Barbara D’Urso, frecciatina a Selvaggia Lucarelli: «Basta sfruttare il Gf per andare in Tv a parlare»

L’ultimo servizio di Domenica Live mostra tutti i comportamenti sbagliati dei reality puniti con la squalifica. Partendo dalle vecchie edizioni del Grande Fratello, passando per La Fattoria, l’Isola dei famosi, fino al Grande Fratello Vip. In diverse edizioni ci sono stati episodi sgradevoli, deprecabili che sono costati la squalifica a tutti e per alcuni anche procedimenti penali.

combobo-U43040552767777oJG-U4340078919217543G-1224x916@Corriere-Web-Roma-593x443Bestemmie, lancio di oggetti, liti, atti di vandalismo, forme di violenza inammissibili che certo non giustifcano gli atti di bullismo e sessismo di questa edizione del Grande Fratello. A dirlo è la conduttrice, Barbara D’Urso che parla apertamente di Favoloso, dicendo che però dopo che si è stati puniti, se si chiede scusa, non è giusto accanirsi.

La frecciatina arriva dritta a Selvaggia Lucarelli che, proprio ieri sera, si è mostrata in diretta a Ballando con le stelle con una maglia in cui polemizza sugli sponsor che hanno abbandonato il Gf per la condotta dei concorrenti. L’opinionista ha poi annunciato che proseguirà la sua battaglia legale contro Luigi perché si capisca: «che non puà passarla liscia». La D’Urso a tal riguardo parla apertamente: «Sarebbe il caso di voltare pagina e non di sfruttare questa cosa per andare in televisione».

Loretta Rossi Stuart e le foto hot rubate: «La mia battaglia per le donne dà i primi frutti»

Loretta Rossi Stuart, dopo la denuncia su Leggo.it, ha parlato della sua battaglia legale a Sabato Italiano. La sorella del noto attore posò per un servizio fotografico di nudo per la rivista Boss, ma dopo anni le foto sono finite online e Loretta, che ha avviato una causa, non solo l’ha persa ma ha rischiato di vedersi pignorare la casa per sostenere le spese legali.

loretta rossi stuart-foto-sabato italiano_05183615Intervistata da Eleonora Daniele spiega: «Ho saputo l’esito della sentenza e dopo 3 giorni in cui sono stata paralizzata ho deciso che volevo combattere, ed è quallo che sto facendo». La donna sostiene che la sua è una battaglia che fa a nome di tutte le donne. «Da quando è uscito questo articolo su Leggo mi hanno contattato per sapere cosa sia successo e io ho parlato e voglio raccontare come sono andate le cose». Loretta spiega di essere stata in condizioni economiche difficili, così ha fatto quelle foto anche perché non erano solo foto di nudo, ma erano contestualizzate in un’intervista in cui emergeva anche la sua personalità.

La Daniele le chiede anche del rapporto con Kim, ma spiega di sapere che tra i due fratelli non c’è un buon rapporto, motivo per cui Loretta non si sofferma sull’argomento. Eleonora in conclusione le chiede cosa vuole dire alle donne che come lei si sono trovate, o potrebbero trovarsi, nella stessa situazione e lei replica dicendo che sta già avendo le sue prime piccole vittorie: «Posso annunciare che grazie a un mdc ci sarà una petizione per raccogliere esperienze e una maggiore tutela per tutte le donne».

Loretta Rossi Stuart, la sorella di Kim: «Le mie foto hot rubate e finite sul web»

«Avevo trent’anni, due figli da crescere da sola. Quei cinque milioni di vecchie lire per un servizio fotografico di nudo per la rivista Boss mi facevano comodo. Non immaginavo invece che, 17 anni dopo, quelle foto mi avrebbero fatto rischiare il pignoramento della casa».

3706734_0904_dsc0069Era il 2001 quando Loretta Rossi Stuart, modella e attrice oltre che sorella del più famoso Kim, firmò una liberatoria per alcuni scatti che avrebbero dovuto essere destinati alla visione di poche migliaia di persone. Invece le stesse foto – parecchio tempo dopo – sono finite online e senza alcun consenso da parte dell’interessata, scannerizzate da un privato e pubblicate su Supereva. «Non mi pento delle foto fatte e neanche degli scatti più o meno osè per cui ho posato in tempi più recenti. La mia battaglia è un’altra: noi donne dobbiamo essere libere di decidere come e in quale contesto mostrare il nostro corpo».
Loretta parla così perché dopo che le sue foto sono finite online, non solo ha visto lesi i suoi diritti d’immagine, ma si è anche ritrovata condannata in secondo grado dal Tribunale di Firenze al pagamento delle spese processuali per la causa intentata contro la Dada S.p.A, proprietaria e titolare del server su cui le immagini sono state pubblicate. Secondo i giudici fiorentini, infatti, non è stata fornita la benché minima prova della consapevolezza, da parte del gestore, della illiceità delle pubblicazioni operate sullo spazio di Rete.

«Mi sento vittima di una prevaricazione» spiega la Rossi Stuart. Che non ci sta con quanti riducono la faccenda a un semplicistico se non vuoi che le tue foto nuda finiscano sul web, non farle. Così dalle pagine di Leggo lancia un appello a tutte le donne (non solo del mondo dello spettacolo): «Uniamoci in una class action e rivendichiamo il diritto a disporre liberamente del nostro corpo e della sua rappresentazione».

Nadia Toffa senza parrucca per la prima volta. La foto con la mamma: «Che bello stare insieme»

Nadia Toffa si è mostrata per la prima volta senza parrucca da quando ha raccontato pubblicamente di avere un cancro, come vi abbiamo raccontato negli scorsi mesi su Leggo.it.

192242959-7fa60b2a-c3b6-4713-9822-a5a30e162c4dLa conduttrice “guerriera” de Le Iene ha confessato pubblicamente di aver avuto un cancro e di stare continuando la sua battaglia, ma non per questo ha perso il sorriso. E oggi è ancora più radioso perché accanto a quello della sua mamma, come si vede in una foto pubblicata sul suo profilo Instagram.
Nadia Toffa si mostra per la prima volta senza parrucca, ma con un colorato foulard che le copre la testa. Tanti i messaggi di solidarietà e incoraggiamento alla Iena che negli scorsi mesi ha tenuto con il fiato sospeso i telespettatori.

Shannen Doherty e il post choc: “Le analisi non sono buone, ma il cancro mi ha resa forte”

«I marker tumorali sono alti». Così esordisce Shannen Doherty su Instagram. L’ex star di Beverly Hills 90210, diventata un simbolo della battaglia contro il cancro, continua la sua lotta alla malattia che sembrava essere scomparsa ma l’ha messa nuovamente in allerta.

3647726_1538_shannen_doherty_cancro«Significa solo che devo essere monitorata», rassicura i fan in un lungo post specificando che la presenza di valori alti non significa necessariamente che il cancro sia andato via. L’attrice ha portato avanti per due anni una lunga battaglia contro la malattia, testimoniandone anche gli aspetti più crudi e sofferti. «Il cancro mi ha insegnato un diverso tipo di forza. Mi sento graziata per essere in fase di guarigione e anche per aver avuto il cancro. Sono molto felice». Così aveva dichiarato in un’intervista mesi fa e oggi è pronta e desiderosa di tornare a vivere la sua vita di sempre.
Poi conclude con positività: «Resto ottimista e sto facendo il punto della mia vita. Tutto questo aiuta a guardare le cose in prospettiva e ti ricorda quello che hai imparato grazie alla malattia».

Stefania Rocca, look da viaggio grintoso

Ballando con le Stelle ha aperto i battenti e, giunto alla tredicesima edizione, promette faville. Tra i concorrenti vip che si danno battaglia a colpi di passi di danza anche un’eroica Stefania Rocca, che si è esibita in diretta nonostante avesse due costole rotte.

C_2_box_57498_upiFoto1FPer il viaggio da Milano a Roma, verso la sua avventura a Ballando, Stefania Rocca ha scelto jeans larghi, sneakers Prada e occhiali da sole, e ha completato l’outfit con un overcoat Diego M in tessuto tecnico sfoderato e waterproof con coulisse che segna il punto vita. Non è la prima volta che l’attrice sceglie le giacche del brand veronese: sempre in stazione, è stata vista con un giubbino verde, abbinato a una gonna lunga nera.

Grintosa e inarrestabile, nella vita di tutti i giorni come sul palco: in quante avrebbero accettato di ballare legate e imbavagliate?

Isola, Nadia Rinaldi furiosa contro Francesco Monte: “A 50 anni devo stare a casa? Offesa grave per tutte le donne”

Maretta in vista tra Nadia Rinaldi e Francesco Monte. L’ex tronista negli ultimi giorni è stato coinvolto in diverse discussioni su L’Isola dei Famosi, prima con Eva Henger e adesso con l’attrice. La Rinaldi sarebbe rimasta offesa per la frase di Monte pronunciata nella seconda puntata, quando Monte l’ha nominata ritenendola inadatta per il reality anche per la sua età.

3521286_1749_nadia_rinaldi_e_francesco_monte«Ha detto che a 50 anni devo stare a casa. Io ho lavorato con Alberto Sordi, Nino Manfredi, che purtroppo questi non sanno manco chi sono… Non puoi calpestare il lavoro degli altri. Ma quante donne a 50 anni si riscattano, continuano a lavorare e a darsi da fare con i figli? Cosa devono fare, già appendere le scarpette al chiodo? Io spero che tutti si siano resi conto di questa grave offesa, che abbiano pensato “Ma guarda, ‘sto cretino”. Ha offeso tutte le donne della mia età, che hanno combattuto da sole qualsiasi battaglia», così si è sfogata Nadia incontrando l’approvazione di Perez.

La Rinaldi si è sfogata con il campione olimpico aggiungendo: «Solo perché avevo un’ananas. Dopo che l’abbiamo mangiata è finito tutto. Non gli servivo più. Ha bisogno di crescere, non incontrerà solo persone che lo venerano ma anche chi lo prende a calci in c**o. A me è stato insegnato da piccola a rispettare le persone».

In tribunale col velo, la 25enne praticante: “Sconvolta ma contenta. È una battaglia giuridica”

«Quando il giudice mi ha detto no ero davvero sconvolta, ma sono contenta di quello che ho fatto». Così Asmae Belkafir, la praticante marocchina di 25 anni, torna sull’episodio di ieri al Tar di Bologna, dove un giudice le ha detto che non poteva stare in aula col velo islamico. Lei si è rifiutata di toglierselo ed è uscita. La ragazza ne ha parlato con l’ANSA al tribunale ordinario di Bologna, dove è arrivata per un’udienza di diritto del lavoro. Si è detta «molto colpita» dai tanti messaggi di solidarietà ricevuti.

download (84)

«Ci sono rimasta molto male, ho partecipato a tante udienze e una cosa del genere non mi era mai successa. Il cartello e la norma affissa sulla porta del giudice da ieri è su tutti i social network e sotto ci sono tanti commenti che dicono che il giudice ha ragione, ma non è così», aggiunge la ragazza. «Le norme – ha aggiunto – vanno lette, conosciute e interpretate. Uno prima si informa, legge, studia e poi si discute».
Si tratta, ha detto in tribunale a Bologna «di una battaglia giuridica». Bisogna «capire bene cosa deve fare una donna musulmana che porta il velo e vuole fare l’avvocato e il giudice». Si aspettava delle scuse? «No, non ne vedo il motivo», ha risposto all’ANSA la ragazza che oggi indossa un velo hijab rosa, mentre ieri ne aveva uno azzurro.

Elena Santarelli, come sta il figlio? La showgirl parla della malattia del piccolo Giacomo

Elena Santarelli torna a parlare della malattia che ha colpito il figlio pur senza rivelare la diagnosi e lo fa su Instagram, rispondendo alle curiosità di tante mamme che la seguono e comprendono a pieno lo stato d’animo della showgirl di Latina. Ecco come sta Giacomo e come affronta il difficile momento insieme alla famiglia.
La moglie di Bernardo Corradi aveva rivelato qualche giorno fa di essersi accorta che Giacomo aveva qualcosa che non andava grazie al suo istinto materno; poi solo ieri ha fatto sapere che il bimbo di 8 anni, nonostante tutte le difficoltà del momento, appare calmo e sereno.

download (81)Elena Santarelli non ha perso la sua positività e cerca in tutti i modi di trasmetterla ai figli per non minare il loro buon umore.
“Mio figlio è più sereno ora di prima – ha fatto sapere la Santarelli a chi ha chiesto come sta Giacomo – Conosce la verità per quanto un bimbo possa sapere e capire, ha una mamma e un papà che ridono sempre e che sdrammatizzano tutto, che si amano e che lo amano, continua a vivere la normalità sapendo che c’è una battaglia in corso che vinceremo al cento per cento, insomma a casa nostra si respira felicità e positività come se nulla fosse”.
Sono piovuti complimenti su Instagram verso Elena e il modo in cui sta affrontando una sfida che possiamo immaginare davvero ardua e auspichiamo che l’amore e la serenità che si respirano in casa Corradi aiutino presto il piccolo Giacomo a vincere contro qualsiasi male stia combattendo.

Marina Ripa di Meana e il cancro, lacrime in diretta tv per Sandra Milo e Patrizia De Blanck

Marina Ripa di Meana ha combattuto contro il cancro per lunghi 16 anni. Le sue amiche Sandra Milo e Patrizia De Blank l’hanno ricordata in tv e sono crollate in lacrime in diretta: ecco la loro testimonianza sulla battaglia di Marina e il commosso ricordo sulla madre di Lucrezia Lante della Rovere.

3470254_8_20180108075227Il 4 gennaio scorso Marina Ripa di Meana si è spenta all’età di 76 anni a Roma dopo aver perso una lunga battaglia con il cancro iniziata nel 2002. Numerose le commemorazioni in tv in omaggio alla regina dei salotti che ha scelto la sedazione profonda per dire addio al mondo che tanto ha amato e al tempo stesso messo in discussione.
A Domenica In, Cristina Parodi ha invitato la sua amica Patrizia de Blanck per ricordarla a pochi giorni dalla scomparsa, ma la contessa ha retto poco al peso dell’emozione e si è sciolta in lacrime in diretta tv: “Non riesco a dire ‘è stata’ – ha confessato la madre di Giada de Blanck – per me Marina è ancora qui”.

Poi ha rivelato: “Ci hanno sempre voluto mettere contro, ma nessuno ci è mai riuscito. Tu ora sei lassù e io fra un po’ ti raggiungo”.
Marina Ripa di Meana cancro: la star della tv si è spenta ma resterà nei cuori di tutti noi
Anche a Sabato Italiano, la conduttrice Eleonora Daniele ha lasciato spazio al ricordo di Marina Ripa di Meana invitando Sandra Milo a parlare di lei, ma l’attrice e grandissima amica della stilista e scrittrice uccisa dal cancro, ha avuto serie difficoltà a pronunciare qualche parola.

“Sono felice di questo omaggio. È stata una donna unica, irripetibile” ha fatto sapere la Milo prima di soccombere alle lacrime e ai singhiozzi tanto che la Daniele è corsa ad abbracciarla e confortarla.

“Le lacrime di Sandra Milo – ha detto la conduttrice di Sabato Italiano – sono comprensibili, la sua sofferenza è quella di tutti noi”.