Elisabetta Gregoraci e Flavio Briatore, i motivi dell’addio: “Quei messaggi hot sul telefonino e gli impegni che distraggono…”

Da tempo si mormorava e alla fine Flavio Briatore ed Elisabetta Gregoraci hanno reso ufficiale la fine del loro matrimonio, da cui è nato il figlio Nathan Falco.
La separazione è consensuale ma nessuno dei due ha spiegato i motivi dell’addio. Alle domande di Valerio Staffelli che le ha consegnato il Tapiro d’oro Elisabetta ha riso solo alla domanda sulla differenza d’età (30 anni) ma sul resto mutismo assoluto.

644835_20141016_c5_briatoreA dare qualche informazione arriva il settimanale “Nuovo” secondo cui a scatenare tutto sarebbero stati dei messaggini sul telefono di Briatore scoperti dalla moglie: “L’idillio – fa sapere la rivista – è arrivato al capolinea, come vi avevamo anticipato quest’estate.
Secondo i beninformati, la goccia che ha fatto traboccare il vaso sarebbero stati i messaggi hot sul telefonino di Flavio inviati a una sua collaboratrice. Per gli amici di lui, però, la distanza e i troppi impegni avrebbero distratto anche la ex, che pure ha sempre smentito e sviato l’attenzione dalle presunte amicizie amorose”.

Claudia Galanti: “Con Arnaud ora va tutto bene, lo vedo spesso a Parigi”

Bella senza fare sport. Con un’unica passione: la cucina e il vino rosso. Claudia Galanti è sempre impeccabile. Anche se la sua vita negli ultimi due anni è stata stravolta non ha mai rinunciato al culto del bello e del lusso. Tanto che è stata scelta come testimone da Hemeras Boutique House. Intanto a Tgcom24 racconta per la prima volta il rapporto ritrovato con Arnaud Mimran: “Lo vedo spesso a Parigi con i nostri figli”.

C_2_fotogallery_3084502_0_imageClaudia come è questa nuova avventura?
Sono testimonial di un marchio legato al lusso, è un progetto molto innovativo. All’estero esiste già, in Italia invece è una novità assoluta. E’ un Network Hotel nel centro di Milano, Firenze e Roma: appartamenti di design che garantiscono privacy e comfort. Il concetto mi piace tantissimo. E’ come stare a casa ma con i tutti i servizi di un hotel a 5 stelle. Qualunque cosa tu voglia, alzi il telefono e arriva.

Cos’è per te il lusso?
La comodità prima di tutto. Il lusso per me è avere un telefono, chiamare e poter avere qualunque cosa io desideri.

Hai una passione per la cucina… ce la racconti?
Faccio dei corsi da una vita e ultimamente ho deciso di farli in modo professionale perché voglio trasformare questa mia grande passione in un mestiere. Adesso mi sono affidata a una accademia. Ma di corsi di sushi ne ho fatti almeno un migliaio. La cucina per me è terapia, è relax. Non mi fa pensare a niente. E mi piacerebbe tanto trasferire in tv questa passione.

Cosa farai per le vacanze natalizie?
Vado in montagna con i miei bambini, non vedo l’ora. E’ il mio luogo ideale, fa freddo e non esco mai. Casa, camino, figli…

Niente uomini?
(ride, ndr) Ecco la famosa domanda. C’è posto solo per i miei figli. I bambini e qualche ammiratore, qualche fiore mi arriva… Mi piace essere corteggiata….

Come sei cambiata in questi anni ultimi due anni?
Sono un po’ più chiusa, meno sociale, meno mondana. Più focalizzata sulle cose che mi rendono non dico felice ma almeno serena. Una Claudia diversa, con tanti amici.

Sei stata a Parigi ultimamente, hai rivisto il tuo ex Arnaud Mimran?
Sì. I bambini lo vedono spesso in mia presenza, spero che finisca prima o poi questo incubo. Non è facile per una famiglia attraversare questo dramma. Si fa quello che si può e si va avanti. Sono forte, sono sempre presente con i miei figli. Quando il papà prima o poi potrà lo sarà anche lui.

Come fai ad essere sempre così bella?
Tanto vino rosso (ride, ndr) e niente sport. Mi piace solo sciare. Mangio tutto e non sto attenta, devo ringraziare solo il mio metabolismo. Prima o poi dovrò impegnarmi… ero molto sportiva, ma da due anni mi sono fermata. Ho cambiato stile di vita.

Fausto Brizzi, il regista al parco con la figlia dopo la bufera sulle presunte molestie

Fausto Brizzi al parco che gioca con la figlia Penelope Nina, cappellino e occhiali da sole e l’orecchio teso al telefono: sono le prime immagini del regista, pubblictwe domani sul numero di Chi, dopo la bufera sollevata dall’inchiesta delle “Iene”, in cui quindici aspiranti attrici raccontano di essere state molestate dal regista.

3380725_brizzifigliaIl settimanale diretto da Alfonso Signorini ha sentito sia l’autore del servizio delle “Iene”, Dino Giarrusso, che l’avvocato di Brizzi, Antonio Marino. «Con l’ultimo servizio sul caso Brizzi per noi la vicenda si chiude. Se ne aprirà necessariamente un’altra in tribunale. O il regista ci querela per diffamazione, e allora spiegheremo le nostre ragioni al giudice, oppure saranno le ragazze a denunciarlo», spiega Giarrusso; e l’avvocato di Brizzi risponde: «Le Iene “chiudono” la questione allegando altre 4/5 testimonianze che descrivono lo stesso cliché. Siamo in attesa di capire quale delle sedi prediligeranno, se civile o penale, per chiamarci a rispondere. Noi, per ora, non quereliamo, sono cose che verranno a tempo debito, non c’è fretta».
«La ex Miss Italia Clarissa Marchese (ha raccontato: “Mi ha chiesto se ero disposta a spogliarmi (…) non era violenza, non mi ha fatto nulla, però mi sono sentita infastidita”, ndr) ha meglio chiarito quello che è accaduto a casa di Brizzi, cioè nulla. Si è ritenuta infastidita, ma, rispetto alle premesse, cambia la prospettiva, ora vediamo cosa diranno le altre». Dura la replica di Giarrusso delle “Iene”: «La ex Miss Italia ha ribadito esattamente quello che aveva detto a noi, è comico leggere che avrebbe ritrattato, semmai ha confermato. E per una che ha avuto solo la richiesta di spogliarsi, come Clarissa, tante altre hanno raccontato cose orribili: perché si finge di dimenticare? Noi siamo pronti a rispondere alla querela di Brizzi, che però non arriva, chissà come mai. Credo, invece, che saranno le ragazze a denunciare: hanno la possibilità di farlo anche quelle che hanno vissuto quest’incubo più di sei mesi fa, ce lo ha confermato l’avvocato Giulia Bongiorno. È assurdo leggere cose come “queste ragazze si vogliono vendicare perché non hanno avuto la parte” perché non concorrevano a una parte: sono state chiamate per fare esercizi di recitazione e raccontano d’essersi ritrovate a casa di un regista che si spogliava e proponeva massaggi, si masturbava davanti a loro. Mi addolora anche chi dice di stare dalla parte delle donne, ma oggi tace o difende la controparte. “Se non ora, quando mai?”».

Star 18enne di Instagram fa sesso in diretta davanti a 4 milioni di follower

Ha premuto per sbaglio un pulsante sul telefono e i quattro milioni di followers hanno assistito in diretta su Instagram a un rapporto sessuale con il fidanzato Andrew Gregory.
La canadese Kristen Hancher, 18 anni, è diventata famosa grazie ai video musicali che pubblica costantemente sui suoi profili social. Ora è finita sui media per questo piccolo incidente.

kristenhancherSembra, come racconta il Sun, che in qualche modo sia stata attivata la funzione live streaming di Instagram. Tre minuti bollenti in cui i fan si sono divertiti. La fotocamera però era oscurata, ma i rumori erano inequivocabili.
“Chiunque abbia assistito accidentamente accetti le mie scuse. Non era affatto intenzionale”, ha spiegato Kirsten imbarazzata. La coppia sta insieme da circa un anno e mezzo.

Luigi Berlusconi e il bacio sulla bocca all’amico, la reazione choc di papà Silvio

MILANO – A pochi giorni dallo scoop del settimanale Oggi, che ha paparazzato Luigi Berlusconi intento a dare un bacio “dispettoso” sulle labbra a un amico, arriva la reazione di papà Silvio.

luigi berlusconi_11192035Come riporta il sito Dagospia, pare che l’ex premier sia andato su tutte le furie e abbia perfino chiamato al telefono l’ex moglie Veronica Lario, con cui non parlava da mesi.
Ecco cosa scrive Dagospia: “Ora che lo hanno beccato a baciare un amico, anche per Luigi Berlusconi la notorietà comincia a creare grattacapi. Non solo il suo fratellastro Piersilvio, durante una riunione a Mediaset, lo avrebbe preso in giro con dei manager tv. Ma la cosa ha fatto incazzare di brutto papà Silvio. Pare che abbia addirittura telefonato a Veronica Lario, con la quale non si parlava da quattro mesi”.

Questa foto sgranata compie 20 anni ma è già nella storia: ecco perché

Questa foto, decisamente sgranata, ha una risoluzione di 320×240 pixel, una dimensione pari ad appena 27 kb ed è in formato GIF. Non serve un esperto di tecnologia per capire che si tratta di un’immagine decisamente datata, e in effetti è stata scattata 20 anni fa. Dietro una semplice immagine di una neonata si nasconde però un vero e proprio spartiacque nella storia della tecnologia.

First_camera_phone_picture_19120107Si tratta, infatti, della prima foto digitale inviata attraverso un telefono cellulare. A scattarla è stato, l’11 giugno 1997, Philippe Kahn, imprenditore e informatico francese, in occasione della nascita della figlia Sophie. Da tempo l’uomo e sua moglie Sonia stavano studiando la possibilità di inviare immagini digitali attraverso dispositivi mobili come i telefoni cellulari, ma quel giorno il lieto evento indusse Kahn a ideare un sistema piuttosto ingegnoso per inviare a parenti e amici la foto della neonata. La foto di Sophie era stata scattata con una fotocamera digitale Casio QV-10: Kahn riuscì a collegare la fotocamera con il suo telefono cellulare, un Motorola StarTac, attraverso il sistema audio della sua automobile. Philippe e Sonia Khan erano riusciti a intravedere le potenzialità di un sistema capace di inviare foto digitali anche attraverso dispositivi mobili e, attraverso la loro compagnia LightSurf, inventarono Picture-Mail. Fu solo nel 2000, però, che il sistema richiamò l’attenzione di alcuni colossi dell’hi-tech giapponesi, come Sharp e J-Phone. Ad ogni modo, i primi cellulari con fotocamera sarebbero arrivati poco dopo, ma proprio sulla base dell’idea innovativa di Philippe Kahn. Nonostante l’uomo non abbia brevettato l’invenzione rivoluzionaria, resta il primo ad aver combinato un dispositivo di telefonia mobile con una fotocamera digitale. E dopo aver fondato altre compagnie come Fullpower Technologies e Starfish Software, ora non se la passa male…

Salma Hayek rivela: “Donald Trump ci ha provato con me mentre ero fidanzata”

In una intervista al Daily Show, Salma Hayek ha raccontato di essere stata corteggiata da Donald Trump. L’attrice messicana ha ricordato che era a una festa con il fidanzato e i due sono stati avvicinati dal tycoon, “un gentiluomo, simpatico e carino”. Donald fece amicizia col fidanzato e dopo essersi fatto dare i loro numeri di telefono, iniziò a chiamare la diva di “Frida”, dicendole: “Lui non va bene per te, non è abbastanza importante, esci con me invece”.

1497282866475.jpg--salma_hayek_racconta___quando_trump_mi_chiese_di_uscire_L’attrice non ha ha precisato chi fosse il fidanzato di allora, ma ha assicurato al conduttore Trevor Noah che non si trattasse dell’attuale marito Francois-Henri Pinault. Secondo il racconto, Trump parlò a lungo con la coppia e visto che faceva freddo appoggiò il suo cappotto sulle spalle della star di Hollywood. E a fine serata li invitò anche al suo casinò di Atlantic City.
Salma Hayek, nata in Messico, ha spesso criticato l’attuale presidente Usa, in particolare per le sue politiche sull’immigrazione.

Il futuro marito va in un club di spogliarelliste per l’addio al celibato e lei prende una decisione “estrema”

Va in un locale con delle spogliarelliste per l’addio al celibato e la futura moglie fa saltare il matrimonio. Una donna ha raccontato in un forum di quello che è accaduto tra lei e il suo futuro marito, come riporta anche l’Indipendent.

2699873-lap«Gli avevo detto di non andare e che se fosse andato in un locale del genere non ci sarebbe stato alcun matrimonio – scrive l’utente -. Sapeva quale fosse il mio limite ed è andato oltre lo stesso. Ed ha anche mentito». La donna spiega che l’uomo ha confessato perchè lei stava usando il suo telefono e ha letto un messaggio che l’aveva fatta insospettire. La futura moglie ammette di aver mandato in fumo il matrimonio per questo addio al celibato, non riuscendo a tollerare né il gesto, né la menzogna.
Stupisce vedere che molti utenti danno ragione alla donna, sostenendo che il suo futuro marito ha tradito la sua fiducia, che la grave mancanza di rispetto è spia di qualcosa che non potrebbe funzionare con il tempo, così anche il fatto che lui sia un bugiardo. Alcuni hanno però detto che il gesto sembra essere piuttosto estremo, che questa è una cosa che succede spesso e che non può essere considerata un tradimento ma un momento di goliardia.

Blue Whale, il messaggio con il numero di telefono: cosa fare se lo ricevete

Il fenomeno della Blue Whale ha colpito molto l’opinione pubblica italiana, diventando prima motivo di dibattito a partire dall’inchiesta realizzata dalle Iene e andata in onda su Italia1, poi spaventosa realtà con l’arrivo dei primi casi in Italia.

suicidi-blue-whale“Sono arrivato alla prova numero 10”. Dodicenne vittima del “Blue Whale” Il “gioco del suicidio”, che sarebbe all’origine della morte di molti giovanissimi, ha spinto anche la Polizia a sensibilizzare sull’argomento anche attraverso i social network: questo l’ultimo messaggio pubblicato sulla pagina Facebook ufficiale per smentire una bufala che aveva cominciato a circolare sul web e vede coinvolta l’ignara sede di un supermercato, che ovviamente nulla ha a che vedere con il “gioco maledetto”.
Blue Whale, la polizia salva una 14enne: “Facevo il gioco del suicidio”
“Il messaggio in immagine è stato viralizzato sui social pur essendo privo di qualsiasi fondamento” – si legge nel post della Polizia. “CREATO DA QUALCHE BURLONE PUBBLICIZZANDO UNA UTENZA DI UN ESERCIZIO COMMERCIALE*. Collaboriamo tutti ad un’informazione di sensibilizzazione e prevenzione consapevole e mirata”.

Francesco Totti e telefono azzurro dicono ”stop al bullismo”

Francesco Totti presta il suo volto contro il bullismo. “Parlane con chi vuoi, ma ti prego parla. Non tacere, vedrai insieme ce la faremo, non ti lascio solo. Io dico stop al bullismo, insieme ce la faremo”.

160126245-26bef8c2-70fa-4f08-8aa1-4fc1f9678455

Questo è quanto afferma il capitano della Roma in un video, intitolato “Totti non sta zitto”, che apre la campagna contro il bullismo di Telefono Azzurro, in vista della prima Giornata Nazionale contro il Bullismo il 7 febbraio.
L’Associazione nata nel 1987 con lo scopo di difendere i diritti dell’infanzia è da quasi trent’anni in prima linea nella tutela dei diritti dei minori, attraverso le attività di ascolto alle linee 114 e 19696 e di intervento e prevenzione, messe in campo ogni giorno 24 ore su 24.