Stefano De Martino senza veli su Instagram, fan vanno in visibilio: “Che Dio ti benedica”

‘Che Dio ti benedica’ è uno dei tanti commenti che le fan rivolgono a Stefano De Martino, da quando sono letteralmente in visibilio per una foto postata dal ballerino, ex di Amici. Numerosissimi i commenti, accompagnati da oltre 200mila like in qualche ora.

22491740_1737442319634051_6247472077902241301_nIl motivo di cotanto entusiasmo è il fatto che nella foto De Martino posa senza veli, sotto la doccia, mentre si lava i denti con lo spazzolino, sfoggiando il suo fisico scultoreo mentre un getto d’acqua lo avvolge.
La didascalia, in lingua inglese, è “Morning Rush”, parole che si usano per indicare l’ora di punta mattutina. Il traffico sul profilo Instagram di De Martino lo conferma.

Ballerine in tanga in strada: si distrae alla guida e si schianta

Le distrazioni alla guida, in strada, possono essere molte e ampiamente variegate: difficilmente, però, è possibile trovarne di più sexy rispetto a quelle che qualche giorno fa hanno fatto rallentare il traffico fino a provocare un incidente nelle vie di San Paolo del Brasile.3218659_1248_incidente_sexyUn gruppo di sexy modelle, in tacchi a spillo e bikini, hanno iniziato a camminare in strada mostrando ad automobilisti e passanti alcuni cartelli pubblicitari che indicavano sconti promozionali in un negozio. Ed è proprio così che un uomo, alla guida di un pick-up, non si è accorto che il suv davanti a lui aveva arrestato la propria marcia; il tamponamento è stato così inevitabile, tra le risate e le urla dei passanti. L’automobilista, già schernito abbondantemente da tutti i presenti, ha preferito darsi alla fuga senza neanche scendere raccogliere il paraurti della sua vettura (o meglio, ciò che ne rimaneva).

Senza reggiseno al volante: filma tutto e manda il traffico in tilt

Nessuno ancora è riuscito a sapere il nome della donna che ha letteralmente mandato in tilt il traffico di Buenos Aires (Argentina) per essersi messa al volante in topless e sfoggianto le sue forme.

5mdapj La donna, come ciliegina sulla torta, ha deciso di filmare tutto quanto: balla sensuale sulle note di una canzone e muove le sue curve, senza togliere le mani dal volante. Indossa un paio di occhiali da sole e non sembra infastidita di essere osservata da altri automobilisti che, davanti ad uno spettacolo così insolito, rischiano più volte di fare un incidente per colpa della distrazione.  In Argentina la donna è diventata una vera e propria web-celebrity: moltissimi utenti, soprattutto uomini, stanno cercando di risalire alla sua identità. Il suo video sensuale è diventato super popolare e virale: condiviso e commentato da migliaia di persone.

Gaia Bermani Amaral, bella e spregiudicata nel noir “All’improvviso Komir”

Una donna bella e spregiudicata, che si lascia coinvolgere nel traffico di bambini. Gaia Bermani Amaral mostra le sue sfaccettature noir nella pellicola indipendente di Rocco Ricciardulli “All’improvviso Komir”. “Interpreto la ‘pupa del boss’. Mi sono ispirata a Sharon Stone in ‘Casinò’…”, racconta l’attrice. Il film, che man mano passa al road movie e mostra anche lati comici, verrà proiettato il 5 marzo allo Spazio Oberdan di Milano. Gianni, un metronotte, torna a casa e trova Sandro, suo vecchio amico, appena uscito di galera.

C_4_foto_1460945_image

Sandro gli propone, in cambio di una cifra considerevole, di recuperare dei soldi che aveva nascosto prima di essere arrestato. Purtroppo qualcosa va storto. Dopo avergli dato la somma pattuita, Sandro chiede notizie di suo fratello Antonio, ai tempi loro complice, e gli propone di passare a salutarlo. Lo trovano al ristorante in compagnia di Helene, vecchia fiamma di Sandro, ora moglie di Antonio, coinvolto nella tratta di bambini…
“Il mio personaggio, Hélène, è l’ex donna di Sandro – racconta l’attrice 35enne – un micro criminale di Lambrate finito in carcere per otto anni. Durante il film, la si ricorda attraverso dei flash back… Poi il personaggio vira nella direzione opposta, mostrando una Hélène ingioiellata e decadente. Alla deriva e che ha smarrito se stessa. Infatti è diventata la compagna di Antonio, il fratello di Sandro, che l’ha coinvolta nel traffico di bambini”. Il film con Giulio Baraldi, la Amaral, Ricciardulli, Christian Abbondanza, Guido Laurini, Vito Vincenzo Iorio e Anastasia Legeda è stato scelto per il “Concorso Rivelazioni”, con altre quattro opere prime italiane, organizzato dal Museo Interattivo del Cinema.
“Le immagini sono il ritratto inequivocabile del misero mondo in cui si muovono i protagonisti di questa storia – racconta il regista Ricciardulli – Sono personaggi di periferia, giunti al capolinea, a un’inevitabile resa dei conti. Nello squallore della loro vita si aprirà inaspettatamente una varco, una luce. Per il ruolo di Komir abbiamo scelto un bambino di un paesino della Lucania, Rotondella. L’avevo conosciuto in un laboratorio teatrale di strada. Come Sandro nel film, me ne sono innamorato. Di fronte all’innocenza di un bambino, ci si arrende, e allora anche due criminali, come Sandro e Gianni, possono cambiare. Il film è crudo, una piccola denuncia contro la tratta di esseri umani. Ma è anche poetico, pieno di speranza”.