“Metà pecora, metà uomo”. Nasce uno strano animale, ecco la verità

Uno strano animale ha turbato gli animi degli abitanti di un villaggio del Sudafrica. Si tratta di un agnello che sembra però essere nato con sembianze umane. Molti sono stati convinti che si potesse trattare di un animale del demonio e che questo potesse essere un cattivo presagio per tutta la comunità.

mostro-agnello_22161353 (1)Secondo quanto riporta il Daily Mail è stato chiamato un veterinario dal Dipartimento dello Sviluppo rurale del Capo orientale per analizzare la vicenda e il dottore ha detto che si tratterebbe di una malformazione, ma certo l’animale non ha nulla di attribuibile ad un uomo. L’agnello è nato deforme probabilmente a causa di un virus, ilRVF, trasmesso da una zanzara di quelle zone, quest’anno molto prolifica a causa delle abbondanti piogge, e che può comportare dei danni al feto.
L’agnello è morto poco dopo la sua nascita a causa proprio delle sue deformità che non hanno nulla a che fare con i cromosomi umani. Sebbene il mistero sia stato svelato dalla scienza molti anziani continuano a credere si tratti di un demonio e vogliono che la carcassa venga bruciata.

“Morto Brad Pitt, è suicidio”, ma l’attore sta benissimo. La bufala con tanto di virus

«R.I.P. Brad Pitt» (Brad Pitt, riposa in pace): questo titolo circolato per alcune ore su Facebook, con una finta testatina di Fox News e un articolo che asseriva che l’attore americano si fosse suicidato dopo il divorzio da Angelina Jolie, era un falso, e pure pericoloso: secondo un messaggio di avvertimento diramato da Facebook e ripreso da alcuni media, conteneva un virus capace di mandare in tilt smartphone e tablet.

2000945_pitt_featured_image_796x448

Il titolo recitava «Fox Breaking News: Brad Pitt trovato morto (è suicidio)». Cliccando sul link, scrivono i media, l’utente veniva ridiretto su quello che sembrava il sito della Fox, da cui si potevano leggere le prime righe, che recitavano: Pitt «era sotto forte stress perché la coppia stava attraversando il divorzio e perché aveva una lunga storia di depressione, secondo delle fonti». Ma più ci si addentrava nell’articolo, e più il malware rischiava di prendere il sopravvento. «Brad Pitt è vivo e sta bene», esordisce ora l’avvertimento di Facebook.

Bartoli troppo magra? : “La mia vita un inferno per un virus. Adesso vado in clinica a curarmi”

Marion Bartoli, la tennista francese vincitrice a Wimbledon nel 2013 e già numero 7 del mondo, è davvero malata e il suo drastico calo di peso è la conseguenza di un virus contro cui sta combattendo. Giocatrice “formosa”, era da poco ritornata alle cronache per alcune foto che la ritraevano magra, sul filo dell’anoressia. Foto che avevano fatto scattare molte illazioni sui social.

marion-bartoli-720x549

E così Marion Bartoli, 31 anni, ha rivelato la vera natura del suo dimagrimento, dopo che il caso è scoppiato a Wimbledon per la sua mancata iscrizione al doppio delle Leggende. 32 anni a ottobre, ha confessato alla tv inglese tutto quello che sta vivendo in questi mesi: “La mia vita è un incubo, non la auguro a nessuno. Ho la tachicardia, il mio corpo rifiuta l’elettricità e non posso usare un telefonino senza i guanti. Posso lavarmi solo con acqua minerale e mangiare cetrioli senza pelle, spero che i medici trovino la soluzione prima che sia troppo tardi. Lunedì comincio un trattamento, ma non so cosa io abbia” ha concluso la Bartoli

Charlie Sheen, intercettazione choc: “Pago anche 20 mila dollari per uccidere la mia ex”

Intercettazione shock. Charlie Sheen, ex star della fortunata serie tv Due Uomini e Mezzo, è accusato di avere tentato di assoldare un killer per uccidere l’ex fidanzata Scottine Ross. L’attore, già alla ribalta delle cronache per aver ammesso in diretta tv – lo scorso 17 novembre – di aver contratto il virus dell’HIV circa quattro anni fa, è stato intercettato al telefono con il presunto sicario.

1413549658_charlie-sheen-bret-rossi-article

«Questa stronza deve essere sepolta – sarebbe il contenuto dell’audio incriminato – Sono disposto a pagare anche ventimila dollari pur di uccidere la Ross».
Per questa intercettazione, stando a quanto riportato da Variety, il Dipartimento di Polizia di Los Angeles ha aperto un’inchiesta penale contro la star, anche se il portavoce delle forze dell’ordine losangeline non ha ancora confermato la natura esatta delle indagini e i nomi delle persone coinvolte. Dopo la rottura tra Sheen e la Ross, avvenuta nel 2014, la donna aveva già accusato l’ex compagno di aver abusato di lei sia mentalmente sia fisicamente, oltre ad averle nascosto il fatto di essere affetto da tempo del virus dell’HIV. Non è finita qui, perchè in un altro file audio la star ammetterebbe di aver mentito a un’altra partner sessuale circa la sua sieropositività. «Perchè non mi hai detto che eri infetto?», chiederebbe una donna non identificata nel nastro in questione. «Perchè non sono affari tuoi», la risposta di Sheen.
Non è la prima volta che l’attore si ritrova nei guai con la giustizia. Già nel 2009 Charlie Sheen era stato arrestato con l’accusa di abusi domestici dopo le minacce di morte rivolte all’allora moglie Brooke Mueller, con la quale avrebbe poi divorziato ufficialmente il 2 maggio 2011.

Zika, l’attrice spagnola Nerea Barros contagiata dal virus

L’attrice spagnola Nerea Barros, recente vincitrice del Premio Goya alla migliore interprete femminile per il film ‘La Isla Minima’ di Alberto Rodriguez, ha rivelato in una intervista oggi a El Mundo di essere stata contaminata dal virus zika. Il contagio si è prodotto in novembre a Bogota, in Colombia, dove l’attrice presentava il film di Rodriguez al festival del cinema spagnolo.«Sono stata punta da quindici zanzare, e una era portatrice del virus zika» ha spiegato Nerea Barros, 34 anni.

Nerea Barros 6_18740_L

Tornando in Spagna ha sofferto di febbre alta, dolori muscolari, diarrea, nausea.«Sembra una forte influenza», «hai l’impressione ti abbia investito un camion». «Ti fanno male da morire le articolazioni, e anche le ossa e i muscoli. È una sensazione molto strana, è molto più forte che una influenza». L’attrice si è sottoposta a vari esami a Madrid in dicembre, che hanno permesso di individuare il contagio. Ora spera di uscire definitivamente dalla malattia, grazie alle cure mediche. «È molto pesante, perchè stai male, poi quando pensi di essere guarita, torna». Ma la giovane è determinata a tornare al più presto «al 100%».

Partorisce due gemelli, ma i medici trovano una differenza preoccupante: “Colpa di un virus”

Esiste un virus comune ma che in molti ignorano che quando colpisce le donne in stato di gravidanza può mettere a rischio la salute del bambino.
Una famiglia di Troy lo ha scoperto a sue spese e ora sta conducendo una campagna di sensibilizzazione per evitare che l’esperienza si ripeta per altri. I loro gemelli di due anni e mezzo, Sophie e Lincoln Catts, sono attivi, curiosi e molto felice.

gemelli-e1449769553576

Ma c’è una netta differenza sul loro modo di comunicare: Lincoln parla, Sophie si esprime nella lingua dei segni. All’inizio della gravidanza, mamma Michelle Catts è stata esposta Citomegalovirus (CMV), un virus molto comune appartenente alla famiglia degli herpes virus che si presenta il più delle volte in forma asintomatica e non replicabile.
Tuttavia, quando una donna incinta contrae il CMV c’è una bassa probabilità che il virus contagi il feto, ma se accade può avere conseguenze potenzialmente devastanti.  “I gemelli sono nati con il virus che causa problemi allo sviluppo del cervello e al sistema nervoso. E a volte colpisce anche gli altri organi”, ha spiegato il Dr. Kevin Albert, un pediatra. Mentre Lincoln è sfuggito ai problemi, Sophie, ha ripetutamente fallito il suo test uditivo neonatale. Solo così i medici hanno eseguito gli screening necessari per il CMV e sono riusciti a fare una diagnosi precoce e iniziare un trattamento con farmaci anti-virali
“Se non fosse stata curata in tempo avrebbe perso totalmente l’udito, la vista e avrebbe riportato altri deficit”, ha spiegato il padre Daniel Catts.