Gerry Scotti si racconta a Domenica Live: «Ho pagato per far lavorare mio figlio»

«Sono nato su un tavolo da cucina, in campagna. Quando la levatrice ha visto mia mamma e la scala su cui avrebbe dovuto farla salire, ha detto: facciamolo nascere qui. Sono stato uno degli ultimi a nascere su un tavolo da cucina. Ho la cucina nel DNA».
Gerry Scotti si racconta a Domenica Live, tra vita privata e carriera.

3673093_1243_jerry_scotti_dimagrito_sessoUna delle prime domande di Barbara D’Urso è sul suo peso, o meglio sul suo dimagrimento.
«Sì, ho perso dieci chili, ho raddoppiato la mia attività sessuale, prima era una volta ogni sei mesi, ora due ogni sei mesi – scherza Scotti – No, in realtà, ho dovuto perdere peso. Sono un uomo di un quintale che si porta in giro il suo quintale con disinvoltura ma ho sempre amato giocare a calcio e ora ho qualche problema alle ginocchia. È successo anche a Maldini, che è magrissimo, vuoi che non accada a me alla mia età?».
Si parla poi del figlio di Scotti, Edoardo, e di quando ha debuttato in televisione, lavorando come inviato nella trasmissione condotta dal padre sui Guinness dei Primati, “Lo show dei record”.
«Mio figlio era in America per studiare regia. In ottica economica, la produzione disse: perché dobbiamo pagare un inviato, quando il figlio di Scotti è già in America? Facciamo lavorare lui, tanto, hanno detto, paga Gerry. Ed era vero, pagavo io, ma a mio figlio è piaciuta molto quell’esperienza, è stata importante».
Si parla anche del presunto screzio tra Scotti e Barbara D’Urso che aveva tenuto banco sui social.
«Una volta questa signora che è notoriamente esaurita per la mole di lavoro, ha chiuso la trasmissione, senza lanciare la mia trasmissione. Sui social è partito subito il tormentone: non lo ha lanciato, hanno litigato. No, tre minuti dopo, mi ha telefonato Barbara, chiedendo scusa. Barbara è proprio una brava persona».

Melissa Satta e Boateng, guarda la festa per Maddox

Festa di compleanno nel giardino di casa per il figlio di Melissa Satta e Kevin Prince Boateng. Per i quattro anni di Maddox party a tema tra supereroi, giochi all’aperto e un ricco buffet in una giornata di sole a Francoforte, dove gioca il Boa. E per chiudere in bellezza, uno scatto di famiglia davanti alla torta con Spiderman…

C_2_articolo_3134442_upiImageppCon un costume da Spiderman muscoloso, il piccolo Maddox si diverte in giardino con il Superman-animatore: insieme studiano il percorso a ostacoli tra cerchi, tunnel e una minuscola porta da calcio.

C_2_fotogallery_3087350_3_imagePalloncini colorati, tavole imbandite e griglia per una giornata di festa in Germania, dove si è trasferito a giocare il calciatore dopo la parentesi di un anno nel Las Palmas. Davanti alla torta Melissa e il marito stringono tra le braccia il loro bambino sorridente. “Best bday party”, cinguetta soddisfatta la showgirl.

Rita Dalla Chiesa: «Non ho più un ruolo per stare così male per Fabrizio, le condoglianze le porgo a Carlotta»

«Alla gente che per strada mi ferma per farmi le condoglianze rispondo sempre allo stesso modo: ‘Le porgerò a Carlotta, la moglie’». A dirlo al settimanale Chi è Rita Dalla Chiesa, prima moglie di Fabrizio Frizzi, morto il 26 marzo scorso. Dalla Chiesa non nasconde l’amarezza: «Forse non ho più un ruolo per poter stare così male per Fabrizio. La società divide tutti secondo vari ruoli, come se fossimo squadre di calcio. Senza pensare che il dolore è dolore. Punto».

large-150522-000205-to210515spe-3418E ancora: «Carlotta gli è stata vicina nella sua malattia, invece io con lui ho vissuto tante cose bellissime. Ho capito un’altra cosa: gli ho voluto così bene perché l’ho incontrato subito dopo la morte di mio padre, è stato lui a salvarmi dalla violenza di quel dolore. Ha vissuto i miei anni più bui con una consapevolezza e una maturità non comuni per un ragazzo di 25 anni».
Dalla Chiesa era in ottimi rapporti sia con Fabrizio Frizzi che con la giovane moglie: «Con Fabrizio siamo diventati fratelli. E anche con Carlotta, se lo vorrà, quando lo vorrà, sarò una sorella per sempre. Io ci sarò per lei e per Stella. I due amori di Fabrizio. Non mi piace quando ci chiamano prima e seconda moglie. Noi siamo delle donne che hanno amato lo stesso uomo in due momenti diversissimi della vita».

Dal calcio ai film hard: chi è il calciatore entrato nell’Academy di Rocco Siffredi

Dopo estenuanti provini, Davide Iovinella – meglio conosciuto come Davide Montana oppure Dadà – è riuscito ad entrare nel Rocco’s World ed essere scelto tra tantissimi ragazzi armati di belle speranze e un certo talento che si sono messi in gioco alla Siffredi Hard Accademy per sfondare nel mondo dei film a luci rosse.

Cattura-2Il calciatore del Pomegliano ha lasciato la Serie D e il calcio dilettantistico dove, si sa, gli stipendi non hanno nulla a che vedere con quelli percepiti dai colleghi di Serie A per entrare in un mondo completamente diverso.

Federica Panicucci, a rischio il programma Mattino 5: “Potrebbe essere sostituita”

Federica Panicucci potrebbe essere sostituita al timone di Mattino 5. Sono le indiscrezioni trapelate e pubblicate dal settimanale Chi, che ha rivelato che Canale 5 starebbe pensando ad un programma sul calcio che sostituirebbe il contenitore.

3648035_2016_federica_panicucci_mattino5_rischio“Mediaset, dopo aver deciso di affidare a Nicola Savino il programma sul calcio in seconda serata, su Canale 5, sta pensando ad un programma in onda anche al mattino che sostituirebbe Mattino Cinque. Nuovi conduttori, un uomo e una donna, esperti ovviamente di pallone”.
Alcuni siti parlano inoltre di una possibile sospensione. La Panicucci però smentisce e si sfoga così sui social: “Leggo su vari blog ‘notizie bomba’ o ‘rivelazioni sconvolgenti’ che riguarderebbero la sospensione o addirittura la chiusura di ‘Mattino 5′. Uso questa pagina per fare un po’ di chiarezza: NESSUNA CHIUSURA IMPROVVISA O SOSPENSIONE…”

Aldo Naro, le foto choc dell’autopsia su Fb. Il papà: “Morto per un calcio? Impossibile, trovate i colpevoli”

Il giovane Aldo Naro fu ucciso il giorno di San Valentino del 2015, nella discoteca Goa di Palermo: era un medico, appena laureato, e la sua morte sconvolse tutta la Sicilia. Oggi i suoi familiari, a oltre tre anni dalla tragedia (ecco cosa accadde), nel contestare la conclusione delle indagini – che hanno portato alla condanna a 10 anni di Andrea Balsano, che all’epoca dei fatti aveva 17 anni e faceva il buttafuori (in nero) nel locale – hanno postato su Facebook le foto dell’autopsia, con un elenco di traumi documentati dalle immagini.3645313_1301_aldo_naro_foto_choc_autopsiaPer i familiari è assurdo che Aldo sia morto per un solo calcio, sferrato dal Balsano: le condizioni del suo cadavere sarebbero infatti incompatibili con la ricostruzione dell’inchiesta. «Davvero – si chiedono – un solo calcio sferrato da un unico soggetto ad una persona che si trova a terra può provocare tutte le lesioni descritte? Se così non fosse, chi ha provocato tutte le altre?».
«E pertanto, chi sono gli altri assassini di Aldo? Perché questo fondamentale aspetto della vicenda non è stato approfondito? – continua il post – Peraltro, mancano, perché non fatte nel corso dell’autopsia, le foto del ventre, dei genitali e della parte frontale e interna delle cosce della vittima. Inspiegabilmente, non è stato effettuato alcun esame radiologico, e nessuna Tac a parte quella del cranio».
IL PAPÀ: ABBIAMO DECISO DI DIRE BASTA «Secondo lei quello è un ragazzo ucciso da un calcio di un 17enne? Adesso abbiamo deciso di dire basta. Aldo ha una mamma e una sorella. E io che sono uomo delle istituzioni non posso ignorare la loro voglia di verità e giustizia. Abbiamo appena iniziato a mostrare all’opinione pubblica tutte le incongruenze emerse nelle indagini. Non possiamo più stare zitti». Così Rosario Naro, colonnello dei carabinieri e padre del ragazzo ucciso tre anni fa, spiega la scelta di pubblicare le foto dell’autopsia del figlio. «Noi famiglie di vittime di efferati delitti troppo spesso dalle indagini non abbiamo giustizia – aggiunge il padre di Aldo Naro -. Per questo abbiamo deciso di pubblicare le foto dell’autopsia. Una cosa grave, lo comprendo. Abbiamo voluto coinvolgere l’opinione pubblica su quanto è successo a mio figlio». «Noi familiari non possiamo accettare la conclusione delle indagini che ha portato alla condanna di un solo 17enne unico responsabile che ha ucciso mio figlio con un calcio. È evidente come dimostrano le foto che Aldo è stato ucciso non solo da una persona. Abbiamo appena iniziato e mostreremo tutte le incongruenze o le discrasie tra le indagini e quanto mostrano quelle foto».

COSA ACCADDE QUELLA SERA? Nella pagina Facebook Giustizia per Aldo Naro, campeggia la presentazione di Aldo, con una sua foto e la ricostruzione da parte della famiglia dell’omicidio che gli tolse la vita in quel lontano 2015. «2 anni e 6 mesi fa andai a ballare con amici, la mia ragazza e colleghi di università.. quasi a fine serata 15 persone mi hanno aggredito, pestato a morte, sotto gli occhi di tutti. Nessuno fece niente. Dentro di me, quando queste persone mi calciavano, mi davano pugni, mi spezzavano le ossa e il naso io pensavo “perché nessuno fa niente?? L’unione fa la forza, aiutatemi!” Ma tutti rimasero fermi».
«Nessuno ha fatto niente – continua il post, risalente al settembre 2017 – Se non dire bugie su bugie Perché nessuno ha il coraggio di dire “ho avuto paura, perché erano in 15 e pensavo che potessero uccidere anche me” E più facile dire una bugia In questo giorno chiedo a tutti voi di recarvi in chiesa, o anche semplicemente di dire una preghiera per me è tutti quelli come me che sono morti sotto gli occhi di tutti, e che sperano un giorno di avere giustizia, di sapere la vera verità!».

Cristiano Ronaldo, il bacio in bocca di un fan durante la partita: le immagini del “fuori programma”

Cristiano Ronaldo, il bacio in bocca di un fan durante la partita: le immagini del ‘fuori programma’. È accaduto durante la partita amichevole tra Olanda e Portogallo disputata in Svizzera, a Ginevra.

il_fan_bacia_cristiano_ronaldo_dopo_aver_fatto_invasione_di_campo_656_ori_crop_MASTER__0x0Un tifoso riesce a fare un’invasione di campo e a dare un bacio a Cristiano Ronaldo. Un episodio particolare e subito immortalato dalle telecamere di tutto il mondo. Lui, CR7, non la prende bene. Anzi, si direbbe che la sua sia una giornata da dimenticare. Ecco cosa è successo.

Morto Davide Astori: il difensore lascia la compagna Francesca Fioretti e una bimba. Il procuratore di Udine: strano l’infarto in un atleta sano e monitorato

Il calcio italiano, sotto choc per la morte di Davide Astori, ha deciso di fermarsi: ufficialmente rinviate tutte le gare di oggi valide per la 27ª giornata di serie A. Il procuratore capo di Udine ha detto che si propende per 2un infarto avvenuto per causa naturali. Anche sè strano un arresto cardiaco in unn atleta sano e cont6inuamente monitorato”.

3585525_1519_morto_davide_astori_francesca_fioretti_figlia_vittoriaEcco chi era il 31enne difensore centrale della Fiorentina e della nazionale, che lascia la compagna, l’ex gieffina Francesca Fioretti, e una bimba di poco più di due anni.
LA CARRIERA Nato a San Giovanni Bianco (Bergamo) il 7 gennaio 1987, dopo le giovanili del Ponte San Pietro approda a quelle del Milan all’età di 14 anni. Dopo tutta la trafila fino alla Primavera, Astori viene ceduto in prestito al Pizzighettone prima e alla Cremonese poi. Le esperienze nelle serie minori gli consentono di essere acquistato dal Cagliari nel 2008: in Sardegna si afferma in serie A e arriva anche in nazionale. Efficace in marcatura e dotato di buone capacità di impostazione, in breve tempo Astori matura e inizia ad interessare tutte le big del nostro campionato. Nel 2014, a sorpresa, se lo aggiudica la Roma dopo che i cugini della Lazio avevano già preparato il contratto con un blitz notturno nel ritiro estivo del Cagliari. L’esperienza nella capitale, complice anche un’annata difficile con Rudi Garcia in panchina, non sarà memorabile e per questo è la Fiorentina a ingaggiarlo: in viola Astori conquista la fascia da capitano e mantiene comunque il posto in nazionale, pronto a dare il primo cambio al blocco titolare della BBC (Barzagli-Bonucci-Chiellini).
LA VITA PRIVATA Il calcio non era l’unica passione di Davide Astori, che amava anche la moda e il design. Su Twitter, d’altronde, scherzosamente si definiva così: «Designer di fama mondiale e calciatore nel tempo libero». Fuori dal campo, è nota la sua relazione con Francesca Fioretti, modella, ex gieffina ed ex concorrente di Pechino Express. I due stavano insieme da diversi anni e nel febbraio 2016 era nata Vittoria, la loro bambina. Il primo pensiero, di fronte a una tragedia che colpisce tutta l’Italia e non solo il nostro calcio, non può che andare a loro

Valentina Allegri, Messico e bikini hot per la figlia dellʼallenatore della Juventus

28153805_243900162819164_10653606248185856_nScatti social al cardiopalmo con un mix di bikini e pose sexy per Valentina in vacanza in Messico.

Valentina.Allegri.Messico.2018.750x450La 22enne figlia di Massimiliano Allegri si gode il caldo mentre si lascia baciare dal sole e ammirare dai follower, sempre più numerosi. Guarda la gallery…

Alice Campello, pancino (gemellare) a Dubai per la signora Morata

Soggiorno al caldo per Alice Campello, volata a Dubai per una vacanza di coccole insieme a mamma e papà. La signora Morata sfoggia le sue dolci curve in bikini e costume intero mentre il marito Alvaro è impegnato sui campi da calcio con il Chelsea. In attesa di due gemelli Alice mostra un décolleté florido e un pancino lievitato. Il resto del fisico, super asciutto, è invece argomento di dibattito sui social…

C_2_articolo_3125439_upiImageppSorride felice in questa vacanza con i suoi genitori mentre il pensiero va ad Alvaro, rimasto a Londra con la squadra. Passeggia sulla sabbia dorata, assapora frutta estiva e mette in luce il suo corpo materno. La pancia cresce, il seno pure. Ma Alice resta sempre longilinea e come spesso accade si crea un caso tra i follower. C’è chi le dice che ha un fisico da invidia nonostante sia in attesa di due gemelli e chi invece sottolinea l’eccessiva magrezza. Ma nel corso di una storia su Instagram è Maria, la mamma della Campello, a spiegare che la figlia è stata poco bene e per questo ha perso peso: “Smettetela di rompere, ma smettetela veramente!”, sottolinea piccata. Alice ride e la vacanza prosegue in totale relax.