Bella Hadid, particolare hot in rosso sul rosa

Sebbene fossero già circolate le foto, il 28 novembre l’America e il mondo intero hanno potuto vedere in televisione la proiezione della sfilata di Victoria’s Secret. Tutte le modelle che ne erano state protagoniste hanno partecipato alla premiere evento a New York, percorrendo il consueto pink carpet, il tappeto rosa col marchio di lingerie: la regina è stata ovviamente Bella Hadid.

C_2_box_48695_upiFoto1FViso angelico con trucco leggero e capelli sciolti, la supertop ha stupito tutti con un outfit mozzafiato: un vestito rosso in materiale plastico aderente, con ricami neri. Un abito particolare e non facile da portare se non con il fisico di Bella Hadid, creato da Atsuko Kudo, il re del latex.
Le luci dei flash sul materiale plastico hanno rivelato l’eccellente silhouette della supertop e, all’altezza del bacino, persino un particolare hot: l’elastico del microtanga. Data l’occasione, sarà stato di Victoria’s Secret l’intimo di Bella Hadid?

Alessandra Ambrosio appende le ali al chiodo

Si chiude un’epoca: Alessandra Ambrosio appende le ali al chiodo e lascia Victoria’s Secret dopo il primato di 17 sfilate per il famosissimo marchio di lingerie. Il motivo? Pare voglia dedicarsi di più alla linea di costumi che porta il suo nome Ale by Alessandra e intraprendere la carriera da attrice.

C_2_box_48005_upiFoto1FSe poco prima della sfilata ha fatto notizia l’esclusione di Gigi Hadid, l’abbandono di Alessandra Ambrosio è la vera novità per il marchio di Ed Razek. La Ambrosio è uno dei nomi storici di VS, insieme ad Adriana Lima: la sua carriera nasce proprio tra gli Angeli nel 2000, quando è stata scelta per la linea Pink, dedicata ai giovani. La modella 36enne è quella che ha partecipato più volte all’ambitissimo fashion show, non risparmiandosi nemmeno durante le sue due gravidanze.
“Le parole non possono descrivere quanto sono grata di aver lavorato per questo fantastico marchio. Nemmeno nei miei sogni più sfrenati avrei mai immaginato di fare 17 sfilate di moda di Victoria’s Secret” ha scritto Alessanda Ambrosio in un accorato post Instagram. “Grazie a Ed e a tutta la mia famiglia di Victoria’s Secret per aver reso questi ricordi indimenticabili. Ieri sera è stato così emozionante dire addio alle mie sorelle #angel, ma abbiamo fatto il più grande ed il miglior spettacolo di sempre”.
La sfilata 2017, l’ultima di Alessandra Ambrosio, si è svolta a Shanghai e sarà trasmessa sul canale televisivo americano CBS il prossimo 29 novembre: da quel momento si potranno acquistare i capi della collezione, realizzata in collaborazione con lo stilista di Balmain, Olivier Rousteing.

Il reggiseno più caro assegnato a Lais Ribeiro

Meno caro dell’ultimo (3 milioni di dollari), sfoggiato da Jasmine Tookes, ma più prezioso del primo indossato da Claudia Schiffer (1 milione di dollari). Stiamo parlando del leggendario Fantasy Bra di Victoria’s Secret: il reggiseno più costoso al mondo, realizzato dalla maison Mouawad, che quest’anno è stato assegnato alla modella Lais Ribeiro.

C_2_box_46430_upiFoto1FCi sono volute 350 ore di lavoro per realizzare lo “Champagne Nights” Fantasy Bra, con oltre 6000 pietre preziose, tra cui diamanti zaffiri gialli e topazi azzurri pendenti, incastonati su una montatura a foglie in oro 18 carati. L’effetto “a gabbia” e la probabile sensazione di scomodità sono di gran lunga superate dal valore di questo gioiello: 2 milioni di dollari.
Lais Ribeiro, la fortunata assegnataria, ha mostrato in anteprima il gioiello con una maglia dall’apertura strategica. Sarà lei a indossarlo durante l’attesissimo show di Victoria’s Secret.
Uno “scettro”, questo del reggiseno più costoso al mondo, che ogni anno viene conteso tra le modelle più famose, basti pensare che in passato lo hanno indossato, oltre alla Schiffer, anche Heidi Klum, Gisele Bündchen, Karolina Kurkova, Miranda Kerr, Alessandra Ambrosio, Adriana Lima e Candice Swanepoel: guarda i precedenti nella nostra gallery.

Tabria Majors sfida gli angeli a suon di curve XL

Maggiorata e con un forte senso dell’umorismo. E’ Tabria Majors la modella curvy che ha posato come gli angeli di Victoria’s Secret indossando la stessa lingerie per dimostrare che le donne di tutte le taglie possono osare… proprio come ha fatto lei.

C_2_articolo_3104954_upiFoto1VCome la collega Ashley Graham anche Tabria è attiva nel promuovere “l’orgoglio curvy”. Per questo motivo ha recentemente ha indossato la stessa lingerie con cui sfilano gli angeli di Victoria’s Secret e condiviso le immagini delle due silhouette a confronto, la sua e “l’originale”, sui social.
Di Nashville, Tabria ha superato le selezioni per comparire su Swimsuit Issue del prossimo anno, inserto di Sports Illustrated dedicato ai costumi da bagno, insieme ad altre cinque modelle.

Il pancione in passerella scatena la polemica

Un pancione in passerella, a New York, ha riacceso una vecchia polemica.
A scatenare tutto, un post Instagram di Nicole Phelps di Vogue Runway. Ritrae una modella mentre sfila col pancione accompagnata dal suo commento: “Assisto alle sfilate da 21 anni e ho visto una modella incinta in passerella esattamente un’altra volta. Qualcosa che fa pensare”.

C_2_box_42266_upiFoto1FLa top in questione è Maia Ruth Lee, alla sfilata dei designer Mike Eckhaus e Zoe Latta: il pancione di otto mesi non solo visibile, ma esibito, grazie al cardigan sbottonato proprio all’altezza del ventre e richiuso subito sotto.
Una bella visione, che ripropone tanti interrogativi relativi al mondo della moda. Perché gli stilisti non pensano a vestire il corpo delle donne in questa delicata fase della vita? La donna incinta viene considerata meno bella delle altre per sfilare? Bisogna nascondere le forme o sfoggiarle con orgoglio? A questi, si aggiungono le perplessità di chi sottolinea che lo stress da Fashion Week è eccessivo e quindi sconsigliabile nel periodo in cui si è incinte. E il pudore di chi non apprezza venga messa in mostra e spettacolarizzata una situazione e una parte del corpo tanto intima.
Ma se la bassa frequenza di modelle incinte sulle passerelle è indubbia, è pur vero che qualcosa si muove ed esistono comunque dei casi che hanno fatto notizia. Irina Shayk ha sfilato in bikini per Victoria’s Secret con un lieve pancino, confermando le indiscrezioni sulla sua prima gravidanza. Per lo stesso marchio, l’ultimo pancione è stato quello di Ana Beatriz Barros. In Italia? Bianca Balti è stata la star della passerella “Viva la Mamma” per Dolce & Gabbana mentre aspettava Mia. Molto prima di lei, Raffaella Fico ha sfilato in costume mentre attendeva Pia, la figlia di Mario Balotelli. Persino in India, Carol Gracias ha portato il pancione in passerella per il marchio Gaurang Shah.

Adam Levine e Behati Prinsloo aspettano il secondo figlio

Il frontman dei Maroon 5, Adam Levine, e la modella Behati Prinsloo sono pronti a diventare genitori bis. Con uno scatto social l’angelo di Victoria’s Secret annuncia l’arrivo del secondo bambino mostrando allo specchio il ventre già pronunciato. La coppia ha già una bambina, Dusty Rose, che compirà 1 anno il prossimo 21 settembre.

C_2_articolo_3094459_upiImagepp“Ho una figlia, e ho la moglie più bella del mondo”, aveva dichiarato il leader dei Maroon 5 solo pochi mesi fa in occasione del conferimento della stella sulla Walk of Fame.
Belli, famosi e innamorati. E con un sogno: una famiglia numerosa. Adam e Behati, sposati da tre anni e con una bimba che tra poco spegnerà la sua prima candelina, sono già al “Round 2”, come cinguetta la modella svelando ai suoi follower l’arrivo di una cicogna bis con un selfie allo specchio in bikini.

Venezia 74, Isabeli Fontana come una sirena sexy seduce il Lido

Non c’è Festival del Cinema di Venezia senza una diva sexy e desnuda che si bagna nelle acque del Lido.

C_2_fotogallery_3082109_10_imageE anche questa edizione numero 74 ha avuto la sua. La seducente Isabeli Fontana, classe 1983, top model brasiliana, ma di origini italiane si è “tuffata” tra le onde vestita con uno svolazzante e floreale abito trasparente e ha letteralmente mandato in tilt i fotografi. Bellissima e ammiccante la modella, Angelo di Victoria’s Secret ha assunto per qualche ora il ruolo di “madrina” sensuale della kermesse cinematografica offrendo un siparietto bollente, che non poteva mancare.

Adriana Lima, vacanze in barca col nuovo fidanzato Metin Hara

DORBUR – E’ tempo di vacanze per Adriana Lima.

2567373_01-00331415000001hL’Angelo di Victoria’s Secret, una fra le top più pagate al mondo, è stata fotografata mentre varca i mari di Dorbur assieme al nuovo fidanzato, lo scrittore turco Metin Hara, dove hanno passato il tempo fra coccole e bagni.
La modella ha due figlie, Valentina e Sienna, nati dal suo passato matrimonio con Marko Jarić, ex star dell’NBA.

Tutti i lati (in costume) di Wanda Nara

Mamma di cinque bimbi, Wanda Nara dedica ai figli gran parte delle sue energie ma l’argentina sa anche come tenersi stretto il marito, l’interista Mauro Icardi: a colpi di costumi striminziti e selfie hot.

C_2_box_34687_upiFoto1F

In vacanza in barca in Francia con tutta la famiglia, Wanda Nara non ha perso occasione per mostrare ai follower le sue curve, fasciate in bikini e costumi interi da capogiro. La modella era sensuale nella rete di nera di Calzedonia, giocosa con l’intero Moschino con un grosso orso davanti e romantica col bikini rosa di Kiini. Dopo tanto sole ecco che Wanda Nara ha deciso di mostrare l’evidente scottatura sul lato B. E come se non scattandosi un selfie in cabina con addosso solo un top rosa Victoria’s Secret e un tanga che lascia ben poco all’immaginazione?

Greta Zuccarello, la ballerina italiana che ha stregato Victoria’s Secret

Greta ha gli occhi a forma di sogno. Eccola in un caffè qualsiasi nei dintorni di Union Square, seduta su uno sgabello alto quasi quanto le sue gambe di pantaloncini da calcio blu.
Così, in vetrina, a guardare lo scorrere delle auto e ad immaginare la sua America. È nata a Treviso ed è proprio lì che ha iniziato a studiare danza, in una scuola della sua città, quando era ancora una bambina.

Greta,P2007_10131635.jpg.pagespeed.ce.dpnEj9a3z6«Avevo 11 anni. Si inizia sempre per gioco quando sei ragazzina. Poi, all’età di 14 anni, ho vinto un concorso alla Opus Ballet di Firenze e mi hanno dato una borsa di studio per intraprendere un percorso di formazione in danza contemporanea. Così, mi sono trasferita lì in collegio ed ho continuato a fare il liceo linguistico».
A Firenze ha continuato a studiare francese, spagnolo e inglese.
E a ballare.
«La sera facevo danza per ore ed ore finché, a 16 anni e mezzo, ho fatto un’audizione a Roma per la Peridance. Subito dopo, un’altra audizione, questa volta per la San Francisco Ballet School: mi hanno presa per la Summer Intensive. Da lì catapultata direttamente a New York»
Ancora un successo, ancora una borsa di studio.
Ed è proprio alla Peridance che balla ora.
«A 17 anni ho preso il visto da studente, ho lavorato sodo per completare il mio percorso di formazione e, non appena diplomata, mi hanno presa. Essere principal dancer di una famosa compagnia newyorkese di danza mi sembrava una sorta di sogno irrealizzabile fino a qualche anno fa. E invece».
Ore ed ore di allenamento ogni singolo giorno. E una valanga di spettacoli, tra cui il famoso “Season” tra le mura del Salvatore Capezio Theater. Ma non solo: Greta ne ha fatti tanti e tanti ancora ne farà.
«Abbiamo il nostro teatro dentro la Peridance e siamo fortunati per questo perché, avendo un nome così importante alle spalle, in tantissimi ci vengono a vedere. Poi, abbiamo ballato a Saint Louis, a Miami e facciamo tour negli States e dappertutto nel mondo: Israele, Corea, anche nella nostra amata Italia. In estate balliamo alla Summer Union Square Dance Festival, al Battery Park Dance Festival e ci esibiamo un po’ ovunque».
Impossibile non chiederle che cosa le piaccia di più di New York.
«Tutto. Semplicemente tutto. New York mi ha ispirata da sempre. Insomma, New York è New York, è il centro di tutto. Mi piace la gente, mi piace questo mix folle di tutte le culture del mondo e poi c’è sempre qualcosa di nuovo da fare, la noia non è ammessa, mai».
Ormai la sua città. La città in cui fa quello che ama.
«A me ha dato tanto», afferma risoluta.
E con i suoi passi, leggeri e forti di passione, Greta ha fatto un salto pazzesco senza neanche rendersene troppo bene conto.
«È successo di colpo, hanno chiamato la scuola per chiedere l’autorizzazione mia e loro a girare dei video. Ho fatto un casting, eravamo più di 500 a partecipare e, come ballerina, hanno scelto solo me. Ah, sto parlando di Victoria’s Secret».
Così, quasi inaspettatamente, si ritrova anche ad essere una delle protagoniste della linea sportiva del marchio che a queste latitudini (e non solo) è già leggenda.
«Uno dei miei video più noti è “Pink Active”, girato con Victoria’s Secret al Brooklyn College; mentre, qualche mese fa, sono andata alle Bahamas 4 giorni per girare uno spot , sempre per Victoria’s Secret, in cui mi esibisco come ballerina nel video Spring Break 2017. Coreografie e natura con indosso i capi sportivi del brand che amo di più in assoluto».
Ma non c’e’ solo la nota linea di abbigliamento femminile nel ricco bagaglio di esperienze di Greta: in un lasso di tempo molto breve, è divenuta infatti la principal dancer per tutti gli spot di Pryma Sonus Faber, una marca di cuffie del settore lusso, rigorosamente Made in Italy, che opera sotto il noto brand Macintosh.
Ma l’Italia è lì, ben salda al centro del suo cuore, assieme alla sua famiglia.
«Però la cosa che mi manca di più è il cibo», e sbotta in un sorriso d’incanto che sa di sincerità.
«La mia famiglia è il mio pilastro. Mi hanno lasciato andar via di casa a 14 anni, spingendomi a fare quello che volevo. Mi sono vicini sempre, li vedo addirittura spesso. E poi ho la fortuna di poter tornare a casa, eventualmente: la loro porta è sempre aperta e questo mi trasmette un gran senso di sicurezza».
Riguardo alla meta, Greta non ha dubbi.
«Voglio fare esattamente quello che sto facendo adesso. Voglio farlo in una dimensione ancora più grande, voglio ballare ogni weekend in tour con le migliori compagnie d’America. Io non credo nel destino, io credo nella fatica, nel sudore della fronte. Alcuni appuntamenti importanti sono già in programma: su tutti il Fare Island Dance Festival, per gli altri, invece…stay tuned!».
Chissà se c’è ancora spazio per l’Italia anche nel suo orizzonte oltre che nel suo cuore.
«L’Italia potrebbe essere perfetta. Tutti i teatri che ci sono rappresentano dei veri e propri gioielli. Trasudano storie e volti, sono stati immaginati per davvero e non, come accade qui in America, tirati su ex novo. Per quanto, ovviamente, se vai al Metropolitan, vieni proiettato in uno spazio bellissimo ed enorme. Noi, però, abbiamo la ricchezza, quella che non esiste in nessun altro luogo al mondo».
C’è un altro però. Ed è colossale.
«In Italia, tuttavia, c’è davvero poco da fare. Non si investe abbastanza nell’arte, quando viceversa potrebbe (dovrebbe!) essere la nostra punta di diamante. Francamente, in questo momento non immagino di tornare. Chissà, magari più in là».
Risponde d’impatto, con la sicurezza tipica dei suoi anni.
E quindi? Il famoso sogno americano esiste ancora?
«Si, certo che esiste. Eccolo, ci siamo tutti un po’ dentro. Io il mio ce l’ho bello e chiaro e mi dò da fare in ogni istante per far sì che si materializzi».
Saluta, sorride e sprizza quell’energia positiva che rappresenta al meglio la magia di questa città. Il miracolo di una ragazza “qualsiasi” che da un angolo altrettanto qualsiasi della nostra Italia si ritrova a calcare lo scenario a stelle e strisce e a volteggiare, tra gli altri, per Victoria’s Secret.
Ed eccola che allunga il passo, di ritorno verso la palestra. Pronta a rituffarsi nel suo mondo di sacrifici e di flash, nella sua New York.
Si volta ancora un istante.
Greta ha gli occhi a forma di sogno. Di sogno americano.