Paola Barale: “Voglio bene a Raz ma a Capodanno sarò con un altro”

Paola Barale non insegue il successo. In tv è pronta a tornarci solo con un bel progetto, intanto gira il mondo, nella nuova veste di “travel influencer” raccontando i viaggi sui social. Al settimanale “Chi” la showgirl 50enne racconta però di più, confessa che non le manca niente, “neanche l’amore”. “Natale l’ho passato con i miei, Capodanno invece in dolce compagnia”, spiega.

C_2_articolo_3114165_upiImageppPaola parla del rapporto, ormai archiviato, con Raz Degan: “La gente ha sognato il nostro incontro ed è un bene, c’è voglia di amore e l’amore muove tutto. Ma tra noi è finita da tempo. Ci sarà un motivo se noi non stiamo più insieme? Ci sentiamo, certo. Ma tutto qui”. La Barale affronta anche l’argomento maternità: “Oggi è un argomento chiuso. Forse avrei dovuto pensarci prima. Ma non l’ho coltivato come desiderio. Non ho rimpianti. Oggi dico no in modo fermo e deciso, ma in questa vita di passaggio non si può davvero calcolare nulla…”.

Occhi grandi e blu, Anastasia è la bambina più bella del mondo: ha solo 6 anni

Anastasia Knyazeva è “la ragazza più bella del mondo” per i suoi lineamenti da bambola e i grandi occhi blu. Di nazionalità russa, potrà calcare le passerelle più importanti e già vanta più di 500 mila follower. Anastasia però ha soltanto sei anni.

9d00593a13669e472b63cc0230a29228Le sue foto riscuotono grande successo e a gestire la pagina ci pensa la madre, come riporta il Daily Mail. I fan sono stati catturati dalla sua bellezza e seguono attentamente l’inizio della sua carriera commentando gli scatti più belli.
La piccola sembra seguire le orme di Thylane Blondeau, la 16enne francese, modella e figlia del calciatore Patrick Blondeau, che si è aggiudicata il titolo in precedenza. A 10 anni ha posato per un numero di Vogue Paris e le sue foto hanno innescato polemiche per la forte carica sessuale espressa nonostante la giovane età.

De Rossi-Felberbaum, pranzo in centro a Roma per festeggiare la vittoria del derby

Cosa c’è di meglio che festeggiare il trionfo del derby con la famiglia? E che famiglia. Ne sa qualcosa Daniele De Rossi che dopo il successo di sabato all’Olimpico contro la Lazio, ha scelto il relax di una passeggiata in pieno centro storico con la bella moglie, l’attrice Sarah Felberbaum e i due figli. La piccola per mano con il papà, e il fratellino sul passeggino con la mamma.

3378167_0829_derossi7Complice, la calda mattinata di sole. Due passi tra Corso Vittorio e piazza Farnese, per poi raggiungere intorno a mezzogiorno e mezza piazza de’ Ricci e godersi l’accoglienza calorosa del noto ristorante in questo angolo della Roma più bella, lontana dal caos e dal traffico.
Lei, Sarah, bellissima senza trucco, avvolta in un caldo paltò di maglia blu decorato con sgargianti tigri. Lui, Daniele, il campione a riposo, giubbotto di pelle e berretto, ha dribblato con classe curiosi e fan. Scelta doverosa, manco a dirlo, i tavolini all’aperto. De Rossi, papà premuroso e dolce, tiene in braccio il maschietto e gioca con la femminuccia sotto gli occhi divertiti di Sarah. A coccolare gli speciali clienti fino alle 14,15, Roberto Lisi , con un menù declinato in specialità di pesce. Niente vino, né caffè. E la passeggiata di famiglia è ricominciata. Da coppia felice.

Clarissa Marchese, l’ex miss Italia a Domenica Live: «Un noto regista mi ha molestata. Ecco cosa è successo…»

«Era il 2015, dopo che ho vinto Miss Italia. Insieme all’agenzia che mi seguiva, si era pensato di iniziare un percorso come attrice. Un percorso lungo. C’è stata poi la possibilità di fare un provino con un famoso regista italiano di cui si sta parlando in questo periodo. Io non sapevo fosse casa sua. Sapevo di dovermi preparare per questo provino, lui si era offerto di darmi le ultime lezioni per prepararmi al provino».

clarissa-3Clarissa Marchese, Miss Italia 2014, racconta a Domenica Live le molestie subite da un regista noto di cui non vuole ancora fare il nome.
«Io venivo da due settimane di corso intensivo a pagamento. Il regista voleva incontrarmi. Così è stato organizzato l’incontro. Pensavo fosse direttamente il provino, invece erano altre lezioni, che lui si era offerto di farmi gratis. Era il mio primo provino, pensavo fosse un teatro, invece era una casa-ufficio. Ci è stato detto che sarebbe durato diverse ore. Il mio accompagnatore se ne è andato».
Il primo giorno le lezioni sono andate avanti per più di quattro ore.
«Le prime ore passano come vere e proprie lezioni. Verso la fine, si parla di possibili parti che avrei potuto interpretare, lui mi dice che di solito una ragazza con la mia fisicità viene scelta per fare ruoli di bella e deve essere disposta a fare anche scene un po’ più spinte. Mi dice: se io ti chiedessi di spogliarti completamente nuda davanti a me lo faresti? Lui era molto più grande di me. Io avevo vent’anni, lui circa quarantacinque. Quando ho detto no, con la stessa naturalezza con cui me lo ha chiesto, ha detto: Come mai?».
Clarissa gi ha risposto che in casa, da soli, non lo avrebbe fatto. In un provino, con altre persone, avrebbe valutato la possibilità.
«Il giorno dopo, come d’accordo, torno e si riprende la lezione come se nulla fosse. Erano ancora più ore. Io non avevo ancora detto nulla. Verso la fine, mi ha chiesto con la stessa naturalezza, di spogliarmi nuda. Mi sono arrabbiata. Mi sono immaginata la scena: una ragazza di vent’anni, nuda, davanti a un uomo, poteva succedere di tutto. Ho detto di no e me ne sono andata. Il terzo giorno non sono andata e non mi sono mai più presentata. Io non ne ho parlato con nessuno, mi vergognavo»
E il film?
«Dopo qualche mese, mi chiama la mia agente che aveva effettivamente speso risorse, denaro per prepararmi e mi ha detto che lui voleva darti la parte, è successo qualcosa e non vuole più dartela. Il mio messaggio è per tutte le ragazze che vogliono fare questo mestiere e tutti gli altri mestiere, si può dire no».

Monica Bellucci, bacio a fior di labbra con Tornatore: “Eʼ il mio regista”

“Sono veramente commossa ed emozionata nel ricevere premio dedicato a un’icona italiana e internazionale. E in più lo ricevo della mani del mio regista, Giuseppe Tornatore. Per me quello con lui è stato uno degli incontri più importanti”. Con queste parole Monica Bellucci ha ritirato il premio Virna Lisi, consegnatole dal cineasta con cui si è scambiata un tenero bacio sulle labbra.

C_2_articolo_3105282_upiImageppLa diva si è così schierata in difesa del regista italiano, al centro dello scandalo dopo le accuse di Miriana Trevisan. “Malena è stato un grande successo che mi ha aperto tantissime porte. (Quello con Tornatore ndr.) è stato un incontro umano bellissimo, c’è un’amicizia ventennale che ci lega. Ho grande rispetto per questo grande regista e la sua famiglia” ha continuato la Bellucci.
“Virna Lisi è sempre stata un mio mito fin da ragazzino. Ho avuto l’opportunità di conoscerla ma non di lavorare con lei e questo mi dispiace. Era una donna elegantissima e molto spiritosa” ha dichiarato Tornatore. Inoltre “per me è obbligatorio essere qua visto che con Monica è nato un incontro bellissimo della mia vita professionale e un’amicizia, ci sentiamo sempre”.
“La fondazione Virna Lisi porta avanti i valori di mamma, l’unione fra professionalità, serietà, impegno, lavoro unito all’estro, genio dell’artista – ha ricordato Corrado Pesci, figlio dell’attrice – Monica è la massima espressione di un’attrice che ha successo all’estero, molto apprezzata dagli italiani, ma anche riconosciuta nel mondo”.

Barbecue ad alto tasso erotico con le ragazze del Calendario BBQ-Chicks

Barbecue a luci rosse con le procaci e sexy ragazze del calendario erotico BBQ-Chicks (Barbecue), che riscaldano l’inverno in arrivo con scatti bollenti e senza veli…

C_2_fotogallery_3083728_upiFoto1FCreato da Hendrik Pohler, 29 anni, di Emstek, in Germania, il calendario è arrivato alla terza edizione e anche questa volta sarà sicuramente un grande successo!

Canta in slip e reggiseno, guarda Rita Ora che bomba sexy

C_2_fotogallery_3083656_3_imageCantante di successo e icona di stile, Rita Ora è la nuova protagonista dello spot tv del brand Tezenis. In slip e reggiseno canta il suo nuovo singolo che sarà la soundtrack dello spot televisivo, Your Song, canzone interpretata da lei e scritta insieme all’amico e collega Ed Sheeran.

Melissa Satta per Bata: nuda, ma non scalza

La campagna della capsule Melissa Satta x Bata ha sicuramente raggiunto l’obiettivo di attirare le attenzione sulle scarpe della nuova collezione: sono migliaia i commenti social alle sue foto in cui appare totalmente senza veli, ma con stivali, stivaletti, anfibi e décolleté da lei disegnate.

Melissa-Satta-testimonial-BataSebbene sembri svestita, Melissa Satta è riuscita nel difficile compito di risultare ironica e sensuale e soprattutto non volgare. Che sia una nudità vera o solo un ritocco in post produzione, la maliziosa passeggiata nuda (ma non scalza) su sfondo bianco, fa centro. A coprire le zone più hot, all’altezza del seno e dell’inguine, soltanto due bande nere. Il claim è “My shoes first”, ovvero “prima di tutto le scarpe”.
L’intento della campagna pubblicitaria di Bata è chiaramente provocatorio ma di indubbio successo. Il messaggio arriva chiaro e netto, senza fronzoli e strappa anche un sorriso: prima penso alle mie scarpe poi semmai indosso qualche vestito. Fondamentale per la riuscita anche il fisico perfetto di Melissa Satta: testimonial richiestissima, la moglie di Boateng ha segnato l’ennesimo goal nella propria carriera.

Chiara Ferragni e la trasformazione prima e dopo il successo: ecco come è cambiata la fidanzata di Fedez

Ora che sarà la signora Fedez, o forse sarà il rapper a diventare Mr. Ferragni chissà, e soprattutto proprio in questi giorni in cui il dubbio che Chiara Ferragni sia incinta e aspetti una bimba sta diventando sempre più reale, la fashion blogger più celebre al mondo è sotto la lente d’ingrandimento da parte di addetti ai lavori e semplici curiosi.

chiara-ferragni-prima-dopo-L’abbiamo vista radiosa e brillante al mega party milanese di Swarosky con Belen Rodriguez in occasione della Fashion Week e dobbiamo dire che è cambiata parecchio dagli esordi.
Di strada Chiara Ferragni ne ha fatta da quando su Netlog si faceva chiamare Diavoletta87 e si mostrava sensuale e provocante sulle community di una quindicina d’anni fa stuzzicando gli antesignani dei suoi millamila followers attuali con immagini a seno nudo, selfie al bagno in costume e scatti di coppia col ragazzo di turno.
Oggi sfoggia certamente un look più sobrio, si mostra con un velo di trucco e indossa abiti prestigiosi che ne esaltano l’eleganza, tuttavia prima di creare ‘The blonde salad’ con l’ex fidanzato – e oggi amico e socio – Riccardo Pozzoli, l’influencer di Cremona era l’adolescente più cool e popolare, si divertiva a posare in topless e già rispondeva a tono a chi la criticava.
I detrattori non le sono mai mancati, ma anche questo aspetto ha contribuito a farla diventare ciò che è ora e da profonda conoscitrice del mondo 3.0, sa bene quanto sia importante il detto ‘Nel bene e nel male, purché se ne parli’.
Gli scatti bollenti con gli ex che ha condiviso quando aveva 16 o 17 anni non sono poi così diversi dalle foto che ha realizzato nuda in vasca insieme a Fedez per Vanity Fair, con la sola differenza che oggi guadagna 20milioni di euro all’anno, ma tutto è partito da allora, quando la sua voglia di sfondare era più forte di qualsiasi amore.

“Non lavoro in un call center per 600 euro”: Victoria, piemontese, diventa una pornostar in Giappone

Victoria Yuki, o anche Yukiko ha 23 anni e a dispetto del nome è nata e cresciuta ad Asti. In Giappone ci è andata per cercare fortuna, ed è tornata dopo due anni con il titolo di pornostar ed escort. “Io non ci sto a sgobbare tutto il giorno in un call-center per 600 euro al mese. Meglio fare la escort e la pornostar”, ha spiegato la ragazza in un’intervista a Libero.

victoria-yuki-9-937051_17132226Dopo il successo in terra nipponica è tornata a Torino e ha voluto raccontare la sua scelta di vita.
“La mia è una vocazione. Fin dai tredici anni ho capito che avrei fatto questo tipo di professione. Mentre le mie amiche collezionavano figurine dei cartoni animati, io raccoglievo le card delle attrici hard giapponesi”. Già a 18 anni Victoria ha cominciato la sua carriera con le video-chat: “La prima volta non ha suscitato in me disagio o sensi di colpa. L’ho vissuta come una cosa del tutto naturale”.
Per Yuki, che guadagna dai 300 ai 500 euro per un incontro di un’ora e almeno 150 euro per una scena in un film a luci rosse, la sua scelta rappresenta un “riscatto sociale, o una vendetta nei confronti di un mondo in cui il lavoro è sfruttamento”. Nel suo campo, comunque, ha imposto dei limiti: non pratica sesso anale e mai senza preservativo (discorso diverso se si parla di film, dove gli attori sono sottoposti a rigidi controlli).