – scrivono Roberto Maglie e Marzia Caproni del dipartimento di Dermatologia -, che poteva avvenire mentre la donna dormiva o durante l’attività fisica. La paziente ha dichiarato che il fenomeno era più intenso durante i periodi di maggior stress, con episodi di durata da uno a cinque minuti».
La condizione, spiegano gli autori dell’articolo, ha portato la donna ad una condizione psicologica particolarmente fragile. «La paziente è diventata socialmente isolata a causa dell’imbarazzo provocato dal sanguinamento – scrivono -, e ha riportato sintomi compatibili con un depressione maggiore e un disturbo da panico». L’ematoidrosi è una condizione descritta raramente in letteratura, tanto che in alcuni libri di testo è definita come ancora non scientificamente provata. Fra le cause ipotizzate, tutte però ancora solo ipotesi, ci sono problemi di coagulazione o una rottura dei vasi sanguigni che fa finire il sangue nei dotti del sudore. In questo caso alla donna sono stati prescritti degli psicofarmaci per i problemi di ansia e depressione e il propanololo, un medicinale contro l’ipertensione, che ha alleviato il problema principale senza però eliminarlo. Al caso la rivista dedica anche un editoriale di Jacalyn Duffin, esperta di storia della medicina dell’università dell’Ontario.
«Gli scrittori medici spesso tendono a considerare la storia della passione di Cristo come la prima descrizione del fenomeno – scrive – ma l’ematoidrosi appare nella letteratura scientifica molto prima. Nel terzo secolo prima di Cristo due trattati di Aristotele contenevano passaggi su un sudore che assomigliava o era realmente sangue». In anni più recenti ci sono state diverse descrizioni di casi in letteratura, con la storica che ne ha censiti almeno 28 tra il 2004 e il 2017. Un caso, riguardante un uomo di 72 anni, è stato riportato nel 2009 dall’Indian Journal of Dermatology, che ne ha descritti altri due nel 2010 e nel 2013. Sempre nel 2013 il caso di una ragazza con questa condizione è stato invece descritto dalla rivista specializzata in ematologia Blood.

Kate Middleton spiazza tutti: ecco cosa ha deciso…

LONDRA – I sudditi di sua maestà sono in visibilio da quando è stata diffusa la notizia della terza gravidanza di Kate Middleton. I bookmaker già scommettono su sesso e nome del nascituro, ma nelle ultime ore è un altro il particolare ad aver attratto l’attenzione del gossip.

3239429_1841_collage_2017_09_14_4_Come riporta il sito LadyBlitz, pare che la Duchessa di Cambridge abbia deciso di partorire in casa.
Il sito britannico Celebdirtylaundry sosterrebbe che Kate si sarebbe già informata sulle modalità del parto in casa per le precedenti gravidanze. Ma soffrendo di iperemesi gravidica, avrebbe desistito. Ora invece l’idea riprenderebbe quota.
I precedenti parti sarebbero stati privi di problemi, per questo Kate sarebbe sempre più favorevole al parto in casa. In questo modo, sarebbe al riparo dai paparazzi e dall’attenzione morbosa dei media, che le avrebbe provocato non poco stress dopo la nascita di George e Charlotte.
Non è tutto. Partorendo in casa, Kate riprenderebbe anche un’antica tradizione della famiglia Windsor. La regina Elisabetta partorì i suoi figli in casa, solo successivamente furono cambiati gli usi. Diana ha partorito William e Harry in ospedale. Ce la farà la Duchessa di Cambridge a ritornare al passato? Staremo a vedere.

“Sei vecchia, hai i baffi”. Le accuse choc a Elena Santarelli e lei risponde così

FORMENTERA – Elena Santarelli presa di mira dagli haters, i cosidetti leoni da tastiera. Lady Corradi è stata attaccata pesantemente sui social dopo aver pubblicato alcune foto che la ritraggono in vacanza a Formentera.

2582691_1817_collage_2017_07_25_1_“Sei vecchia, hai i baffi” avrebbero commentato alcuni follower. E dopo un’intervista a Radio Deejay, in cui la showgirl ha spiegato di essere dimagrita a causa dello stress da gravidanza, Elena risponde all’odio immotivato degli haters postando una nuova foto in costume mentre sorseggia il caffè, sorridente e in perfetta forma.
“Happy girl, hello haters” cinguetta lady Corradi. E lo scatto fa il pieno di like. Alla faccia di chi le vuole male…

La domestica di William e Kate si licenzia: “Troppo stress, non avevo più una vita”

Se vi sentite dei veri e propri tuttofare e amate le famiglie reali, abbiamo buone (?) notizie per voi: una delle più celebri domestiche del mondo ha appena rassegnato le sue dimissioni dalla residenza di Anmer Hall, dove William e Kate Middleton vivono la maggior parte del loro tempo insieme ai figli George e Charlotte. Sadie, ad appena 35 anni, è una delle più domestiche più note e richieste tra i reali di tutto il mondo.

domestica-william-kate-si-licenzia-stress_29145438Dopo essersi formata a Buckingham Palace, dove era molto apprezzata dalla regina Elisabetta, fu ingaggiata dai reali di Norvegia, prima di accettare l’offerta di William e Kate. Il lato economico del contratto, firmato nel 2014, incise non poco: Sadie ha uno stipendio annuale di 35 mila sterline (poco più di 40 mila euro).
Cosa ha spinto, quindi, la ragazza ad abbandonare il prestigioso incarico? Il motivo è molto semplice: lo stress accumulato da quando deve badare alla casa di Kate e William evidentemente non vale quella cifra. Sadie, a detta di alcuni amici, riportati dal Mirror, negli ultimi mesi non avrebbe più avuto un solo momento libero, da dedicare a se stessa, a causa delle continue e pressanti richieste del principe e della duchessa di Cambridge. La donna si occupava delle pulizie, della lavanderia, della spesa e talvolta della cucina in casa di William e Kate. La goccia che avrebbe fatto traboccare il vaso, tuttavia, sarebbe stata la richiesta di continui spostamenti tra Anmer Hall e il palazzo reale di Kensington, dove ogni tanto la famiglia passa del tempo.

Massimo Lopez dopo l’infarto: “Mi ha salvato una mano santa”

Sto meglio, sto facendo una convalescenza molto tranquilla, a metà maggio tornerò sul palco e venerdì sarò da Carlo Conti con Tullio Solenghi a “I migliori anni”. La mia vita è semplice in questo momento: orari, alimentazione, passeggiate e niente stress, questa è la mia cura».

1490629793048.JPG--dopo_l_infarto_massimo_lopez_sta_meglio_e_posta_un_video_su_facebookCosì, sul numero di “Chi” in edicola mercoledì 26 aprile, Massimo Lopez parla un mese dopo l’infarto che lo ha colpito sul palco, mentre partecipava ad una rassegna jazz a Trani. Ricoverato d’urgenza ad Andria, è stato sottoposto ad un intervento di angioplastica. “In casa mia c’è una certa famigliarità con le patologie cardiache. Così, quando ho cominciato a sentirmi male sul palco, ad avere un dolore al torace, a sudare, ho capito perfettamente cosa stesse accadendo: ho chiesto scusa al pubblico e poi, dietro le quinte, ho chiesto un’ambulanza. Dopo dieci minuti ero già nelle mani dei medici, curato in un’eccellenza della cardiologia quale è l’ospedale Bonomo di Andria”
L’attore confessa: “Mentre ero in ambulanza pensavo alla mia famiglia e alle persone più vicine. Con molta tranquillità, mi sono detto: “Qui o va bene o va male, ma speriamo che non finisca male perché ci sarebbe tanto dolore”. “Credo proprio che mi abbia salvato una mano santa perché quella sera avrei dovuto essere da un’altra parte, in un posto meno comodo per raggiungere l’ospedale”. Ora la sua vita è cambiata: «All’inizio ero preoccupato e mi dicevo: “Devo cambiare qualcosa”. Poi subentra la saggezza e pensi: “Certe cose possono capitare”. È come un volo in aereo in cui ti stacchi da terra e vedi il mondo da un’altra prospettiva, ma quando atterri rivedi la vita di tutti i giorni. Ora, però, devo ricordarmi di mantenere un punto di vista distaccato, di pensare a me e, soprattutto, alle cose fondamentali, quelle che appartengono alla sfera del cuore. È come se avessi tradito il cuore e l’anima con la vita che faccio e tornare a questi valori significa apprezzare certe cose e relativizzare tutto il resto: la carriera, il lavoro, i rapporti buoni con le persone, il successo che è importante, ma non è la cosa più importante della vita». «C’è qualcuno nel mio cuore, ed è importante che ci sia. Ma il mio cuore è spazioso, visto che ora contiene anche un pezzo di Puglia, vale a dire lo stent che mi è stato impiantato». Quando Lopez è stato male stava imitando alcuni politici. «Ero arrivato a Berlusconi ma non è stata una censura (ride, ndr). In carriera io, Anna e Tullio (il Trio, ndr) siamo stati ripresi sono una volta quando imitammo l’ayatollah Khomeini, ma per il resto i politici si sono divertiti con i nostri sketch”.

Sanremo 2017: Maria De Filippi in hotel con febbre a 38

Sarà l’ansia della vigilia, sarà lo stress della full immersion nelle prove, ma Maria De Filippi si è svegliata stamattina con 38 di febbre.

Carlo Conti con Maria De Filippi al termine della conferenza stampa di presentazione dell'edizione 2017 del Festival di Sanremo. 11 gennaio 2017. ANSA/ RICCARDO DALLE LUCHE

La conduttrice – che stasera sarà sul palco del festival di Sanremo con Carlo Conti, per il debutto dell’edizione numero 67 – come riferisce l’Ansa, è rimasta in hotel a Bordighera sperando nell’effetto benefico di un antipiretico.
La De Filippi è attesa comunque in tarda mattinata all’Ariston per le ultime prove.

“Morto Brad Pitt, è suicidio”, ma l’attore sta benissimo. La bufala con tanto di virus

«R.I.P. Brad Pitt» (Brad Pitt, riposa in pace): questo titolo circolato per alcune ore su Facebook, con una finta testatina di Fox News e un articolo che asseriva che l’attore americano si fosse suicidato dopo il divorzio da Angelina Jolie, era un falso, e pure pericoloso: secondo un messaggio di avvertimento diramato da Facebook e ripreso da alcuni media, conteneva un virus capace di mandare in tilt smartphone e tablet.

2000945_pitt_featured_image_796x448

Il titolo recitava «Fox Breaking News: Brad Pitt trovato morto (è suicidio)». Cliccando sul link, scrivono i media, l’utente veniva ridiretto su quello che sembrava il sito della Fox, da cui si potevano leggere le prime righe, che recitavano: Pitt «era sotto forte stress perché la coppia stava attraversando il divorzio e perché aveva una lunga storia di depressione, secondo delle fonti». Ma più ci si addentrava nell’articolo, e più il malware rischiava di prendere il sopravvento. «Brad Pitt è vivo e sta bene», esordisce ora l’avvertimento di Facebook.

Paura per Rita Ora, la cantante ricoverata in ospedale: ecco cosa le è successo

Il peggio è passato, e adesso Rita Ora ci tiene a ringraziare tutti coloro che l’hanno aiutata e sostenute durante alcune ore decisamente difficili.  La cantante, infatti, è stata ricoverata in ospedale per un esaurimento nervoso causato dallo stress.

5D3_1084

Appena ripresasi, però, ci ha tenuto a rassicurare i follower sulle proprie condizioni di salute: «Ora sto bene, grazie a tutti. Oggi è stata un po’ dura…».La 25enne di origini albanesi aveva appena finito di girare un lungo shooting fotografico per la nuova campagna di Tezenis. A provocare il crollo di Rita Ora, però, probabilmente è stato un altro avvenimento. Proprio ieri, infatti, dopo una lunga camera di consiglio un 25enne è stato condannato per un furto nell’appartamento di Rita, dove la cantante dormiva con la sorella. I rumori avevano svegliato le due, e Rita Ora aveva chiamato il 911 terrorizzata: «Non so che cosa fare, ha un coltello e sta salendo al piano superiore, dove ci sono le camere da letto».

Riccardo Scamarcio, che caduta di stile

L’attore, vittima di un malore causato dallo stress qualche tempo fa e protagonista di un tira e molla con la (ex) compagna Valeria Golino, ha ripreso i suoi impegni davanti alla cinepresa per il film “Dalila” che interpreta insieme all’attrice Sveva Alviti.

C_2_fotogallery_3000779_1_image (1)

Ma si è distratto troppo al punto di non rendersi conto della gaffe in corso. Scamarcio, a piedi nudi, con addosso un paio di bermuda e una tshirt, mentre parlava al telefonino, si è infilato la mano per controllare i suoi gioielli e i paparazzi lo hanno colto in flagrante.

Al Bano e la sua malattia: “Ne soffro dalla scomparsa di mia figlia Ylenia”

«Dalla scomparsa di mia figlia Ylenia soffro di psoriasi». E’ la confessione di Al Bano al settimanale Nuovo: dai primi anni 90, data in cui la figlia sua e di Romina scomparve nel nulla negli Stati Uniti, il cantante lotta contro la malattia della pelle. «Gli anni ’90 per me sono stati duri da sopportare. Mi è successo di tutto.

al-bano-e-romina-power

Cominciai a vedere sulle mani, sulle ginocchia e sui piedi una strana dilatazione della pelle. Avevo un forte prurito e, quando mi grattavo, spesso sanguinavo. Si trattava di psoriasi, dovuta al grande stress che dovevo sopportare quotidianamente». Poi, la cura sperimentale presso l’Ospedale San Raffaele di Milano e oggi Al Bano, pur non guarito del tutto, sta meglio. «Mi sento praticamente guarito dalla psoriasi. Tuttavia sto sempre attento a non farmi vincere dallo stress, altrimenti il problema ritorna a manifestarsi», ha rivelato.