La dedica del barcaiolo caprese a Bonucci: «’O triplete t’è rimasto ‘nganna»

La dedica del barcaiolo caprese a Bonucci o triplete t e rimasto nganna_01181314L’ironia dei napoletani non conosce rivali. Le vacanze capresi di Leonardo Bonucci sono state rovinate dall’incursione di un barcaiolo che, riconosciuto il forte difensore juventino, gli ha dedicato una celebre strofa già portata al successo da Guido Lembo nella taverna dell’Anema e Core. «’O triplete t’e’ rimasto ‘nganna».
Sportivissima la reazione di Bonucci, che ha sorriso al barcaiolo e ai tanti turisti che hanno immortalato la scena coi cellulari.

Infila la testa nella bocca del coccodrillo: azzannato davanti agli spettatori

Prima di iniziare lo spettacolo aveva mostrato al pubblico quel dito mancante. Una sorta di rito scaramantico prima di sfidare, come ogni giorno, quel gigantesco coccodrillo che pensava di aver ammaestrato completamente.

sddefault

Domenica scorsa si era presentato al pubblico dello zoo dell’isola turistica Ko Samui, in Thailandia, e aveva iniziato il suo spettacolo davanti a quel gruppo di curiosi che non avevano resistito a filmare ogni attimo dello show. Dopo i primi numeri, l’addestratore si stava apprestando a mettere in scena la prova più difficile: inserire la testa all’interno delle fauci del coccodrillo. Dopo una breve preparazione, si è inginocchiato e ha dato il via a quell’ultimo numero: è riuscito a rimanere in posa per qualche secondo, poi qualcosa è andato irrimediabilmente storto. Improvvisamente il coccodrillo ha chiuso le fauci e ha iniziato a scuoterlo per la testa come un fuscello al vento: l’uomo ha iniziato a urlare per il dolore sotto lo sguardo atterrito dei turisti che non sapevano cosa fare. Fortunatamente l’animale ha mollato la presa abbastanza in fretta e si è dileguato, immergendosi in acqua. L’addestratore è rimasto qualche minuto a terra in preda al dolore prima di essere soccorso e portato in ospedale. I turisti che hanno ripreso quei momenti scioccanti hanno pubblicato il video su internet che, nemmeno a dirlo, è diventato immediatamente virale.

Nuova Zelanda, precipita elicottero pieno di turisti: sette morti

Sono tutte morte le sette persone che erano a bordo dell’elicottero schiantatosi ieri su un ghiacciaio della Nuova Zelanda, tra cui quattro turisti britannici e due australiani. Lo rende noto oggi la polizia.

20151122_newzeland

I soccorritori sono finalmente riusciti a raggiungere il luogo dello schianto, sul ghiacciaio Fox, dove il relitto del velivolo è rimasto incastrato in un crepaccio: le operazioni sono state rese «estremamente impegnative» dal terreno accidentato, spiegano le autorità locali. Le vittime sono una coppia di settantenni di Hampshire, una di cinquantenni di Cambridge, una di trentenni dell’Australia Meridionale e il pilota neozelandese di 28 anni. Con rovesci di pioggia e nuvole basse il tempo «non era ideale per un volo in elicottero sulla popolare destinazione turistica, afferma il sindaco del distretto di Gray. Nove persone sono morte nel 2010 quando un aereo da paracadutismo si è schiantato nei pressi dello stesso ghiacciaio. Il turismo è una delle principali fonti di reddito della Nuova Zelanda, che ha però spesso ricevuto critiche per norme di sicurezza troppo deboli.